domenica 21 gennaio 2018

VINCENT Kristen Kyle Recensione

Letto voracemente, terminato  con trepidazione e lasciato sedimentare qualche giorno prima di riuscire a scriverne un' opinione coerente,  Vincent si è rivelato aggressivo, brutale, cinico, passionale, arrivando spesso a superare i limiti della mia sensibilità , e a suscitarmi moltissime perplessità morali. Quel che lo rende unico è il modo di scrivere di Kristen Kyle, una penna di intensità emozionale  ed efficacia espressiva fuori dal comune.


Self publishing
VINCENT
KRISTEN KYLE 






Serie: Men of Honor, #2
Genere: Mafia Romance
Prezzo eBook:  € 1.99
QUI  il link per l' acquisto



La Trama

Sono nato per essere un re, ma non mi sono piegato al mio destino.
Mi sono impegnato per guadagnare quel privilegio.
Ho combattuto per essere il migliore.
In quella lotta la mente è sempre stata la mia arma più affilata, il cuore un ostacolo da eliminare.
Ho vinto.
Ogni guerra, tuttavia, ha i suoi costi, e io ho commesso un errore che ha distrutto la mia famiglia.
Da allora le mie notti sono turbate dagli incubi, i miei giorni avvelenati dal pentimento e dal rancore.
Ora, però, ho finalmente la possibilità di conquistare la pace.
La donna che mi ha rovinato la vita è tornata dal passato in cerca di protezione.
Ha trovato la morte.
Ma la morte è un dono da concedere ai giusti, la vendetta è la condanna dei traditori.
Mariana Hernández pagherà per ogni suo peccato, implorerà la salvezza e invocherà la sua fine.
Non avrò pietà, perché in me non c’è un briciolo di misericordia.
Perché non conosco perdono.
Scenderò all’inferno pur di farmi giustizia.
E Mariana verrà con me.


Opinione di Charlotte 

Tormento: è la costante di un romanzo ansiogeno e violento in cui l' amore disperato scaturisce dalla sofferenza , dalla vendetta e dal perdono. Una storia nella quale  la  protagonista  Mariana si trova costantemente sul filo del rasoio, ad un passo dalla distruzione, a percorrere una strada dissestata sul ciglio di un burrone: dietro di sé, un passato di abusi fisici e psicologici indicibili, davanti una via incerta e sempre meno percorribile. A fianco  e contro di lei,  a pungolarla e disorientarla, un carnefice spietato che ha in mano il destino del suo cammino, e che non ha nessuna intenzione di farglielo portare a termine. D' altro canto, Vincent è un burattinaio che manipola e tortura, eppure il suo piglio diabolicamente sprezzante risente della vicinanza  dell 'unica donna che egli abbia mai davvero amato e odiato con tutto se stesso. Il precario e  controverso legame che lo unisce ad una vittima predestinata via via  sempre più simile ad una nemesi , lo trasforma in un insicuro, rendendolo pericoloso,  imprevedibile, umano.
In un contesto malsano e claustrofobico, Vincent e Mariana sono  due personaggi distrutti dal potere o dalla mancanza di esso, divorati dall' astio  e dalla sete di vendetta da una parte, dalla sopportazione e dal sacrificio insito in essa dall' altra .
Annichiliti emotivamente, duri e fragili come vasi di cristallo,  la sfida di Kristen Kyle risiede nel mostrare al lettore come Vincent e Mariana siano in grado di far affiorare quel minuscolo  granello di purezza adamantina  che entrambi hanno sepolto tra macerie e fango : e come essa possa, pur con fatica immane e frequenti buchi nell' acqua, a portare luce e conforto in  due vite distrutte dalla degradazione morale e fisica.
Non è un compito facile: Vincent è una lettura annientante , in virtù del   misto di attrazione e ripugnanza che suscitano le azioni e i pensieri dei protagonisti,  del dualismo tra la forza malvagia della vendetta e quella più temibile e subdola della speranza soffocata. Se il personaggio femminile impietosisce e avvicina la lettrice  in virtù degli orrori vissuti e del suo immolarsi ad una causa nell' accettazione passiva dei conseguenti brutalità e disprezzo , Vincent non è certo un men of honor se non  per il suo ruolo all' interno del clan : per il Padrino, aguzzino spietato ben lontano dall' esemplificare l' uomo da desiderare e da ammirare, spesso si arrivano a provare  disgusto e disistima. Il punto di vista alternato in soggettiva  suo e di Mariana  permette però di sviscerare due disperazioni,  riuscendo ad equilibrare le dinamiche emozionali , a relazionare colpa e pena affinché  un legame sbagliato e le azioni che ne scaturiscono trovino una loro coerenza formale ed emotiva. In quest' ottica il sesso stesso, anziché solleticare o incuriosire la lettrice, assume connotazioni molto diverse di pagina in pagina, funzionali alla modellazione del legame tra Mariana e Vincent  : punizione, consolazione, gioco erotico, slancio irrefrenabile,  degradante rappresaglia, non è infrequente che la lettrice passi dal trasporto alla repulsione immaginando le interazioni fisiche tra  i due protagonisti .
La scrittura di Kristen Kyle, impeccabile e dall' esasperato impatto emotivo , mira a costruire un rapporto empatico tra lettore e protagonisti, che poggi sull'istinto e sulla fruizione viscerale, subordinando  il raziocinio: diversamente, la storia d' amore basata su iniquità, prevaricazione e abusi di potere risulterebbe oltremodo condannabile.
Vincent non è Nikolaj: molto più potente ma assai meno "perversamente fascinoso" in virtù di una brusca e rischiosa virata verso marcate componenti dark, il secondo romanzo della serie Men of Honor  non è mai consolatorio ,  mai davvero lieto,  ponendo in evidenza con maggior forza  e con minor piacevolezza  rispetto al primo libro le contraddizioni morali, lo sporco che circonda le vite dei protagonisti , la mancanza di scrupoli e lo squilibrio di forze: mitigando  poi tante componenti negative  con un' inusuale ed efficace evidenziazione del rimorso.  Nel passato di Mariana vi sono ferite che non si rimargineranno mai, e Vincent non potrà mai dimenticarlo: ma se  egli troverà il coraggio e la lungimiranza dentro se stesso, potrà assicurarle , ed assicurarsi, un futuro  decisamente lenitivo e confortante. Quel che resterà alla lettrice sarà un viluppo di sensazioni del quale farà fatica a trovare il bandolo, accompagnato dal retrogusto dolceamaro di una storia d' amore ineluttabile, disperata e destabilizzante come poche.

La serie MEN of HONOR è così composta:

#1 NIKOLAJ

ACQUISTABILE QUI 
RECENSIONE QUI

#1.5 IZABELLA

ACQUISTABILE QUI
RECENSIONE QUI

#2 VINCENT


Il Booktrailer



L’Autrice 


Kristen Kyle ama la lettura, i gatti e il vino caldo. È cresciuta guardando Il Padrino e Scarface e ha sempre saputo che prima o poi avrebbe scritto un Mafia Romance. Che gusto c’è nel descrivere un “man of honor” senza parlare del suo cuore?
Nikolaj è stato il suo romanzo d’esordio. 


Facebook |  Goodreads Instagram |

venerdì 19 gennaio 2018

RUBRICA SEGNA(LA)LIBRO TRICOLORE #170

Buonasera Lettori,
in questa nuova puntata alcuni titoli tra i quali spero troviate qualcosa di interessante per il weekend.
Buone letture e sereno relax




RUBRICA SEGNA(LA)LIBRO TRICOLORE









Titolo:  Brotherhood
Autore: Caterina Giorgi
Editore:  Edizioni EVE
Genere:  Romanzo rosa
Pagine: 300
Prezzo:  18,90   Ebook: 3,49
Trama:  Aurora James porta sulle spalle un pesante macigno: l'infanzia della ragazza è infatti segnata da solitudine e dolore.
Orfana, e per questo costretta a crescere in un istituto a Detroit, Aurora fa sin dalla tenera età degli incubi oscuri e dolorosi.
Dopo anni di attesa e delusioni, la ragazza viene finalmente adottata da una ricca famiglia newyorchese, fondatrice di un'importante cada di moda e il freddo involucro che avvolge, inizierà col tempo a presentare dei piccoli fori.
L'unica nota dolente le sarà rappresentata dal fratello adottivo, Nick, il quale servendosi di ogni mezzo, tenterà di allontanarla dalla propria famiglia.




 #2 Keri Locke
Titolo: Tracce di omicidio
Autore: Blake Pierce
Editore: Seòf publishing
Genere: Thriller, gialli
Pagine:  233
Prezzo:  3,99
Trama:  Dall’autore di thriller best-seller Blake Pierce, ecco un nuovo capolavoro di suspense psicologica.
Keri Locke, detective delle Persone scomparse alla divisione Omicidi del LAPD, è ancora sconvolta dal rapimento di sua figlia, accaduto anni prima, e che ancora non è stata ritrovata. Sempre ossessionata dal desiderio di ritrovarla, Keri seppellisce il dolore nell’unico modo che conosce: buttandosi nei casi delle persone scomparse a Los Angeles.
Una telefonata di routine da parte della preoccupata madre di una studentessa del liceo che è sparita da solo due ore dovrebbe essere ignorata. Ma qualcosa nel tono di voce della donna la colpisce, e Keri decide di investigare.
Quello che scopre la sconvolge. La figlia scomparsa – di un importante senatore – nascondeva segreti di cui nessuno era al corrente. Quando tutte le prove fanno pensare a una fuga, Keri viene estromessa dal caso. Eppure, nonostante la pressione dei suoi superiori e dei media, nonostante tutte le piste si rivelino vicoli ciechi, la brillante e ossessiva Keri si rifiuta di arrendersi. Sa di avere solo quarantotto ore di tempo per trovare la ragazza viva.
Noir psicologico con una suspense drammatica, TRACCE DI MORTE segna il debutto di una nuova affascinante serie – e di un nuovo fantastico personaggio – che vi terrà incollati alla pagina fino alla fine.



 Titolo: Il detective che amava Chet Baker
Autore:  C.S.D. Martini Rossi
Editore: Self publishing
Genere: Gialli
Pagine: 267
Prezzo: 8,99  Ebook: 1,99
In abbonamento con KU
Trama:  Torna "Il detective che amava Chet Baker" in una nuova edizione del romanzo di C.S.D. Martini Rossi, un romance dalle sfumature gialle che si addentra nei meandri della mente del popolo milanese e dei suoi segreti, proprio nel pieno dell'atmosfera delle feste natalizie. Un doppio omicidio in una Milano in preda alla frenesia delle feste. L'indagine di un detective umano e sensibile con una passione profonda per la musica jazz e per la verità. 
Una Galleria Vittorio Emanuele e una vigilia di Natale che si tingono di rosso sangue. Un brutale doppio omicidio, un assassinio senza un apparente motivo e l'indagine di un detective privato appassionato di musica jazz, unica persona che può arrivare a districare il bandolo della matassa e scoprire la verità.
Questi gli ingredienti di una storia d’amore che si intreccia al mistero di un inspiegabile omicidio. Un’indagine che si dipana tra il mormorare delle acque del Naviglio Grande e le note calde della musica di Chet Baker. Due vittime che non hanno nessun collegamento uccise sotto la brulicante Galleria Vittorio Emanuele, in mezzo a una folla indifferente.
Tutto fa pensare a un omicidio perfetto, ma l’omicidio perfetto non esiste e il detective che ama Chet Baker lo sa.
Un'appassionante ricerca, in una Milano divisa tra l’essere e l’apparire, sui passi di un detective privato fuori dai canoni, profondamente umano e sensibile, integro e votato alla ricerca della verità, con una passione profonda per la musica jazz e per l’unica donna che occupa il suo cuore e i suoi pensieri.
Questa nuova edizione del romanzo contiene "There will never be another you", un racconto di Celeste Bellani.
In una gelida notte milanese una misteriosa mano ha deciso di uccidere il detective Chet Baker. E per Celeste Bellani la priorità è salvargli la vita. Non ci sarà mai un altro te. È l'unica melodia che accompagna la donna nella sua corsa contro il tempo. E a volte bisogna soffrire profondamente per comprendere anche ciò che si ha sempre avuto davanti agli occhi.
Un racconto brevissimo e incalzante. Quasi onirico. Una corsa contro il tempo. Fatto di speranza e sofferenza. Di prese di coscienza e di rabbia. Raccontato in prima persona da Celeste Bellani. Passando attraverso le sue emozioni. Le sue paure e i suoi dubbi. E tutta la sua determinazione nel salvare l'unico uomo che la completa. Anche se il loro è da anni un rapporto mai ufficializzato. Ma totalizzante anche se mai consumato.




Titolo: Istantanee d'amore
Autore: Ledra
Editore: Self publishing
Genere: Racconti rosa
Pagine: 43
Prezzo: 0,99
In abbonamento con KU
Trama: L'amore  può  attraversare la   malinconia, la paura, la passione  estrema  fino ad arrivare al  sentimento  vero.
In questi  racconti  si  legge  di  sentimenti  forti,  estremi ma  sempre con  in sottofondo l'amore.








 Titolo: A due passi da te
Autore: Irene Stasi
Editore: Gruppo Albatros Il filo
Genere:   Narrativa
Pagine: 324
Prezzo: 15,00 Ebook: 9,49
Trama:  Emma, una ragazza di appena vent'anni, ha già sulle spalle un peso grande: quello di una famiglia costretta a spostarsi ripetutamente da una città all'altra. Brillante studentessa di astrofisica, deve destreggiarsi tra mille incombenze, traslochi, due adorabili fratellini e il suo inseparabile gemello Jacopo. Ma la "ragazza con la valigia" sente, in realtà, di non aver mai vissuto una vita vera, un'esistenza tutta sua, e porta dentro al cuore un peso sempre più opprimente a cui non riesce a dare forma. Forse è il rapporto difficile con sua madre, famoso cardiochirurgo? La separazione dei genitori? O la mancanza di radici e affetti veri? Emma gode però di una sola certezza: l'amore infinito di e per suo padre che la porta in un mondo totalmente nuovo, quello della meravigliosa Parigi, dove riuscirà forse per la prima volta, a trovare se stessa.





 Titolo:  Quello che non sei
Autore: Simona Burgio
Editore:  Self publishing
Genere: Narrativa rosa
Pagine: 245
Prezzo:  1,99
Trama:  “L’amore è come un bambino che gioca a nascondino. Salta fuori quando meno te lo aspetti, si nasconde con la stessa rapidità. Ma quando decide di farsi trovare, mette radici così profonde nel cuore che niente può sradicarle.”
Simon e Alex si sono amati, appartenuti follemente. Fino a quando la vita ha deciso di separarli.
Lui è diventato il barman più richiesto di Chicago, e la sua vita è una notte infinita durante la quale finge di essere ciò che non è.
Lei vive a Springfield. Ha realizzato il suo sogno di diventare un veterinario. Ma a quale prezzo?
Otto anni dopo, Alex torna a Chicago per mantenere una promessa. Dovrà affrontare quel passato doloroso e magnifico che le ha sconvolto la vita.
L’amore merita una seconda occasione?
Una storia tormentata. Un legame indistruttibile, nonostante il tempo.
Nonostante tutto.




Titolo: Poker di donne
Autore: Ally McCarthy
Editore: Self publishing
Genere:  Gialli e thriller
Pagine: 189
Prezzo:  9,99    Ebook: 0.99
Trama:  Il Re di Cuori è tornato e ha ripreso a uccidere. Solo donne, apparentemente senza alcun legame tra di loro, apparentemente solo per gioco. Annuncia il suo ritorno con una lettera e con un cadavere. Lancia la sua sfida: ucciderà una donna alla settimana, giusto il tempo che manca ad arrivare a Natale, ucciderà una regina alla volta lasciando quella più importante per ultima, la Regina di Cuori. La sua Regina di Cuori. Completando un macabro Poker di Donne.
In una mattina come tante tra la corrispondenza che viene smistata in centrale arriva la prima di una serie di lettere. Firmata semplicemente il Re di Cuori e indirizzata a Dana Price, la detective che ha catturato anni prima il pericoloso serial killer e che lo ha fatto condannare all'ergastolo. Una lettera che spiazza tutti i componenti della squadra. Soprattutto perché John Jacobs, lo spietato serial killer soprannominato il Re di Cuori, è morto suicida due anni prima ancora in carcere. Ma allora chi si cela dietro quelle lettere di minaccia e sfida che annunciano la morte di quattro donne innocenti?
Per Dana Price e il suo collega Sam Clark inizia una incalzante corsa contro il tempo per impedire al serial killer di arrivare sempre un attimo prima di loro e lasciare una scia di sangue che i due detective sembra non riuscano ad arrestare. 
Mentre le festività natalizie si avvicinano avvolgendo una città in preda alla frenesia e stretta nella morsa del gelo, il passato del detective Dana Price torna a bussare alla sua porta. Un passato di dolore che lei non può ignorare, situazioni rimaste in sospeso che prima o poi dovranno essere chiuse. Un passato di sofferenza che torna sotto le spoglie del Re di Cuori e che la costringe ad accettare la sua macabra sfida, perché Dana Price è la Regina di Cuori, l'ultima vittima designata, l'unica persona in grado di tentare di fermare quel folle omicida. 





 Titolo: Il visconte nero
Autore: Roberta Ciuffi
Editore:   Self publishing
Genere: Historical romance
Pagine: 210
Prezzo:   1,99
In abbonamento con KU
Trama:   Devonshire, 1852. È passato un anno da quando Lady Farleigh è morta cadendo dalla scogliera. La versione ufficiale parla di suicidio ma molte voci girano su suo marito, Lord Farleigh, il cui comportamento folle e selvaggio in quell'ultimo anno gli è valso i nomignoli di Black Tom, il visconte nero, il visconte maledetto. E ha fatto puntare su di lui i sospetti per alcune feroci aggressioni ai danni di donne della zona.
Annabelle Trenton è una famosa sensitiva di Londra, qualcuno dice possa evocare gli spiriti. E quando Lord Wadelton e Lady Lydia, fratello e sorella della defunta Lady Farleigh, le propongono di andare nel Devonshire per cercare di scoprire cosa stia succedendo al loro cognato, lei accetta. Annabelle proviene dagli slums di Londra, è cresciuta in un orfanotrofio dove la sua gemella è morta. Non è mai uscita dalla città e accetta la strana proposta dei suoi clienti come un'avventura. Dovrà cercare di penetrare nelle emozioni di Lord Farleigh, comprendere le ragioni della sua apparente follia e, se possibile, tentare di guarirlo. 
Sempre che non sia stato lui a uccidere sua moglie e aggredire le donne di Lyncombe Dale… Cosa che Annabelle spera con tutto il cuore non abbia fatto. Perché in quella terra per lei sconosciuta, non ha scoperto solo cosa significhi l'amore per la libertà, il cielo aperto e il mare, ma anche quello per un uomo. L'unico sentimento che la più famosa sensitiva di Londra non era mai riuscita a comprendere. Prima di allora.




 Titolo: La sposa promessa
Autore: Simona Castelli
Editore: Self publishing
Genere: Historical romance
Pagine: 853
Prezzo:   249
Trama:   Nell'Inghilterra dei tempi di Guglielmo il Conquistatore, la giovane e impavida Brianna dovrà lottare contro temibili nemici per difendere il suo innamorato. Il coraggioso cavaliere Cristopher Swordsblood dovrà trovare nuovi e inaspettati alleati per ritrovare la sua amata Brianna. Un romanzo avvincente, ricco di colpi di scena. Brianna è un'eroina coraggiosa e indomita, custode di un prezioso segreto combatterà con ogni arma in suo possesso per proteggere chi ama e per tornare al castello di Wildwinds.




Titolo: Metal Heart
Autore: Marta Rossi
Editore: Self publishing
Genere: Romance erotico
Pagine: 110
Prezzo:   1,99
In abbonamento con KU
Trama:   Paolo e Roberta si conoscono da qualche mese: lei prova una forte attrazione nei suoi confronti, ma lui la ignora, definendola una bambina, vista la differenza di età che intercorre fra i due.
Una sera, complice la noia, Paolo si avvicina a lei e, anche se solo per prenderla in giro, sicuro di sé, la sfida a cogliere un invito: le chiede di rincasare con lui e Roberta, pur di non farlo vincere, accetta.
Questo piccolo passo in avanti rappresenterà solo il primo di tanti momenti che i due trascorreranno insieme. Fra incomprensioni, insicurezze e fraintendimenti, sarà Paolo in grado di guardare oltre le semplici apparenze e sarà capace di vincere le proprie remore?
**** ATTENZIONE ROMANZO V.M.18 ****

mercoledì 17 gennaio 2018

LA SPOSA DEL LAGO Rita Bonfanti Recensione

Lo ammetto, ero intimorita da questo romanzo, avevo paura che per la storia narrata potesse essere lenta e prolissa. Quello che ho letto è invece un romanzo intenso e caratterizzato da una narrazione incalzante, che ci presenta una protagonista avanti per il suo tempo, un grande esempio di emancipazione e coraggio. Questa è la storia vera di una donna che ha combattuto contro la crudeltà del lago e della vita, che non ha mai abbassato la testa davanti all'infausto destino, una donna vissuta tanto tempo fa, eppure capace di insegnarci a tenere la testa alta davanti al dolore. 






Edizioni Della Goccia

LA SPOSA DEL LAGO
Rita Bonfanti

Editore: Edizioni Della Goccia
Collana: Giallo grano n.5
Genere: Narrativa storica
Pagine: 195
Prezzo:  12,00
Ebook: 2,99


Trama

Como, alba del 3 maggio 1891. In una casa del Paradisett, piccola frazione affacciata sul lago, Cecilia si sveglia col cuore colmo di emozione: dopo anni di contrasti col papà Zaverio, intravede finalmente uno spiraglio di luce nel proprio futuro. Alessandro, un ragazzo di origini umbre di cui è profondamente innamorata, è l'oggetto dei litigi: non è il tessitore sognato come genero da suo padre, anzi, è un semplice impiegato mal retribuito, un "imbratacarta", e per di più forestiero. Tuttavia, con determinazione e un pizzico di astuzia, Cecilia riesce a spuntarla e a Ferragosto dello stesso anno convola a nozze col suo grande amore.
Il lago, presenza imprescindibile nella vita di quei luoghi, segnerà profondamente l'esistenza di Cecilia nel giorno stesso del matrimonio e, undici anni dopo, sarà ancora arbitro del suo destino.
Il romanzo è ispirato alla storia di Cecilia Gioconda Teodolinda Rossi, bisnonna dell'autrice.



opinione di foschia75


Rita Bonfanti ricostruisce la storia di sua bisnonna, una donna molto sfortunata, piegata ma non spezzata dalla vita. Attraverso la pregevole narrazione di questa bravissima autrice, siamo invitati sul lago di Como a cavallo tra Ottocento e Novecento, in una modesta famiglia di tessitori. 
Rita Bonfanti ci presenta una giovane donna che sin dalle prime pagine dimostra una forza d'animo come poche, che non ha paura di tenere testa al caratteraccio del padre, che è pronta a prendere due schiaffi pur di far valere le proprie idee. L'autrice dimostra una grande passione nel ricostruire non solo le vicende della bisnonna, ma anche le usanze e i costumi di fine secolo, la condizione della donna in seno alla famiglia e sul posto di lavoro. Attraverso gli occhi e il cuore di Cecilia, il lettore verrà risucchiato in uno scenario che genera emozioni via via più vivide e struggenti. 
Non mi aspettavo davvero una narrazione così viva e incalzante, non mi aspettavo una protagonista così stoica e testarda, così forte e coraggiosa da costruire una famiglia numerosa e sopravvivere al dolore di non poche perdite.
Un romanzo dove la vita dona e subito dopo prende, dove le donne devono combattere la battaglia quotidiana per far valere il loro pensiero. 
In questo romanzo, l'acerrimo nemico della protagonista è il lago, quella distesa d'acqua sulla quale pulsano le vite dei personaggi di questa storia, quello specchio traditore che presto chiederà il suo tributo al fresco entusiasmo di una giovane donna e sarà sempre lì a lambire cupamente i momenti di gioia della famiglia.
La protagonista è una figura femminile forte e paziente, dedita alla famiglia e al lavoro, colpita più volte dalla perdita eppure capace di rialzarsi e andare avanti spinta da quella inspiegabile forza interiore che l'evoluzione ha voluto affidare proprio a noi, prima figlie, poi mogli e infine madri, forgiate dalla vita, carezzate dall'illusione dei sogni.
Lo stile dell'autrice è asciutto e incisivo, ha saputo dare la giusta marcia alla narrazione, rendendo partecipe il lettore di una storia triste ma incalzante, dove la vita e la morte giocano una partita a scacchi con le emozioni dei personaggi.



L'autrice



Essere l’ultima di cinque figli non offre molte prospettive, soprattutto se il papà è operaio e la mamma casalinga e non si nasce, con la vocazione di sgomitare, di primeggiare, di superare gli altri. Tutto è successo per caso o solo perché era scritto nel destino.Sono stata la prima della famiglia a prendere un diploma, e la prima a laurearmi. Una laurea da zappatrice, come dice scherzando mio marito, ma pur sempre una laurea. Sono cresciuta in simbiosi coi boschi e coi prati in un paesino collinare a due passi da Como. La natura mi ha sempre incantata ed è stata fonte per me di tanti sogni ad occhi aperti. Da adolescente sognavo di coltivare immense distese di grano per sfamare i popoli in miseria. Forse per questo mi iscrissi ad agraria senza l’appoggio paterno, lui voleva che trovassi subito un lavoro per collaborare all’economia della famiglia. Un fatto imprevisto mi portò a Milano e lì cominciai a frequentare l’università e a lavorare per mantenermi.Poi arrivò una borsa di studio e, qualche anno dopo, un lavoro fisso vicino a casa, oltre che la profonda soddisfazione di essere diventata l’orgoglio di mio padre. È per seguire un guardaparco del Gran Paradiso che mi sono trasferita in Valle d’Aosta e il resto è venuto da sé: il matrimonio, due splendidi figli e un nuovo lavoro che mi vede ancora impegnata a guardare insetti e bacherozzi di ogni sorta.Come mai ho scritto un romanzo e ne ho almeno altri due nella penna? Tutto è nato il giorno in cui ho avvertito l’urgenza di ricostruire il destino “straordinario” della mia bisnonna Cecilia, scoprendo, con sorpresa e piacere, che esistono infinite storie fuori e dentro di me, storie che aspettano solo di essere raccontate. E questo è solo l’inizio, sto già lavorando al sequel de La sposa del lago, una vera e propria saga familiare.



Qui trovate una sua intervista a cura del blog Gli scrittori della porta accanto



martedì 16 gennaio 2018

MAGNIFICO ASSEDIO Emily Pigozzi Recensione


Immaginate di essere nei panni di Nina: strappata alle proprie certezze , confinata in un gelido villaggio bavarese , ad ingannare la noia in un appartamento impersonale e malinconico. Sola. Senza prospettive né svago alcuno, se non l' incontro - e lo scontro -   con  un uomo molto  diverso da lei, ma altrettanto chiuso e ferito:   messo sulla sua strada da un destino beffardo,  ma forse non così impietoso...


Self publishing
MAGNIFICO ASSEDIO 
EMILY PIGOZZI



Genere: romantic suspense
Pagine: 220
Prezzo: € 1.99 ( disponibile su Kindle Unlimited)
QUI il link per l' acquisto

La Trama
Con lui ho capito cosa significa il termine passione, il godimento più puro, che è ancora più speciale perché si fonde con qualcosa a cui non sono ancora riuscita a dare un nome. Forse è l’amore, ma chi l’ha mai provato davvero? Nei ragazzi che ho conosciuto finora non c’è niente del mare di forza, dolore e di vita bruciante che Fabrizio porta con sé.
E l’incredibile è che lui non se ne accorge nemmeno. Non si accorge che con lui sto cambiando il mio modo di essere, e la cosa mi esalta e mi terrorizza. Siamo chiusi in questo assedio, ancor più mentale che fisico, a testare i nostri limiti, a sfidarci, a imparare a comprendere la nostra capacità di amare…
Per Fabrizio Brandi, ex parà della Folgore e ora ispettore di polizia della Criminalpol, il lavoro è la cosa più importante e lo basa totalmente sull’ istinto. Lui è la carta pazza, quella che sconvolge tutto e va oltre le regole senza farsi domande. Almeno finché il suo nuovo incarico non lo mette alla prova. Nina Orlando, giovane e bellissima, è la figlia di un importante uomo d’affari divenuto collaboratore di giustizia, e Fabrizio viene assegnato alla scorta che dovrà accompagnarla al sicuro in una località sconosciuta. Nina è viziata, ribelle, abituata ad avere tutto ciò che desidera, ma anche terribilmente sensuale. Lontani dai loro mondi e costretti a stare insieme i due non potranno che fare scintille, in un crescendo di attrazione impossibile da controllare…


Opinione di Charlotte
Fin dalla connotazione sensuale e  drammatica  della cover dalle  luci e ombre marcate, si evince l’ atmosfera di  un romanzo appassionantedal taglio inedito per Emily Pigozzi:  l' autrice , che ama   raccontare di  personaggi complessi e dolorosamente segnati dal passato,  pur facendo leva sull’ empatia che  scaturisce immancabile e naturale dalla sua penna e dal suo pensiero,  in Magnifico assedio osa forse più di quanto abbia  mai fatto finora.  Infatti  “spinge” con inedito vigore sul tratteggio di due personaggi ombrosi,  particolarmente sexy  e audaci,  apparentemente così cinici e sicuri di se stessi da rasentare la superficialità.  Ovviamente tanta insensibilità  è tutta una messinscena: il divertimento del lettore consiste  nell'  assistere al continuo gioco di contrappunti tra ciò che Nina e Fabrizio sentono  intimamente , e quel che essi  trasmettono agli altri, spesso con significato diametralmente opposto. Questa schisi avviene  poiché si tratta di  due anime ferite e vulnerabili :  raccontandosi in prima persona a capitoli alterni, essi mostrano al lettore sia le  realtà completamente differenti  dalle  quali provengono, sia  il loro  buio interiore che presenta inaspettate similitudini, in particolare nel palesare  una fame d' amore talmente esasperata, e da talmente tanto tempo insoddisfatta,  da pensare di non averne addirittura più desiderio.
Il “ rimpallo “ tra  Fabrizio e Nina quindi   è funzionale alla costruzione della sceneggiatura di un libro il cui punto di forza risiede nelle complesse  dinamiche emozionali: in questo modo  Emily è in grado di  mostrare al lettore l' apparenza e la verità, la durezza e la fragilità, le certezze/corazza  che cedono il passo alla confusione e alla tentazione. Quel che si agita nelle menti e nei cuori di Fabrizio e Nina,  non li rende poi  così distanti quanto essi stessi  vorrebbero far credere,  e i loro improvvisi slanci fisici ed emotivi,  repressi malamente, in costante conflitto con la  razionalità,  risultano a tutti gli effetti  il modo più spontaneo e legittimo  di colmare distanze forse inesistenti.. 
Come in un assedio, Fabrizio e Nina si stuzzicano, pianificano strategie di offesa e di difesa ,  cercano di resistere  , di mostarsi distratti ed  egoisti. Chi cederà per primo, ammettendo la mancanza di qualcosa che non conosce e che lo attrae al contempo, smettendo di fingere che l' unico scopo di una relazione inopportuna e ingestibile  sia una fugace incursione nel letto dell' altro? .
Sfidare , soccombere, trovare un prezioso alleato, innamorarsi,  scambiarsi i ruoli , completarsi ed immaginare di costruire   un "noi" :  è un percorso tortuoso, avvincente, molto sensuale e rischioso, che con grande perizia Emily traccia a beneficio di noi lettori innamorati dell' amore, del lieto fine, degli assedi a colpi di sguardi, battibecchi, ed effusioni, senza prescindere da  un ( generoso) pizzico di erotismo.

Di Emily Pigozzi Sognando tra le Righe ha letto anche:
L' angelo del risveglio ( Delos Digital, recensione QUI 
Aspettami davanti al mare ( Youfeel Rizzoli, recensione QUI
Danza per me ( Youfeel Rizzoli, recensione QUI )
Un piccolo infinito addio ( self publishing, recensione QUI )   
Il mio vento di primavera ( Emma Books, recensione QUI )  

L' Autrice 
Emily Pigozzi scrive da sempre. Parla troppo e legge altrettanto, adora i dolci e la quiete della notte. Per diversi anni ha lavorato come attrice, prendendo parte a cortometraggi e film e partecipando a tournée che hanno toccato i maggiori teatri d’Italia.
Il suo primo romanzo, “Un qualunque respiro” (Butterfly edizioni), è uscito nel 2014. Sono poi seguiti il romance “L’angelo del risveglio” (Delos digital) e “Il posto del mio cuore (0111 edizioni.)
Nel 2016 ha invece pubblicato “Aspettami davanti al mare” e “Danza per me”, entrambi per la collana Youfeel di Rizzoli. "Un piccolo infinito addio", il suo primo romanzo in self-publishing, è uscito nel 2017 rimanendo per diverse settimane nella classifica top 100 di Amazon. A seguire, nello stesso anno ,  Il mio vento di primavera edito da Emma Books ,  I romanzi di Emily sono disponibili in tutti gli store.
La sua pagina autore su Facebook :https://www.facebook.com/emilypigozzi/?fref=ts

PROSSIME USCITE NARRATIVA

Buongiorno Lettori!
Non potendo più occuparmi della rubrica Domani in Libreria, ho deciso di aggiornarvi ogni tanto "per genere". Oggi vi segnalerò le uscite in Narrativa che hanno attirato la mia attenzione. 










DATA USCITA: 6 FEBBRAIO
Titolo: Davanti agli occhi
Autore: Roberto Emanuelli
Editore: Rizzoli
Genere: Narrativa
Pagine: 300
Prezzo:  18,50   Ebook: 9,99
Trama:  Succede e basta. Senza sapere perché, senza sapere quando. È una frazione di secondo, come quando inizia a piovere o a nevicare. Le cose belle si presentano così, all'improvviso. Basta un attimo, uno solo, ed ecco che la vita ti travolge, anche se ormai non ci credevi più. Come Luca, che a trent'anni ha già fatto un voltafaccia a se stesso rinunciando al sogno di diventare scrittore per inseguire soldi e successo: ora le giornate gli sembrano tutte uguali, note di una melodia suonata senza passione. Chiuso nel suo ufficio da broker, sente di aver nascosto la parte più importante di sé, quella che non ha paura di ascoltare il cuore. Ma come puoi ascoltare il cuore se non gli permetti di tirar fuori la voce? Come puoi inseguire i sogni, se non sai più riconoscerli? È proprio in questi momenti, quando tutto sembra perduto, che ci capitano le cose migliori. E appena incontra Mary, Luca non ha dubbi: lei è la sua cosa migliore. Bellissima, irraggiungibile, inafferrabile come il colore dei suoi occhi, Mary richiede impegno per essere conquistata, perché è questo che fanno i veri tesori. Adesso, finalmente, Luca sa cosa vuole: vuole mettersi in gioco, vuole sbagliare, lasciare che le emozioni lo investano come un treno in corsa. Vuole innamorarsi. Vuole Mary. Perché rinnegare la propria natura non è mai una buona idea. E non è mai troppo tardi per ballare al ritmo del cuore. Davanti agli occhi è uscito presso un piccolo editore nel 2015. Da questo romanzo, ora proposto in una nuova edizione, è nato un sogno… Siamo solo per pochi!




DATA USCITA: 16 GENNAIO
Titolo: Il silenzio delle pietre
Autore: Vittorino Andreoli
Editore: Rizzoli
Genere: Narrativa
Pagine: 328
Prezzo: 19,00    Ebook: 9,99
Trama:   Siamo nel 2028 e l'unica libertà che sembra essere rimasta all'uomo è la fuga dalla città. Così il protagonista di questo romanzo, ormai segregato tra le quattro mura della sua abitazione, terrorizzato anche solo dall'idea di aprire la porta, decide di andarsene. Lontano da tutti, dai rumori, dal caos, da un mondo dove è diventato impossibile vivere. Lontano da chi occupa abusivamente ogni spazio intorno a lui. Vittorino Andreoli immagina un futuro che somiglia molto al nostro presente, ma dove le ingiustizie si sono ancor più esasperate e, nonostante il benessere raggiunto grazie alle grandi scoperte, tutto parla di una situazione a un passo dal baratro. Una casa isolata, affacciata sull'oceano nel Nordovest della Scozia, sembra il luogo ideale per ritrovare un po' di pace: una baia abitata soltanto da uccelli marini e, a ridosso, montagne che nel tempo si sono trasformate per l'azione del vento. È qui, osservando la perfezione di un ambiente rimasto invariato dal giorno della creazione, nel silenzio delle pietre, che riesce finalmente ad analizzare con maggiore distacco le contraddizioni che lo hanno spinto a cercare la solitudine estrema. Inebriato da tanta bellezza, si lascia tentare dall'idea di non tornare mai più, trasformando quella che doveva essere una parentesi temporanea in una scelta definitiva. Eppure, anche l'idillio, visto più da vicino, rivela lati meno luminosi. Ma soprattutto, nella più completa solitudine, si cancella ogni possibile relazione umana, ogni sentimento si spegne. La distanza poi cambia la prospettiva e apre uno spiraglio di luce e di speranza sui mali della metropoli. Quest'uomo può forse tornare a indossare gli eleganti abiti di città che aveva chiuso in un armadio al suo arrivo in Scozia? O invece, chissà, un'altra libertà è possibile? In questo romanzo, un grande scrittore e psichiatra ci racconta il profondo disagio del nostro tempo, prestando al protagonista tratti inevitabilmente autobiografici, ma nei quali ciascuno di noi può riconoscersi.



DATA USCITA:  16 Gennaio
Titolo: Hotel Silence
Autore: Audur Ava Olafsdottir
Editore: Einaudi
Genere: Narrativa
Pagine: 162
Ebook: 9,99
Trama:   Jónas ha quarantanove anni e un talento speciale per riparare le cose. La sua vita, però, non è facile da sistemare: ha appena divorziato, la sua ex moglie gli ha rivelato che la loro amatissima figlia in realtà non è sua, e sua madre è smarrita nelle nebbie della demenza. Tutti i suoi punti di riferimento sono svaniti all'improvviso e Jónas non sa piú chi è. Nemmeno il ritrovamento dei suoi diari di gioventú, pieni di appunti su formazioni nuvolose, corpi celesti e corpi di ragazze, lo aiuta: quel giovane che era oggi gli appare come un estraneo, tutta la sua esistenza una menzogna. Comincia a pensare al suicidio, studiando attentamente tutti i possibili sistemi e tutte le variabili, da uomo pratico qual è. Non vuole però che sia sua figlia a trovare il suo corpo, e decide di andare a morire all'estero. La scelta ricade su un paese appena uscito da una terribile guerra civile e ancora disseminato di edifici distrutti e mine antiuomo. Jónas prende una stanza nel remoto Hotel Silence, dove sbarca con un solo cambio di vestiti e la sua irrinunciabile cassetta degli attrezzi. Ma l'incontro con le persone del posto e le loro ferite, in particolare con i due giovanissimi gestori dell'albergo, un fratello e una sorella sopravvissuti alla distruzione, e con il silenzioso bambino di lei, fa slittare il suo progetto giorno dopo giorno...Auður Ólafsdóttir ha scritto il suo romanzo piú bello, il piú essenziale, tenero e ironico. Un libro che è un segno di pace, una stretta di mano laica che ci riavvicina a quanto di umano dentro di noi resiste agli orrori del mondo.



DATA USCITA: 30 GENNAIO
Titolo: Il diavolo nel cassetto
Autore: Paolo Maurensig
Editore: Einaudi
Genere: Narrativa 
Pagine: 120
Prezzo:  13,50   
Trama: La letteratura è un affare molto serio per questo borgo svizzero stretto in una vallata quasi soffocata dalle montagne: si narra che Goethe di ritorno dall’Italia vi trascorse una notte per via di un guasto alla carrozza su cui stava viaggiando. Addirittura tre locande, a lui intitolate, si contendono l’ospitalità allo scrittore. Inoltre, dal prete anzianissimo che da anni ormai redige le sue memorie alla ragazzina un po’ sciocca autrice di filastrocche, passando per il borgomastro, tutti gli abitanti scrivono e ambiscono a essere pubblicati. Spediscono i loro romanzi per posta e per posta ricevono le risposte dagli editori, finora sempre negative. C’è poco da scommettere, quindi, sul talento di queste mille anime. Finché il diavolo fa il suo solenne ingresso in scena. Si professa grande editore e dice di voler aprire proprio lì una filiale della sua prestigiosa casa editrice. Chi non sarà disposto a un patto col diavolo pur di veder pubblicato il proprio romanzo? L’unico che sembra in grado di capire la pericolosità della situazione è padre Cornelius, mandato dalla diocesi in aiuto del vecchio parroco. Ma forse nasconde anche lui qualche ombra. Paolo Maurensig ci consegna un apologo letterario raffinatissimo e coinvolgente su narcisismo e vanagloria, ma anche sulla nostra sete inestinguibile di storie.





 DATA USCITA: 30 GENNAIO
Titolo: Tutti i nomi del mondo
Autore: Eraldo Affinati
Editore: Mondadori
Genere: Narrativa
Pagine: 288
Prezzo:  19,00   Ebook: 9,99
Trama: Fare l'appello delle persone che abbiamo incontrato nella nostra vita, capire in quale senso sono state importanti e perché hanno lasciato un marchio indelebile: l'insegnante protagonista di questo romanzo compie un gesto consapevolmente rischioso che tuttavia lui sente necessario, quasi ineludibile. Ad accompagnarlo nell'impresa, con l'ingenua volontà di proteggerlo, per fortuna c'è Ottavio, suo ex alunno ripetente che si esprime soltanto in romanesco. Rispondono ventisei nomi, quante sono le lettere dell'alfabeto: individui provenienti da ogni parte del mondo, giovani profughi, antichi amici dispersi, nonni paterni e materni, adolescenti pieni di speranza, a volte sventurati. Alcuni, sopravvissuti a guerre e carestie, vivono fra noi; altri, che lasciano intravedere, insieme a un passato lancinante, vicende legate alla storia della Resistenza italiana, parlano da un oltre. Gli interlocutori, convocati al Colle Oppio di Roma, registrano la loro presenza in una scuola di lingua per immigrati, chiamata Penny Wirton, dove frattanto continua a scorrere tumultuoso il fiume d'umanità dolente che tutti ben riconosciamo. Ognuno racconta l'avventura in cui è impegnato. Ne scaturisce un'originale riflessione corale sull'epoca che stiamo attraversando, scrutinata nel filtro di un'esperienza intima e personale.



 DATA USCITA: 23 GENNAIO
Titolo: L'insegnante
Autore: Michael Ben-Naftali
Editore: Mondadori
Genere: Narrativa
Pagine:  183
Prezzo: 19,00    Ebook: 9,99
Trama: Chi è Elsa Weiss? Una donna dal passato indecifrabile, di cui lei stessa lascia trapelare pochissimo. L'infanzia in Ungheria, il legame con il fratello Jan che la fa ridere e infila dolcetti sotto il suo materasso, poi la fuga a Parigi come un momento felice di cui è vietato parlare, il matrimonio con Eric. Ma non sono altro che accenni fugaci di una memoria caparbiamente protetta e piena di buchi neri. Elsa Weiss è soprattutto l'insegnante. La professoressa d'inglese autoritaria come un generale, animata da un fervore quasi religioso per il suo lavoro, impenetrabile e rigorosa in tutto quello che fa: pagare le bollette, nuotare in piscina, insegnare. Poi un giorno, senza avvisaglie e con lo stesso lucido rigore delle sue lezioni, Elsa Weiss si toglie la vita lanciandosi nel vuoto dal palazzo dove abita a Tel Aviv. Un gesto che rimane inspiegabile e nasconde segreti angoscianti. Anni dopo, Michal Ben-Naftali decide di indagare la vita della sua insegnante, cercando di capire perché una donna così riservata e schiva a un certo punto si sia suicidata senza lasciare spiegazioni. Un'indagine a ritroso che fa luce su una delle storie più controverse della Shoah: il treno di Rudolf Kastner che avrebbe dovuto portare in salvo in Svizzera quasi duemila ebrei ungheresi, in cambio di denaro e preziosi. Su quel treno erano saliti Elsa e il marito, ma un cambiamento di percorso fa dirottare i trentacinque vagoni verso Bergen-Belsen, e solo mesi dopo i prigionieri riusciranno a essere liberati e a raggiungere la Svizzera. La salvezza e l'arrivo in Israele per Elsa si intrecciano con la tragica vicenda di Kastner, accusato di collaborazionismo e di essere moralmente partecipe delle colpe dei nazisti oltre ad aver favorito, in quella fuga disperata, i suoi concittadini. La storia di Elsa diventa così, tragicamente, lo specchio di quella di Kastner in una vertigine dove il senso di colpa dei sopravvissuti si mescola con il desiderio di vendetta, il Male con l'urgenza di fare giustizia. E la morte di Elsa e di Kastner sembra diventare il simbolo di un'ultima silenziosa richiesta: non che le loro vite vengano ricordate, quello no, ma piuttosto che siano lette altrimenti.




DATA USCITA:  1 FEBBRAIO
Titolo: Non è colpa del Karma
Autore: Laura Norton
Editore: Corbaccio
Genere: Narrativa
Pagine: 360
Prezzo: 17,90    Ebook: 9,99
Trama: Quando Sara Escribano, alla soglia dei trent’anni, si rende conto che le scelte fatte fino a quel momento non le hanno permesso di realizzare nulla di concreto, decide di mettere da parte la chimica, rinunciare al concorso per insegnanti e investire nel suo vero sogno: quello di riaprire l’atelier della nonna paterna. Nel pittoresco quartiere di Malasaña, a Madrid, la piccola bottega aspetta la giusta occasione per tornare a brillare e Sara, circondata da una famiglia divertente, maldestra e sull’orlo dell’implosione, investe tutte le proprie energie nella realizzazione di straordinari oggetti piumati. Persino quando il fidanzato Roberto decide di partire per Parigi per un anno, lasciandola sola e alle prese con un’impresa, e una vita, che fatica a decollare. A complicare ulteriormente le cose ci pensa anche Lu, la sorella minore, che di punto in bianco annuncia alla famiglia le sue imminenti nozze con Aarón, il grande amore adolescenziale di Sara perso di vista alla fine della scuola. Il suo arrivo non fa che creare ancora più scompiglio,e riempirla di dubbi. E se la relazione con Roberto, a causa della distanza, si fosse infilata lungo un crinale pericoloso? E se la grande sfilata organizzata dall’amico David – che potrebbe essere il suo trampolino di lancio - si rivelasse un enorme fallimento? Tra laboratori allagati e incursioni notturne allo zoo, in un’altalena di alti e bassi, «piccoli» incidenti e «grandi» drammi… Sara scoprirà cosa e chi vuole veramente e che il karma, davvero, non c’entra niente! Romantico, divertente, graffiante, Non è colpa del karma è diventato un caso editoriale in Spagna grazie al passaparola dei lettori.



DATA USCITA:
Titolo: Una viennese a Parigi
Autore: Ernst Lothar
Editore: Edizioni e/o
Genere: Narrativa
Pagine: 512
Prezzo: 19,00    Ebook:  9,99
Trama:  Dall’autore della Melodia di Vienna, un altro capolavoro di uno dei grandi protagonisti della letteratura mitteleuropea riscoperto dalle Edizioni E/O. Ernst Lothar continua la sua indagine sui destini dell’Europa sospesa fra le due guerre mondiali. 
Austria, 1938, i nazisti hanno occupato Vienna, l’Europa è sempre più vicina al baratro del secondo conflitto mondiale. Gli austriaci subiscono l’invasione con un misto di rassegnata impotenza e speranzosa cecità, ma Franzi non è come gli altri e decide di abbandonare la sua città. La ragione non è la sua etnia o la sua religione, non è ebrea né appartenente ad alcuna minoranza. Solo non riesce a sopportare l’idea di assistere impotente all’ascesa di Hitler. Si fa dunque trasferire a Parigi, in un ufficio di corrispondenza della casa di produzione cinematografica per cui lavora. In Francia tutto appare diverso: la gente è libera, nessuno teme che il proprio vicino di casa lo denunci, i cartelloni dei teatri sono ricchi di spettacoli, i bistrot traboccano di gente. A Parigi conosce Pierre, un affascinante giornalista di cui presto si innamora, ricambiata. Ma un sordido ricatto minaccia il loro amore. Nonostante questo Franzi è felice, ma sulla coscienza le grava il peso della sua scelta: è da codardi abbandonare il proprio paese nel momento del bisogno? Ma cosa avrebbe potuto fare lei da sola? E com’è possibile che nessun austriaco abbia mosso un dito per opporsi all’annessione? La guerra spazza via interrogativi, sogni e speranze. Pierre è costretto a partire per il fronte mentre Franzi assiste alla caduta della Francia sotto il giogo del Reich e vede nei francesi la stessa cecità che era stata degli austriaci, la stessa voglia di minimizzare l’occupazione. Ma questa volta Franzi non ha intenzione di scappare.



DATA USCITA: 16 GENNAIO
Titolo: Viale dei misteri
Autore: John Irving
Editore: Rizzoli
Genere: Narrativa
Pagine: 618
Prezzo:  22,00   Ebook: 9,99
Trama:  «Quasi tutti i ragazzini della discarica sono credenti; forse perché è necessario credere in qualcosa quando si vedono tante cose gettate via. E Juan Diego sapeva quello che sa ogni bambino della spazzatura (e ogni orfano): ogni stupidaggine gettata via, ogni persona o cosa non voluta, è stata voluta una volta, o, in circostanze diverse, avrebbe potuto essere voluta.» Invecchiando, e anzitutto quando ricordiamo e sogniamo, viviamo nel passato. Certe volte è lì che ci sentiamo vivi veramente. In viaggio dagli Stati Uniti alle Filippine, lo scrittore Juan Diego Guerrero, cinquantaquattro anni, sogna il suo passato in Messico. Sogna la discarica dove ha trascorso l'infanzia e l'adolescenza, luogo desolato ma anche, per un bambino quale è lui, prodigiosa montagna di rifiuti da cui sfilare e trarre in salvo i libri. Juan Diego sogna l'adorata sorellina Lupe e i suoi borbottii incomprensibili a chiunque tranne lui, Lupe che sapeva leggere i pensieri delle persone e che amava veramente soltanto due cose: suo fratello e tutti i cani. Juan Diego sogna e risogna i gesuiti dell'orfanotrofio di Oaxaca, e sogna un'incombente statua della Vergine Maria, e anche quell'incredibile incidente avvenuto tra sua madre e la statua della Madonna. Sogna, Juan Diego, ricorda e sogna, entrando e uscendo - complice un'assunzione non proprio ortodossa di betabloccanti e pastiglie più o meno intere di Viagra - da luminosi attimi che nella sua mente sono eterni e bui recessi nei quali continua a sprofondare.





DATA USCITA:  11 GENNAIO
Titolo: Le assaggiatrici
Autore: Rosella Postorino
Editore: Feltrinelli
Genere: Narrativa
Pagine: 288
Prezzo: 17,00    Ebook:  9,99
Trama:   La prima volta che entra nella stanza in cui consumerà i prossimi pasti, Rosa Sauer è affamata. "Da anni avevamo fame e paura", dice. Con lei ci sono altre nove donne di Gross-Partsch, un villaggio vicino alla Tana del Lupo, il quartier generale di Hitler nascosto nella foresta. È l'autunno del '43, Rosa è appena arrivata da Berlino per sfuggire ai bombardamenti ed è ospite dei suoceri mentre Gregor, suo marito, combatte sul fronte russo. Quando le SS ordinano: "Mangiate", davanti al piatto traboccante è la fame ad avere la meglio; subito dopo, però, prevale la paura: le assaggiatrici devono restare un'ora sotto osservazione, affinché le guardie si accertino che il cibo da servire al Führer non sia avvelenato. Nell'ambiente chiuso della mensa forzata, fra le giovani donne s'intrecciano alleanze, amicizie e rivalità sotterranee. Per le altre Rosa è la straniera: le è difficile ottenere benevolenza, eppure si sorprende a cercarla. Specialmente con Elfriede, la ragazza che si mostra più ostile, la più carismatica. Poi, nella primavera del '44, in caserma arriva il tenente Ziegler e instaura un clima di terrore. Mentre su tutti - come una sorta di divinità che non compare mai - incombe il Führer, fra Ziegler e Rosa si crea un legame inaudito.




DATA USCITA:  11 GENNAIO
Titolo: La fattoria dei gelsomini
Autore: Elizabeth Von Arnim
Editore: Fazi
Genere: Narrativa
Pagine: 347
Prezzo:  15,00   Ebook: 7,99
Trama: Lady Daisy e sua figlia Terry hanno invitato alcuni ospiti a trascorrere il fine settimana nella loro dimora di campagna. Ma la padrona di casa, di solito ineccepibile, non si rivela all'altezza. Più passa il tempo, più il soggiorno, che culmina in un interminabile pranzo, diventa un supplizio per tutti: il caldo è insopportabile, le interazioni obbligate alla lunga sfiancano, e il dolce all'uva spina, causa di imbarazzanti malesseri, è il colpo di grazia. Sempre più in- sofferenti, Mr Topham e il misterioso Andrew trovano rifugio in una lunga partita a scacchi, che si protrae fino a notte inoltrata, quando tutti gli altri sono già a letto. Peccato solo che la candida Terry, il mattino dopo, sappia chi ha vinto. A questo punto i sospetti di adulterio della moglie di Andrew diventano certezza: alla giovane Rosie non resta che mettere a punto la vendetta. E quale miglior alleata, se non la madre, l'esuberante Mrs de Lacy, scaltra come poche, che non vede l'ora di irrompere sulla scena, avendo già fiutato l'occasione per guadagnarci qualcosa?



DATA USCITA:  25 GENNAIO
Titolo: Se ricordi il mio nome
Autore: Carla Vistarini
Editore: Corbaccio
Genere: Narrativa
Pagine: 220
Prezzo:  16,00   Ebook: 9,99
Trama:  È possibile che un trentenne ricco sfondato, sdraiato su una dorata spiaggia caraibica, invece che rallegrarsi della propria sorte, muoia di nostalgia per una famiglia dall'altra parte del mondo, che non è neppure la sua famiglia, e per una bambina che non sa dire altro che "fangulo"? Sì, se si chiama «Smilzo» e se ha trascorso - adesso lo ha capito - i mesi più belli della sua vita cercando di aiutare una buffa bambina e la sua ricchissima madre, che in una Roma caotica e implacabile erano diventate vittime di un mostruoso piano criminoso. Ma ora che tutto è finito, ora che lui, lo Smilzo, ex finanziere di successo, ex bancarottiere suo malgrado ed ex barbone trasteverino si trova a scontare i suoi peccati fiscali in un paradiso naturale, gli riesce solo di pensare a quella bambina, alla sua mamma e a tutta una serie di personaggi bislacchi e straordinari che aveva conosciuto: frati, barboni, commissari di polizia, professori svampiti convinti di possedere cani parlanti. E quando, tra una fantasticheria e l'altra, sente suonare il suo cellulare e vede comparire un certo numero sul display, il suo cuore fa un balzo. Quel suono vuol dire due cose: la bambina non l'ha dimenticato e la bambina ha bisogno di lui. E non c'è bisogno di dire altro.



DATA USCITA:  30 GENNAIO
Titolo: Faremo foresta
Autore: Ilaria Bernardini
Editore: Mondadori
Genere: Narrativa
Pagine: 192
Prezzo: 19,00    Ebook: 9,99
Trama: Tutto ha inizio nel giorno del disastro. Anna sta piangendo la fine del suo amore: lei e il papà di Nico, il loro bambino di quattro anni, hanno deciso di lasciarsi. Quel giorno Anna incontra per caso Maria, un'amica di sua sorella che non conosce bene. Mentre parlano, Maria comincia a stare molto male. Anna le tiene la mano, la guarda crollare, chiama i soccorsi. Solo dopo l'ambulanza, il ricovero, le telefonate, si scopre che Maria ha avuto un aneurisma cerebrale. Trascorre una lunga estate di convalescenza e dolore per entrambe. Come si fa a reimparare a uscire di casa e parlare con le persone dopo aver capito quanto vicina è la fine? Come si fa a dire a un bambino che il papà e la mamma non si amano più? La crisi economica ha intanto reso tutti più poveri, le meduse invadono i mari, si annuncia la fine del mondo e pure le piante sul terrazzo della nuova casa di Anna e Nico sono mezze morte. Attorno alle due donne, solo siccità, incertezza e paura. Finché, insieme, cominciano a occuparsi del terrazzo disastrato e, mentre Maria toglie il secco e il morto, pianta nuovi semi e rinvasa, Anna le prepara da mangiare. Così, stagione dopo stagione, la menta diventa verdissima e forte, il limone e il fico danno i frutti e spuntano i girasole. L'oleandro e il glicine s'infittiscono, arrivano le lucertole, le farfalle, e ogni mattina un merlo comincia a visitare Anna e Nico...




 DATA USCITA: 18 GENNAIO
Titolo: La posta del cuore della señorita Leo
Autore:  Ángeles Doñate
Editore: Feltrinelli
Genere: Narrativa
Pagine:  256
Prezzo:  15,00   Ebook: 9,99 (25 Gennaio)
Trama:  Ogni sera, alla stessa ora, l’intero paese si ferma in ascolto davanti alla radio.
Mentre nelle case si diffondono le prime note della sigla musicale, nel piccolo studio di calle Caspe, a Barcellona, cala il silenzio, una luce inizia a lampeggiare e due labbra dipinte di rosso si avvicinano al microfono per augurare la buona notte agli ascoltatori.
Sono le labbra di Aurora, la presentatrice di uno dei programmi radiofonici più popolari nella Spagna post-franchista degli anni settanta: La posta del cuore della señorita Leo.
Quando Aurora viene scelta come voce del programma, di certo non immagina quanto quel lavoro le cambierà la vita. Per molte persone la señorita Leo è una vera e propria ancora di salvezza, una confidente, un’amica via etere. Persone come Germán, un rappresentante di biancheria intima che ogni sera ascolta quella voce calda e rassicurante e sogna di trovare l’amore; Sole, che non ha il coraggio di affrontare il marito violento; ed Elisa, un’adolescente che soffre per la scarsa attenzione dei genitori. 
Nelle lettere che le mandano queste persone, Aurora trova sogni, speranze e paure, ma quando scopre che l’emittente censura la maggior parte delle missive perché per politica il programma deve mantenere un tono più frivolo e scanzonato, decide di fare di testa propria. Dopo anni di remissiva ubbidienza e anonimato, avrà una missione nella vita: salvare le lettere della gente comune e dare voce alle storie del cuore, che meritano tutte di essere ascoltate.




DATA USCITA:  15 FEBBRAIO
Titolo: La vita in un istante
Autore: Gabrielle Zevin
Editore: Editrice Nord
Genere:  Narrativa
Pagine: 332
Prezzo:16,00     Ebook: 9,99
Trama: Aviva Grossman ha solo ventun anni quando la sua vita finisce sotto i riflettori dei media. «Pizzicata» in compagnia di uno degli uomini più potenti del Paese, Aviva diventa in un attimo la sgualdrina d'America. E quell'unico errore è sufficiente perché nessuno sia più disposto a darle un lavoro. Perseguitata dai giornali scandalistici e ripudiata dalla famiglia, Aviva non ha altra scelta che lasciare la Florida e cambiare nome, scegliendo il più comune cui riesca a pensare... Tredici anni dopo, Jane Young abita in un paesino del Maine con la figlia Ruby. Ha una bella casa, un buon lavoro, una vita tranquilla. Ma tutto cambia quando Ruby inizia a fare ricerche su suo padre. Nell'era di Internet, nulla si cancella e, ben presto, Ruby si trova di fronte a una verità sconcertante. Possibile che sua madre abbia mentito a tutti sulla propria identità e sul proprio passato? Ruby deve sapere. Perciò scappa in Florida, alla scoperta delle sue origini. E così anche Jane sarà costretta a tornare a casa e ad affrontare il fantasma di Aviva...







DATA USCITA: 23 GENNAIO
Titolo: Le ferite originali
Autore: Eleonora C. Caruso
Editore: Mondadori
Genere: Narrativa
Pagine: 352
Prezzo: 19,00    Ebook: 9,99
Trama: Siamo a Milano, negli anni di Expo. Dafne ha venticinque anni, studia Medicina, è benestante, graziosa e giudiziosa, e ha un tale bisogno di essere amata da non voler capire che la sua relazione sta andando in pezzi. Davide è uno studente di Ingegneria fisica al Politecnico, vive in periferia, ha la bellezza timida e inconsapevole di chi da bambino è stato grasso e preso in giro dai compagni di scuola. Dante ha quarant'anni, è un affascinante uomo d'affari, ricco e in apparenza senza scrupoli, capace di tenerezza soltanto con la figlia Diletta. Dafne, Davide e Dante non lo sanno, ma tutti e tre hanno in comune una cosa: stanno con lo stesso ragazzo. Si tratta di Christian: ex modello, bellissimo. Seduttivo, manipolatore, egocentrico, Christian ha in sé i mostri e la magia: è bipolare, e alterna picchi di irrefrenabile euforia a terrificanti abissi depressivi, trascinando nel suo mondo spezzato anche Julian, il fratello adolescente, per cui prova un affetto eccessivo, quasi soffocante. Christian catalizza e amplifica come un prisma i desideri di Dafne, Davide e Dante, e le vite di questi quattro personaggi finiscono per intessersi così fittamente che nemmeno al momento della verità - e alla caduta che ne consegue - riusciranno a slegarsi.



DATA USCITA:  25 GENNAIO
Titolo: Il figlio prediletto
Autore: Angela Nanetti
Editore: Neri Pozza
Genere: Narrativa
Pagine:  320
Prezzo: 16,50    Ebook: 9,99
Trama: Nella Calabria degli anni Sessanta, segnata dai pregiudizi e da retaggi culturali di tempi antichi, Nunzio Lo Cascio vive la tragedia che segnerà la sua intera esistenza e ne definirà il corso. Scoperta la sua relazione omosessuale con un altro ragazzo del paese, subirà la violenza inaudita che nasce dal pregiudizio e dall'ignoranza, violenza che ucciderà il suo compagno. Nunzio stesso verrà punito in modo inumano dal padre che, per salvare l'onore della famiglia, lo manderà in Inghilterra a lavorare. Chiuso, timido, segnato già dalla ferocia di un mondo che non ha pietà, Nunzio si trova a vivere in una realtà completamente diversa, a frequentare e conoscere persone che, in ambiti diversi, gli dimostreranno che la strada della ribellione e dell'affermazione del sé esiste, e che è più dignitoso, oltre che necessario, versare sangue e lacrime per ciò in cui si crede. Sulle sue tracce, quaranta anni dopo, ci sarà la nipote che, in modo diverso, si trova a combattere con la stessa realtà chiusa del paese, in cui una ragazza non ha altre possibilità che essere "femmina obbediente" o puttana. Due storie di resistenza e ribellione ai pregiudizi.





DATA USCITA:   16 GENNAIO
Titolo:  Invito a nozze
Autore: Carson McCullers
Editore: Einaudi
Genere:  Narrativa
Pagine: 232
Prezzo: 16,00    Ebook:
Trama: Una ragazzina solitaria nell’età di passaggio in cui tutto sembra possibile. Il capolavoro di una delle voci femminili più perturbanti della narrativa americana. Nel 1946 usciva negli Stati Uniti il terzo romanzo di una scrittrice già accusata di scandalo, che alla morte sarebbe stata consacrata come una delle voci più talentuose della narrativa americana del secolo scorso. Il libro s’intitola Invito a nozze e la protagonista è Frankie Addams, ragazzina “scissa” che “in vita sua non era mai stata invitata da nessuna parte”. A dodici anni, Frankie è già vicina al metro e ottanta d’altezza, e immagina che i freak del padiglione itinerante – il gigante, la donna cannone, l’ermafrodito – le strizzino l’occhio con intenzione. Legge della guerra sui giornali e sogna di arruolarsi nei marine, di pilotare aerei e conquistare medaglie al valore. Più di tutto, però, sogna di scappare dalla cittadina di provincia dove ha come soli amici il cuginetto di sei anni e la domestica nera del padre. Quando viene invitata in Alaska al matrimonio del fratello, Frankie si ripromette di non tornare mai più, ma dovrà scontrarsi, forse per la prima volta, con la crudeltà di un mondo “pieno di crepe e in caduta libera“. Sullo sfondo di una Georgia torrida e immaginifica, Invito a nozze è un romanzo di formazione unico nel suo genere, una parabola folgorante che sa parlare di identità e gioventù con la chiarezza misteriosa della grande letteratura.