giovedì 25 giugno 2020

L' AMORE E TUTTI GLI ALTRI RIMEDI Anita Sessa Recensione

Alla prima pubblicazione  con la  sua Words Edizioni, Anita Sessa si cimenta con il romance storico: con sommo diletto della lettrice, alle prese con un amore disperato reso possibile da una penna abile nel plasmare immagini ed emozioni. 

Words Edizioni 
L' AMORE E TUTTI GLI ALTRI RIMEDI 
ANITA SESSA


Genere: romance storico 
Pagine: 137 
Prezzo: € 13,99
ebook: € 2,99 compreso nell' abbonamento KU
QUI il link Amazon per l' acquisto 


La Trama
Scozia, 1819.
Rapita, umiliata e rovinata per sempre, lady Margareth Rutley si è rifugiata in Scozia chiudendo ogni possibilità all’amore. Non è dello stesso avviso Ezra Caddy, che si innamora di lei sin dal primo sguardo. Nasce così un rapporto complicato, fatto di sguardi e incontri di anime che non osano sfiorarsi. E durante un viaggio in occasione della Stagione, prima a Edimburgo e poi a Londra, il loro rapporto diverrà più profondo. Le insidie, tuttavia, sono sempre dietro l’angolo e la tranquillità appena ritrovata di Margareth sarà di nuovo scossa. Solo che a combattere per lei, questa volta, ci sarà Ezra.

Opinione di Charlotte
Occhi a cuore ne vogliamo? Certo che sì! 
Niente di meglio di un coinvolgente romanzo storico,  struggente e tenero oltremisura, per ottenere questo effetto benefico. L' amore e tutti gli alti rimedi è  una calamita per sospiri e tormenti romantici esasperati da una situazione di partenza drammatica; in poche pagine si finisce  con l'  essere catapultati nel ton scozzese , forse meno glamourous di quello londinese ma senz' altro altrettanto meschino e misogino, e in una vicenda che intreccia le relazioni sentimentali di due coppie molto affiatate tra loro, l' una  già sposata e molto in vista, l' altra assai chiacchierata e poco rispettata, tutta da inventare e  messa alla prova dal tragico recente passato di lei che ne minaccia il futuro . Margareth ed Ezra devono fare i conti con la violenza subita dalla giovane, che l' ha resa solitaria, impaurita, intoccabile: e se in un quotidiano scandito da balli, ricevimenti, passeggiate che celano insidie e doppi sensi in ogni gesto o parola,   sono la cugina Edith e il marito di lei  Archibald ad accudirla e proteggerla dall' aristocrazia che sembra accanirsi contro di lei e che ormai la considera "marchiata" , spetta ad Ezra con la sua totale e incondizionata devozione  ridare fiducia in se stessa a Margareth e restituirle il sorriso e la solarità. Anita Sessa descrive con efficacia le emozioni di Margareth e il loro mutare, passando da toni angosciosi a interludi commoventi. Molto ben delineato è il progressivo riaffiorare delle reazioni positive fisiche ed emozionali di Margareth alla vicinanza di un uomo tanto sensuale quanto rispettoso quale viene plasmato Ezra: il progressivo avvicinarsi dei due innamorati, fatto dapprima di sfioramenti, quindi di carezze ed arguzie  fino al completarsi reciprocamente, è quanto di più casto,  gentile e al contempo  voluttuoso si possa desiderare leggere. 
Lo spuntare qua e là di un kilt  ben indossato poi, non fa che aumentare la piacevolezza d' insieme di un romanzo  da gustare  ingoiandone i  bocconi amari , consapevoli che quelli più dolci , il cui ingrediente essenziale  è l' amore in tutte le sue forme, sono elargiti con generosità a ben bilanciare il sapore della storia narrata. 
  
Di Anita Sessa Sognando tra le Righe ha recensito anche

https://www.facebook.com/anitasessaautrice/

martedì 23 giugno 2020

QUELLO CHE ANCORA NON SAI DI ME Virginia Bramati Recensione in anteprima

Nuovi personaggi da scoprire, stile inconfondibile da gustare: attesissima e molto amata dal suo pubblico, da domani Virginia Bramati torna in libreria e negli store online con una nuova avventura scoppiettante e rigorosamente rosa.

dal 24 giugno 
Giunti Editore
QUELLO CHE NON SAI DI ME
VIRGINIA BRAMATI

Genere: narrativa rosa
Pagine: 300 
Prezzo: € 14,90
ebook: € 9,99
QUI il link Amazon per il preorder ( oggi ) e per l' acquisto ( da domani) 


La Trama

Caterina è cresciuta in Calabria, circondata dal calore di una grande famiglia, è diventata insegnante di Latino e Greco e sta per sposarsi con Francesco: ha davvero tutto per essere felice. Ma allora perché, al momento di aggiornare la sua posizione nelle graduatorie ministeriali, invece di Cosenza le sue dita indicano come destinazione Brescia? E come spiegare ai genitori e a Francesco questi 1000 chilometri che per un intero anno scolastico li separeranno?
Luca è avvocato, ma la missione che si è scelto è un’altra. In una grande villa donata da un benefattore a Sirmione, sul lago di Garda, ha dato vita non a un redditizio bed and breakfast di lusso bensì a una casa-famiglia per adolescenti allontanati dalle famiglie: sono ragazzi cui la vita ha tolto quasi tutto, e Luca – insieme alla pirotecnica Piera Mandelli, assistente sociale del Tribunale – vuole aiutarli a trovare il loro posto nel mondo.
E poi c’è Carla, che da dietro la vetrina del suo negozio osserva tutti senza giudicare, che con un tocco di colore restituisce il sorriso alle sue clienti, che appoggia il phon su una pila di libri e ama il suo mestiere proprio perché – come la lettura – le offre la possibilità di ascoltare ogni giorno nuove storie: Carla, la parrucchiera di Sirmione. Sarà proprio lei ad aiutare Caterina, Luca e i ragazzi della casa-famiglia a scoprire ciò che ancora non sanno di sé…
Attingendo come sempre alla vita vera, con tutta la sua concretezza, ancora una volta Virginia Bramati ci regala un romanzo pieno di humour, di umanità e di speranza: perché il cammino di ciascuno è fitto di ombre e di inciampi, ma se guardiamo il mondo con occhi luminosi scopriamo che la felicità è molto più vicina di quanto pensassimo.

Opinione di Charlotte
Mi mancavi Virginia, è sempre uno squisito piacere leggerti!
E' il pensiero che ho formulato dopo avere letto i primi capitoli di un' avventura tra le righe , che senza intaccare la piacevolezza della cifra stilistica ormai nota e irrinunciabile dell' autrice, offre molto di nuovo al lettore. A cominciare dalla " location del cuore" , che in Quello che ancora non sai di me viene sdoppiata in due realtà geograficamente lontane accomunate da slanci benevoli e pettegolezzo pur manifestati in modi differenti. La provincia calabra con la sua piazza del paese , e il Garda bresciano con il negozio di parrucchiera di Carla, sono due "piccole Verate" complementari,  a far risaltare con umorismo gli indiscutibili pregi di una variegata umanità raccontata nel quotidiano delle sue innumerevoli sfaccettature, delle sue abitudini e  dei suoi piaceri e contrasti . Autenticamente empatico e genuinamente ironico, permeato di positività nonostante nella trama non manchino inquietudini e colpi di scena drammatici , il romanzo è piena espressione della personalità della sua autrice, del suo percepire la comunità come una famiglia, e le piccole diversità come opportunità. Nella casa che si affaccia sul lago non c'è spazio per la commiserazione, ma la fanno da padrona l' operosità, la speranza, l' aiuto reciproco, e naturalmente l' amore in tutte le sue forme e per tutti i personaggi tratteggiati con accuratezza mista a leggerezza: siano essi adolescenti, genitori, professionisti, insegnanti, amici, animali . Incastonati in una tale cornice multiforme, gli "affari di cuore" potrebbero finire in secondo piano, ma con lo stratagemma del doppio punto di vista Virginia Bramati ovvia a questa evenienza e plasma con efficacia la profondità del legame  che si instaura  tra Caterina e Luca. I due sono la quintessenza dello scrivere rosa dell' autrice: l' insegnante calabrese è una ragazza il cui " colpo di testa " iniziale implica un' insoddisfazione latente e un vuoto da colmare mediante la crescita personale pur senza rinnegare le proprie origini, lui è l' ennesima adorabile rivisitazione " alla Bramati" di Mr Darcy e del suo essere il " per sempre", l' "uomo del fare" concreto al quale affidarsi senza riserve. Entrambi inizialmente confusi e incerti, tra grilli parlanti e fate madrine maldestri e galeotti, e perfino grazie ad un enorme cane maldestro, Caterina e Luca  riescono a trovare la propria dimensione e a trovarsi . E tra un taglio di capelli e l' altro, Quello che ancora non sai di me, romanzo accattivante, maturo nella costruzione e fresco nel ritmo di scrittura ,   risulta essere  un libro d' evasione esemplare dall' effetto corroborante. 

Di Virginia Bramati Sognando tra le Righe ha recensito anche:
Cercasi amore vista lago

Contatti:
virginia.bramati@gmail.com
Virginia Bramati su Facebook: https://www.facebook.com/Bramati.Virginia

UN AMORE QUALUNQUE E NECESSARIO #reviewparty Mary Beth Keane

Buongiorno Lettori! Oggi partecipiamo al review party di un romanzo dalle tormentate dinamiche familiari edito da Mondadori. 

Mi capitava spesso di pensare a come sarebbe stata la mia vita se fossi stato tuo fratello anziché il tuo vicino di casa, ma poi, un po' di tempo fa, mi sono reso conto che non vorrei mai essere tuo fratello perché in quel caso non potremmo sposarci, un giorno. 

Due famiglie molto diverse, due generazioni, equilibri precari nascosti dietro una facciata di perbenismo americano. Un amore qualunque e necessario è un romanzo sofferto fino all'ultima pagina. 




Mondadori


REVIEW PARTY 




IL ROMANZO IN LIBRERIA DAL 23 GIUGNO

Titolo: Un amore qualunque e necessario
Autore: Mary Beth Keane
Editore: Mondadori
Genere: Narrativa 
Pagine: 457
Prezzo: 19,50  Ebook: 9,99
Trama: Kate Gleeson e Peter Stanhope, nati a soli sei mesi di distanza, sono vicini di casa da sempre, in un piccolo sobborgo alle porte di Gillam, vicino a New York. Le loro famiglie non potrebbero essere più diverse: serena quella di Kate, ultima di tre sorelle; difficile quella di Peter, figlio unico di una madre mentalmente instabile e di un padre che non riesce a proteggerlo. Un evento drammatico colpisce irrimediabilmente entrambe le famiglie, segnando le loro vite per sempre, e divide i due ragazzi. Ma la forza del loro legame è più forte di qualsiasi difficoltà, e Kate e Peter cercano, nonostante tutto, di trovare la strada per tornare l'una verso l'altro. "Un amore qualunque e necessario" è una storia di redenzione, fiducia e perdono, che rivela come i ricordi dell'infanzia, filtrati dalla distanza dell'età adulta, possano cambiare. È il racconto di come, se siamo fortunati, la violenza in agguato nella vita di tutti i giorni possa essere sconfitta dal potere dell'amore.



opinione di foschia75

Un romanzo dal gran potenziale emotivo che però non mi ha travolto come avrebbe potuto. Le tematiche trattate sono coinvolgenti ma la scelta di inserire nel romanzo passaggi non fondamentali per la trama ha reso il romanzo lento e prolisso. 
Un amore qualunque e necessario racconta la storia di due famiglie vicine di casa, genitori e figli, due generazioni a confronto che tengono compagnia al lettore in un lasso di tempo di due decenni raccontandosi attraverso eventi che ne segneranno profondamente gli animi. 
Quello che permea l'intera storia sono i precari equilibri familiari, il costante tentativo di tenere in piedi una facciata di famiglia serena e benestante per poi nascondere profonde crepe emotive e psicologiche che si intrecciano tra presente e passato e sfoceranno in un episodio che segnerà l'esistenza di tutti. 
I profili psicologici dei personaggi sono il filo conduttore dell'intera storia, azioni e reazioni che segneranno in modo doloroso e incisivo le vite di tutti restituendo al lettore una sensazione di instabilità emotiva che lo accompagnerà fino alla penultima pagina. 
La vita di Peter e Kate sarà scandita da eventi che ne forgeranno il carattere, ma mentre Kate è una donna cresciuta in una famiglia unita e serena, Peter è un uomo cresciuto senza veri punti di riferimento, con due genitori che lo amano ma non sono capaci di dimostrarlo presi dai loro problemi mai risolti. In un clima mai sereno, carico di rabbia repressa e difficoltà nel perdonare gli errori propri e degli altri, Kate e Peter affrontano la loro vita cercando di essere migliori dei propri genitori, ma il passato è sempre lì a chiedere il conto e il rischio di cadere negli stessi imperdonabili errori è dietro l'angolo. 
Sicuramente il punto focale del romanzo è il controverso rapporto tra genitore e figlio, l'amore profondo e viscerale che spesso può sfociare un un legame corrosivo al limite dell'ossessione. 
Un romanzo psicologico dal grande potenziale che però risulta a tratti troppo prolisso per via di passaggi inutili alla trama. 


L'autrice 

Mary Beth Keane è una scrittrice americana di genitori irlandesi. È autrice di The Walking People, Fever e Ask Again, Sì. Nel 2011 è stata nominata una delle "5 under 35" della National Book Foundation e nel 2015 ha ricevuto una Guggenheim Fellowship for Fiction.

lunedì 22 giugno 2020

STEPSISTER. Sorelle di sangue Jennifer Donnelly Anteprima

In arrivo domani in libreria un Dark Fantasy per ragazzi che promette tinte davvero scure. Torna Jennifer Donnelly già aprezzata in Italia sia da ragazzi con la Water saga sia dagli adulti con la serie I giorni del Tè e delle rose. Messo subito in lista considerata la mia passione per le rivisitazioni delle fiabe e il mio apprezzamento per questa autrice nei due generi! 



Mondadori Ragazzi


DAL 23 GIUGNO IN LIBRERIA 

Un retelling di Cenerentola 
così dark non lo avete mai letto!


STEPSISTER
Sorelle di sangue 
Jennifer Donnelly

Traduzione di Barbara Servidori
Collana: I Grandi
Genere:  Dark fantasy 
Cartonato con sovracopertina
Pagine: 368
Prezzo:  18,00



Trama

In un mondo dove una ragazza può essere solo brava, obbediente e soprattutto bella, non c'è posto per giochi di guerra e corse a cavallo: ovvero per tutte le cose che Isabelle ama. Quando, costretta da Maman, si mozza le dita dei piedi per farle entrare nella scarpetta e aggiudicarsi il matrimonio con il principe, Isabelle viene scoperta. E al suo posto viene scelta Ella, la sorellastra buona, la perfetta Cenerentola delle fiabe. A Isabelle resta solo la vergogna più nera e l'ostilità di tutta Saint-Michel. Ma è proprio vero che il destino di una sorellastra "cattiva" è vivere ai margini e che l'unica strada possibile è quella dell'infelicità? Il marchese de la Chance non la pensa così e forse l'unica cosa che può salvare Isabelle è capire che per tutte c'è una possibilità, e che la vera bellezza è scegliere la propria strada e percorrerla senza voltarsi indietro.
Questa è una fiaba oscura. È una fiaba crudele.
È una fiaba da un altro tempo, un tempo in cui i lupi restavano ad aspettare le bambine nella foresta. Quel tempo è ormai passato.
Ma i lupi sono ancora qui e sono due volte più scaltri.
Le bestie rimangono. E la morte ancora si nasconde in una spolverata di bianco.
È crudele per qualunque ragazza che smarrisca il sentiero. Più crudele ancora per una ragazza che smarrisca se stessa.
Sappi che è pericoloso allontanarsi dal sentiero.
E tuttavia è molto più pericoloso non farlo.

L'autrice 

Jennifer Donnelly è nata a Port Chester (Stati Uniti) nel 1963 e vive e lavora come scrittrice nello Stato di New York. Ha pubblicato diversi romanzi per adulti e per ragazzi, tra cui, per Mondadori, La strada nell’ombra e Una voce dal lago, premiato con la prestigiosa Carnegie Medal, il Los Angeles Times Book Prize for Young Adult Literature e il Michael L. Printz Honor Award.



giovedì 18 giugno 2020

PRETTY DEVIL A.I. Cudil recensione

Lettura super-rosa con sfumature gialle e rosse, Pretty Devil porta la firma di un' autrice che immancabilmente ottiene dall' equilibrio tra sensualità,  complicità fra personaggi e  sceneggiatura dinamica,  delle storie  di piacevolissima evasione. 

Self publishing 
PRETTY DEVIL
A.I. CUDIL 
  

Genere. rosa contemporaneo
Pagine: 349
Prezzo: € 10,13
ebook:  € 2,99 compreso nell' abbonamento KU 
QUI il link Amazon per l' acquisto 



La Trama 

Mi chiamo Daniel Harris e sono l’assistente personale di uno degli esseri più pericolosi sulla faccia della Terra: Abigail Drammond. Io la chiamo Pretty Devil perché dietro l’aspetto grazioso si nasconde un demonio di donna. Ho fatto di tutto e quando dico di tutto, intendo proprio di tutto, per tenere il suo passo ma non mi aspettavo di dover anche stringere un patto con il diavolo. È stato allora che ho cominciato a fare strani pensieri, a dire cose inappropriate e ad avere momenti di distrazione a causa delle sue gambe lunghissime. Mi ero sbagliato, lei non è il diavolo, è la donna che voglio a tutti i costi e che sarà mia.
Sono Abigail Drammond e la Allen & Drammond è la società che ho fondato assieme al mio amico James Allen. Abbiamo lavorato sodo e siamo riusciti a entrare nella cerchia dei dodici migliori gruppi di business angel di New York. Per arrivare così in alto non ho guardato in faccia a nessuno e mi sono guadagnata il soprannome di Pretty Devil. Tutti i miei collaboratori mi temono, tutti tranne Daniel, lui è l’unico che riesce a tenermi testa. Credo però di aver commesso un errore e di aver stretto un accordo troppo pericoloso con lui. Perché mi sto rendendo conto che, se c’è un uomo che potrebbe far vacillare il perfetto equilibrio della mia vita, quello è proprio Daniel Harris.
Romanzo autoconclusivo. Contiene scene esplicite e se ne sconsiglia la lettura a minori di diciotto anni.
Opinione di Charlotte 
A.I Cudil si trasferisce dalla Francia alla Grande Mela, portando oltreoceano la sua verve comunicativa, l' intesa tra i personaggi che è uno dei suoi tratti peculiari, e tante nuove idee che trovano spazio per esprimersi con dovizia di emozioni nel mondo ambizioso e spietato delle start up e dei business angels. Nulla di minimamente noioso , molte dinamiche familiari a quanti di noi hanno provato l' ebbrezza di essere neolaureati, stagisti e membri di uno staff con i suoi lati positivi ( la solidarietà tra colleghi) e negativi ( la gerarchia e il dispotismo " del superiore"), situazioni studiate ad hoc per far emergere le peculiarità caratteriali dei protagonisti ...e naturalmente un' imprevista e focosa liaison.
Qui viene il bello: capovolgendo il cliché rosa del capo tirannico e maniaco del controllo che tira troppo spesso la corda, e dell' assistente alla sua mercé che suscita pensieri lussuriosi e subisce continue vessazioni,il "dom" è Abigail, un' affascinante quanto diabolica donna d' affari, mentre il " sub" è il suo assistente Daniel , aitante neolaureato stoico e fortemente motivato. 
Ovviamente Abigail non è affatto " brutta come la si dipinge", e a sua volta Daniel è ambizioso e non vede l' ora di dimostrarlo tanto sul lavoro quanto fra le lenzuola; tra spregiudicati incontri d' affari, tradimenti, imprevisti e diversivi di ogni tipo ( dall' "amico con benefit" a quello di una vita, dalla partita a squash con prestigiosi clienti alla cena a domicilio con i propri cari ) il legame tra i due personaggi si fa sempre più intimo, sincero ed esclusivo. A.I Cudil poi non lesina particolari nel creare un background tormentato e un' atmosfera corale, affiancando ai due protagonisti della vicenda dei comprimari plasmati a tuttotondo: contribuendo così ad integrare la trama del romanzo con ironia e simpatici diversivi, e tra drammi e risate a mettere in luce la parte più intima e genuina di Daniel e di Abigail. Pretty Devil è Abigail, certo, ma è anche A.I. Cudil che immancabilmente si diverte a stuzzicare, angustiare e fare innamorare il lettore, con i suoi coup de théâtre abilmente orchestrati e sapientemente raccontati.


Le recensioni dei romanzi dell' Autrice su Sognando tra le Righe:

Come A.I. Cudil :
SOLO LA TUA CAREZZA ( Giunti Editore, recensione QUI
ASPETTAVO SOLO TE ( Self Publishing, recensione QUI
SOLO IL TUO PIACERE ( self publishing, recensione QUI
SOLO IL TUO PROFUMO ( self publishing, recensione QUI
SOGNAVO SOLO TE ( self publishing, recensione QUI
ALCHIMIE PERICOLOSE ( self publishing, recensione QUI

Come Claudia Tonin :
PERLE DI SANGUE ( recensione QUI)

Come Antonia Claudia Romani:
GALLICA ( self publishing, recensione QUI )

#fornitodame
#advertising


lunedì 15 giugno 2020

LAST DAY Vera Demes Recensione

L'amore era una ferita aperta.
L'amore era una macchia d'inchiostro, un'ombra su una parete, 
un angolo buio in una notte di pioggia. 
L'amore era il vento e la sete. 
La fame e la vendetta.
Era voglia di riscatto.
Era un bacio, un morso, una carezza.
L'amore era il suo cuore spezzato, erano le sue speranza perdute, 
la sua gioia spenta nel silenzio. 

Con una premessa così, avrete capito che io le sinossi di Vera Demes neanche le leggo, mi butto di testa e soprattutto di cuore nelle sue storie. Come per le precedenti anche questa volta ho voluto approcciare "a scatola chiusa" e ne sono più che contenta, perché è stato un crescendo di emozioni che hanno finito per deflagrare nelle ultime pagine dove non sono riuscita a trattenere la commozione. 




Self Publishing 

LAST DAY 
Vera Demes 

Editore: Vera Demes
Genere: Romance contemporaneo
Pagine: 418
Prezzo: 13,50
Ebook: 1,99
In abbonamento con KU

Trama 

"È l’ultimo giorno di noi. E ti amo. E ti proteggerò. Come tu fai con me".

Il mattino in cui Josh Blackmore, giovane medico dai forti ideali, incontra Anais Antinori, ragazza italiana alla deriva, non sa che la sua vita cambierà per sempre. Eppure ne percepisce il pericolo. Perché quella tizia misteriosa e un po’ sballata che ha preso alloggio nell’appartamento di fianco al suo, in una tranquilla palazzina del Village a New York, è come una bomba a orologeria, impossibile da disinnescare.
Lei non ha regole, non ha orari, non sembra avere rispetto per nessuno.
Però lui è un tipo tosto e soprattutto sa rispondere alle provocazioni.
Quando una serie di eventi imprevisti rischia di far precipitare la situazione, Josh decide di intervenire generando in Anais una reazione inaspettata. Lei è diversa da come appare, ha molte cose da raccontare, un talento nascosto, la voglia di cambiare e il coraggio di guardarsi dentro.
Tra i due nasce una stramba amicizia fatta di chiacchiere, condivisione e complicità. E a poco a poco si fa strada un sentimento profondo che li cambia e li travolge.
Josh e Anais vivono come se fosse sempre il loro ultimo giorno insieme.
Ma è la vita a sparigliare le carte.
E l’amore è una promessa che dura in eterno. Al di là di tutto.


opinione di foschia75

Torna Vera Demes con la sua inconfondibile impronta stilistica, con il suo peculiare modo di trasmettere emozioni mai tiepide ma capaci di comprimere il cuore con pressione crescente. 
Quello che ancora una volta rinnova la mia smisurata stima verso la sua penna e la mia passione per le sue storie è la costruzione dei personaggi: è capace di cimentarsi in qualsiasi genere con una maniacale attenzione per l'intreccio tra emozioni e vissuto. Da quando l'ho scoperta, non ho mai conosciuto un personaggio superficiale o che mancasse di profondità d'animo, anche il più antipatico ha sempre un briciolo da cui attingere. 
In questo nuovo romanzo, la mia attenzione è stata risucchiata completamente dai due protagonisti, da tutto quello che si portano addosso dall'infanzia all'età adulta e quello che ne consegue nel loro ampio lato emotivo. I romanzi di questa autrice non sono MAI semplici storie d'amore e sentimenti, sono delle vere e proprie  sedute psicologiche, dove al lettore non è permesso godersi un bacio o uno sguardo corredato da dialoghi impeccabili, senza prima aver riflettutto sui lati oscuri dell'animo e capire perché i personaggi pensano e agiscono in quel modo. 
Last day è un romanzo di riscatto sociale, ma ancor prima è una difficile prova davanti al proprio specchio interiore, quello che ci mette davanti al lato di noi che non accettiamo. Ecco, questo è quello che faremo insieme a Anais e Josh. Entrambi hanno tanto, tanto da raccontarci, e noi abbiamo ricevuto dall'autrice una poltrona privilegiata a un passo dalla loro coscienza. Due personaggi dalle numerose sfaccettature, con un passato che li ha in parte piegati e dal quale sono perennemente in fuga. Ma nella vita su carta, come in quella reale, arriva un momento in cui ci si deve fermare e voltare indietro, risolvere il passato "sospeso" per poter guardare avanti. Le cose irrisolte diventano come un male che avvelena il presente. Anais e Josh dovranno affrontare ciò che hanno lasciato indietro, per "trovarsi" nel presente. Sembrano diversi, come il giorno e la notte, e invece proprio perché sono molto simili troveranno il coraggio di affrontare i propri limiti e andare incontro al futuro armati di consapevolezza nelle loro capacità. 
Lo stile narrativo sempre impeccabile ci restituisce un romanzo così intenso da non rendersi conto di stare in apnea per più di quattrocento pagine in un impetuoso corso degli eventi e turbinio di emozioni che inevitabilmente scuote l'animo più sensibile (potrebbe sfuggire una lacrima al controllo). 
ATTENZIONE: questa non è una storia d'amore, questa è la storia di come trovare il modo di amare se stessi per poter amare gli altri. 
Come sempre, Vera Demes mantiene il suo posto sul mio podio personale tra le autrici che leggo perché rimangono una garanzia per stile e contenuti. Una magistrale ambasciatrice di romance e narrativa d'amore. 


L'autrice


Ricercatrice per una Fondazione no profit, che la porta a viaggiare per il mondo e ad interagire con diverse e multiformi culture, Vera Demes scrive romanzi sentimentali contemporanei.
Ha pubblicato undici romanzi: La nebbia, le torte, il ricordo, Molto lontano da qui, Il perfetto angelo custode, Il mondo coi tuoi occhi (parte I e II), Il colore dell’alba, L'autunno dentro, L'incantatrice di serpenti, L'Impossibile e Un cielo pieno di stelle (parte I e II).

In passato è stata editor per alcune CE e si definisce una "Bookhaolic con il vizio della scrittura"



LE NOSTRE RECENSIONI