mercoledì 8 aprile 2020

PATRIA Fernando Aramburu Recensione

La lotta armata terroristica separatista basca, è il filo di nylon latente e deleterio che collega le vicende dei personaggi di Patria. Siamo di fronte ad un romanzo esemplare  per stile e contenuti, che ripercorre un trentennio di storia tra San Sebastián e le piccole comunità circostanti, inquadrandovi una vicenda articolata che parla di persone comuni e di amicizia, azione, amore e morte nelle loro molteplici sfaccettature: un' indagine sul  prima e sul dopo il verificarsi di un evento cruciale, intrapresa con impietoso verismo abbinato ad una sceneggiatura dinamica e ad una  tecnica narrativa mirabile.   

Guanda 
PATRIA 
FERNANDO ARAMBURU 

Genere: narrativa contemporanea
Pagine: 632
Prezzo: € 15,00
ebook: € 10,99
disponibile su Audible, letto da Valerio Amoruso
QUI il link Amazon per l' acquisto 

La Trama
Due famiglie legate a doppio filo, quelle di Joxian e del Txato, cresciuti entrambi nello stesso paesino alle porte di San Sebastián, vicini di casa, inseparabili nelle serate all’osteria e nelle domeniche in bicicletta. E anche le loro mogli, Miren e Bittori, erano legate da una solida amicizia, così come i loro figli, compagni di giochi e di studi tra gli anni Settanta e Ottanta. Ma poi un evento tragico ha scavato un cratere nelle loro vite, spezzate per sempre in un prima e un dopo: il Txato, con la sua impresa di trasporti, è stato preso di mira dall’ETA, e dopo una serie di messaggi intimidatori a cui ha testardamente rifiutato di piegarsi, è caduto vittima di un attentato... Bittori se n’è andata, non riuscendo più a vivere nel posto in cui le hanno ammazzato il marito, il posto in cui la sua presenza non è più gradita, perché le vittime danno fastidio. Anche a quelli che un tempo si proclamavano amici. Anche a quei vicini di casa che sono forse i genitori, il fratello, la sorella di un assassino. Passano gli anni, ma Bittori non rinuncia a pretendere la verità e a farsi chiedere perdono, a cercare la via verso una riconciliazione necessaria non solo per lei, ma per tutte le persone coinvolte.
Con la forza della letteratura, Fernando Aramburu ha saputo raccontare una comunità lacerata dal fanatismo, e allo stesso tempo scrivere una storia di gente comune, di affetti, di amicizie, di sentimenti feriti: un romanzo da accostare ai grandi modelli narrativi che hanno fatto dell’universo famiglia il fulcro morale, il centro vitale della loro trama.

Opinione di Charlotte 
Patria è un romanzo fortemente introspettivo che, partendo dal legame di amore/odio che lega due donne  dal temperamento, dall' ideologia e  dai dolori opposti, racconta la storia di due famiglie attraverso l' odissea di genitori e figli spesso incapaci di dimostrare e di dimostrarsi comprensione e affetto. Sullo sfondo, presenza soverchiante dalla forza devastatrice, la lotta armata dell' ETA, artefice di una strategia di  indottrinamento, di isolamento e di terrore nei territori baschi nella seconda metà del XX secolo, mandante ed esecutrice  dello  spargimento di sangue  che spezzerà per sempre le esistenze delle vittime e dei carnefici  protagonisti di Patria, lasciandoli a ricomporre i pezzi come possono. 
Ogni personaggio racconta la sua visione e la sua versione dell' esaltazione, della solitudine, dei rancori, delle pulsioni che hanno animato le sue scelte dall' infanzia alla maturità,  e  che lo hanno portato a riconoscersi nel presente, nel bene e nel male. Ciascun pensiero  rimane impresso nell' anima del lettore in virtù della lucidità spontanea mediante la quale riesce a tradurre disillusioni, angosce, desideri, speranze,   soffermandosi anche sui dettagli infinitesimali: ogni scelta è causa ed effetto di avversità , di errori di valutazione madornali,  di sentieri di vita percorsi in modo accidentato, confuso, appassionato.    Storie dure, piccoli e grandi stravolgimenti,  sentimenti ambivalenti: i protagonisti di Patria ora attivi ora passivi nel percorrere la via delle loro esistenze, finiscono immancabilmente  travolti e  vinti  dal destino,  confondendo le loro voci ma non i loro ruoli, assunti a torto o a ragione  con consapevolezza e fino in fondo. 
Ne risulta un libro che racconta con straordinaria intimità,   in piccolo e in grande, la lievità e il peso,  la quotidianità e la storia recente, le futilità e l' ideologia, il perdono e il rimorso, la dolcezza e l' amarezza. La follia collettiva talora divampa talora tace, i legami che sembravano saldi si spezzano, i sopravvissuti agli tsunami che hanno travolto azioni e parole ricreano possibilità in modo imprevisto e imprevedibile:  per un romanzo che accompagna il lettore nei meandri dell' animo umano, nelle sue miserie e grandezze,  indagando ogni pensiero e ogni pulsione e finendo  inevitabilmente con l' incidersi  nel  cuore.



L' Autore 
Fernando Aramburu, nato a San Sebastián nel 1959, ha studiato Filologia ispanica all’Università di Saragozza e negli anni Novanta si è trasferito in Germania per insegnare spagnolo. Dal 2009 ha abbandonato la docenza per dedicarsi alla scrittura e alle collaborazioni giornalistiche. Ha pubblicato romanzi e raccolte di racconti, che sono stati tradotti in diverse lingue. Patria, uscito in Spagna nel settembre 2016, ha avuto un successo eccezionale e ottenuto, tra gli altri, il Premio de la Crítica. Pubblicato da Guanda nel 2017, ha conquistato anche i lettori e la critica italiani e nel 2018 ha vinto il Premio Strega Europeo e il Premio Letterario Internazionale Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Per Guanda è uscito inoltre, nel 2018, il romanzo Anni lenti.





   

lunedì 6 aprile 2020

THE RED Tiffany Reisz Recensione

Posseduta. Era quello. Aveva la sensazione che lui le fosse entrato dentro l'anima, nella mente e avesse preso il controllo del suo corpo e del suo cervello. I pensieri che aveva su di lui la tenevano sveglia di notte; a volte piangendo per la vergogna, più spesso bruciando di desiderio. 

Mi sento come un diapason nelle mani del maestro di musica. Continuo a vibrare in balia di pensieri e sensazioni dirompenti. Che dire, quando nomino Tiffany The Queen Reisz è come se dicessi Erotismo per palati esigenti pronti a perdersi nei meandri del desiderio femminile del tutto consenziente e conturbante. 



HOPE EDIZIONI


THE RED
Tiffany Reisz 


Traduzione di Cristina Fontana
Editore: Hope edizioni
Genere: Erotico 
Pagine: 220
Prezzo: 3,99


Trama

Non fare mai promesse che non intendi mantenere…

Mona Lisa St. James ha fatto una promessa solenne: salvare The Red, la galleria d’arte di sua madre, a qualsiasi costo.
Purtroppo, il nome della galleria non potrebbe essere più appropriato, non solo perché è dipinta di rosso, ma perché è in rosso.
Mona sa di non avere altra scelta che venderla, almeno fino a quando, dopo l’orario di chiusura, un uomo misterioso non fa il suo ingresso. Si tratta di un bellissimo inglese, estremamente seducente, che fa a Mona un’offerta che non può rifiutare: salverà The Red se lei acconsentirà a sottomettersi sessualmente a lui, per un anno.
Di certo, la madre di Mona non avrebbe voluto che lei si vendesse a un estraneo, però, la ragazza è intenzionata a fare qualunque cosa per mantenere la sua promessa...


opinione di foschia75


«Lei gode a usare le donne per i loro corpi»
«Si, moltissimo»
«Molte donne preferiscono essere usate per le loro menti»
«Una insensatezza»
«Insensatezza?»
«La mente è situata nel cervello, giusto?»
«Be'... sì»
«Il cervello è un organo del corpo. Che io la usi per la sua mente o la usi per la sua fica, la sto comunque usando per un organo del suo corpo».
«Considerazione interessante». 

La Reisz ha il potere di dar voce ai segreti più scabrosi delle donne in questo caso magistralmente intrecciati con la magnificenza dell'Arte attraverso i secoli. L'Autrice dimostra ancora una volta la sua appassionata cultura artistica finemente lusingata dall'erotismo.  
The Red è un suadente esempio di come, attraverso la fervida immaginazione femminile e il libero pensiero erotico su una tela, si possa costruire una trama che funziona, travolge e ammalia per la scelta del finale che giustifica alla grande tutto lo scheletro della narrazione. Trovatemi un'autrice che come lei riesce a camminare leggiadra come una ninfa sullo spartiacque tra erotismo e pornografia, facendosi avvolgere dal primo e lasciandosi soltanto guardare dal secondo. 
Una storia che prende per mano il lettore fin dalle prime pagine, accompagnandolo come in un vernissage dalle tinte rosso cupo come il desiderio più suadente e soggiogante. 
Cuore e cervello si contendono l'attenzione di Mona Lisa St. James in una battaglia interiore che la spingerà verso le sue più intime e perverse pulsioni durante un anno che cambierà radicalmente il suo modo di vivere il sesso e vedere l'Arte immortale.


Malcolm, l'uomo misterioso che soggiogherà la sua mente e il suo cuore è un personaggio carismatico e misterioso che alimenterà le fantasie di Mona risucchiandola in un vortice irresistibile e ipnotico nel quale ignare verremo risucchiate anche noi.

La Reisz compie ancora una volta una seduta psicoanalitica con ognuna di noi, invitandoci a guardare e riflettere su "quello che le donne non dicono" ma pensano. Una perversa e affascinante passeggiata dalla quale sarà malinconico riemergere, un finale che ci spinge a chiedere un nuovo romanzo scritto con inchiostro ora rosso, ora nero intinto nel più sublime e ricco erotismo tra presente e passato, attraverso gli occhi di due personaggi, maestro e allieva che appagheranno i palati più esigenti. 
Tiffany Reisz è la regina indiscussa dell'erotismo moderno, impeccabile nei dialoghi e ancor più magistrale nel corteggiare la nostra immaginazione consapevole di andare a toccare le corde tese del nostro IO più nascosto.  





sabato 4 aprile 2020

ESPRIMI UN DESIDERIO Sabrina Grementieri Recensione

Un romanzo intimo che in questi giorni di segregazione forzata fa quasi male con la sua esplosione di natura e di sensi salvifica, e che si apprezza proprio per il connubio selvaggio e affascinante  tra i protagonisti e  la Maremma del quale è intriso .


Fabbri Editori 
ESPRIMI UN DESIDERIO 
SABRINA GREMENTERI 


Genere: rosa contemporaneo
Pagine: 304
Prezzo: €18,00 
ebook: € 9,99 
QUI il link Amazon per l' acquisto 

La Trama 
Francesca ha quarant'anni, un (quasi) ex marito arrogante e meschino, due figli che stanno lasciando il nido e una madre anaffettiva. La sua è un'esistenza in gabbia, in cui il vuoto è ormai diventato una presenza dolorosa e costante. Quando si guarda allo specchio prova un senso di smarrimento da togliere il fiato, ma è proprio nel momento in cui la vita sembra averle già svelato tutto che il vento inizia a cambiare. Un vento toscano, che la porta a trascorrere l'estate da sola in Maremma allontanandosi dalla quotidianità e da ciò che conosce. A contatto con la natura e con passioni che credeva dimenticate, Francesca farà i conti con i sensi di colpa, con ciò che gli altri si aspettano da lei e con ciò che lei desidera veramente. E imparerà che prima di prendersi cura degli altri, deve imparare a prendersi cura di se stessa.


Opinione di Charlotte 
E' relativamente semplice avere delle seconde possibilità e provare a cambiare quando non si hanno responsabilità, non si sono già compiute scelte cruciali e la vita non è già  incanalata su  binari consolidati. Ben diversa è la storia di Francesca, la protagonista del nuovo romanzo di Sabrina Grementieri: quarant'anni, un marito , due figli adolescenti, una casa confortevole e un' attività redditizia in pieno centro a Firenze. Eppure la vita di Francesca è dinamica ma sembra povera di affetti, permeata di disillusione, di  solitudine e di rimpianti che gravano sul suo cuore e imbrigliano  ogni sua prospettiva futura; fortuna vuole che per ogni Cenerentola che si rispetti esistano una madrina eccentrica e saggia e un principe azzurro empaticamente affine. Per Francesca e Riccardo,  anime alla deriva alla ricerca di armonia e di nuove motivazioni,  la Maremma rappresenta una sorta  di convalescenza: il loro è un legame  del presente, timoroso ma impossibile da ignorare, che in un' estate lunga, intima e in simbiosi con paesaggi, piante e animali, nel languore , nell' introspezione e nella lentezza,  trova il suo equilibrio e  il suo modo di esprimersi a tuttotondo. Agire d' istinto quando non si è abituati a farlo è destabilizzante, ma è l' unico  modo possibile per  riscoprire i propri desideri e provare a considerare nuove opportunità: in quest' ottica  Esprimi un desiderio è una storia di sentimenti affrontati con il coraggio di esaminare le proprie scelte e di mettere in discussione anche le posizioni più radicate e apparentemente immutabili   .Una partita  giocata sulla lotta tra  dovere e desiderio,  tra spontaneità e sensi di colpa indotti perlopiù dal perbenismo di facciata , il cui fine è stare bene in primis con se stessi per  poter capire come stare bene con gli altri . Sabrina Grementieri , elegante ed efficace,  plasma ancora una volta la sua Italia  attraverso descrizioni liriche e partecipate, e non tradisce le aspettative delle lettrici , che nei suoi libri si identificano in protagoniste confuse e in difficoltà , eppure resilienti e pronte a compiere una svolta foriera di rinnovate libertà e soddisfazione.   

Di Sabrina Grementieri Sognando tra le Righe ha recensito anche :
La finestra sul mare - recensione QUI
Il calore della neve - recensione QUI
  

martedì 31 marzo 2020

MAI UNA GIOIA Amori e altri inciampi Lea Landucci Anteprima

Buongiorno Lettori!
Oggi vi segnaliamo l'uscita di un romanzo d'esordio che promette ore liete e sicuramente più di un sorriso, balsamo che in questo momento trovo necessario: sdrammatizzare per non pensare a quello che ci aspetta fino a Pasqua. Già disponibile su Amazon e compreso nell'abbonamento KU. Io l'ho già scaricato sul mio sovraccarico ma fedele kindle. Un grandissimo in bocca al lupo all'autrice! 




Self publishing


MAI UNA GIOIA
Amori e altri inciampi 
Lea Landucci 

Editore: Lea Landucci
Genere: Chicklit romantico
Pagine: 320
Prezzo: 1,99
Cartaceo dal 7 Aprile
In abbonamento con KU



Trama 


Cristina ha trent'anni, vive a Firenze ed è una investigatrice digitale: scopre tutto su tutti analizzando i loro profili sui social network!
È tanto competente e brillante sul lavoro, quanto imbranata e sfigata nel resto della vita.
Ha una madre insopportabile, un padre insicuro, e le sue migliori amiche vivono a centinaia di chilometri da lei. Il suo ex l'ha lasciata un anno fa con un SMS, il giorno di Natale, e da allora si sente dannatamente sola, anche se non lo ammette. Si barcamena tra la sua "mania dei maniaci", la sindrome da parlata non supervisionata e la propensione all'innamoramento istantaneo (non ricambiato). L'apoteosi del mai una gioia.

Ma quest'anno ha deciso che sarà IL SUO anno!
Ridurrà a zero le aspettative e si godrà tutto ciò che arriva, con assoluta leggerezza!
Applicherà alla lettera le "regole per la perfetta seduttrice": puntare, sedurre, colpire e abbandonare.
Tutto chiaro.
Forse.



L'autrice 


Il suo sito

Lea Landucci ha 40 anni (lo afferma da più di due anni!) e vive a Firenze col suo compagno. Dopo aver conseguito il dottorato di ricerca in ingegneria informatica, ha lavorato per 11 anni come ricercatrice presso l’Università di Firenze. Per il suo quarantesimo compleanno ha deciso di farsi un grande regalo: trasformare la sua passione, l’improvvisazione teatrale, in professione. Apre una scuola di teatro a Firenze, dove lavora attualmente come insegnante, direttrice artistica e della formazione. Nel 2018, complice il tempo libero guadagnato, apre il BLOG www.chicklit.it (su Instagram @chicklit.italia) col preciso scopo di rilanciare il genere romance e chick-lit, restituendogli la meritata dignità. La sua community la spinge a rispolverare un vecchio manoscritto abbandonato in un cassetto e a investire tempo e passione per dargli una nuova vita e pubblicarlo. Nasce così il suo primo romanzo: "MAI UNA GIOIA :: amori e altri inciampi".


domenica 29 marzo 2020

HOUSE OF LOVE Naike Ror Recensione

Primo romanzo che leggo di questa autrice e non posso che rivolgerle un grandissimo e scrosciante plauso perché non ricordo più quando è stata l'ultima volta che ho spento il kindle alle tre del mattino. In questo momento di smarrimento emotivo ho perso anche la mia ispirazione da lettrice romance di vecchia data, ma devo ringraziare l'autrice per avermi dato un bello scossone. Premetto che non sono una estimatrice dei romance ambientati nei prestigiosi college americani ma questa storia ha un ritmo e uno stile che la rende un pregevole e magistrale esempio di romance contemporaneo dove niente è lasciato al caso, neanche certi termini che in poche, pochissime autrici self publishing italiane, sanno utilizzare con siffatta precisione. Voto pieno per House of love. Vi spiego i motivi... 



Self Publishing

HOUSE OF LOVE
Naike Ror

Editore: Naike Ror
Genere: Romance contemporaneo
Pagine: 415
Prezzo: 2,99
In abbonamento con KUù



Trama 

Mi chiamo Essie Wilson e quando avevo sedici anni vivevo a Shelbyville, Kentucky.
Avevo una grande passione: l’equitazione.
Thunder, il mio cavallo, e io eravamo due campioni, vincevamo tutte le gare del circuito.
La mia vita era perfetta e io ero felice.
Finché non è arrivato lui, Cruz Sanders.
Lui ha rubato le attenzioni della mia istruttrice, ha rubato le mie vittorie, ha rubato la mia felicità.
Dovevo considerarlo il nemico, invece ho abbassato la guardia e mi sono innamorata di lui.

HOUSE of LOVE è un volume AUTOCONCLUSIVO.



opinione di foschia75

Non ho nessuna intenzione di inserire o pensare di far rientrare questo romanzo nel genere New adult, perché personalmente, nonostante età e ambientazione, trovo che sia un magistrale esempio di romance contemporaneo.
Non starò a raccontarvi cosa succede ma vorrei esporvi le ragioni per cui dovreste leggerlo. 

PREMETTO che essendo il primo romanzo letto di questa autrice non posso fare paragoni con i precedenti ma posso farne con quello che si legge ultimamente in giro nel panorama romance self publishing italiano. Sono più di otto anni che leggo romance e soprattutto self publishing. Ultimamente non mi fido di quello che leggo su Fb e di quei romanzi che subiscono un tam tam, vero o presunto, ancor prima di arrivare su Amazon. Perciò quando un titolo mi attira di solito scarico l'anteprima (grazie al cielo esiste!) e già alle prime due pagine mi rendo conto se è il caso di andare avanti oppure no. 

Da qui vi darò una mia opinione tecnica di questo romanzo, perché a fare riassunti della storia per rovinarvi la lettura c'è sempre tempo. 
Primo punto a favore come è scritta la trama che non solo è essenziale, ma lascia una pruriginosa curiosità in appena sette righe (sono diventata insofferente a quelle trame fin troppo descrittive che ti fanno passare la voglia di leggere il libro perché è sfumata la curiosità). Perciò vista l'attenzione suscitata, ho scaricato il libro senza anteprima, ero già stata "presa all'amo".
Così mi sono addentrata in questa storia, divorando le pagine senza tregua, senza rendermi conto delle ore che passavano, in deficit d'aria e contrazione dei muscoli. E questo è il secondo punto a favore: se un romanzo ti travolge anche fisicamente e ti prostra al punto da restiuirti una sensazione di tensione muscolare, allora vuol dire che l'autore ti ha permesso di inserirti totalmente nella storia. 
E adesso passiamo al punto per me più importante! L'utilizzo del "canovaccio" romance, tritato e abusato dalle mode, utilizzato in serie perché quella trama "tira" su Amazon. 
Naike Ror prende il buon canovaccio Romance - College Americano - Sesso e vendetta e lo ricama col suo stile incisivo, dove con spiazzante maestria  inserisce termini coloriti "quanto basta" senza mai diventare ripetitiva o rischiare di scadere in un romanzo di serie C. E qui partirei con la tromba da stadio perché buona parte dei romance che scarto ultimamente sono zeppi di termini utilizzati "senza licenza" che vanno a sfigurare certe trame. Insomma la Ror utilizza termini che in mani sbagliate potrebbero scadere in un soft porn ma nelle sue sono un ingrediente "speziato" che non stona. A questo ci aggiungo che essendo dentro due tra i college più rinomati d'America, tra le pareti delle confraternite maschili, gli ormoni girano a palla perciò i dialoghi sono ben calati nelle situazioni, oltre al fatto che la stessa trama dimostra una certosina ricerca da parte dell'autrice. 
Infine, quello che per me vale tutta la lettura è la tensione emotiva e fisica che permea tutta la narrazione tenendo il lettore scalzo sul filo ad alto voltaggio senza dargli la possibilità di calare in attenzione fino alla fine. L'odio tra i protagonisti è qualcosa che monta fisicamente anche dentro il lettore per poi deflagrare in un crescendo di emozioni intense che lasciano sì appagati ma anche fisicamente provati. Ho fatto fatica a prendere sonno. Ecco trovo che un buon romance dovrebbe scatenare in noi queste sensazioni, rinnovare la nostra fiducia in un genere ormai alla deriva per un drastico calo della qualità. Potrei andare avanti ancora per molto ma lascio a voi la voglia di perdervi tra queste intense pagine. 
Grazie Naike Ror per le emozioni, per le contrazioni del cuore e la consapevolezza che il canovaccio romance ha ancora tanto da farci provare. 


L'autrice 








venerdì 27 marzo 2020

RP OMBRE - OLTRE LA PAURA Catherine BC



Apprezzo moltissimo la prosa di Catherine BC, e anche se ho amato tutti i libri dell' autrice, credo che questo sia il suo romanzo più riuscito:  forte di una ricerca storica accurata e partecipata,  e di un' empatia tangibile che irrompe tra le righe coinvolgendo appieno il lettore in una storia d' amore oltremodo struggente.

Self publishing
OMBRE - OLTRE LA PAURA
CATHERINE BC

Genere: rosa storico
Pagine: 393
Prezzo: € 12,00
ebook: € 1,99 compreso nell' abbonamento KU 
QUI il link Amazon per l' acquisto


La Trama
All’alba di un’epoca buia, oltre le lunghe ombre che la guerra allunga fino al piccolo borgo di Castelvetro, Emma e Giulio vivono una storia d’amore dolce e forte, colma di vita e profumata di giovinezza. Un sentimento potente contrastato fin da subito dalla madre di lei e dal destino. Si trovano così a dover fronteggiare le maldicenze di paese, le convenzioni religiose, le chiamate al fronte e l’invasione tedesca. Tutto il dolore sordo causato dalle amenità umane viene vinto dalla forza di ciò che li lega, dalla fiducia assoluta che pongono uno nell’altra, dalla volontà di appartenersi nonostante il fatale epilogo cui tutto il loro mondo sembra essere destinato. La loro storia è quella di un’intera generazione temprata nel fuoco.

Opinione di Charlotte
Come immagino stia accadendo a molti di voi, sto cercando faticosamente e con scarso successo  di uscire dall' impasse emotiva in cui mi trovo in questi giorni di segregazione forzata. Romanzi come Ombre - Oltre la paura, ambientato tra il 1936 e il 1945, a mio avviso possono aiutarci a riconciliarci  con le nostre emozioni e i nostri timori:  proporzionando quanto ci sta accadendo, tutti al caldo e  pasciuti  nelle nostre case comode, con le vicissitudini di intere generazioni che hanno conosciuto  guerra, separazioni, morte, negazione del libero arbitrio, fame ,e che dopo averli subiti, sulle macerie delle loro esistenze precedenti mutilate di affetti e beni materiali ,   hanno fatto germogliare l' amore e la speranza e costruito la normalità, la famiglia, il lavoro. Come Emma e Giulio, i nostri nonni sono stati i protagonisti in uno scenario che oggigiorno non possiamo nemmeno immaginare; e sono i nonni di Catherine BC,  gli straordinari interpreti di questa incredibile storia vera, tanto tenera e romantica quanto drammatica e pilotata da un destino beffardo che in moltissime circostanze avrebbe potuto essere ben più infausto ( e lo è stato per moltissimi, anche vicini a loro)  . La comunità " immobile" di Castelvetro, bigotta e a modo suo coesa, abitata da personaggi odiati/amati , forse compresi con il senno di poi,  tratteggiati con pennellate scarne ed efficaci a mettere in evidenza la tipologia e l' intensità delle relazioni in essere tra di loro,  è incastonata in una natura amica,   contrapposta al gelo siberiano e all' orrore della guerra concitata, terrificante, descritta con lucidità nella sua barbarie e nella quale un gesto di umanità e solidarietà appare un miracolo.    Soprattutto, Castelvetro   è uno scrigno nel quale è custodita, spesso fingendo che non esista per opportunismo, dicerie e falso moralismo,   la gemma preziosa di un amore senza moralismi fatto di tenacia e resilienza, di fiducia e dedizione reciproche e assolute che sfidano, spesso eroicamente e non senza una generosa dose di  fortuna,  ogni convenzione, ogni regola , ogni avversità e permettono la sopravvivenza dei corpi e delle anime di Emma e Giulio, provati dalle immani  pressioni,  dell' ansia dell' attesa  impotente per la prima, della lotta per la sopravvivenza  per il secondo.
La mano rosa a tinte audaci è l' unico elemento fantasioso e moderno della storia,  che Catherine BC usa  con raffinatezza e prodigalità opportunamente,  alleggerendo  la tensione e il dramma , e permettendo al lettore   di scivolare in una temporanea  dimensione sensuale e accattivante.
Forte del suo coniugare dato storico, storie di vita quotidiana e un amore da film,   Ombre Oltre la paura è una lettura dolcissima in grado di far sognare , di far riflettere , di far conoscere e apprezzare persone comuni che hanno dato prova di valore e coraggio .


Di Catherine BC Sognando tra le Righe ha recensito:
Il sapore del proibito Forbidden Fruit#1- recensione QUI
Ricatto proibito Forbidden Fruit#2- recensione QUI
Inganno proibito Forbidden Fruit #3 - recensione QUI
La Sindrome di Stendhal - recensione QUI
La più dolce tentazione - recensione QUI
A Marriage Case - recensione QUI
Loving Xmas - recensione QUI
Spicy - recensione QUI

L' Autrice
https://www.facebook.com/DallepaginediCatherine/