martedì 8 maggio 2012

Anteprima: MUSES di Francesco Falconi + INTERVISTA

Cari amici, il 15 maggio uscirà  Muses, il nuovo e attesissimo libro di Francesco Falconi, che tutti noi conosciamo per i suoi lavori come, tanto per citarvene alcuni, Nemesis, L'Aurora delle Strghe, e tanti altri ancora..
Muses è un libro forte, che parla di situazioni familiari  difficili che la protagonista, Alice, deve affrontare e subire prima di scappare di casa; ma è anche e soprattutto un libro dalle mille sfaccettature date dal mistero che aleggia attorno a queste dee mitologiche, le Muse appunto.
Ma chi sono queste creature leggendarie, tanto affascinanti quanto pericolose?
E cosa vogliono da Alice?
Ambientato tra Roma e le affascinanti atmosfere gotiche londinesi, la protagonista, ignara del suo passato, verrà sconvolta dalla scoperta dei suoi poteri, venendo a conoscenza della sua discendenza dalle nove Muse e inconsapevole che da tali doni, può scatenarsi l'inferno.
Trama e copertina meravigliose, che fanno da garanzia a una lettura che non vedo l'ora di iniziare..


DA LEGGERE!!



titolo: Muses
autore: Francesco Falconi
editore: Chrysalide per Mondadori
prezzo: 17,00 euro


In libreria dal 15 Maggio




Trama
Quando scappa da Roma diretta a Londra, coperta di tatuaggi e piercing, Alice sente che la sua vita potrebbe cambiare per sempre. Ha appena scoperto di essere stata adottata, ma per lei questa notizia è quasi sollievo. Cresciuta con un padre violento e una madre incapace di esprimere il proprio affetto, ora Alice deve scoprire le sue radici e l'eredità che le ha lasciato la sua vera famiglia.
Decisa, risoluta, ribelle, è una violinista esperta ed è dotata di una voce straordinaria. Ed è proprio questa voce a guidarla verso la verità: le antiche nove Muse, le dee ispiratrici degli esseri umani, non si sono mai estinte.
Camminano ancora tra noi. I loro poteri si sono evoluti. E Alice è una di loro.
La più potente. La più indifesa. La più desiderata da chi vorrebbe sfruttarne gli sconfinati poteri per guidare gli uomini, forzarli se necessario, fino alle conseguenze più estreme.
Ma un dono così può scatenare l'inferno.
E sta per accadere.

Autore



Francesco Falconi è nato a Grosseto nel 1976. Laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni a Siena, risiede a Roma dove lavora come consulente presso un operatore telefonico di terza generazione. Dal 2006 ha pubblicato dieci libri tra cui, nella collana UltraLit, L’Ordine dell’Apocalisse, il primo volume della saga di Nemesis.






E per la gioia dei già numerosi fans e di chi presto lo sarà, le Books'Angels hanno avuto l'onore di scambiare due chiacchiere con Francesco Falconi e di intervistarlo per voi, chiedendogli informazioni in più su Muses visto l'alone di mistero che lo circonda, svelandoci qualcosa di Alice, il personaggio principale, la sua storia, e come e cosa ha ispirato la sua creazione.

1) Ciao Francesco e benvenuto!! Visto che questa intervista riguarderà la scrittura, con la prima domanda vorrei chiederti qualcosa di te, anche raccontata attraverso un passaggio di un tuo libro, di una frase o di una poesia che in un certo qual modo ti può rappresentare.
Ti riporto una frase che scrissi tempo fa per un'intervista a Panorama e che ancora mi rispecchia:
<La scrittura non è un mestiere. Non è un hobby. Né una passione. E' un'esigenza di cui non si può fare a meno. Perché senza ti senti soffocare. E sai che è l'unico modo per liberare quella bestia che ti strangola. Se provi questo, allora vuol dire che hai una bella storia da raccontare.>


2) Passiamo all'attesissimo Muses: come ti è venuta l'idea di scrivere un libro che parla delle Muse?
L'idea di Muses è nata nel momento in cui ho deciso di fondere l'arte e il fantastico. Mi sono chiesto quale fosse l'origine dell'ispirazione artistica e sono risalito al mito delle Muse. A quel punto è nata la domanda: cosa accadrebbe se le Muse fossero ancora tra noi? Come sarebbero cambiati e come ispirerebbero gli uomini?

3) Cosa ha maggiormente ispirato la stesura del romanzo?
Sicuramente il personaggio di Alice, una cantante punk-rock che suona il violino, dalla pelle coperta di piercing e tatuaggi, cresciuta nella periferia di Roma con un padre violento e una madre incapace di reagire. Lei è l'anima del romanzo. La sua evoluzione, crescita e cambiamento.

4) Cosa c'è di Francesco Falconi in Muses?
Come in tutti i miei romanzi, molti personaggi e situazioni mi rispecchiano. Muses, in particolare, è molto sentito. Ho riversato immagini e ricordi in questo libro. Buio e luce. Raramente l'ombra.

5) Perchè hai deciso di ambientare la storia tra Roma e, principalmente, a Londra?
Per i miei ultimi romanzi ho scelto ambientazioni realistiche dove tessere una trama a sfondo fantastico. Per Muses ho scelto due capitali che conosco e amo: Roma e Londra. Entrambe affascinanti, ricche di storia, mito, arte.

6) Muses parla anche di rapporti familiari difficili che spesso non sono facili da trattare: come mai hai deciso di affrontare l'argomento?
Il mondo che mi circonda è sempre fonte di ispirazione. I miei personaggi non sono mai degli eroi senza macchia, Alice ne è l'emblema. Non credo nella deviazione congenita, nel male o nel bene assoluto. Tutto deriva dalla nostra storia, dall'ambiente dove siamo cresciuti. Dalle esperienze positive e negative che abbiamo vissuto.

7) Che tipo di ragazza è Alice, la protagonista di Muses?
Alice, una ragazza sbandata, violenta e sociopatica, che si rifugia dietro una corazza per sfuggire al suo passato, alla sua famiglia, al terrore di aver ucciso il proprio ragazzo. Una farfalla che deve spezzare una crisalide coriacea. E' stata una protagonista difficile da gestire. Un personaggio che graffia, morde, dall'ironia pungente a mo' di difesa. Dal carattere affilato come le corde del suo violino. Ma anche una ragazza fragile, che ha l'assoluto bisogno di scoprire se stessa ed emozioni che non ha mai potuto provare. 

8) In Muses troveremo anche una storia d'amore?
Anche, ma non sarà il nervo principale del libro. E' l'amore visto dagli occhi di Alice, che non lo conosce. Una ragazza abituata a svendere il suo corpo pur di raggiungere uno scopo. Non conosce l'amore perché non conosce neppure se stessa. E nel romanzo assisteremo alla sua evoluzione.

9) A che cosa stai lavorando adesso?
In questo momento al sequel di Muses, ma è tutto assolutamente top secret.

10) Che obbiettivi ti sei prefissato per il tuo futuro?
Ogni libro rappresenta una sfida. Mi pongo degli obbiettivi da raggiungere, sono molto esigente. In primis per me, poi per i lettori.
Ho già in mente altre storie, ma è ancora presto per parlarne. Non amo ripetermi o trascinare saghe all'infinito quando non hanno più nulla da raccontare.

11) Cosa vedi nel tuo futuro di scrittore?
In tutta onestà, come forma mentis preferisco pensare al presente. E nel presente adesso c'è Muses, che rispecchia la mia attuale identità di scrittore.

12) Che luogo e che orario conciliano la tua vena artistica?
Il mio studio, o meglio, la camera di Virgola (il mio cane). In genere la sera, dopo cena, perché di giorno indosso il cappello di ingegnere. Adoro scrivere al buio e nel silenzio.

13) Quanto e in cosa ti senti maturato maggiormente come scrittore dopo aver finito Muses?
E' troppo presto per dirlo, non riesco ancora a staccarmi dal testo e a vederlo in modo oggettivo. Necessito sempre di qualche mese, poi capirò tutti i pregi e difetti, e lavorerò su questi ultimi. E' un processo continuo, che ormai seguo da sei anni. E poi, l'opinione dei lettori e il loro giudizio è sempre molto importante.

14) Ci puoi anticipare un passaggio di Muses che più hai amato?
I ricordi del passato di Alice: Ruvidi, violenti, crudi. Fanno male.

Vorremmo ringraziare di cuore Francesco per il tempo che ci ha dedicato e per averci introdotto nel mondo di Muses, rendendoci partecipi attraverso la sua creazione e regalandoci piccole perle che ci hanno affascinato e incuriosito ancor di più.
Tantissimi complimenti a questo scrittore italiano che ha saputo infondere forti emozioni con i suoi libri, e che, ne siamo convinte, ci sorprenderà con questo suo ultimo lavoro!!

 Se volete scoprire altre informazioni su Francesco Falconi vi lascio due link dove potrete non solo vincere una copia autografata creando un'originale booktrailer di Muses, ma anche "placare" la vostra curiosità..

http://www.mondichrysalide.it/2012/05/04/il-contest-di-muses-firmato-da-francesco-falconi/

3 commenti:

foschia75 ha detto...

Oh my sister-angel.....mi hai lasciato davvero senza parole!
Hai fatto davvero un lavoro fantastico! Sono convinta che le parole dell'autore diano più anima al suo libro!!! Brava, brava, brava. Smack

Nippi ha detto...

Grazie Anna, è stato un piacere, d'altronde ho amato i suoi libri (e sono sicura che la saga di Nemesis piacerebbe tantissimo anche a te, visto che parla di angeli e demoni), e parlare del suo prossimo lavoro e scoprirne qualcosa di più mi ha dato una grande soddisfazione..

sangueblu ha detto...

Carissima Nippi, ti faccio i miei più sinceri complimenti per questo bel pezzo! Sei stata fantastica e sono certa che le tue parole belle e sentite e l'interessante intervista che ci ha gentilmente concesso Francesco Falconi, contribuiranno ad incuriosire e ad avvicinare tanti lettori a questo bravissimo autore! E Muses, da ciò che si evince dalla trama deve essere proprio stupenda!!
Bravissima, mio Angelo.
E' un onore e un privilegio collaborare con te e Anna!