martedì 17 aprile 2012

LO SPECCHIO DELLE FATE di Jenna Black

WOW!!!
Finalmente un libro sulle fate che mi ha conquistata dalla prima all'ultima pagina!!!



Escludendo la bellissima Serie Fever della Moning che è talmente articolata e "complessa" da sembrarmi riduttivo classificarla semplicemente come "storia fae" ( pubblicati recentemente i primi due volumi dalla Leggereditore - QUI e QUI la mie recensioni -) non ho mai particolarmente amato questo filone della letteratura Urban Fantasy e Paranormal Romance.
Nonostante ciò, di libri "sulle fate" e il loro mondo in diverse "salse" ne ho letti davvero tanti, sperando sempre di trovare quel "quid", quello spunto, quel particolare che mi facesse ricredere e mi facesse appassionare anche al loro mondo.
Non era mai successo finché non ho aperto "Lo Specchio delle Fate", che c'è riuscito in pieno!!!!

Una STORIA DELIZIOSA, misteriosa, articolata, in continuo divenire e soprattutto uno STILE FRESCO, simpatico, disinvolto, giovanile e mai noioso mi hanno letteralmente conquistata regalandomi piacevoli ore in compagnia di una "banda" di personaggi straordinari...tutti da scoprire.
Sì, perché pur dandoci una bella dose di informazioni su ciascuno di loro, costruendo un bell'intreccio sia psicologico che di interazione fra loro, l'autrice, Jenna Black, è stata molto abile nel lasciarsi aperta una vera e propria "autostrada" per gli sviluppi che ci saranno nei due libri a venire. Tante le cose che succedono in questo primo volume, ma altrettante ne succederanno nel prossimo....
A me personalmente, la cosa che più interessa è vedere che ruolo avrà il bello e tenebroso Keane; ho sempre un debole per i bad boy di carta e inchiostro, e vi assicuro che questo "ragazzaccio fae" ha tutte le carte in regola! Come dice la stessa Dana - la protagonista - "sbavare è consentito"... ^_^
Ok...d'accordo...
Rientro nei ranghi e senza pensare troppo a questo bel tenebroso che mi intriga assai, cercherò di tirare le somme di questo bel romanzo e farvi capire perché mi è piaciuto tanto e perché, secondo me, vale la pena di leggerlo.

Punto di partenza e fulcro dell'intero romanzo è l'esistenza della città di Avalon; una sorta di città "di mezzo" dove il mondo umano e quello fatato si incontrano e coesistono. Quindi realtà e leggenda, tecnologia e magia che si intersecano e coesistono in una sorta di "porto franco" con le sue regole, la sua politica e le sue usanze.
Proprio Avalon farà da teatro alle vicende dei vari protagonisti; prima fra tutti Dana Hataway, figlia di uno dei più potenti esponenti del mondo fae e di una madre dai seri problemi di alcolismo, da sedici anni in "fuga" proprio da quella città e da quell'uomo.
Dana, stanca di fare da "mamma" ad una madre irresponsabile e imbarazzante, decide finalmente di conoscere suo padre e di trasferirsi nella città in cui lui vive, Avalon appunto.
Ma quella che inizialmente sembrava una possibilità di riscatto per riappropriarsi di una vita più serena e spensierata, si rivela invece forse la scelta "meno opportuna", perchè Dana si ritroverà invischiata in tutta una serie di eventi uno peggiore dell'altro....
Neanche a dirlo con il vecchi adagio "Dalla padella alla Brace"!!! ^_^
Dana presto scoprirà di essere una Faeriewalker, una condizione molto rara e dalle notevoli implicazioni, e proprio per questo si ritroverà suo malgrado coinvolta in tutta una serie di trame politiche che le renderanno se non impossibile, almeno molto difficile la sua permanenza ad Avalon.

Bugie, tradimenti, misteri, strani collegamenti tra i personaggi per mettere in atto oscuri disegni, travolgeranno Dana in un turbine di eventi talmente serrato che il lettore stesso si troverà invischiato, insieme alla protagonista, in un vortice di sensazioni ed aspettative che non troveranno "pace" fino all'ultima riga del testo.

Pur nella semplicità della scrittura e degli intenti, Jenna Black secondo me è riuscita a dare un buon spessore psicologico a tutti i personaggi, caratterizzandoli molto bene sia dal punto di vista "visivo" che emotivo, aggiungendo quella vena briosa - quasi comica - alla maggior parte dei dialoghi, che tanto amo nei romanzi YA. Non mancherà un risvolto introspettivo più serio... in un percorso che farà crescere Dana; le darà più sicurezza; le restituirà un padre, in un certo senso una madre; le regalerà una bella ed inaspettata amicizia, e soprattutto le aprirà le porte di un amore.
Con chi ancora non ci è dato sapere...
Perchè nonostante la presenza dell'affascinante - ma anche un po' infido - Ethan, come accennavo più sopra, si è cominciato a delineare un triangolo piuttosto interessante col "fae dark" Keane.
(Naturalmente avete capito che faccio il tifo per Keane!! )
Anche se suo padre Finn...non me la racconta tanto giusta....

Una piacevolissima lettura...
Tanti gli ingredienti vincenti che non deluderanno anche i "palati" più esigenti.
Primo fra tutti: l'ORIGINALITA'

 1/2



LO SPECCHIO DELLE FATE di Jenna Black
traduzione a cura di Cristina Baccarini

editore: Newton Compton
pagine: 288
prezzo: 9.90 euro
Rilegato
( 1° libro trilogia Faerie Walker )

TRAMA: Dana Hathaway non lo sa ancora, ma sta per cacciarsi davvero nei guai. Quando sua madre si presenta al saggio di fine anno ubriaca, la ragazza capisce di averne abbastanza: è giunto il momento di prendere un volo che dagli Stati Uniti la porterà fino alla lontana Inghilterra. E' diretta verso la mitica città di Avalon, l'unico posto sulla Terra in cui il mondo umano e quello delle fate entrano in contatto e dove vive il suo misterioso padre. Ad Avalon, però, il viaggio comincia ad andare storto e Dana si trova invischiata in un gioco molto pericoloso: qualcuno sta cercando senza dubbio di farle del male. Ma soprattutto, sembra che tutti vogliano qualcosa da lei: sua zia Grace, Ethan, un affascinante ragazzo dotato di straordinari poteri e Kimber, sua sorella. Ma cosa, esattamente? Persino suo padre pare intenzionato a tenerla all'oscuro di tutto quello che le sta accadendo… Intrappolata fra sue mondi, coinvolta in oscure trame di potere, la ragazza non sa più di chi può fidarsi, ma ha capito bene che la sua vita non potrà più tornare quella di una volta.

7 commenti:

Blake16 ha detto...

Ahahahah!!!
Jenna Balck ha colpito in positivo anche te...
Già hai letto la mia recensione, quindi sai quanto mi sia piaciuto questo romanzo.
Come sempre concordiamo su tutto, soprattutto sulla preferenza del cattivo ragazzo di turno.

sangueblu ha detto...

Cara Blake se non fosse stato per la tua recensione e il tuo entusiasmo lo avrei posticipato di molto in scaletta di lettura...e avrei fatto MALISSIMO!!! ;-)
Grazie per la dritta!
Siamo talmente sulla stessa lunghezza d'onda che ho imparato a fidarmi ciecamente di te! Smack

foschia75 ha detto...

Allora finalmente le fate ti hanno attirata nel loro mondo!!! Avevo sentito pareri favorevoli ma la tua lettura è quella decisiva!!!
Smack

Cristina Baccarini ha detto...

Care lettrici, che bello scoprire che questo libro vi sta piacendo. Mi emoziono un po' anche io che sono solo la traduttrice italiana e non l'autrice. Come ho detto sul blog di Blake (che risaluto!) i libri tradotti sono anche un po' "figli nostri". A questo proposito, come ho chiesto a lei, posso invitarti, quando lo conosci a pubblicare il nome del traduttore, oltre a quello dell'autore? Ti ringrazio se adotterai questa cortesia per chi lavora nel mio campo. A presto, Cristina

manu ha detto...

Bello lo metto subito nella lista dei desideri :)
Adoro le fate, mi piacciono fin da bambina.... se poi ci mettiamo una storia d'amore bhè non posso resistere!!!

sangueblu ha detto...

Ciao @Cristina, hai proprio ragione. Quando un libro straniero ci piace tanto spesso il merito è anche vostro - dei traduttori - che in un senso o nell'altro FANNO LA DIFFERENZA: possono in alcuni casi letteralmente rovinarlo, ma in altri esaltarlo! Il libro mi è piaciuto moltissimo e in effetti il merito è anche tuo!! Sei stata molto brava a rendere l'atmosfera e i dialoghi permeandoli di quella "caparbietà" e quel "tormento" tipico dell'adolescenza e credo che anche Jenna Black sarebbe "orgogliosa" di te!!! Quindi...grazie del suggerimento.
Io e le Books'Angels ci impegneremo, d'ora in avanti, a nominare - giustamente - anche i traduttori dei libri che recensiamo.
Se ti va di contattarci al nostro indirizzo mail ci piacerebbe farti una proposta... Ciao e grazie per essere passata su Sognando tra le Righe!!! ;-)

sangueblu ha detto...

@manu, come avrai capito dalla recensione questo libro merita davvero! E' un bella storia... Dinamica e "fresca", proprio come piace a noi!! Buona lettura!!! e ...facci sapere che pensi quando lo hai finito, mi raccomando!! Un bacio grosso