martedì 30 gennaio 2018

Blog Tour LA CERCATRICE DI CORALLO Vanessa Roggeri seconda tappa Il corallo

Buongiorno Lettori!
Ieri la nostra amica Sara del blog Diariodiunsogno (QUI) ha aperto le danze di questo Blog Tour e Giveaway, dedicato al nuovo magistrale romanzo di Vanessa Roggeri, La cercatrice di corallo.  Dal 29 Gennaio al 4 Febbraio, ogni giorno avrete modo di scoprire particolari legati al romanzo. In palio una copia autografata! Seguite tutte le tappe e rispettate le pochissime regolette. Avete tempo sino al 10 Febbraio! 
Oggi ho il grande onore di parlarvi di uno dei protagonisti del romanzo: il corallo, l'oro rosso di Sardegna. Una grande emozione per me che sento forte il richiamo del mare come la protagonista del romanzo.



Rizzoli


BLOG TOUR
LA CERCATRICE DI CORALLI
Vanessa Roggeri





Il romanzo è disponibile in libreria e su tutti gli store online


Titolo: La cercatrice di corallo
Autore: Vanessa Roggeri
Editore: Rizzoli
Genere: Narrativa
Pagine: 317
Prezzo: 18,00     Ebook: 9,99
Trama: Achille e Regina si incontrano per la prima volta nell'estate del 1919, di fronte alle acque spumeggianti di una Sardegna magica. Regina dona ad Achille un rametto di corallo rosso come il fuoco, il più prezioso, con la promessa che gli porterà fortuna. Anni dopo, quella bambina è diventata una delle più abili cercatrici di corallo; quando si tuffa da Medusa, il peschereccio di suo padre, neanche l'onda più alta e minacciosa la spaventa. Lei è come una creatura dei mari ed è talmente libera da non avere mai conosciuto legami. Finché, un giorno, la sua strada si incrocia di nuovo con quella di Achille: nel viso di un uomo ritrova gli occhi del ragazzino di un tempo. A travolgerli non è solo un sentimento folle, ma anche un passato indelebile. Le loro famiglie, infatti, sono legate a doppio filo da rancori e vendette ed è in corso una guerra senza ritorno. Spesso non basta l'amore per cambiare un destino che sembra già scritto. Ma l'unico modo di scoprirlo è provarci, fino all'ultimo...




SECONDA TAPPA 

IL CORALLO LA CERCATRICE


Quando la malinconia stendeva un velo nero sul suo cuore, Regina persuadeva se stessa d'essere figlia del mare; al culmine di quelle fantasticherie, si figurava di avere alghe al posto dei capelli, sale laddove c'era carne, e corallo invece del sangue fluido e caldo. Ogni volta che tornava all'acqua le sembrava di rinascere a nuova vita, finché la terra non la richiamava e sé e allora una parte di lei moriva in attesa della prossima ondata vivificante. 


Come avrete capito dal titolo e dalla trama, Regina e il corallo hanno un legame molto speciale che si percepisce per tutta la narrazione. Vanessa Roggeri è riuscita a intrappolare tra le righe questo sottile ma tangibile legame che tiene Regina avvinta alla risacca, al moto continuo delle onde e dell'influsso delle correnti... Proprio come fa il corallo che nonostante la sua salda presa sulla roccia, si fa scuotere dalle correnti che ne determinano la stessa sussistenza.  
      
La protagonista del romanzo è una ragazza solitaria che trova la sua dimensione nel blu, in quel vestito che la avvolge e la fa sentire "a casa". Il richiamo del corallo c'è sempre stato, sin da quando molto piccola, partiva  per giorni sulla corallina del padre alla ricerca dei preziosi banchi che avrebbero aiutato a sfamare le famiglie dell'equipaggio. 
Il romanzo racconta come la raccolta del corallo fosse un mestiere difficile, legato ai periodi favorevoli in cui si aveva la fortuna si incappare su banchi molto estesi e di buona qualità, ma come spesso le mareggiate, il prelievo eccessivo e la concorrenza dei Torresi, sprofondasse i corallari nella più cupa preoccupazione di non poter sfamare mogli e figli. La vita di intere famiglie era legata al ciclo del corallo, al ritmo delle correnti e alla imprevedibilità delle mareggiate. Nei periodi più difficili, i pescatori arrotondavano con altri prodotti come aragoste o polpi. 

Nel romanzo, l'attenta ricerca operata dall'autrice si percepisce anche dalle citazioni delle attrezzature utilizzate per il prelievo del corallo che nella prima metà del secolo scorso erano molto arcaici e per questo impattanti sul fondale e sulla stessa colonia di corallo. In quegli anni non c'era ancora una legislazione che proteggesse questo prezioso e delicato organismo parente delle meduse. Non c'erano limitazioni sui periodi o le quantità prelevabili e l'intensa opera di pescatori sardi e torresi ha creato danni di cui stiamo pagando il prezzo ancora oggi. (QUI trovate un articolo ben fatto sulla storia del corallo in Sardegna)   




La prima legge regionale (L.R. n. 59) a favore della regolamentazione del prelievo venne emanata nel 1979 e prevedeva una limitazione del numero di licenze e della durata del periodo del prelievo. Questo scatenò il malcontento tra i corallari sardi e non (cerco di immaginare la reazione del padre di Regina in una circostanza del genere!), perché per la maggior parte di loro la pesca era l'unica fonte di sostentamento. 




Il corallo è una preziosa materia prima che ancora oggi viene lavorata in pochi e rinomati laboratori orafi dove viene trasformato in preziosi monili che vanno a ornare molti dei costumi tradizionali dell'isola e vengono regalati al fine di augurare prosperità alla donna e protezione ai neonati.  Nel romanzo il corallo assume anche fascinose sfumature "pagane" che appartengono alla nostra millenaria cultura tramandata di generazione in generazione dai racconti davanti al focolare. 




Oggi il prelievo del corallo per fortuna è più tutelato, ma deve fare i conti con un nuovo e più spietato nemico: l'inquinamento del Mediterraneo e il cambiamento climatico che si ripercuote direttamente sulle variazioni della temperatura media nella colonna d'acqua.  Il corallo è un organismo che risente di determinati fattori e ha dei tempi di ripresa lunghissimi. 


               


Spero di avervi incuriosito sul ruolo del corallo nel romanzo, e del suo affascinante legame con Regina. Nella terza tappa, online domani sul blog Chiacchiere Letterarie: Denise vi parlerà della donna sarda nel secolo scorso, periodo nel quale è ambientato il romanzo. 


Vi ricordo le tappe e gli argomenti del blog tour e di seguire le regole che troverete nel form più sotto. In palio la copia autografata da Vanessa. 



Commentate ogni tappa!!!
(i commenti saranno pubblicati dopo la moderazione impostata da blogger)

a Rafflecopter giveaway





DULCIS IN FUNDO...

Vanessa ha lasciato un video per voi!






Ringrazio Rizzoli per aver pubblicato questo magistrale romanzo, ringrazio l'autrice per la sua empatia, ma soprattutto ringrazio Sara per avermi coinvolto in questo Blog Tour "isolano". 

15 commenti:

Rosy Palazzo ha detto...

Ma che storia interessante 😍
Non avevo mai sentito parlare di cercatori di corallo!

Partecipo al giveaway 🍀🐞
Lettori fissi: Rosy Palazzo
Mail: rosy.palazzo1612@gmail.com
Facebook: Rosy Palazzo

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1051759048309159&id=100004252210765

Grazie mille per l'opportunità!

Anna Perillo ha detto...

Non avevo mai sentito parlare della raccolta del corallo. Mi piacciono tanto ma non immaginavo quanto lavoro ci fosse dietro. Mi piace il fatto che la protagonista è il corallo hanno un rapporto speciale che si sentirà nel libro 😍

luigi ha detto...

bellissima tappa, grazie per questo approfondimento completo sul romanzo. è davvero strabiliante di come il corallo sia qualcosa di così bello e raffinato. belle anche le foto!"
Luigi Dinardo
luigi8421@yahoo.it
https://www.facebook.com/luigi.dinardo.56/posts/10215414228097239

Lara Milano ha detto...

Ciao Anna, hai proprio ragione! Il corallo è un bene prezioso... da conoscere e proteggere! 😉 Non vedo l'ora di scoprire ancora qualcosa di più tra le pagine del libro!

Elisabetta Zerbo ha detto...

Partecipo e condivido, questa storia è sempre più bella descrive in maniera dettagliata e con i suoi particolari il corallo sardo complimenti all'autrice, non vedo l'ora di poterlo leggere,
seguo il blog con: Elisabetta Zerbo,
fb: Elisabetta Zerbo,
email: metal.1985rockpuro@email.it

link condivisione:https://www.facebook.com/ely46/posts/1566938990091466?pnref=story

Grazie per questa splendida opportunità :)...

Roberta Siciliano ha detto...

Interessante!
robertasiciliano91@gmail.com
Seguo come Roberta Siciliano :)

Patrizia Gangi ha detto...

Appassionante e coinvolgente...conoscere la storia del corallo é senz'altro affascinante...la Sardegna é affascinante!!
Lettore fisso:Patrizia Gangi
Link di condivisione:https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10216182330976449&id=1396869825
Mail: patty_1986@hotmail.it

Martina Fumo ha detto...

Complimenti per questo preciso resoconto sulla storia del corallo,perchè mi hai incuriosita davvero tanto! Ne sono rimasta affascinata...

Rachel Sandman ha detto...

Meraviglia questa recensione e soprattutto anche le immagini allegate!

Elysa Pellino ha detto...

Bellissima Tappa. ❤
Sono sempre stata affascinata dal corallo, in passato avevo già fatto delle ricerche su internet per scoprirne di più, ma non ero riuscita a trovare tutte queste informazioni. ❤
Ho letto l'articolo che hai linkato in questa tappa, ed ho scoperto delle cose davvero stupende. ❤
C'è davvero tantissimo lavoro dietro, ed è per questo che alla fine il risultato è incantevole. ❤
Ho visto che vengono create moltissime cose con il corallo, davvero un mondo meraviglioso. ❤
Sarà sicuramente un piacere, oltre che un emozione leggere questo libro, dove la protagonista Regina ama il corallo. ❤
Bellissimo il video dell'autrice. ❤
Sono sempre più convinta che Vanessa sia una persona dolcissima, l'estratto che ha letto mi ha emozionato non poco. . . Regina mi piace moltissimo come protagonista, in più le ambientazioni sono davvero bellissime. ❤
La SARDEGNA è una terra che ha tanto da raccontare. ❤
Partecipo con gioia a questo BlogTour e al Giveaway. ❤
Spero con tutto il cuore che la fortuna sia dalla mia parte, è un libro che non può mancare nella mia libreria. ❤
Di seguito ti elenco tutte le regole che ho rispettato nel form. ❤
Seguo tutti i blog partecipanti a questo BlogTour con il nome: Elysa Pellino
La mia e-mail: mora_1993_@hotmail.it
Ho condiviso questa tappa sulla mia bacheca Facebook in modalità (Pubblica) taggando la pagina Facebook di questo tuo blog "Sognando tra le Righe" + 1 amica :)
Link Condivisione: https://www.facebook.com/elysa.pellino/posts/10212062609334289
- Ho completato il form in tutti i suoi campi.
(Ho commentato e condiviso la tappa precedente, attendo le altre) ❤
Grazie per la partecipazione!!
Buona Fortuna a Tutti. ❤

Laura Colucci ha detto...

Non sapevo dell'esistenza dei cercatori di corallo,ed è tutto molto interessante.
Questo libro mi piace sempre più!
lauradomy@hotmail.it

ALESSANDRA Latina ha detto...

Sono rimasta molto colpita da questa tappa, in quanto non conoscevo tutto ciò che ci sta dietro (ad esempio) un gioiello di corallo. A volte non prestiamo attenzione o non ci chiediamo mai da dove un oggetto posso arrivare a noi e come...e invece è stato bello apprendere la storia del corallo, della sua nascita, raccolta e lavorazione. Non avevo mai pensato che intere famiglie negli anni addietro si siano sfamate grazie a questo lavoro. Quindi grazie per questa aggiunta al libro e per farci apprezzare ancora di più quest'isola meravigliosa che è la Sardegna. Cultura e passione della propria terra <3 . Impaziente di leggere le prossime tappe :-)

Michela Martorelli ha detto...

Questa tappa mi ha fatto capire quanta storia e quanto lavoro c'è dietro ogni singola cosa,il corallo in questo caso,imparare nuovi argomenti leggendo piacevolmente una storia è l'ideale.
L.F Michela Martorelli mila.mali@homail.it
https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1563191103797431&id=100003196684014

Chiara Nuvola ha detto...

Un'altra bellissima tappa. Adoro il corallo <3

Stefania Ferrari ha detto...

Wow, interessante questa tappa, ci ha fatto imparare tante cose meravigliose sul corallo, che tra le cose adoro !!!!!