martedì 4 giugno 2013

IO TI GUARDO Irene Cao Recensione in anteprima

Ancora deve arrivare nelle librerie, e già è stata etichettata come la trilogia antagonista delle Cinquanta sfumature.....  vogliamo voltare finalmente pagina e andare avanti? Vogliamo metter fine a questi obsoleti confronti?  Bene, questa mi sembra l' occasione giusta per dare un taglio al passato (un anno ormai), scendere dai piani alti dei grattacieli americani, e tornare con i piedi per terra, con la curiosità di leggere qualcosa di nostrano, di non tanto lontano dalla realtà, e soprattutto ambientato nella nostra cultura!!!
Questo è il romanzo d' esordio di una giovane donna, che si è voluta mettere alla prova, senza l' intenzione di scrivere un capolavoro, ma una semplice storia d'amore e tormento, su un letto di sano erotismo e un pittoresco contorno di Calli veneziane.
 
 
 
IO TI GUARDO
Irene cao
 
 
 Collana: Rizzoli Max
Pagine: 349
Prezzo: 5 euro (brossura)
3.99 ebook (7 Giugno)
 
 
Trama
 
Elena vive a Venezia, che da ventinove anni la inebria con la sua bellezza misteriosa. Fa la restauratrice ed è impegnata a riportare alla luce un affresco in un palazzo storico della Laguna. L'arte è tutto il suo mondo, e proprio di questo la rimprovera Gaia, l'amica di sempre, che cerca di trascinarla ogni sera a una festa diversa. Ma Elena è fatta così, al caos della mondanità preferisce la tranquillità dell'amicizia con Filippo, che ha tutte le carte per diventare il suo uomo ideale. Almeno fino a quando arriva Leonardo, inquilino indesiderato nel palazzo in cui lei sta lavorando. È un famoso chef di origine siciliana, chiamato in città per inaugurare un nuovo ristorante. Quelli dell'alta cucina non sono gli unici segreti che custodisce, perché Leonardo ha colto la vera essenza di Elena: dentro di lei è imprigionata una carica sensuale che solo lui potrà liberare. In un cammino iniziatico alla scoperta di tutti i sensi del piacere che ha una sola condizione: Elena non dovrà innamorarsi di lui. Ma questo patto crudele e impossibile li costringerà a fare i conti con una feroce verità: non si può combattere contro se stessi.
 
 
ISTRUZIONI PER L' USO
 
1. Non approcciate alla lettura, con l'idea di trovare un surrogato di Mr.Grey (mi prude la lingua anche solo a scriverne il nome).
2. Lasciatevi andare alla narrazione, liberate i sensi e lasciatevi trasportare dalle sensazioni, la vista, il gusto e il tatto.
3. Non cercate quello che non c'è. Qui trovate una storia di passione realistica, senza effetti speciali, solo pura attrazione e curiosità verso sensazioni nuove tutte da sperimentare. E forse.... una storia che va oltre l' erotismo....ma questo lo scoprirete solo leggendo.
 
 
 
Opinione
 
 Iniziamo dall' ambientazione. Venezia, con i suoi scorci più famosi, ma anche quelli più nascosti, che l'autrice dimostra di conoscere (ha studiato proprio qui). Non ha tralasciato neanche il lato "metereologico" di questa città poggiata dentro il mare. E chi meglio di lei, poteva descrivere determinati e caratteristici fenomeni, come l' acqua alta e la nebbiolina che sale la sera e  avvolge le calli e i canali? Durante la lettura, se vi lascerete trascinare, potrete ritrovarvi in mezzo ai turisti sul vaporetto o per le calli più frequentate.... la sera avrete la possibilità di frequentare la movida veneziana con aperitivo alla mano, o degustazioni speciali, create ad arte da uno chef che son sicura colpirà l' immaginario di più d' una lettrice... insomma il tipico spaccato di vita quotidiana nella fascia d'età tra i venticinqie e i quatantacinque anni... quell'età in cui se non sei sposato o fidanzato, hai tutta la libertà di assaporare la vita e tutto ciò che questa ti può offrire (se hai l' apertura mentale e psicologica giusta).
La caratterizzazione dei personaggi è stata secondo me uno dei punti forti di questo romanzo. Tutti hanno qualcosa di sè da raccontare. Elena col suo carattere introverso (nel quale molte di noi si rispecchieranno), che non ama apparire e cerca in tutti i modi di sfuggire alla vita mondana nella quale cerca di trascinarla la sua migliore amica Gaia, spirito libero che allieta la sua vita altresì spenta votata al lavoro e all'arte. Filippo il migliore amico di Elena, quella presenza importante che quasi tutte noi nella vita abbiamo cercato come faro nei momenti più tristi o nebulosi. E infine lui, Leonardo, l'uomo dal fascino carismatico, quello che incontri e non riesci più a toglierti dalla testa, quello che ti fa fare pensieri che non avresti mai pensato neanche di saper formulare, quello che forse ha il potere di far vacillare le tue certezze, mettere a nudo una parte "oscura" e recondita che non pensavi di avere. Un sole che scalda il bocciolo, facendolo aprire lentamente e brillare dei propri colori. Elena imparerà a scoprire il suo corpo e le sensazioni che da esso possono sprigionarsi impetuose, e senza rendersene conto, diventerà una donna più sicura e decisa.... ma tutto ha un prezzo, e prima o poi arriva il momento di pagare. E ciò che era nato per essere un fuoco passeggero, di quelli che ardono grandiosi e lasciano cenere dopo il loro passaggio, lascerà delle braci accese che uno dei due dovrà soffocare, per spegnere il fuoco che potrebbe riaccendersi più vivo e distruttivo che mai.  Elena e Leonardo, due anime in cerca di qualcosa, che non ci è ancora dato sapere se troveranno.
Arriviamo all' argomento più atteso, l' erotismo.
 Su questo punto potrei scrivere un trattato, ma Irene non ha colpa del mio punto di vista polemico verso chi, etichetta tutto ciò che racconta di Amore e sesso, con il denigratorio soft porn (o peggio ancora  mommy-porn).  BASTA! Sono stufa di sentir parlare di porno ogni volta che si parla di romanzi erotici....
In IO TI GUARDO, non ci sono pose circensi o pratiche di vario genere, ci sono intense scene di sesso, mai violente o volgari. Ci sono scene eroticamente reali (dipende poi dall' idea che uno ha del sesso che, può essere noiosamente didattico e, ne avrete un esempio anche qui, oppure sensualmente esplicito).
Non posso dirvi altro per non rovinarvi la lettura, ma posso sussurrarvi che, Irene ha reso una scena particolare e molto intensa, con una delicatezza ed eleganza che son sicura apprezzerete, nonostante molti di voi la troveranno fuori dai loro schemi.
Infine son certa che Irene Cao, non abbia mai avuto l'intenzione di scrivere un capolavoro o un romanzo che entrasse nella storia della narrativa italiana.... ma penso che in questa trilogia abbia messo una buona dose del suo cuore, e della sua femminilità. Le auguro con tutto il cuore di essere pioniera dell' erotico tricolore... e attraverso questa "lunga" storia d' amore, riesca a "far tornare in patria" tutte le erotic- addicted che son rimaste "intrappolate" nell' ascensore del grattacielo di Mr.Grey.
Non metterò le stelle alla fine di questa recensione perchè non voglio mettere limiti a questa nuova avventura intrigante e sensuale. Ripeto che stiamo parlando di un romanzo di esordio, scritto bene e mostruosamente reale, dove chiunque potrebbe trovare dei difetti.... l'autrice convince, riuscendo  a farti entrare senza effetti speciali nella vita di questi vividi e realistici personaggi.
Che poi a qualcuno abbia dato fastidio un certo vizio della protagonista.... mi fa sbellicare dalle risate... ma come? Anastasia non è diventata famosa per il vizio di mordersi il labbro????
 
 
 
Opinione di Ago Stina, lettrice assidua del blog
 
 
Questa notte ho finito anch' io Io ti guardo. Se a livello stilistico è stato già detto di tutto di più ( personalmente, sono convinta che la semplicità del linguaggio sia funzionale allo stile del romanzo,e non sia dovuta a imperizia della scrittrice), a livello di trama non l' ho trovato così' scontato. Certo, sono riscontrabili tutti gli elementi che canonicamente fanno felice una erotic romance - addicted, ma sono presentati in maniera personale e, come sottolineato da Foschia, all' italiana. Accattivante e rispondente alla realtà l' atmosfera veneziana ( ho particolarmente sentito il trasporto verso la pala dell' Assunta dei Frari) , stuzzicante l' abbinamento sensual/eno/gastronomico; sulla caratterizzazione dei personaggi, trovo verosimile il comportamento di una Elena confusa, curiosa e ammaliata che mi suscita una certa empatia; simpaticissima e indispensabile Gaia, come solo una vera amica può essere; non ho sentito il trasporto che altre lettrici hanno sentito verso Filippo/il perbenino-scandalizzato ( ok, è dolce, perfetto, così tanto che è ovvio che non può competere con la carnalità di Leonardo) nè antipatia verso Leonardo, che ovviamente può fare il duro quanto vuole ma capitolerà ( deve farlo!!!) nei prossimi due libri.
 
 
L'autrice
 
 
 
 
 
Irene Cao nasce a Pordenone poco più di trenta anni fa, ha studiato a Venezia (dove è ambientato Io ti guardo) dove si è laureata in Lettere antiche con una tesi in Storia romana, poi nel 2006 è diventata dottere di ricerca. Ha iniziato a scrivere la trilogia, prima dell' uscita delle Cinquanta sfumature, anche se ammette di averle lette in seguito. A differenza della famosa trilogia d'oltreoceano, la sua sarà incentrata sul sesso, il cibo e l'arte.
 
La trilogia:
 
IO TI GUARDO (5 Giugno cartaceo   -  7 Giugno ebook)
IO TI SENTO  (19 Giugno)
IO TI VOGLIO  (10 Luglio)
 
 
Un doveroso e sentito grazie va a Irene, per la disponibilità senza riserve nei miei confronti.
E altrettanto doveroso grazie va a Maddalena per aver accettato su due piedi la mia richiesta.
 
Un grande e affettuoso In bocca al lupo ad Irene, per questo "viaggio" appena intrapreso..... hai preso tutto il necessario per i fastidiosi insetti????

22 commenti:

Ago stina ha detto...

Finalmente sono riuscita ad avere tempo sufficiente per collegarmi al blog e godermi in pace la lettura della tua opinione su "Io ti guardo"! Grazie cara Foschia per la tua accattivante e stuzzicante recensione , che come sempre coniuga lo spunto critico/tecnico e il coinvolgimento emotivo/sensoriale suscitato in te dalla lettura di un romanzo. Sai già che non vedo l' ora di acquistarlo e di girellare con la mente per le calli veneziane, respirando arte e sensualità filtrate da sensibilità e mentalità ( una volta tanto) italiane: se possibile, leggendo la tua opinione ( che tu sai essere per me molto preziosa) sei riuscita a coinvolgermi ancora di più!!!!

foschia75 ha detto...

Cara, non ho messo le stelle, perchè non voglio dare un limite... non è un capolavoro dell' erotismo, è il primo di una trilogia, quindi introduttivo ... ma quello che lo rende "prezioso" è il fatto che sia italiano, e come tale, ci immerge nella nostra cultura sotto tutti i punti di vista...per essere un' autrice alla sua prima prova, ha fatto a mio avviso un lavoro più che soddisfacente... non vedo l'ora di leggere il secondo...perchè la chiusura del primo crea aspettativa...
Sono curiosa di leggere il vostro parere su Leonardo!

Anonimo ha detto...

Ciao foschia bellissima recensione con commento ero già decisa all'acquisto e ora più che mai - grazie veramente per il tuo lavoro molto apprezzato . Adele

Lorenza Marabelli ha detto...

Ma che bella recensione! Io sono leggermente allergica ai romanzi erotici, ma se nascondono anche una storia e una trama che prevalgono sul sesso sono più propensa ad avvicinarmici. Questo sembrerebbe una miscela equilibrata delle due cose quindi inizio a segnarmelo.. ma prima aspetto anche il parere sui seguiti per sicurezza ^^
Sono d'accordo con te sul soft porn... È un termine che non mi piace per niente: una cosa o è porno (quindi principalmente spinta e/o volgare) o non lo è! Un erotico è solo questo: erotico! Dovrebbe "stimolare i sensi" senza infastidire i più sensibili... Quindi non è assolutamente porno, né poco, né tanto.
Scusa lo sfogo ^^
Un abbraccio

lilia63 ha detto...

Cara foschia, ho iniziato la lettura e non parte male.... ti dirò!
Ho appena finito di dare un paio o forse più, di risposte a qualcuno, sul post della Rizzoli, su questo libro!
Sono stufa di leggere commenti di questi falsi moralisti............me le ricordo che fine facevano quelle tutte case e chiesa..............

lilia63 ha detto...

Cara foschia, ho iniziato la lettura e non parte male.... ti dirò!
Ho appena finito di dare un paio o forse più, di risposte a qualcuno, sul post della Rizzoli, su questo libro!
Sono stufa di leggere commenti di questi falsi moralisti............me le ricordo che fine facevano quelle tutte case e chiesa..............

foschia75 ha detto...

@Lorenza: posso capire le tue riserve verso il genere erotico, ma questo per me è un romanzo italiano con una buona dose di erotismo, mai volgare. Una storia d'amore tormentata, che costringe il lettore a leggere anche i successivi per sapere cosa succederà ai personaggi.... la semplice vita di un uomo e una donna come noi...

foschia75 ha detto...

@Lilia: io come te ho appena avuto un botta e risposta sulla pagina rizzoli, con una mezza pazza, che mi ha fatto infervorare... ma le bigotte capitano tutte a me????
Urge fare il famoso post di protesta!!! E se volessi farvi scrivere qualche riga sull'argomento da mettere nel post... mi fareste questo favore???

lilia63 ha detto...

Quando vuoi sono a disposizione! Sono stufa marcia di giudizi non richiesti! Sono grande e vaccinata e leggo quello che mi pare! Non mi sono mai permessa di esprimere giudizi sulle letture degli altri! Ci lasciassero stare! E poi sono così schifate dal leggere quello che fanno? Ma in che epoca siamo? O sarà che rosicano perchè non lo fanno???

sangueblu ha detto...

Secondo me... "La seconda che hai detto"!!!! ;-)

Ago stina ha detto...

Ciao care, l' ho appena scritto anche ad Adele. Stamattina ho il magone: questa notte, lunghissima Roma 40 D.C. session. Ho gli occhi pallati, un sonno micidiale ( mò vado a bermi un caffè amaro ristretto) e la sensazione di abbandono provocata da un libro che non avrei voluto finire e che inevitabilmente dovrò riprendere in mano ancora per qualche giorno prima di essere in grado di chiudere questo capitolo e di affrontare il prossimo. Avevi ragione Foschia, altro che Mr Grey, Cross, Stark ( ma chi li conosce adesso?): qui la passione non ha bisogno di ammennicoli e gingilli vari per esprimersi :-)...E che stile di scrittura elegante, che ricostruzione accurata! Ho voglia di prendere un Frecciabianca e di partire per Roma..

lilia63 ha detto...

Ago ti aspetto, oggi c'è un sole stupendo, 25°!
Carissime ho finito dieci minuti fa il libro di Irene.
La prima cosa che ho fatto è stato lasciargli un messaggio, per dirgli brava!
Cosa che ho detto anche a lei, stamattina alle sette, facevo colazione, mi sono detta, quasi quasi leggo qualche altra pagina (ero a metà libro circa ), sono arrivata alla fine e guardate che ore sono? Ora mi tocca mettere il turbo.....fortuna che arrivano tutti alle due!
Che dire, non è solo un erotico, c'è molto di più!
Si resta coinvolti, almeno lo è stato per me, da una serie di sentimenti nascosti, negati ma così tangibili, che soffri con Elena, vorresti uccidere Leonardo e coccolare Filippo!
Aggiungete a tutto questo le atmosfere un pò malinconiche di Venezia.........
Sicuramente da leggere, attendo con ansia il prossimo...................
Foschia....sta sintonia comincia a preoccuparmi..............
un bacio a tutte

foschia75 ha detto...

Ciao Pupe!!! Il mio cuore romance è stapieno questa mattina!!!! Primo perchè quando ho letto il messagio di Ago ho riso diabolicamente!!! ah, ah, ah, ah, e continuo a farlo... adesso viene il bello!!! Perchè il 42 er mejo!!!
A Lilia dico: sono contenta ti sia piaciuto!!! Io cmq parteggio per il Leo... concordi che era ora di scendere dal grattacielo (lo dico in generale eh!) e addentrarci nella nostra cultura... che non ha niente da invidiare a nessun Paese!!! Adesso veniamo a cose ancor più divertenti.... che ne dite se apriamo una pagina pubblica su Fb e la chiamiamo DNA e - Romance ? (La e sta per erotic... ma abbraviata fa meno pauuura....), fatemi sapere cosa ne pensate... smack

Ago stina ha detto...

Cara, ben venga qualsiasi iniziativa, o post,o pagina di questo tipo e di altri generi/sottogeneri! Io fino a quando ti ho conosciuta non ho praticamente mai usato FB, ora lo tengo sempre sul desktop per commentare, scherzare, curiosare,condividendo pensieri, risate,gusti, spensieratezza. Quindi, più ce n'è meglio è!!!

lilia63 ha detto...

D'accordissimo!
Ago anch'io ci venivo poco, lo aprivo solo per controllare la mia "piccola", adesso è lei che controlla me!
"MA MAMMA COS'HAI CONDIVISO!"
Sti figli!!
Condivido Foschia, quando Ago leggerà il 42........... prepariamogli i sali!
Ho appena comprato NON LASCIARMI ANDARE alla Giunti con lo sconto !5%, se ce la faccio lo inizio domani al mare!!!!!!!

foschia75 ha detto...

Brava Lilia, così ci dici com'è, perchè io l'ho lasciato alle altre Angels... non riesco a stare dietro... sto leggendo il chicklit della TRE60 che esce il 13, e vi dirò che non è malaccio... un pò sulla riga di Ti prego lasciati odiare, poi ho i due della Leggereditore da leggere entro il 13... e poi.... Io ti sento....
Sono curiosa di avere notizie di Ago dopo Roma 42... si farà viva per raccontarci?

Ago stina ha detto...

Hai attrezzato la cabina con l' illuminazione? Ah ah ah per fortuna mio figlio ancora non è appassionato a FB..una cosa però voglio dire di cuore alla tua figliola: avercela una mamma come te!!!Fammi sapere cosa ne pensi di Non lasciarmi andare; perchè a me questi New Adult non stimolano molto ma mi piacerebbe ricredermi. Io sono in crisi totale con i libri per questo weekend! Ho tre proiettili da spararmi ( prima di altre cosine super piacevoli che già ammiccano dal comodino, come Amici di letto e La magia del cioccolato): il delizioso Black Shadow ( per un problema di incompatibilità formati e-book/lettore ho potuto leggere i primi capitoli domenica e solo da questa sera potrò disporre di un tablet per leggerlo a letto, unico rifugio in cui sfogare in pace la mia passione letteraria)-, Roma 42 D.C che già mi fa sbavare solo al pensiero dei batavi; Io ti guardo che letteralmente bramo da quando ne ho sentito parlare. Da quale inizio?Lo so, sono scelte impossibili...

Ago stina ha detto...

Secondo voi riuscirei a tenermi dentro le impressioni dopo Roma 42? Se sarà come questa mattina, appena la mia salivazione sarà tornata normale, avrò riletto i miei passaggi clou 12/13 volte, mi sarò fatta perdonare da mio marito per averlo trascurato e appena sarò in grado di pigiare i tasti del pc, dovrò assolutamente raccontarvi come mi ha fatta sentire Adele!!! Sono comunque curiosa riguardo al chick lit della TRE60, il genere non mi dispiace affatto e Ti prego lasciati odiare mi ha divertita molto!

Laila71 ha detto...

Ciao a tutte ,ho cercato il post della rizzoli per unirmi a voi , ma non l'ho trovato...non sopporto le lettrici che leggono un erotico nudo e crudo e si lamentano perché è troppo erotico,troppo spinto, troppo porno...ma troppo noiose..per caso le hanno obbligate a fare queste letture?!? o forse il termine "erotico" lo valutano solo con parametri esclusivamente soggettivi?
A presto
Laila

foschia75 ha detto...

Cara Laila, qui hai trovato un gruppo di donne, sia blogger che lettrici fisse, tutte accanite lettrici che non nascondono la loro passione per gli erotici. Non ci vergognamo, ma lasciamo anche gli altri liberi di leggere i generi che preferiscono... però ci accaloriamo quando ci toccano il genere in modo bigotto e dimostrando di non avere cognizione di causa... Benvenuta a bordo di quelle che chiamano le amanti del soft-porn (etichetta che non accettiamo assolutamente!!!)

Anonimo ha detto...

Ciao sono rosa ieri ho acquistato questo libro xké M ha incuriosito parecchio....speriamo ke superi le mie aspettative ma leggendo i vostri commenti penso possa piacermi..ciao rosa

Ago stina ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.