martedì 15 maggio 2012

IL DONO DELLE FURIE di Elizabeth Miles - Recensione

A VOLTE LE SCUSE NON BASTANO....


E' proprio questo che sembra gridare forte e chiaro il romanzo scorrevole e piuttosto innovativo nel panorama Urban Fantasy YA della scrittrice americana Elizabeth Miles. L'idea di fondo dell'intera storia infatti è che nessuna colpa, nessuna scorrettezza rimane impunita, ma anzi viene ripagata con qualcosa di ancor più pesante, straziante e definitivo.
Non basta pentirsi, dispiacersi o scusarsi... perchè la crudeltà spietata delle Furie - creature nate con il solo scopo di perseguitare chi fa del male - non si fermerà davanti a niente, senza tener conto delle ripercussioni , delle circostanze e del contesto.
Proprio per questo "Il Dono delle Furie" è un romanzo "da brividi".
Nonostante si legga alla velocità della luce per via della scrittura molto scorrevole e alla presenza, almeno inizialmente, di tematiche apparentemente "leggere", non è di certo un libro facile, spensierato o, appunto, leggero.
Anzi... per alcuni versi è anche abbastanza "scioccante".
Ragazze (e ragazzi) non aspettatevi infatti ne una storia romantica, ne tantomeno la solita "polpetta" di vita scolastica a cui ci hanno abituati i tanti romanzi di "genere". Anzi.
Qui tutto quello che gira intorno alle vicende dei protagonisti è casomai tutto ciò che rappresenta il contorno ad una "normale e quotidiana vita scolastica"; i retroscena e i rapporti più o meno superficiali e più o meno sinceri che si instaurano fra i compagni di liceo americani, persi fra feste, alcool e infedeltà.
Decisamente una realtà in un certo senso lontana dalla "nostra", e che mi ha ricordato romanzi come "After" di Jessica Warman o "E Finalmente ti dirò Addio" di Lauren Oliver ( a cui poi nei ringraziamenti ho notato infatti che l'autrice si è indirettamente ispirata ammettendo il grande influsso e aiuto che l'amica scrittrice le ha dato ), ma nella quale sicuramente qualsiasi adolescente si può riconoscere o immedesimare, almeno in parte.

Il Dono delle Furie racconta principalmente due fatti che si intrecciano fra loro, uno che si attua nel presente e uno che si è compiuto nel passato, che hanno per protagonisti due ragazzi, Emily e Chase, che da semplici conoscenti, per via delle sofferenze e la perdita di prestigio dovuta alle conseguenze delle loro scelte e delle loro azioni, si ritrovano ad essere "amici". Anche se troppo tardi, almeno per uno dei due. Emily infatti, proprio grazie a Chase e alla ricostruzione del puzzle delle strane circostanze che li vedono protagonisti, dall'evento drammatico capirà con chi sta avendo a che fare e prenderà un'importante decisione per cercare di cambiare il proprio destino...

I personaggi,anche quelli collaterali, mi sono sembrati ben costruiti e con una loro precisa logica all'interno del testo.
Mi è piaciuto molto l'alone di mistero che comunque permea ciascuno di loro e i fatti che si svelano al lettore a poco a poco...
E' stato bello imbattersi in un libro Urban Fantasy con nuove figure mitologiche di riferimento.
Anche se mi hanno fatto molto arrabbiare, devo anche ammettere che queste tre Furie ( Ty, Ali e Meg ) mi hanno comunque affascinata... sia con la loro bellezza che con i loro  mille volti.
Ma soprattutto mi sento stimolata ad andare avanti nella lettura per vedere come l'autrice riuscirà ad equilibrare la loro presenza contrattaccando la loro presunta giustizia con una giustizia più reale e concreta. Perchè se da una parte è comprensibile ed anche giusta una punizione alle colpe di ciascuno, è anche vero che "ci vuole un giusto peso e una giusta misura" per ogni cosa... e secondo me è impensabile ed ingiustificata una tale "furia" per delle colpe di adolescenti soli, superficiali e quasi inconsapevoli... (Capirete solo leggendo...)
Ma non vedo l'ora che il vero colpevole di tutta la faccenda, paghi per la sua arroganza e presunzione. Ma visto il metro di giudizio delle furie, non oso quasi immaginare le conseguenze!

Colpi di scena e un vero guizzo geniale sul finale che dà un senso alla trilogia (fin quasi alla fine infatti il libro poteva essere benissimo un romanzo singolo) rendono "Il Dono delle Furie" una lettura piacevole e interessante... grazie ad una buona componente "thriller".

Non sarà propriamente una "passeggiata"...
E soprattutto, state attenti! Controllate sempre di non trovare in giro un orchidea rossa perchè vorrebbe dire che avete combinato qualcosa che non va...
e le Furie vi sono vicine!!!!

 meno meno



editore: Nord
pagine: 370
prezzo: 16.50 euro
Rilegato
( 1° libro Trilogia )
TRADUZIONE A CURA DI CLAUDIA LIONETTI


TRAMA: Tre ragazze bellissime, tre ragazze dal sorriso indecifrabile e dallo sguardo ipnotico cui è impossibile resistere: in un piccolo paese come Ascension, non sorprende che la notizia del loro arrivo sia sulla bocca di tutti. Soprattutto per il mistero che le circonda: nessuno le ha mai viste prima, nessuno sa dove vivano. E nessuno immagina che quelle tre splendide fanciulle, invece, conoscono i segreti di ogni abitante della città. Come il vero volto di Chase Singer, l’astro nascente della squadra di football: dietro la maschera da bravo ragazzo, infatti, si nasconde una persona che, per raggiungere il successo, non ha esitato a calpestare i sentimenti della ragazza che amava, distruggendole l’esistenza. Come la relazione che, da qualche tempo, Emily ha col fidanzato della sua migliore amica, una relazione che nessuno avrebbe mai dovuto scoprire. Ecco perché Chase riceve in regalo un’orchidea rossa ed Emily ne trova una identica sul sedile dell’auto. È un avvertimento. È il dono che segna il destino di chi deve pagare per le proprie colpe. È il dono delle Furie…

6 commenti:

Pupottina ha detto...

comunque un bel libro e un buon inizio per una trilogia ;-)

foschia75 ha detto...

Bellissima recensione!!! Sai che leggendo altri commenti avevo pensato non fosse granché.....ma dopo la tua so che non è così!

Nippi ha detto...

Ecco, avevo qualche dubbio su questo libro e invece te mi hai convinta!!! Come sempre, del resto.. BRAVA!!

sangueblu ha detto...

Ok....Grazie! ^__^
Mi sento quasi in imbarazzo perchè non vorrei che adesso il libro appaia più di quello che è. Un bel romanzo,con un forte messaggio "nascosto" ma sicuramente non imperdibile!!! Prevedo che il secondo sarà ancora più scoppiettante, e non solo per la piega resa dagli ultimi eventi, ma anche e soprattutto perchè le Furie avranno un ruolo più preponderante.
A te comunque @nippi dovrebbe piacere molto,visto quanto hai gradito After!!! Bacioni a tute! ;-)

Blake16 ha detto...

A me preoccupa un pochino quel meno, meno alla fine della quattro stelle!!!
Mmmm... ma se dici che ne vale la pena, allora mi fido del tuo giudizio, visto che comunque abbiamo gusti simili, e se poi non mi dovesse piacere allora finalmente abbiamo un libro su cui discutere e scambiarci le nostre impressioni "contrastanti".

La tua recensione mi ha messo addosso tanta curiosità, più di quanto me ne aveva messo solo la semplice trama...

Bella recensione!!!

Buona giornata a te e al resto delle Angels.

Blake16

sangueblu ha detto...

Cara @Blake, i due meno meno li giustifico così:
il primo meno perchè la figura delle Furie non è che sia poi così predominante nè approfondita nel romanzo,come inizialmente mi aspettavo...
Il secondo meno, perchè forse alcune cose i sono sembrate talmente "sproporzionate" da arrivare quasi come "surreali", anche se giustificate da una trama di fondo e da un'idea generale coerente e "motivata".
Sono curiosa di sapere la tua....
Baci :-)