sabato 14 aprile 2012

LA DICIOTTESIMA LUNA di K. Garcia e M. Stohl


Può un sacrificio farti perdere e guadagnare tutto?

Questo è il pensiero riportato sulla copertina della DICIOTTESIMA LUNA, ma è anche la stessa domanda che mi sono fatta io quando l'ho chiuso dopo più di una settimana di lettura. Nel caso dei protagonisti non so quale risposta si siano dati......nel mio caso la risposta è stata:
Il sacrificio di leggere questo libro mi ha fatto perdere o guadagnare qualcosa? La risposta è.....poco e niente.




Cosa mi ricorderò fra un altro anno? Questo è quello che mi chiedo ogni volta che chiudo il mio ormai "affezionato" appuntamento con la Luna (la diciottesima) delle scrittrici Kami Garcia e Margaret Stohl. Alla terza maratona mi rendo conto che è diventato più una scadenza che una lettura appassionata come mi capita per serie come quelle di Lauren Kate o Becca Fitzpatrick. Il genere è lo stesso (Young-adult), il coinvolgimento proprio no!
Cosa deve avere uno Y-A per attirare il mio interesse? Principalmente suspense, fluidità e sentimenti indelebili che possono "scolpire" un messaggio (troppo da adulti? Se così fosse prossimamente cambio genere).
La diciottesima luna risponde ai miei standard? Direi poco perché la sensazione dominante è un grosso pulsante con su scritto STANDBYE che solo nelle ultime dieci pagine passa in ON. Il titolo che mi viene in mente per la recensione:

BELLO SENZ'ANIMA.

I contenuti ci sono e tanti, la magia, l'amore, l'amicizia e la famiglia ma unite da un collante che rende la lettura lenta e faticosa. Accadono tante cose, ritroviamo tutti i personaggi di cui conosciamo ormai tutte le  minime sfaccettature......ma non c'é "animazione", si muovono al rallentatore, pensano con lentezza, non esprimono pathos (posso escludere Lena a cui si arricciano i capelli ad ogni sfuriata); agiscono come se avessero un interruttore e dovessero aspettare che qualcuno lo spinga.
Insomma non so se la sensazione provata dipenda dalla traduzione in italiano o proprio dalla penna delle due autrici, ma la diciottesima luna non ha toccato le mie corde come aveva fatto la sedicesima che aveva aperto la porta delle aspettative e poi con la diciassettesima l'aveva sbattuta malamente.
Scrivendo questa recensione mi è venuto in mente che potevo confrontare il mio voto  sbirciando nei commenti delle lettrici d'oltreoceano e leggendo le recensioni mi sono resa conto che il minimo comune denominatore indovinate qual'é? La lunghezza inutile della storia!!!! Mi sono consolata.

Ma ho il dovere nei confronti di chi ci segue, di parlare del libro e dei suoi personaggi che rimangono sempre gli stessi senza molte new-entry ( parte un santone vudu).
Ethan fidanzatino storico, Lena che ha cambiato colore degli occhi dopo la luna precedente che l'aveva reclamata. Entrambi chi per un motivo chi per un altro si sentono incompleti.....lui con un pezzo di anima in meno (perso per strada ma recuperabile), lei ogni volta che si guarda allo specchio
si rende conto che è metà luce e metà tenebra. Che quadretto allegro.....
L'amico Link che a causa di un morso si è trasformato......Amma che sferraglia sempre in cucina ma nel frattempo assembla amuleti, zio Macon che vigila su tutti anche quando non è presente, la cugina che è stata degradata da sirena a mortale (non sto spoilerando visto che questi sono tutti avvenimenti della luna precedente) e si tira i capelli come alle medie con la cheerleader Savannah.....
Insomma vai avanti ma poi incappi in un imprevisto e devi tornare tuo malgrado al via.....si perchè questa serie è davvero "plastica". In tutti e tre i libri frequentano sempre le stesse stanze, gli stessi tunnel e le stesse porte magiche. Dove arriva la novità? Dopo 400 pagine, quando il buon sveglio Ethan si rende conto che non è più se stesso, scrive con la sinistra e non è mai stato mancino, dimentica le cose di pochi istanti prima e fa sempre lo stesso sogno da mesi, che si interrompe sempre nello stesso punto! Ah.....scusate, sbadiglio anche mentre batto sulla tastiera.....ma no dai! Nelle ultime dieci pagine accade ciò per cui abbiamo lottato contro Morfeo le precedenti 530!!! Finalmente il fidanzatino intuitivamente superiore capisce di essere lui il Crogiuolo.......e con responsabilità compie il gesto estremo per salvare chi ama.....ho chiuso il libro e mi sono trattenuta dall'usarlo come fermaporta (non sarebbe neanche di design, vista l'anonimissima copertina).
Mi scuso con i lettori se sono stata dissacrante ma quando un libro mi lascia senza un giudizio preciso mi scateno con il sarcasmo.



N.B.: Sono curiosa di vedere cosa vedremo di questa storia al cinema a Febbraio 2013!!!

9 commenti:

Nippi ha detto...

Cara Anna, quando ce vò ce vò!!!! Peccato, ho letto il primo e ricordo che mi era piaciuto.. il secondo è sempre nella libreria e a questo punto lo terrò ancora un bel pò lì a prendere polvere!

Bookland: viaggiando tra i libri ha detto...

Sarà uno dei miei prossimi acquisti, ormai ho letto la 16esima e ho acistato da un pò la 17esima luna e quindi mi dispiace lasciare tutto in sospeso!
Lya

foschia75 ha detto...

Cara Lya tu come me rimani fedele.
Come vedi ogni anno lo leggo, ma siamo lontani da saghe come Fallen e Il bacio dell'angelo caduto. Poi si sa che le letture sono molto soggettive. Anche a me il primo mi aveva concquistato! E per questo continuerò a leggerlo anche perchè il finale di questo lascia aperto un portone

sangueblu ha detto...

A parte le risate ( sei stata di una simpatia devastante...) secondo me questa - nonostante sia un libro che in te non abbia lasciato il segno - è una delle più belle recensioni che hai fatto da quando ti conosco. Sei stata così brava a rendere sia quello che hai provato, sia gli aspetti del libro. Sei stata critica senza essere superfluamente cattiva... Coerente, sincera obbiettiva.
Il tutto in una scrittura sublime e concisa!
...Forse le autrici in questo dovrebbero imparare da te, sister! Sei grande...
(Oggi hai fatto incetta di complimenti...tra questo e il meraviglioso post sul Titanic! E' un vero onore collaborare con te!! ^__^)

sangueblu ha detto...

@Bookland Viaggiando tra i Libri: Ciao...! Grazie per esserti iscritta!! Anche io come te ho letto il primo (ormai due anni fa...) e non mi era affatto dispiaciuto! Poi il secondo è da un anno lì in libreria a prendere polvere... Mi attira ma Foschia mi aveva detto che anche l'anno scorso, nonostante alcuni spunti validi, è stata una "lettura faticosa". Così l'ho rimandata.... Ma prima o poi lo riprenderò in considerazione...
Prima però mi procurerò una bella Moka da 12!!! ^__^

:-) Buone letture e benvenuta fra noi!!

foschia75 ha detto...

Grazie Sangueblu, sai sempre come sostenermi psicologicamente. Ormai mi conosci e sai che ogni tanto la mia vena sarcastica spinge per venire fuori, ma questo non vuol dire che sia un libro da lasciare alla polvere! Ti ricordi la recensione di "Brivido eterno"? L'hard discount? Ero stata dissacrante ma io adoro la Ione quanto e più della Adrian!!! E che a volte quando scrivo collego la penna al cuore e non al cervello, come voi daltronde, e vengono fuori recensioni tipo questa.
Smack

manu ha detto...

Davvero una recensione da oscar!! Bravissima, mi hai fatto ridere ed ero di cattivissimo umore quindi grazie :D
Torando a questa saga, ho il primo libro in ebook, ma non l'ho ancora letto, penso che aspetterà ancora un pò nel mio lettore!!
Baci

foschia75 ha detto...

Il piacere è tutto mio quando riesco a farvi sorridere!

Linalee ha detto...

wow che recensione da sballo!!!