lunedì 23 maggio 2016

DOPO DI TE Jojo Moyes Recensione



Prima….

Sapere che hai ancora delle possibilità è un lusso. Sapere che potrei avertele date io è stato motivo di sollievo per me.
Così stanno le cose. Sei scolpita nel mio cuore, Clark, fin dal primo giorno in cui sei arrivata con i tuoi abiti ridicoli, le tue terribili battute e la tua totale incapacità di nascondere ogni minima sensazione. Tu hai cambiato la mia vita molto più di quanto questo denaro potrà mai cambiare la tua.
 Non pensare a me troppo spesso. Non voglio pensarti in un mare di lacrime. Vivi bene.
Semplicemente, vivi.
Con amore,
Will.



MONDADORI


DOPO DI TE


JOJO MOYES


Traduzione a cura di Maria Carla Dallavalle
Casa editrice: Mondadori
Collana: Omnibus
Genere: Narrativa
Pagine: 382
Prezzo: 18.00€



Trama

Quando finisce una storia, ne inizia un'altra. Come si fa ad andare avanti dopo aver perso chi si ama? Come si può ricostruire la propria vita, voltare pagina? Per Louisa Clark, detta Lou, come per tutti, ricominciare è molto difficile. Dopo la morte di Will Traynor, di cui si è perdutamente innamorata, si sente persa, svuotata. È passato un anno e mezzo ormai, e Lou non è più quella di prima. I sei mesi intensi trascorsi con Will l'hanno completamente trasformata, ma ora è come se fosse tornata al punto di partenza e lei sente di dover dare una nuova svolta alla sua vita. A ventinove anni si ritrova quasi per caso a lavorare nello squallido bar di un aeroporto di Londra in cui guarda sconsolata il viavai della gente. Vive in un appartamento anonimo dove non le piace stare e recupera il rapporto con la sua famiglia senza avere delle reali prospettive. Soprattutto si domanda ogni giorno se mai riuscirà a superare il dolore che la soffoca. Ma tutto sta per cambiare.

Quando una sera una persona sconosciuta si presenta sulla soglia di casa, Lou deve prendere in fretta una decisione. Se chiude la porta, la sua vita continuerà così com'è: semplice, ordinaria, rassegnata. Se la apre, rischierà tutto. Ma lei ha promesso a se stessa e a Will di vivere, e se vuole mantenere la promessa deve lasciar entrare ciò che è nuovo. 
Questo romanzo appassionante e mai scontato è l'attesissimo seguito del bestseller internazionale Io prima di te. Jojo Moyes ha deciso di scriverlo dopo che per tre anni è stata letteralmente sommersa dalle lettere e dalle e-mail di lettori che le chiedevano che fine avesse fatto l'indimenticabile protagonista Lou.



Opinione di Sybil



Il mio libro non è uscito indenne dalla lettura di questa ultima lettera. Porta ancora i segni delle lacrime che immancabilmente ha fatto sgorgare dai miei occhi, e ancora oggi, nei momenti in cui mi lascio trasportare tra le sue pagine, il mio stomaco viene stretto in una morsa potente e implacabile. Io prima di te è stato un romanzo che mi ha segnata, ha creato un’incrinatura dolorosa e pulsante dentro la mia anima e chi meglio di voi può capire queste parole? Solo chi ama la lettura e comprende nel profondo la vitalità di ogni singola parola, può capire cosa significa soffrire tra le pagine di un libro. A volte mi capita di parlare con persone che non condividono con me questa passione e mi sento un’aliena perché mi ritrovo a descrivere con ardore ogni più piccola sfumatura delle mie emozioni, dei personaggi immaginari messi al mondo dagli autori e che affollano la mia mente costantemente (non vi capita mai di parlarne come se fossero persone in carne ed ossa?) e quello che ottengo cos’è? Uno sguardo  scettico e superficiale. Ma voi capite di cosa parlo, vero? Sentite le medesime cose che provo io perché custodiamo dentro al nostro cuore lo stesso identico amore per un qualcosa che è sì frutto dell’immaginazione di un autore, ma è anche la chiave che ci permette di volare, di sognare. 
Io prima di te è stato uno dei romanzi che mi ha fatto soffrire di più, con tanto di arrabbiatura e delusione al seguito. Egoisticamente ho sperato fino all’ultima pagina prima dell’epilogo in un lieto fine, consapevole che sarebbe stato tempestato dall’amarezza ma comunque vitale come una seconda opportunità. L’ho desiderato con intensità, contro ogni aspettativa. Non è arrivato però, lo sappiamo tutti bene. Per un momento mi sono illusa di poter chiedere all’autrice di riscrivere il finale e placare così il dolore che da quel momento ha tracciato una linea indelebile nel mio cuore di lettrice. Ma non può esserci sempre un lieto fine, alcune storie finiscono e basta, senza tanti fiorellini azzurri e nuove prospettive, ce lo insegna anche la vita. Così ho raccolto i cocci e ho provato a giustificare Will per essersene andato, per non aver scelto di provarci ancora, per non essersi dato una nuova opportunità accanto a Lou. Mi sono arrabbiata molto con lui ( vedete parlo ancora come se non fosse un personaggio inventato…pazzesco) e ho sofferto con Louisa in quella camera della clinica nel momento in cui cercava di imprimere dentro di se ogni più piccolo dettaglio di quel viso tanto amato. Non è necessario stare insieme quarant’anni per amare senza freno. Possono bastare pochi mesi e sei sono stati quelli che la vita ha concesso a Lou e Will. Ora è il momento di ripartire e di vedere il dopo, quel terribile, disastroso, doloroso e anestetizzato dopo. 
Sinceramente apprendere la notizia che ci sarebbe stato un “dopo Will” mi ha lasciata un po’ dubbiosa. Per quanto mi riguarda, la sua storia era terminata lasciando un vuoto incolmabile, ma avevo trascurato un dettaglio, ovvero il suo bisogno di far comprendere alle persone da lui amate che la vita è meravigliosa e che c’è sempre un dopo bisognoso di essere vissuto. Se lui ha scelto di non farlo è un altro discorso, quel che conta è che gli altri trovino il modo di rialzarsi e andare avanti. Così JoJo Moyes riprende in mano la penna e si mette a scrivere la nuova storia di Louisa, permettendo a noi lettori di dare voce ai nostri dubbi e con essi, di liberare il nostro cuore dalla gabbia di dolore che la scelta di Will ha generato. In Dopo di te Louisa si trova in un limbo. Da un lato c’è la donna che era un tempo, dall’altro quella che è diventata dopo l’incontro con Will. In mezzo c’è lei, distrutta, spezzata, divorata dal rimorso di non essere riuscita a far cambiare idea all’amore della sua vita. Non riesce a muoversi da questo vicolo cieco, non si accorge nemmeno che ha smesso lentamente di respirare, permettendo al dolore di diventare l’unica cosa in grado di definirla nel profondo. Cerca in ogni modo possibile di mantenere la promessa fatta a Will, ma non ci riesce, lui è ovunque, nella mente, nel cuore, nel cielo che si intravede dalle finestre. È nei ricordi di un tempo, è nel presente, ma non nel futuro. Sarà la visita di una persona inaspettata a cambiare le regole del gioco. Un attimo e il baricentro viene spezzato, Louisa vacilla nel buio, rischia di cadere e nel modo più bizzarro e originale possibile, cerca di rimanere aggrappata alla realtà, lottando per non collassare nel vuoto, inseguendo i ricordi del passato e lottando per il futuro. Tanti saranno i momenti di intimità con Will, attimi nei quali Louisa gli parlerà come se fosse ancora lì nella stanza, accanto a lei, sospesa in bilico tra quel che è stato e quel che potrebbe essere se….

Per quanto  mi riguarda posso dirvi che JoJo Moyes ha dissipato ogni mio dubbio, scrivendo un nuovo romanzo che non ha per niente l’aria di essere stato creato per allungare di trecento pagine una storia indimenticabile. Le sue parole, il suo stile, la sua innata capacità di far vivere i personaggi in un mondo tutt’altro che irreale, rendono questo libro qualcosa di speciale, ma non perché ci parla ancora una volta di due dei nostri personaggi preferiti, ma perché ci permette di affrontare sotto una luce diversa i sentimenti rimasti brutalmente in sospeso in Io prima di te. Paragonarli è inevitabile e secondo me questo secondo romanzo non riesce a raggiungere i livelli emotivi del primo, ma glielo possiamo concedere dato che il destino di un libro che viene dopo una storia come quella di Will e Lou è senza dubbio sempre segnato. Non voglio aggiungere altro perchè odio fare spoiler e in libri così ogni parola in più è di troppo, quel che è certo però è che ogni pagina del nuovo romanzo è piena di aspettative e novità, di colpi di scena e di saldi agganci con il passato, tutti dettagli che contribuiscono a rendere la scena unica ed emozionante. In più, l’aver visto il trailer del film che presto uscirà nelle sale, mi ha permesso di dare un volto ancor più reale ai personaggi, accorciando la strada che separa realtà e finzione.

Quando una storia ti entra dentro, non esistono parole giuste per tirarla fuori, queste sono solo una piccola parte, le altre rimangono sedimentate in un posto sicuro vicino al cuore, lontane dalla realtà, ed è proprio questo che rende romanzi come Io prima di te  e Dopo di te indimenticabili.

“Qual’è stata la parte più difficile” chiese.
“Scusi?”
“Nel lavoro con Willliam Traynor. Mi sembra di capire che è stata una sfida piuttosto impegnativa.”
Esitai. Nella stanza d’un tratto calò il silenzio.
“Lasciarlo andare” dissi.
E, inaspettatamente, mi trovai a dover ricacciare indietro le lacrime.



L'autrice




JOJO MOYES è nata e cresciuta a Londra. Scrittrice e giornalista, ha lavorato all'"Independent" per dieci anni prima di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura. Attualmente è una delle più affermate scrittrici in Inghilterra. I suoi romanzi sono sempre in testa alle classifiche e riscuotono un grande successo di critica e di pubblico. Il suo romanzo Io prima di te (Mondadori, 2013) è stato il libro più votato nella storia del "Richard and Judy Book Club". 
L'autrice vive nell'Essex con il marito e tre figli.


Altri libri dell'autrice:
-     Io prima di te (recensione QUI)
-     Luna di miele a Parigi (prequel de "La ragazza che hai lasciato")
-     La ragazza che hai lasciato (recensione QUI)
-     L'ultima lettera d'amore (recensione QUI)
-     Innamorarsi in un giorno di pioggia (recensione QUI)
-     Silver bay (recensione QUI)
-     Un weekend da sogno (recensione QUI)


E ora, un trailer che non mi stanco mai di guardare….




7 commenti:

Bruny Doci Rizzo ha detto...

Appena ho iniziato a leggere questa recensione la mia reazione è stata pelle d'oca e ho proseguito di leggerla con le lacrime agli occhi. È ancora molto vivo il dolore che mi ha lasciato Io prima di te e la mia reazione al secondo libro leggendo solo la trama è stata una infinita tristezza. Questa recensione è semplicemente fantastica e non mi resta altro che leggere Dopo di te per alleviare il strazio di dolore che mi ha lasciato Will oppure trovare delle risposte. Devo trovare il momento giusto per leggerlo comunque.
Complimenti Sybil le tue recensioni sono sempre bellissime e piene di emozioni.

Sybil Sognandotralerighe ha detto...

Cara Bruny, ti capisco in pieno... Io prima di te continua ad essere uno dei libri che più mi ha fatto soffrire.. adoro questa autrice e le storie che riesce a creaRe e ancor di più amo il modo in cui si reinventa. Dopo di te non è solo il dopo ma una nuova vita. Non ha la stessa carica emotiva del primo romanzo ma è comunque emozionante e bellissimo...

Bruny Doci Rizzo ha detto...

Infatti magari quando lo leggerò ti racconterò le mie emozioni con in secondo. Si hai perfettamente ragione Io prima di te rimane il mio preferito 💝

Bruny Doci Rizzo ha detto...

Infatti magari quando lo leggerò ti racconterò le mie emozioni con in secondo. Si hai perfettamente ragione Io prima di te rimane il mio preferito 💝

anarf ha detto...

Condivido pienamente con te.. il secondo libro io ancora nn l'ho letto e faccio fatiga per quanto sono rimasta male e delussa con la fine di will.

Sybil Sognandotralerighe ha detto...

Diciamo che Dopo di te ci offre un punto di vista diverso e anche se non ci permette di dare un senso al gesto di Will ci aiuta comunque a vedere il sereno dopo la tempesta..

Sybil Sognandotralerighe ha detto...

Diciamo che Dopo di te ci offre un punto di vista diverso e anche se non ci permette di dare un senso al gesto di Will ci aiuta comunque a vedere il sereno dopo la tempesta..