venerdì 11 gennaio 2013

IO PRIMA DI TE Jojo Moyes Recensione

Cosa cerco in un romanzo?
Emozioni e sensazioni.
E non importa che siano positive o negative....
purché intense.
Ma non ero certo preparata a quello che ha provocato in me la lettura di cui vi parlerò.  Spiazzata, impreparata e scossa da singhiozzi. I miei muscoli hanno ricevuto uno scossone degno del pugno allo stomaco più implacabile che mi potesse colpire.
Se mi chiedeste perché dovreste leggerlo, vi risponderei che le sensazioni che vi regalerà saranno talmente intense e struggenti che continuerete a pensare ai protagonisti anche nei giorni successivi....
Un romanzo che affronta argomenti quali la visione della vita, dell'amore, della libertà di scelta.
Sto parlando del nuovo romanzo di Jojo Moyes
uscito il  2 Gennaio per Mondadori

IO PRIMA DI TE

Traduzione di M.C. Dalla Valle
Collana: Omnibus
Prezzo:  14.90
Pagine: 391
Cartonato con sovracopertina

Trama

A ventisei anni, Louisa Clark sa tante cose. Sa esattamente quanti passi ci sono tra la fermata dell'autobus e casa sua. Sa che le piace fare la cameriera in un locale senza troppe pretese nella piccola località turistica dove è nata e da cui non si è mai mossa, e probabilmente, nel profondo del suo cuore, sa anche di non essere davvero innamorata di Patrick, il ragazzo con cui è fidanzata da quasi sette anni. Quello che invece ignora è che sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tutte le sue certezze saranno messe in discussione. A trentacinque anni, Will Traynor sa che il terribile incidente di cui è rimasto vittima gli ha tolto la voglia di vivere. Sa che niente può più essere come prima, e sa esattamente come porre fine a questa sofferenza. Quello che invece ignora è che Lou sta per irrompere prepotentemente nella sua vita portando con sé un'esplosione di giovinezza, stravaganza e abiti variopinti. E nessuno dei due sa che sta per cambiare l'altro per sempre. "Io prima di te" è la storia di un incontro. L'incontro fra una ragazza che ha scelto di vivere in un mondo piccolo, sicuro, senza sorprese e senza rischi, e un uomo che ha conosciuto successo, la ricchezza e la felicità, e all'improvviso li ha visti dissolversi, ritrovandosi inchiodato su una sedia a rotelle. Due persone profondamente diverse, che imparano a conoscersi senza però rinunciare a se stesse, insegnando l'una all'altra a mettersi in gioco.


Opinione

Un solo termine per descrivere questo pericoloso quanto potente romanzo:

INELUTTABILITA'.

Ho letto il prologo e ho pensato che questo romanzo era pane per il mio romanticismo....
ma verso la fine, ho cominciato a sudare freddo, a tremare perché si preannunciava qualcosa a cui non ero minimamente preparata. Allora ho capito perché si può piangere e ridere leggendo un solo romanzo. Ho sorriso per alcune simpatiche situazioni, ma ho pianto a dirotto quando mi sono resa conto dell'ineluttabilità della storia. Una storia d'amore di un'intensità disarmante, alla quale il lettore che legge avidamente non è preparato.
Un incontro tra due ragazzi molto diversi, con una concezione della vita diametralmente opposta; lui che ha vissuto esperienze forti e indimenticabili, in giro per il mondo, lei che non è mai uscita dalla cittadina turistica nella quale è nata e cresciuta e non ha idea di quello che la vita può offrire oltre i limitati confini delle sue aspettative. Lui le insegnerà ad allargare la sua "visuale", lei col suo modo di vedere la vita un pò alla Bridget Jones, scalderà il cuore di Will e gli regalerà un briciolo di rinnovata vitalità, quella che ha perso due anni prima nell'incidente che lo costringe su una sedia a rotelle, mettendo fine alla sua dinamicità e voglia di vivere. La prospettiva del futuro dal punto di vista di due persone che impareranno pian piano a capirsi, amarsi e perdonarsi.
L'AMORE RENDE EGOISTI... LA VITA SPESSO REALISTI.
 Amare qualcuno con tutti se stessi rende egoisti, non vorremo mai privarci di uno sguardo, una carezza un bacio. Ma se chi amiamo ama più la vita dell'amore, allora non ci può essere partita.... dobbiamo avere la forza di lasciarlo andare.... anche se questo ci spezza il cuore e ci strappa l'anima.
Amare è avere la forza di dire addio o arrivederci, è assaporare poco di quello che il tempo ci offre ma vivendolo al massimo con ogni cellula e tutta la forza d'animo che ci muove. Come non ci appartiene la nostra vita tanto meno ci appartiene quella di chi amiamo. Scelte, l'esistenza ci impone di prendere decisioni che non solo cambierebbero la nostra vita ma anche quella di chi ci ama, che non riesce a vedere obiettivamente il nostro punto di vista. Lou vuole cambiare la visione che Will ha della vita.... e lui vuole farle credere di esserci riuscita, perché vuole insegnarle a capire il senso e il valore dell'esistenza umana..... fatta di colori, odori, forme e sensazioni che lui non potrà più valutare.
Lou cambierà la sua visione della vita ma in cambio di qualcosa che non potrà mai avere. Un romanzo che tocca argomenti etici e psicologici che ci spingono a riflettere sul valore della vita e del coraggio di mettere la parola fine.... anche se questo significa far soffrire chi ci ama.
Una lettura fisicamente dolorosa, ma di un'intensità difficile da dimenticare.
Spero tanto un giorno diventi un film....

 

Lo baciai cercando di portarlo indietro. Lo baciai e tenni le labbra contro le sue finché i nostri respiri si mescolarono e le lacrime  che sgorgavano dai miei occhi diventarono sale sulla sua pelle, e mi dissi che, da qualche parte, minuscole particelle del suo corpo sarebbero diventate minuscole particelle del mio, assorbite, inghittite, vive, eterne. Volevo imprimere anche il più piccolo pezzettino di me contro di lui. Volevo lasciare qualcosa di mio dentro di lui. Volevo dargli ogni briciolo di vitalità che sentivo e costringerlo a vivere. Mi resi conto che avevo paura a vivere senza di lui.




L'autrice



 Jojo Moyes è nata e cresciuta a Londra. Scrittrice e giornalista, ha lavorato all'"Independent" per dieci anni prima di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura. Attualmente è una delle più affermate scrittrici in Inghilterra.  I suoi romanzi sono sempre in testa alle classifiche e riscuotono un grande successo di critica e di pubblico. Io prima di te è il libro più votato nella storia del "Richard and Judy Book Club".
L'autrice vive nell'Essex con il marito e tre figli.




GRAZIE AD ANNA E ALLA MONDADORI PER AVERMI FATTO LEGGERE QUALCOSA DI  COSI' PREZIOSO E STRUGGENTE, DA LACRIME COPIOSE.

15 commenti:

Mr Ink ha detto...

Splendido. E' nella mia libreria e non vedo l'ora di leggerlo :')

foschia75 ha detto...

Caro Ink, mi è partita la pubblicazione senza preavviso, c'era mezza recensione ora l'ho scritta tutta... bello, indimenticabile, realistico, fa riflettere sul senso della vita...

sangueblu ha detto...

Anna...infatti mi sembrava mancasse "qualcosa" ... ^__^

Recensione stupenda! Sei davvero unica!

Nippi ha detto...

Recensione stupenda, di quelle che lasciano il segno!! Come sempre sei stata meravigliosa!

foschia75 ha detto...

Nippi cara sei sempre troppo buona... smack, dovresti leggerlo, son convinta ti piacerebbe assai, nonostante la tristezza...

Aria91 ha detto...

Ho pianto come una bambina, il mio groppo in gola mi ha impedito persino di respirare :'(
Un libro eccezionale, così come la tua recensione! Complimenti **

foschia75 ha detto...

Ciao Aria91, grazie, perché i tuoi complimenti e le tue sensazioni sono molto importanti per alimentare la nostra passione che mettiamo in questo nostro "diario di bordo". Spero tornerai a leggerci quando avrai bisogno di un'idea da leggere, Anna.

sara ha detto...

Io ho appena finito di leggerlo mi ha davvero spezzato il cuore. Non riesco ancora a capire se l'ho adorato o avrei preferito nn leggerlo un po come la giovane Lou di fronte a tutto quello che ha vissuto in quei soli sei mesi della sua vita. Capisco alla fine di tutto il motivo per il quale Will ha compiuto la sua scelta, ma nn posso assolutamente dire che sono daccordo. Dall'incidente la sua vita è cambiata drasticamente è diventata una persona completamente diversa, agli antipodi di chi era prima, era ovvio che non avrebbe mai piú potuto continuare tutto come una volta. L'unico modo era ricominciare da zero una vita completamente nuova con un nuovo modo di vedere le cose, proprio lui che è riuscito ad aprire cosí tanto gli orizzonti di lou non è mai riuscito ad accettare e dimenticare la perdita di tutto ció che era stato è vero il futuro che gli si prospettava non era certo un paradiso ed è per questo che non me la sento di criticare, aveva una scelta ed ha fatto quello che pensava migliore per se..

sara ha detto...

Non è una storia d'amore , perche per come la vedeva lui la sua vita era gia finita il giorno dell incidente, è una storia che insegna a pretendere di piu dalla vita a non trascorrere passivamente un giorno dopo l'altro ma che bisogna inseguire i propri sogni per costruirsi una vita che si ami.

foschia75 ha detto...

Cara Sara, questo è uno di quei libri che ti lasciano annichilita per l'intensità delle sensazioni lette e sentite.... continui a pensarci per giorni, anche dopo averlo chiuso....io ho singhiozzato sotto le coperte fino a notte fonda

Ilaria Goffredo ha detto...

Wow, come l'hai descritto tu trasmette già emozioni... voglia di leggerlo :D

Laila71 ha detto...

ho finito ieri notte il libro , anzi l'ho divorato...che dire..ho il cuore spaccato..una storia disarmante, intensa,bellissima, ho riso, ho pianto (miei figli mi guardavano e' pensavano che la loro mamma fosse uscita fuori di testa!),avrei gradito ,giusto per soddisfare la mia vena romantica, qualche bacio in più, ma va' bene cosi.Anche io non mi sento di criticare la sua scelta,ma ho apprezzato il coraggio di Lou di accompagnare l'amore della sua vita sino alla fine.
"Vivi bene.Semplicemente ,vivi"
Laila

foschia75 ha detto...

Cara Laila. il potere di questo libro sta proprio nell'ineluttabilità, nell'impossibilità di decidere al posto di chi amiamo... la vita più potente dell'amore... bello, bello, bello, una lettura che non si può consigliare.... è lei a sceglierti.. Se non hai letto Danzando sui vetri rotti... potrei consigliartelo... anche lì le lacrime sono di rigore...

Laila71 ha detto...

Grazie Foschia per il consiglio, lo leggero'sicuramente, ma dopo un intermezzo con un libro frivolo...sono ancora in convalescenza.. mi devo riprendere!!!!
Un abbraccio
Laila

Vale ha detto...

Appena finito di leggere tra i lacrimoni.E' uno di quei libri che fanno male ma da cui non riesci a staccarti,e speri fino alla fine che gli eventi subiscano una deviazione, ma poi capisce che non accadrà e inizi a piangere in anticipo. Colpisce duro questo libro,bravissima l'autrice, sono questi i capolavori che dovrebbero vendere milioni di copie a mio avviso.Non ci sono parole per descrivere come ha saputo rendere magistralmente dialoghi,sensazioni,odori.
Ho"detestato"Will per quella possibilità non concessa a Luo...l'amore non sempre basta. Purtroppo sono un'inguaribile romantica e mi piace invece crederlo.