martedì 11 marzo 2014

BLOG TOUR LA MELODIA DELLE PAROLE DI LACRIME DI CERA di Liliana Marchesi SETTIMA E ULTIMA TAPPA


Cari lettori, siamo giunti alla tappa conclusiva del Blogtour che ha accompagnato l' uscita dell' ultimo sorprendente e coinvolgente lavoro di Liliana Marchesi; un paranormal romance articolato che coniuga l' intreccio romantico con atmosfere inquietanti e fantascientifiche in un susseguirsi di colpi di scena e di dolci interludi. Se ancora  non avete avuto modo di approfondire la conoscenza di questo romanzo, potete approfittare della recensione  per farvi un' idea generale;  se intendete proseguire senza indugio fino alla stazione terminale del Blogtour, sappiate che state per gustare un assaggio dello stile dell' autrice, della sua carica emotiva e della sua sensibilità per i dettagli.  




Questo brano è tratto  da uno dei momenti clou di Lacrime di Cera, e come nelle altre tappe del viaggio  è stato ispirato dall' ascolto di un pezzo musicale che  ha accompagnato l' autrice nel processo creativo.

" Quando lo vidi il mio cuore si fermò per un istante.
Non lo avevo mai immaginato nei panni di un Sovrano con indosso un abito elegante e delle scarpe lucide, ma persino ora che lo avevo di fronte in quella veste, mi era impossibile vederlo come tale.
Una povera cameriera doveva aver tentato inutilmente di domargli i capelli castani che, seppur meno arruffati di prima, mostravano comunque il loro desiderio di libertà. Il colletto della redingote nera dai profili argentati era rimasto aperto, consentendo a Chris di mantenere intatta l'aria da ragazzaccio incline a trasgredire le regole.
E che dire del suo sguardo?
Nei suoi occhi scuri come le tenebre, dove la rabbia e l'odio per ciò che stava accadendo bruciavano inesorabilmente, brillava una stella di luce.
Se mai un giorno avessi deciso di sposarmi, quello era lo sguardo che avrei voluto scorgere sul volto del mio sposo mentre attendeva il mio arrivo all'altare. Uno sguardo illuminato dal sentimento, dalla passione, dal desiderio e dall'amore."


La canzone a cui è abbinato è The right man,  un brano toccante e romantico, enfatizzato dalla potenza vocale di Christina Aguilera; chi come me sa  in quale punto del racconto è collocato questo estratto, probabilmente concorderà sul fatto che si accordi alla perfezione all' intensa drammaticità degli accadimenti.
Cos' altro aggiungere? Forse è saggio interrompersi qui per lasciare spazio alle sensazioni date dalle parole di Liliana Marchesi e dalla musica che le hanno suggerite.

Buona lettura   e buon ascolto!!!

1 commento:

Teresa Macchia ha detto...

Un bellissimo estratto e Cris e'un manifico sovrano .le sensazioni di Camille mi sono entrate nella pelle brava Liliana Marchesi!