mercoledì 28 dicembre 2016

E INFINE LA BESTIA INCONTRO' BELLA Viviana Giorgi Recensione


Con Bella, in un paio di giorni, era fuggito in modo rocambolesco da un ospedale, si era divertito come un matto davanti a un vecchio film senza neppure finire in posizione orizzontale, aveva mangiato torta di mele e percorso centinaia di chilometri con lei alla guida, nonostante lui detestasse le donne al volante. E, da non dimenticare, aveva ballato un lento come se da quello fosse dipesa la perpetuazione della specie umana, ma senza compiere, alla fine del ballo, il necessario perpetuare la specie.
Sono iniziate le  sospirate ferie e ho scelto il modo migliore per inaugurarle: mi sono messa comoda, ho acceso il mio ereader e..  fregandomi le mani e sospirando soddisfatta di continuo, mi sono bevuta d’ un fiato il nuovo sensuale, glicemico, ironico rosa di Viviana Giorgi. Il bilancio? Non avrei mai voluto che finisse!

Emma Books 
E INFINE LA BESTIA INCONTRO' BELLA 
VIVIANA GIORGI 
Genere: rosa contemporaneo 
Pagine: 364
Prezzo ( solo ebook): €  4.99
QUI il link Amazon all' acquisto  

 La Trama
Avviso ai possibili lettori: questo è un romance, ovvero un romanzo rosa, e come tale può giovare altamente alla vostra salute. 

Nella sua nuova commedia romantica Viviana Giorgi ci riporta a Hope, Wyoming – lo stesso villaggio di Tutta colpa del vento e di un cowboy dagli occhi verdi – che diventa così lo sfondo ideale per un omaggio ironico e sensuale a La Bella e La Bestia, la sua fiaba preferita.
Ray predatore Raider, attaccante di punta degli Ice Breakers di Denver, è un uomo arrabbiato, più furioso di una bestia feroce chiusa in gabbia. E non che non ne abbia ragione. In un assurdo incidente automobilistico non solo si è fracassato un ginocchio, cosa che non gli permetterà mai più di stringere un bastone da hockey, ma ha pure investito un bambino. Il piccolo giace ora in coma in un letto di ospedale e lui darebbe anche l’altro ginocchio perché si risvegliasse…
Bella Satton scrive di moda sulle pagine del “Tribune” di Denver, ma non ne può più di abiti e stilisti. Così, quando il direttore le offre di prendere parte alla misteriosa Operazione Grande Fratello, lei accetta senza pensarci troppo: in un periodo in cui la privacy di tutti è minacciata da un onniveggente occhio digitale, Bella dovrà letteralmente sparire per un mese e dimostrare così che chiunque può trasformarsi in un’ombra invisibile. Ci riuscirà?
Viviana Giorgi scrive come noi respiriamo e i suoi romanzi sono un’oasi fresca nelle nostre vite caotiche, senza per questo diventare storielle da poco. Niente affatto! Sono un puzzle in cui ogni elemento s’incastra alla perfezione con gli altri, dimostrandoci una volta di più che l’autrice ha in pugno le sue storie e le nostre menti.” Babette Brown (Babette Brown legge per voi)

Opinione di Charlotte
Il rimando a una delle fiabe che più solleticano l' immaginario  delle sognatrici, una caratterizzazione femminile che fin dalle  prime righe dà il benvenuto all’ empatia e all' identificazione totale con una donna sagace, maldestra, un po’ incosciente e fondamentalmente insicura : elementi che  costuiscono  il biglietto da visita di un romance di quelli “ ciccioni”, golosi come un barattolo di Nutella,  consapevole  indigestione di zucchero senza effetti collaterali. Una full immersion in un oceano di  tutto quello che a noi lettrici rosa piace di più, e che culmina nel tratteggio di Lui, il predatore, e del luogo da cui egli proviene, il Wyoming degli stivali da cowboy e degli chalet che promettono intimità,  fuoco rovente , aria di casa. Una location  che le affezionate di Viviana avevano già avuto modo di conoscere  nel romanzo Tutta colpa del vento ( e di un cowboy dagli occhi verdi)  ,e che qui assume nuove tonalità, diversi significati, confermando tuttavia  la sua natura ficcanaso,  galeotta e ruffiana.
Viviana è sempre la stessa:  vivace, sottile, estremamente comunicativa. Eppure questo libro  ha delle peculiarità che lo rendono più drammatico  di altri suoi lavori   : Ray è un personaggio inusualmente tormentato  per i canoni dell’ autrice, un uomo braccato dai sensi di colpa ,  maschio alfa – e che alfa!- contraddistinto anche da  fragilità e difficoltà  che lo rendono scontroso e  al contempo eccitato come un adolescente,  mentre percorre il cammino che lo vede   legarsi al suo elfo misterioso.
Un po’ Bobby Tom  un po’Cal Bonner,   Ray ricorda con la sua prestanza, la sua fama da tombeur de femmes  e il suo caratteraccio da cavernicolo,   gli esemplari della fauna Phillips – autrice più volte citata nel libro  -,  che tanto fanno palpitare i nostri cuori: uomini refrattari alla dolcezza e alla coppia  che capitolano di fronte all’ amore ,  sex symbols che il  candore  associato al  vigore  rende irresistibili all’ ennesima potenza.  Così tratteggiato, Ray  è il  contraltare perfetto di una donna curiosa e frizzante, che con la sua personalità non convenzionale e il  suo doppio gioco condotto tra dubbi e rimpianti , infonde al romanzo un alone di mistero, in  un percorso ambiguo e determinato  che la porta   a rischiare di perdere tutto quel che per lei conta  . Le immancabili  citazioni di film epocali fanno il resto,  e sono veri e propri tocchi gustosi  e maliziosi, che strappano sorrisi spontanei  e aumentano la complicità con la lettrice.
E infine la Bestia incontrò Bella è un romanzo che rinfocola l’ ormone e  rosola a fuoco lento , senza far piombare  chi legge  nell’ ansia del tira e molla forzato: corteggiamenti, litigi, avvicinamenti, reunion con vecchie conoscenze, avvengono in modo avvincente, da batticuore,   eppur lineare  . L’ immaginazione della lettrice vaga tra sensualità e sentimenti,  a bearsi di un legame che si basa sull’ intesa  fisica vissuta  tra le fiamme della passione,   ma più spesso sulla lenta  e tenera anticipazione , sulla scoperta graduale  di  bisogno e attaccamento,da stemperarsi in una risata complice e magari nelle performances  di un terzo incomodo dalle fattezze canine.
Un rosa imperdibile e scacciapensieri, un " cinque stelle superior", che ancora una volta esemplifica  la classe, l' abilità, le  qualità umane di Viviana Giorgi. Per me, irresistibile.

Di Viviana Giorgi Sognano tra le Righe ha recensito anche:

La serie storica
Un amore di fine secolo - recensione QUI
La Traversata. Un amore di inizio secolo - recensione QUI
Un amotre di inizio secolo - Di nuovo insieme - recensione QUI

 
Tutta colpa del vento ( e di un cowboy dagli occhi verdi) - recensione QUI
Vuoi vedere che è proprio amore?   - recensione QUI
La brutta e cattiva - recensione QUI
Alta marea a Cape Love - recensione QUI
L' Autrice 


Amante dei bassotti e dei gatti rossi, Viviana Giorgi scrive per lo più commedie romantiche contemporanee, ma ogni tanto si lascia tentare anche dal lato più sorridente e vivace del romance storico, suo primo indimenticato amore. Le sue eroine? Che vestano in jeans o in stile impero sono donne forti, determinate a farsi strada nella vita, a volte anche a scapito dell’amore (ma il lieto fine è sempre assicurato). I suoi eroi? Gloriosamente da sballo. Perché… se si deve sognare, meglio farlo alla grande, no? Visitate il suo sito – vivianagiorgi.it – e la sua pagina FB – http://bit.ly/2gFl935 – La trovate anche su Twitter e su Goodreads!

2 commenti:

Viviana Giorgi (Georgette Grig) ha detto...

Grazie Sognatrici tra le righe, grazie Charlotte per questa recensione che mi fa arrossire.
Un regalo di Natale inatteso e per questo ancora più gradito.
A voi Sognatrici e alle amiche del vostro bellissimo blog auguro un Nuovo Anno fantastico.
Un abbraccio
Viviana

Charlotte Sognandotralerighe ha detto...

Cara Viviana, il dilemma che mi sto trovando ad affrontare è: cosa leggere adesso..?:-) Un 2017 fantastico anche a te, a Emma Books, a tutte le autrici che con il loro lavoro rendono speciale il rosa italiano! A sommo beneficio di noi golose lettrici.. Un abbraccio