lunedì 18 gennaio 2016

DOPPIO VELO S.M.May #4 Lara Haralds the Strange Matchmaker Recensione

Ma tu lo sei Lara, una voyeur pasticciona con molti problemi non risolti con il sesso opposto, etero o gay non importa. Peggio, rettifico quanto ho appena detto, tu hai problemi non risolti con ogni individuo in genere. Tu hai problemi. Punto. 

Lara Haralds è tutto quello che mancava. Pasticciona, impicciona, guardona, amante del lieto fine e carica di buoni propositi verso il prossimo. Ha tanta buona volontà e altruismo, quando si tratta di entrare nelle vite degli altri, solo che lei lo fa come un ariete, anche se in buona fede.
S.M.May ha creato una serie irresistibile, una commedia ironica e romantica, un'eroina imperfetta ma tanto, tanto amabile. In realtà S.M.May scrive Romance gay in modo unico e magistrale. Sarebbero assolutamente adatti a quelle lettrici che ancora non hanno avuto la motivazione giusta per dare una change a questo genere.
Spero con tutto il cuore che l'autrice continui a scrivere di Lara, magari con una nuova serie parallela, non posso pensare di non avere più la possibilità di sbirciare nella caotica vita di questa donna incompresa!!! Lara è un personaggio unico, di cui si sentirà assolutamente la mancanza.


SELF PUBLISHING


DOPPIO VELO
S.M.May

Editore: S.M.May
Genere: Romance gay
Pagine: 307
Prezzo:  8,84
Ebook:  1,99


Trama

Finalmente il gran giorno è arrivato: Lara Haralds sta per convolare a giuste nozze con il suo fidanzato, il sexy-stagionato Kean Morgan senior, trasformandosi così da squattrinata editor e scrittrice emergente a signora della buona società, con un ricco bouquet di carte di credito e un uomo innamorato a sua disposizione. E’ il sogno di una vita che si avvera. Peccato però che anche il suo figliastro Kean junior e il compagno, Nathan Cleni, abbiano avuto la stessa idea, e che una cerimonia a quattro cominci a risultare parecchio complessa da organizzare. Senza contare che l’incedere nella navata centrale della chiesa potrebbe incontrare continui ostacoli: dai membri di un gruppo politico oscurantista a un padre della sposa molto protettivo, passando per un chirurgo abbronzato che colleziona auto da corsa e che ha messo gli occhi su un certo meccanico, sino a uno spregiudicato industriale svizzero che ha deciso di dare la scalata alla Morgan Pharmaceuticals e, forse, anche al cuore del giovane manager che siede nel consiglio d’amministrazione. Ci sarà tempo, spazio e coraggio per arrivare a questo sospirato doppio matrimonio? Una storia eroticamente ironica, tra complotti familiari e intrighi aziendali, dove ancora una volta Lara dovrà utilizzare tutta la sua formidabile esperienza tattica per guidare l’amore, il suo e quello degli altri, in tutte le giuste direzioni. 



Opinione di foschia75


Una relazione con qualcuno è come calpestare una merda per strada. Ci capiti sopra per caso, ma poi non puoi più tirare dritto facendo finta di niente. Come le scarpe non ritornano lucide da sole, così l'affiatamento richiede fatica. Prima ti devi sporcare, devi puzzare, devi fregare e togliere le croste per ottenere qualche risultato.
Prof. Terence Foreman




Ma quanto mi esalto quando leggo un romanzo che tocca la perfezione?
Sono davvero, davvero felice di aver letto e amato questa serie, che in quest'ultimo capitolo, tocca l'apice della qualità stilistica e narrativa!


Quarto romanzo della serie Lara Haralds la guardona. Sapere che con questo lieto fine, si chiude una serie che amo alla follia, mette un po' di nostalgia e tristezza. S.M.May scrive romanzi che rimangono a lungo nel cuore e nell'immaginario del lettore, plasma personaggi difficili da dimenticare, e sfodera uno stile unico e impeccabile.
Leggere Doppio velo non è stato solo uno spasso a livello emotivo, è stato anche una bella immersione nella buona narrativa, un viaggio nell'eccellente italiano. Non c'è una virgola fuori posto, e questa cura, mi esalta e spinge a sostenere la qualità del selfpublishing, che sempre più spesso merita quanto e più, di romanzi "famosi". Tra le autrici degne di attenzione, c'è S.M.May, che oltre a scrivere da paura, crea situazioni e siparietti adorabili, ma anche momenti di struggenti emozioni. Leggere Romance gay così brillanti e frizzanti è il giusto modo per approcciare a questo genere spesso snobbato. 
In questo quarto capitolo, assisteremo ai preparativi di un doppio matrimonio tanto atteso, con luci e ombre sulla vita di Lara e di tutti i personaggi che abbiamo conosciuto e imparato ad amare romanzo dopo romanzo. Non mancheranno neanche l'irresistibile quanto ostile Professor Foreman e il suo gentile boscaiolo. Insomma avrete la possibilità di ritrovare tutti i personaggi della serie. Dalla originale quanto indisponente editor di Lara, alla gatta guardona, del Professore.
In questo romanzo, molti nodi verranno al pettine, e non è mica detto che il lieto fine sia così scontato. Anche la nostra indomita mina vagante Lara, dovrà cercare di fare sia da cuscinetto, che da collante, in mezzo a tantissimo "testosterone in agitazione". Riuscirà a realizzare il suo sogno, e vedere felici gli uomini che le stanno intorno?
Anche quando tutto sembra ormai stabilito, anche quando il lieto fine sembra l'unica svolta possibile, certe scelte, potrebbero delineare scenari diversi e inattesi.
Tutti i personaggi saranno chiamati a rispondere dei propri errori e difetti, soprattutto quelli capaci di ferire chi si ama. Tutti sbagliamo, tutti abbiamo diritto a una seconda possibilità, ma non dobbiamo mai dare l'amore per scontato, non possiamo pretendere di avere l'amore incondizionato dell'altro, senza lavorare sodo su dedizione e rispetto. 
Questa bellissima serie Romance gay, non ha nulla da invidiare al romance canonico, anzi, dimostra quanto l'amore sia universale, quanto il romanticismo e la sensualità possano essere protagonisti nel panorama maschile come in quello femminile. Nathan e Kean sono due amanti innamorati, ma necessitano di una scossa, per capire quanto sia forte il loro legame, se siano pronti a impegnarsi per la vita. Allo stesso modo assisteremo all'evoluzione dell'amore tra Lara e Kean senior, alle insicurezze della nostra amata protagonista che sul più bello emergono a tormentarla e metterla alla prova. Anche lei ha bisogno di mettere in discussione tutte le sue certezze e i suoi limiti, per poter capire se il passo che vuole tanto fare, sia in fondo quello giusto. 
Una serie che rileggerò fra qualche tempo, quando avrò bisogno di sorridere e sentirmi partecipe di un'atmosfera originale e frizzante, con una protagonista unica e irresistibile, che arriva dritto al cuore.
Rinnovo i miei più vivi e sinceri complimenti a S.M. May, per la perfezione di questo romanzo e dei precedenti, per la dedizione che ha dimostrato verso questa serie e i suoi personaggi, intrecciando tutti i libri in modo ineccepibile, senza la minima sbavatura. Brava, brava davvero.
Una serie consigliata a chi è ancora diffidente verso il romance gay, iniziate il vostro viaggio sperimentale da Lara Haralds, non ve ne pentirete!!! 



L'autrice


S.M. May vive nel nord-est d’Italia, cercando di trovare il giusto equilibrio tra lavoro, famiglia, letture e scrittura. Alcune cose le riescono bene, altre meno. Però tutte sono fatte con passione.
Come il suo personaggio di Lara Haralds, è una devota fanatica del lieto fine, e in una sua maniera contorta, molto contorta, cerca sempre di dirigere anche gli altri verso quella direzione.
Potete seguirla sulla pagina Facebook (S.M. May - Books & Works) oppure scrivere a sm.may.books@gmail.com.



La serie “Lara Haralds – The Strange Matchmaker”: 

1) CAMBIO GOMME  (recensione QUI )
2) NEVE FRESCA (recensione QUI ) 
3) GHIACCIO SALATO (recensione QUI ) 
4) DOPPIO VELO


Nuvole - romance gay  (recensione QUI )
Good references (romance contemporaneo)



Ringrazio S. M. May per avermi dato fiducia, per avermi fatto leggere l'intera serie.
Continua a stupirmi, ti prego!

1 commento:

SM May ha detto...

Cara Foschia, la tua non è una recensione ma un vero agguato alle spalle, per sorprendere una tenerona che si è davvero commossa. Sono felice che ti sia piaciuto questo episodio, sono felice che tu abbia colto la metafora saporita di Foreman a proposito dell'amore, e ancor più soddisfatta che tu abbia notato la forma al di là della sostanza. Forse è una banalità, ma io mi impegno anche per dosare la giusta virgola, per trovare l'aggettivo più calzante, per eliminare la ripetizione nel giro di poche pagine. Vedere che qualcuno apprezza il mio sforzo, mi ripaga del tempo che ci investo. Quindi grazie davvero. Snif, snif :)