venerdì 17 gennaio 2014

OLTRE I LIMITI di Katie McGarry - recensione in anteprima

Oggi sono qui a parlarvi di quello che, temo, sarà il libro più bello che leggerò quest'anno; perchè nonostante io sia una lettrice che si lascia coinvolgere e trasportare dai tanti libri belli che legge, difficilmente troverò a breve qualcosa che mi emozioni, mi tocchi e mi entusiasmi come è successo con Oltre i limiti. Un new-adult intenso, vibrante, profondo intriso di passione e dolcezza. Un concentrato di emozioni, sentimenti e argomenti potenti capaci di sciogliere il cuore, scuotere l'anima e farla volare. Difficilmente dimenticherò i due protagonisti, le loro storie personali che si intrecciano e il loro amore. Due ragazzi speciali, ma anche come ce ne possono essere tanti, che riescono a trovare la forza necessaria per lasciarsi il proprio difficile passato alle spalle, andare oltre i propri limiti e crearsi un nuovo futuro. Insieme.
Se sono i forti palpiti del cuore quelli che cercate in una lettura, sentimenti che abbiano spessore e protagonisti con tanto da dire - e da insegnare - allora non potete proprio farvi sfuggire il romanzo di Katie McGarry, in uscita per
De Agostini il 21 Gennaio
Lo adorerete. E vi lascerà un segno!


OLTRE I LIMITI
di Katie McGarry

IN LIBRERIA DAL 21 GENNAIO

editore: De Agostini
pagine: 432
prezzo: 14.90 euro
Rilegato
eBook disponibile
( 1° libro Serie "Pushing the limits" )


Trama

Nessuno sa cosa sia successo a Echo Emerson, la ragazza più popolare della scuola, la notte in cui le sue braccia si sono coperte di cicatrici. Nemmeno lei ricorda niente e vuole solo ritornare alla normalità, ignorando i pettegolezzi e le occhiate sospettose dei suoi ex-amici. Ma quando Noah Hutchins - il "bad boy" del quartiere - irrompe nella sua vita con la sua giacca di pelle, i suoi modi da duro e la sua inspiegabile tenerezza, il mondo di Echo cambia. All'apparenza i due non hanno nulla in comune, e i segreti che custodiscono rendono complicato il loro rapporto. Eppure, a dispetto di tutto, non riescono a fare a meno l'uno dell'altra. Dove li porterà l'attrazione che li consuma e che cos'è disposta a rischiare Echo per l'unico ragazzo che potrebbe insegnarle di nuovo ad amare?


La mia opinione

"Normalità.
Lei voleva un po' di normalità.
E anche io"

Questa è la storia di una ragazza che aveva perso la voce e poi l'ha ritrovata. Questa è la storia di un ragazzo che aveva perso la famiglia e l'ha ricostruita. Questa è la storia di due ragazzi che si sono innamorati e si sono presi per mano per costruire il loro futuro. 
Ma è anche una storia di segreti da scoprire; di ricordi da recuperare, di traumi da superare. Una storia di amicizia; di fiducia; di crescita.
Una storia di perdono; che può arrivare attraverso percorsi diversi, in svariati modi e forme, ma è essenziale per rendere davvero libero un essere umano.

Dopo averne letti diversi - praticamente tutti quelli usciti finora in Italia, posso serenamente affermare che quello che vogliono etichettare come genere New-Adult mi calza alla perfezione. Mi piace, lo apprezzo. Mi regala non solo momenti di piacevole lettura di evasione ma anche intense emozioni collegate non solo alle appassionate storie d'amore che raccontano ma anche alla frequente presenza di argomenti "scottanti", toccanti e difficili su cui spingono a riflettere.
Sono completamente pazza di Oltre i limiti.
E' un libro superbo; meraviglioso. 
Forse il più bello che ho letto finora, insieme ai due titoli della Hoover, perchè meglio di tutti sa miscelare una stupenda storia d'amore ad una storia di vita "devastante" da cui però, passo dopo passo, tutti i personaggi riescono a trarre del buono per vivere un futuro diverso. Migliore.

Echo è una ragazza traumatizzata. Non riesce a dormire, continuamente tormentata dagli incubi e soprattutto non riesce a ricordare cosa le sia successo. Ha solo quelle grosse cicatrici sui polsi - che si preoccupa costantemente di nascondere - a testimoniare un qualcosa di orrendo di cui però la sua memoria non conserva alcuna traccia. I pettegolezzi e l'atteggiamento delle persone che un tempo reputava amiche di certo non l'aiutano a riappropriarsi della vita "normale" che dovrebbe vivere una ragazza della sua età.
Suo padre è un maniaco del controllo; ha una matrigna che odia - pergiunta incinta - e che vede come responsabile del divorzio dei suoi genitori; il suo adorato fratello Aires è morto in Afganistan e sua madre ha dei seri problemi psichiatrici.
Una delle cose più sconvolgenti è che tutte le persone intorno a lei sanno la verità; sanno come siano andate le cose. Ma nessuno parla; nessuno le spiega. Ognuno ha qualcosa da nascondere e da proteggere. 

Noah è all'apparenza un vero bad boy ma sotto una corazza di aggressività e menefreghismo è ben altro. Sballottato da una famiglia affidataria all'altra dopo la morte prematura dei suoi genitori in un tragico incidente domestico, è stato separato dai suoi fratelli più piccoli che è più che mai intenzionato a "riprendersi". Il suo aspetto minaccioso è solo una facciata perchè in realtà è dolce, premuroso e sensibile. Talmente sexy e conturbante da far nascere pterodattili invece che farfalle nello stomaco!

Echo e Noah sono dovuti crescere in fretta, prendendo decisioni che non spettavano a ragazzi della loro età.

"Avevo il terrore di muovermi, respirare, persino di esistere al momento.
In tv i ragazzi venivano sempre dipinti come felici, sereni.
Echo e io non avremmo mai avuto una vita del genere.
I miei genitori erano morti,
ero stato fottuto da un sistema che avrebbe dovuto proteggermi.
E lei... lei era stata tradita da chi avrebbe dovuto dare la vita per difenderla."

Ad aiutarli nel loro percorso, uno dei miei personaggi preferiti del romanzo: la Signora Collins. Un vero e proprio angelo custode che con la sua umanità più che con le sue "tecniche psicologiche" sarà un vero angelo custode per Echo e Noah e sarà quella che più di ogni altro li aiuterà a ritrovare se stessi e quella forza interiore per andare oltre i limiti. Li farà ragionare con semplicità, li guiderà a loro "insaputa", quasi con affetto materno, verso la strada giusta per permettergli di ottenere autonomamente quello che realmente è giusto per loro stessi, non soltanto a realizzare quello che vogliono.
Ed è proprio lei - più o meno volontariamente - a "metterli insieme".

"Mi dispiace ... per tuo fratello."
"Grazie" mormorò lei con tono spento.
"Non andrà meglio." le dissi "Il dolore.
Le ferite si cicatrizzeranno e non sarà sempre come se
un coltello ti stesse squarciando dentro.
Ma quando meno te lo aspetti, il dolore ricomparirà per ricordarti che non sarai mai più la stessa."
Perchè le stessi dicendo una cosa del genere, non ne avevo idea.
Forse perchè era la prima persona che avevo incontrato dalla morte dei miei genitori che poteva davvero capire.
Guardai la luce al neon che pulsava dal soffitto.
Accesa. Spenta. Accesa. Spenta.
Avrei tanto voluto trovare un interruttore per spegnere quel dolore.
Una carezza delicata mi riportò sulla Terra.
O forse mi mi spedì dritto in Paradiso.
In ogni caso mi strappò dall'Inferno.

E quella che leggerete raccontata dalle voci alternate di Echo e Noah, ve lo assicuro, sarà una delle storie d'amore più belle che vi sia mai capitata. Questi due ragazzi mi hanno fatta sciogliere. Mi hanno fatto sentire la forza della vita. L'energia e l'elettricità della passione. Echo è una Sirena per Noah e Noah un faro per Echo, la ragazza per cui vale la pena prendersi un impegno.

Noah si sfilò la giacca di pelle nera e me la passò attorno alle spalle.
"Come pensi di darmi ripetizioni se ti becchi una fottuta polmonite?"
Inarcai un sopracciglio.
Che combinazione insensata di gesti romantici e parole volgari.
Mi strinsi nella giacca, resistendo all'impulso di chiudere gli occhi
quando mi avvolse un dolce profumo di muschio.
...
Lui rise. Mi piaceva la sua risata profonda.
Mi solleticava dentro. "Sei strafatto."
Perchè nessuno da sobrio mi avrebbe trovata carina,
specialmente dopo aver visto le mie famigerate cicatrici.
"Non ancora ma è questione di minuti. Vuoi venire?"
Non mi serviva la lucidità per questa risposta.
"No, sono affezionata ai miei neuroni. li trovo utili per...
oh, non so... pensare."
La sua espressione furba mi strappò un sorriso.
Non quello di circostanza che ero abituata a sfoderare,
quello vero. Il mio.
"Buffo." Con un movimento fulmineo,
appoggiò entrambe le mani alla parete, imprigionandomi con il corpo.
Si sporse verso di me e il cuore iniziò a palpitare
a un ritmo che non conoscevo.
Il suo respiro ardente mi accarezzò il collo,
scaldandone la pelle fredda. Inclinai appena la testa
aspettando si sentire il calore del suo corpo solido sul mio.
Riuscivo di nuovo a vedere i suoi occhi. Erano famelici.
"Ho sentito dire una cosa." 
"Cosa?" mi sforzai di chiedere.
"E' il tuo compleanno."
Se avessi aperto bocca avrei spezzato l'atmosfera,
così mi limitai ad inumidirmi le labbra e annuii.
"Auguri." Noah avvicinò le labbra alle mie
e il dolce odore di muschio mi invase i sensi.
Ero sul punto di sentire il suo sapore, quando - a sorpresa -
fu lui a fare un passo indietro. 
L'aria fredda mi diede una bella spinta verso il mondo dei sobri.
Lui si passò una mano sulla faccia prima di dirigersi verso la staccionata.
"Ci vediamo in giro, Echo Emerson."


Ma Oltre i limiti è anche una storia d'amicizia.
Questo importante legame umano è analizzato sotto tanti aspetti e da vari punti di vista. Sia Noah che Echo hanno le loro "cerchie", i loro punti di riferimento. Quelli di Noah sono amici quasi fraterni; magari cattive compagnie sotto certi aspetti, ma Beth e Isaiah sono sempre presenti, sinceri e disinteressati. Il discorso è molto diverso invece per Echo che dalle sue amiche è stata abbandonata, incompresa e giudicata. Andava tutto bene finchè era popolare, spensierata, "uguale" a loro. Poi le cose sembrano cambiate, almeno in parte, e una volta che Echo ha provato a riemergere e ad integrarsi nuovamente nel "gruppo". Lila e Natalie avranno atteggiamenti molto diversi l'una dall'altra e daranno un vero senso al loro essere "amiche"e si scopriranno persone molto diverse.

Va beh.. poi non posso esimermi dal dire due parole su dei personaggi sì marginali ma molto importanti ed emozionanti all'interno della storia: Tayler, Jacob e i loro genitori affidatari: Carrie e Joe.
Mi sono davvero commossa e la loro presenza ed i loro insegnamenti impreziosiscono tutto il romanzo.

Quello di Terry Mc Garry è un libro che mi ha toccata nel profondo. Mi ha  coinvolta totalmente con la sua trama densa e "visiva". Non sono stata una semplice spettatrice ma attrice a tutti gli effetti di questa storia di cui ho scoperto pian piano i segreti e gli sviluppi, e che mi ha regalato delle sensazioni fortissime. Momenti di grande commozione ma anche tanta speranza e la consapevolezza che, se si vuole, si può trovare il coraggio di lasciare il passato alle spalle - per quanto apparentemente insormontabile - per crearsi un nuovo futuro. E ha ricordato a me stessa che il perdono è probabilmente la più grande forma di libertà.

Sono molto felice che la De Agostini abbia portato in Italia un romanzo di questo tipo. Spero che sempre più decidano di pubblicarne, su questa scia e che esca anche persto il secondo libro della serie. Ringrazio con tutto il cuore Valentina e Francesca che mi hanno dato la possibilità di leggerlo in anteprima.




e oltre!!!!....

La Serie "Pushing the limits"

1 - Oltre i limiti - Pushing the limits
1,5 - Crossing the line ( protagonista Lila )
2 - Dare you to ( protagonista Beth )
3 - Crash into you ( protagonista Rachel )
4 - Take me on  IN USCITA MAGGIO 2014 ( protagonista Haley )

L'Autrice


Katie Mc Garry è appassionata di musica, degli "…e vissero tutti felici e contenti", e dei reality. Adora scrivere con l'inchiostro colorato, soprattutto rosa e viola, ed è una tifosa della squadra di basket dell'Università del Kentucky… anche se non lo ammetterà mai. Le piace conoscere i pareri dei suoi lettori. Seguila sul suo sito web www.katiemcgarry.com o diventa fan della sua pagina Facebook

15 commenti:

Cioci X ha detto...

waoooooooooo anche qst nn vedo l'ora di leggerlo grazie cara x la bella recensione <3

alessia marinaro ha detto...

belissimissima recensionee oddiooooo voglio leggerlo anche iooo ma nn ho caspito xke ai titoli degli altri libri ci sono scritti altri protagonisti ??:):)

Elena ha detto...

L'ho finito ieri e nelle ultime cento pagine ho pianto, non so nemmeno il perché...probabilmente per la scena di famiglia tra Noah, i fratellini e i genitori adottivi. E' un libro stupendo e Noah è ancora più stupendo, Echo mi ha spezzato il cuore :')
Ho già iniziato il secondo e non vedo l'ora di leggere il terzo con Isaiah! *^*

lilia63 ha detto...

Ok messaggio ricevuto...mi vuoi morta! Perchè tu lo sai che queste recensioni che scrivi, stupende a dir poco, sono un'istigazione a delinquere? Ebbene si, io compro cataste di libri e mio marito mi uccide! Scherzi a parte, condivido quello che scrivi sul genere, anch'io lo apprezzo molto e ti dirò non avrei neanche l'età, secondo qualcuno, machissenè! Mi piace soprattutto come vengono affrontate tematiche molto delicate e che spesso facciamo finta che non esistano. Brava!

cooksappe ha detto...

bellissima copertina

sangueblu ha detto...

Smack

sangueblu ha detto...

Ciao! Trovi?!? Mah io non saprei... Di sicuro il contenuto è stupendo! Spero che in libreria questo vestito che gli hanno scelto attiri più sguardi possibili così che lo comprino in tanti!! Merita davvero ed io voglio leggere il secondo!!!!! A presto ;-)

sangueblu ha detto...

Grazie a te!! Torna a dirmi se ti è piaciuto altrettanto! :-)

sangueblu ha detto...

Ciao Alessia! Le storie sono autoconclusive. Gravitano tutte intorno ai diversi personaggi della serie ma hanno ogni volta protagonisti diversi! Buona lettura! ;-) torna a farci sapere se ti è piaciuto!

sangueblu ha detto...

Ciao Elena! Benvenuta! :-) anche io ho pianto come una fontana in quel punto!! Com'è il secondo!? Altrettanto bello? Non vedo l'ora che arrivi in Italia!

Elena ha detto...

Il secondo è bello ma non tanto quanto il primo ma dipende anche dal fatto che già nel primo Beth non mi stava molto simpatica e nel secondo, anche se approfondiscono la sua situazione davvero difficile, a me continua a non stare molto simpatica. Un punto a sfavore è il fatto che Beth fa soffrire moltissimo Isaiah e io lo adoro profondamente. Nel terzo invece c'è proprio Isaiah! Adorabile *-*

Starlight ha detto...

Ho appena iniziato a leggerlo, ho deciso di comprarlo dopo aver letto la tua recensione =) Appena lo avrò finito, se vorrai, ti farò sapere la mia opinione^^ Comunque mi ha già molto presa =)
Un bacione e grazie della splendida recensione =D

sangueblu ha detto...

Ciao Starlight! Grazie! :-) Ma scherzi? Non vedo l'ora di sapere la tua opinione! Ti aspetto! baci

Starlight ha detto...

Mia cara ho finito questo libro ma temo che questo spazio non basti per dirti quello che penso... c'è un modo per contattarti in privato? =) fammi sapere, un bacio!

Starlight ha detto...

La mia opinione qui, se vuoi leggerla e per chiunque voglia darci un occhio =)
Bacione cara! =)
http://starlightfeelings.blogspot.it/2014/02/oltre-i-limiti-di-kate-mcgarry.html