martedì 18 giugno 2013

IO TI SENTO Irene Cao Recensione in anteprima

Secondo appuntamento (atteso da molte) con la italianissima trilogia erotica di Irene Cao che, nel bene e nel male, sta tanto facendo parlare di sé. Chi mi segue sa quanto io tenga al made in Italy e agli autori esordienti ma, sa anche quanto mi inalbero quando si nomina il termine Erotico e lo si associa inconsciamente a Sfumature.
BASTA CON I PARAGONI!!!
 
Non è concepibile confrontare una storia d'amore realistica e appartenente al nostro modo di vivere, con una storia nata dalle ceneri di Twilight e appartenente ad un mondo fittizio, inesistente ormai anche ai piani alti dei grattacieli americani. Torniamo al piano terra, cerchiamo di vivere una sensuale e tormentata storia d'amore ai tempi della crisi, abbiamo bisogno di emozioni e sensualità, meglio se nel nostro bellissimo Paese, con i suoi scorci inconfondibili e inimitabili, perchè nella trilogia di Irene Cao, non inizia e finisce tutto col sesso, ci sono le trascinanti descrizioni delle città che ci rendono famosi nel mondo, di opere d'arte che rendono "ricco" il nostro patrimonio. Leggiamo questa intensa storia d'amore senza voler cercare ciò che non c'è!!!


DAL 19 GIUGNO IN LIBRERIA
(in cartaceo) 
 
 
IO TI SENTO
di Irene Cao
 
Collana: Rizzoli Max
Pagine:  287
Prezzo: 14.90
Ebook (disponibile dal 21/6): 6.99
Brossura
 
 
Trama
 
Una vita senza vizio
è come un libro senza inizio.
Unica regola: non innamorarsi.
Mai.
Dopo Io ti guardo,
come continua il viaggio di Elena e Leonardo
alla conquista del piacere più estremo?
 
 
Opinione
 
Va bene ditemi pure che sono di parte
Ditemi pure che ho creduto troppo in questa trilogia
Ditemi pure che non sono obiettiva.
 
Accetto le critiche...
 
 
Ma vi chiedo due cose fondamentali prima di leggere questo romanzo
1. Non cercate ciò che non c'è.
2. Prendetelo per quello che è: una intensa storia d'amore, che potrebbe succedere a chiunque.
 
Da dove comincio? Forse dal fatto che questa povera autrice, e la sua "creatura", esordiscono già con la spada di Damocle sulla testa, perchè la casa editrice in primis e i giornalisti a ruota, l' hanno già etichettata senza diritto di replica, come la risposta italiana alle sfumature. 
Come se non bastasse, Io ti guardo è stato rivoltato come un calzino, bistrattato, insultato (più o meno velatamente), criticato sotto tutti i punti di vista (preservativi non annoverati, inesattezze ambientali, critiche assurde sui personaggi). Certo questa amara medaglia ha il suo bel rovescio, e cioé che nonostante tutto, tutti ne parlano!!!
Ma perchè accanirsi su una trilogia che non ha mai avuto chissà quali pretese, la sua autrice non ha mai pensato di finire tra i capolavori dell' erotismo mondiale. Ha voluto solo mettersi alla prova, scrivere una storia d'amore che non ha MAI voluto un confronto con le sfumature. Ma vogliamo una buona volta, girare serenamente pagina e leggere di gente come noi, comuni lavoratori con uno stipendio e non con la rendita milionaria?
Questa storia d'amore mi ha conquistata per la sua semplicità e il suo realismo, personaggi che possiamo incontrare sui mezzi pubblici, negli uffici, per la strada. Vite come le nostre, magari un pò più complicate sentimentalmente, ma tra i venticinque e i trent' anni chi non ha avuto una intensa seppur breve storia d' amore che ci ha fatto perdere il sonno (e il senno)? Elena può avere mille difetti, non essere simpatica a tutti, ma è una donna con un lavoro che le piace, una vita sessuale in piena fioritura, la voglia di bruciare velocemente tra i gironi della passione. Leonardo forse è un pò più sfuggente agli occhi del lettore, un uomo che nasconde molto di sè e del suo passato, non si concede se non a singhiozzo, ma di uomini come lui quanti ne possiamo incontrare a quell' età?
Elena è attratta dal gusto del proibito, la prevedibilità che le offre il rapporto con Filippo, la fa sentire inappagata, ha bisogno di soffrire, di desiderare... e tutto questo solo un uomo come Leonardo, disinibito e abituato a non farsi troppe domande, può concederle. In questo secondo romanzo, dopo un inizio tranquillizzante, la vita di Elena è destinata ad avere un altro scossone, improvviso, detonante. Nel momento in cui era sicura di aver voltato pagina e aver trovato il suo spazio e l'amore cortese, un incontro la getta di nuovo nelle acque più agitate.
Ormai di Elena conosciamo quasi tutto, le sue abitudini, il suo modo di pensare, la sua impulsività e le sue innumerevoli insicurezze. Ma possiamo dire di conoscere Leonardo, se non attraverso il giudizio di Elena? In questo secondo appuntamento con lo chef sfuggente, avrete modo di scoprire il lato "oscuro" di questo impetuoso ragazzone, e capirete perchè il sesso è la sua valvola di sfogo, il voler raggiungere e superare il limite, per fuggire da se stesso e dal suo presente.
L'amore e la passione tra Elena e Leonardo ricomincia più intenso che mai, quasi rabbioso, in un gioco quasi perverso, a chi ne uscirà più ammaccato. Elena è convinta di poter gestire la situazione e chiudere questa insidiosa storia in qualsiasi momento, senza rendersi conto di essere stretta tra le spire di un rapporto insano, basato sui sotterfugi, di lei nei confronti di Filippo e di Leonardo nei confronti di Elena... fino alla verità, quella che arriva come una doccia fredda, quella che ti toglie il respiro e ti graffia l' anima. L' uomo che è convinta di avere conquistato tutto per sè, l' uomo che le dice finalmente di amarla e di non poter vivere senza di lei, acquista un volto nuovo, sconosciuto, lontano.
Quando il mondo ti crolla addosso, quando il castello di carte e bugie implode in un attimo.... cosa ti rimane? Un briciolo di  amor proprio, l' orgoglio e.... gli amici, quelli su cui puoi sempre contare. Ma il bello deve ancora venire, il tormento per loro è appena iniziato. Godetevi questa intensa e travagliata parentesi romana, perchè una volta in fondo non vedrete l' ora di sapere come andrà a finire.
 
Vorrei parlarvi della passione che torna più intensa che mai, di tutti gli incontri rubati tra Elena e Leonardo, ma non voglio rovinarvi la lettura, penso solo che quello che leggerete non sia qualcosa di impossibile o così lontano dalla realtà.... a me alcuni passaggi hanno riaperto i personali "cassettini della gioventù spensierata" tra i 20 e i 25 anni...

 

 
 
 
 
L'autrice
 
 
 
Irene Cao nasce a Pordenone poco più di trenta anni fa, ha studiato a Venezia (dove è ambientato Io ti guardo) dove si è laureata in Lettere antiche con una tesi in Storia romana, poi nel 2006 è diventata dottere di ricerca. Ha iniziato a scrivere la trilogia, prima dell' uscita delle Cinquanta sfumature, anche se ammette di averle lette in seguito. A differenza della famosa trilogia d'oltreoceano, la sua sarà incentrata sul sesso, il cibo e l'arte.
 
Ringrazio di cuore Irene per la sua amicizia e umiltà, ma anche per aver creato peronaggi "come noi". Tieni duro!
Ringrazio infinitamente Maddalena e la Rizzoli per avermi concesso la lettura in anteprima.
 

14 commenti:

Nippi Ilaria ha detto...

Bravissima Anna, non solo hai scritto una recensione sentita e bellissima ma doverosa verso chi sente sempre il bisogno di fare confronti inopportuni e bistrattare un lavoro a prescindere. Sono d'accordissimo con te e BRAVISSIMA Irene, ho già messo i tuoi libri sotto l'ombrellone!!!

lilia63 ha detto...

Bravissima come sempre, mi sei proprio piaciuta!
E' ora di dire basta!
(prendo l'ebook....sto mantenendo gli addetti della Giunti!)

foschia75 ha detto...

Grazie Nippi, anche se non potrò mai competere con i tuoi "scorci del cuore".
Cara Lilia, dovrò fare un'indagine sul perchè il primo era a 5 euro e il secondo a 14.90.... ma non dovevano costare tutti 5 euro??? Chiederò speigazioni...
Invece un libro che devi assolutamente leggere è UN CUORE D'ORO della maga Ward..... non riesci a staccarti.... quanto può essere erotico uno sguardo, una carezza sulla guancia... ecc....bellissimo...quando sarà finito sentirò un vuoto pazzesco...

Irene Cao ha detto...

Foschia, ti sarò per sempre grata. Questo blog sta facendo conoscere a lettrici e lettori il vero "sapore" della trilogia che ho scritto.
Un grazie che mi esce dal cuore!
Irene

foschia75 ha detto...

Cara Irene, grazie a te, per averci regalato un sensuale e tormentato rapporto d'amore tutto italiano!!! Continua così, scrivi bene e con intensità!!! Brava!

Anonimo ha detto...

AMORE,AMICIZIA,e....PASSIONE! Dimenticavo:l'ARTE.Complice il venticello che preannunciava un temporale, il romanzo di Irene l'ho divorato!!!!L'ho finito la notte perché non sarei riuscita ad aspettare il giorno dopo.Attendo l'uscita del terzo.Se leggi questo mio commento Irene, ti vorrei dire :brava e affrettati a scriverne altri!
Mariangela da Conegliano

foschia75 ha detto...

Ciao Mariangela, mi fa molto piacere che anche tu abbia apprezzato una storia appartenente alla nostra cultura e vividamente reale... se vuoi posso far avere il tuo commento ad Irene, fammi sapere!!

Anonimo ha detto...

Puoi pure trasmettere il mio commento ad Irene,credo le faccia piacere.Spero che la Rizzoli tenga presente il suo successo per le prossime pubblicazioni. A tal proposito mi è piaciuta molto l'edizione per i caratteri grandi e il formato del volume.Tu che ne pensi?
Grazie Ciao
Mariangela da Conegliano

Anonimo ha detto...

Io volevo dire solo una cosa su questa trilogia e spero ke riuscite a farlo sapere anke a Irene è STUPENDA!!m ha preso tantissimo andavo a letto continuando a pensare a come sarebbe andata a finire aspetto con impazienza il terzo volume xké voglio sapere come continua questa storia d'amore.....un bacio da rosa

Irene Cao ha detto...

Grazie di cuore a tutte le mie lettrici. Le vostre parole mi sostengono e commuovono. Vi abbraccio con affetto. Irene

Anonimo ha detto...

Anche a me è tanto tanto piaciuta la storia. E scritta in maniera scorrevole e senza possibilità che io mi staccassi prima della fine....
Brava davvero.
Stefania

Anonimo ha detto...

ciao irene,
bhè che dire finito poco fa il primo della tua trilogia. Comprato lunedì sera e direi quasi letto tutto d'un fiato....Mi sono lanciata in 50 sfumature:bellissimo (anche se ovviamente solo una bella 'favola')...Sono passata alla Crossfire trylogy: ancora più bello di 50 sfumature, storia d'amore più 'normale' ed entusiasmante tanto che non vedo l'ora escano come si dice il 4' e il 5' della serie... Ho letto con trasporto anche 'Quello che mi lega a te' e anche questo molto molto bello e, diciamo, più possibile come storia d'amore che non i precedenti.....Ma dico la verità, da questo mi aspettavo di nuovo una storia simile e invece sono rimasta molto piacevolmente sorpresa della normalità della storia, della normalità dei personaggi e degli ambienti..stupendo nella scorrevolezza e nella suspance..veramente non hai assolutamente nulla di nulla da dover spartire con gli altri 'colossi' americano che hanno si scritto dei best seller ma molto improbabili..il tuo è una bellissima storia d'amore possibile per chiunque ed è proprio per questo che domattina la prima cosa che farò è andare a prendere il secondo perchè non vedo davvero l'ora di leggere se quello stupido di Leo si andrà a riprendere la donna di cui si è perdutamente innamorato!!!! e sbrigati a pubblicare il terzo altrimenti non ci dormirò la notte e mi toccherà rileggere allo sfinimento gli altri due!!!!!! B R A V I S S I M A!!! (vorrei provarci anche io a scrivere qualcosa del genere..mi prende molto l'idea!!!)

giusy giusy ha detto...

Che storia !!!!ho sentito tutto il dolore di Elena!!!bravissima la scrittrice a Descrivere l anima dei personaggi!!!non c e confronto con le altre trilogie ...mr grey e gideon non sono minimamente reali... Leonardo invece è umano!e diciamo che noi si vogliamo sognare...ma con la speranza di poter vivere la stessa fiaba!!!!!spero che non si perda sul finale...non mi aspetto bimbi e confetti!!!!

elena v. ha detto...

ho letteralmente divorato la trilogia: 3 libri in 3 giorni. l'ho trovata una lettura davvero piacevole: una scrittura fresca e scorrevole, una storia che avvince dalle prime righe, un pizzico di eros ma mai volgare. e l'originale inserimento di scorci d'arte in cui si sente la passione di chi scrive per il bello! una bella sorpresa!