domenica 28 ottobre 2012

VANISH - LA TRADITRICE di Sophie Jordan

Timorosa di dover aspettare almeno un anno per poter stringere fra le mani questo libro, che ho bramato dall'istante stesso in cui ho chiuso il magnifico Firelight, che mi aveva completamente conquistata, la Piemme mi (e ci) ha fatto un grandissimo e graditissimo regalo pubblicando prima di ogni più rosea previsione Vanish la Traditrice, secondo volume della trilogia di Sophie Jordan, uscito il 23 ottobre.
Inutile dire che mi è piaciuto tantissimo. Anche più del primo che già avevo giudicato fantastico. E' davvero incredibile la capacità di questa autrice di farmi letteralmente vivere sulla pelle qualsiasi sfumatura che rende unici questi suoi romanzi. E' quasi indescrivibile la sensazione che mi possiede durante la lettura di questa serie, che piacevolmente riconferma e rincara la dose delle impressioni positive avute con Firelight... Essere nella testa di Jacinda, la protagonista, e vivere insieme a lei tutto quello che le succede intorno... non so come, ma riesce davvero ad emozionarmi. Mi coinvolge totalmente; profondamente; intensamente. Come poche altre volte succede.



editore: Piemme
pagine: 264
prezzo: 16.50
Rilegato
( 2° libro trilogia "Firelight" )
traduzione di LUCA FUSARI

Trama

Jacinda ha tradito il suo clan draki per amore di un cacciatore. Ha rivelato la sua natura trasformandosi in drago proprio davanti agli avversari di sempre, uomini capaci di ogni malvagità. Era l'unica cosa da fare per salvare la vita a Will, il suo amore, il suo nemico. Senza l'intervento di Cassian, il principe ereditario, Jacinda sarebbe finita peggio che morta, e di fronte a un gesto simile, nessuna ragazza può restare indifferente. Il compromesso è stato abbandonare Will e tornare a vivere nel clan, ma non più come futura regina. Nessuno parla a una traditrice, nessuno vuole avere a che fare con lei, nessuno la capisce. Nemmeno la sorella gemella, perdutamente innamorata di Cassian. Tutto si complica quando Will supera le barriere protettive del clan per ritrovare Jacinda e, senza saperlo, si porta dietro la sua famiglia. Tutti cacciatori, dal primo all'ultimo.

Recensione

Come si evince dall'introduzione, per questa Serie e per questo libro in particolare, ho un amore incondizionato. Mi sono innamorata, è proprio il caso di dirlo, dal primo istante, a prima vista... Proprio come è successo a Jacinda e Will in quella foresta nebbiosa in cui un solo sguardo ha cambiato il loro destino.
Tutto, a cominciare dalla copertina, mi ha incantata; Lo stile dell'autrice, la trama, la caratterizzazione dei personaggi, l'atmosfera fantasy particolare, perfettamente calata in un credibile contesto Urban ma al contempo legato ad una natura incontaminata e ad una società a sè stante che in un certo senso lo slegano dalla modernità e dalla "tecnologia" che fanno da sfondo alla storia e convivono parallelamente a questa. La popolazione dei draki infatti, a cui Jacinda appartiene, vive isolata e nascosta nella foresta per proteggersi dai cacciatori e dagli enkron... che vogliono rapirli, studiarli, sterminarli... e portano avanti la loro esistenza secondo regole rigide ben definite per garantire non solo la loro sicurezza, ma la continuità delle loro tradizioni, della loro cultura e soprattutto della loro natura - mutaforma.

Vanish riparte esattamente dal punto in cui ci aveva lasciato il precedente Firelight. Ma nonostante i dieci mesi intercorsi fra un libro e l'altro, l'autrice non ci fa perdere nemmeno per un secondo le fila del discorso, ricatapultandoci nel vivo della storia con una naturalezza e con una immediatezza che contribuiscono a farci subito immedesimare nella storia e nella psicologia della protagonista. Ma se rimane pur sempre lei la stella indiscussa del libro è anche vero che un ruolo più importante spetterà fin da subito a sua sorella Tamra  (a cui è dedicata la splendida copertina).
Tantissimi sono secondo me i pregi di questo romanzo, ma primo fra tutti il "disarmonico equilibrio" che la Jordan riesce a creare fra i quattro personaggi principali, ovvero Jacinda, Will, Cassian e appunto Tamra.
Non solo lei infatti è la grande "sorpresa" di questo libro, ma soprattutto Cassian che mi ha lasciata in più di un'occasione piacevolmente sgomenta, riuscendo a toccare corde che non pensavo sarebbe mai riuscito a far vibrare... così come a far nascere una stima e una simpatia che in questo romanzo è diventata talmente forte, da farmi in un certo senso desiderare un futuro diverso per lui, e una scelta diversa del cuore di Jacinda... che però non riuscirà mai a dimenticare il suo Will!

Come sempre non posso ( e non voglio) svelare più di tanto...
Posso soltanto dire che se in Firelight la narrazione si svolgeva principalmente nel mondo "esterno", questo libro si sviluppa invece nel territorio dei Draki. E' qui che Jacinda dovrà fare i conti con le conseguenze delle sue azioni, delle sue scelte e della sua fuga (se pur causata dalla madre e indirettamente dalla sorella) dalla foresta e dal clan. Anche se in un certo senso il romanzo può sembrare un po' più statico del primo, avvengono comunque una gran quantità di cose e l'introduzione di due nuovi personaggi, se pur marginali, avrà un ruolo importante nel movimentare le cose e causare due fatti importanti dall'importanza cruciali alla costruzione del terzo ed ultimo libro che, mi sembra davvero superfluo dire, attendo con spasmodica curiosità!
Le cose si fanno davvero più che interessanti e, anche se una certa situazione potrebbe sembrare prevedibile... non darei tutto per così scontato!!!

La cosa più bella del libro, secondo me, a parte naturalmente un romanticismo fresco ed intenso come può essere solo il più puro ed incondizionato amore adolescenziale, e la forza delle sfaccettature inaspettate della personalità di Tamra ma soprattutto di Cassian, è la minuziosa ed estremamente vivida e realistica analisi della personalità e dei pensieri di Jacinda.
Arriva nel clan come una traditrice. Partita dal villaggio considerata da tutti come l'esemplare più raro e prezioso per il clan, ora torna da reietta... offesa e denigrata da tutti i suoi simili che hanno perso la fiducia in lei e il rispetto che ne avevano; non tanto per chi era ma per ciò che rappresentava. Ma lei stessa, per prima si considererà una traditrice...
Traditrice del suo amore, dei suoi desideri, dei suoi sogni...
Traditrice nei confronti della madre e della sorella...
Traditrice della sua migliore amica Az...
Traditrice nei confronti del clan...

Ma si può davvero tradire il proprio cuore?
Forse il vero modo di tradire gli altri è tradire prima se stessi.

In questo secondo libro Jacinda affronterà un vero e proprio percorso di crescita interiore... in cui metterà sui sui personali "piatti della bilancia" altruismo ed egoismo, adempimento dei propri doveri e ribellione ad un sistema di norme sbagliate; farà i conti con la speranza e la disillusione, chiudendo delle strade per riaprirne altre... E capirà che, comunque sia, bisogna sempre fare i conti col passato, ma da quest'ultimo - soprattutto se vogliamo superarlo, possiamo imparare qualcosa. Ma principalmente capirà come seguire la voce del proprio cuore e che la vita è sempre piena di sorprese...

Il finale promette un ultimo libro al fulmicotone che, ne sono più che mai certa, non smetterà di sorprenderci! Vi coniglio vivamente di avvicinarvi a questa meravigliosa Saga e conoscere una protagonista ribelle e determinata che vi conquisterà!

A MIO PARERE UNA DELLE PIU' BELLE SERIE - YA ma non solo - IN CIRCOLAZIONE!




La Serie "Firelight"

1) Firelight - La Ribelle ( recensione QUI )
2) Vanish - La Traditrice
3) Hidden


L'Autrice


E' cresciuta in una piantagione di noci pecan, in Texas, dove ha coltivato fantasie riguardanti draghi, principesse e guerrieri fino a che non è diventata un'insegnante di inglese. Quando non è impegnata a scrivere, esagera con la caffeina(preferibilmente caffè macchiato e diet cherry coke) discutendo di trame con chiunque abbia voglia di ascoltare (figli compresi) e intasando il lettore dvd di serie poliziesche. Attualmente vive a Huston con la famiglia. 

3 commenti:

Penelope ha detto...

WOW!Non vedo l'ora di leggerlo!
Ho una grande aspettativa e penso che sarà appagata :D
Curiosa per la svolta di Tamra che nel primo libro mi stava un po'antipatica,mentre Cassian me lo aspettavo che sarebbe stata una sorpresa!

foschia75 ha detto...

Sono davvero contenta che la saga abbia preso una piega in salita....come avevamo predetto dopo aver letto il primo introduttivo Firelight!!! Bellissima e sentita recensione che come al solito ti distingue!!! Smack

Lenah ha detto...

Concordo! Anche io ho amato follemente Vanish! ^_*