giovedì 25 settembre 2014

THE ONE di Kiera Cass - recensione

E' magico, davvero, il potere di questo giorno.
Ma so che non è una favola.
So che avremo momenti difficili e confusi.
So che le cose non andranno sempre come vorremmo
e che dovremo darci da fare per ricordare che siamo stati noi
a scegliere tutto questo.
Non sarà perfetto, non sempre.
Questo non è un "E vissero sempre felici e contenti".
E' molto di più.

Giunge al termine anche la Selezione. Il reality show da "favola" che ha tenuti incollati non solo i telespettatori di Illèa ma anche tante lettrici - come me - dal cuore romantico e sognatore. Definire piacevole questa lettura non basta, perchè se anche è un romanzo leggero e frivolo e in un certo senso abbastanza scontato nel suo esito finale, ha avuto il potere di emozionarmi moltissimo (e non me lo aspettavo) e anche di commuovermi. Sapete bene, se mi conoscete almeno un po', che sono una lettrice dalla lacrima facile quando leggo di sentimenti intensi e, in questa bella favola moderna, di certo non mancano! Sicuramente il miglior libro della trilogia questo The One, e non solo perchè si arriva alla fatidica scelta. Quello che è bello è scoprire come maturano e crescono tutti i vari personaggi, cosa sono disposti a dare e a perdere e la profondità delle loro emozioni. Ma la vera ciliegina sulla torta, a mio parere, è il Principe Maxon: l'autentica incarnazione del principe azzurro che non tramonterà mai, capace di far innamorare le "bambine" di tutte le età grazie a quel tocco di modernità e soprattutto di profondità che era sempre mancato ai principi azzurri delle favole classiche con cui siamo cresciute da piccole. E' semplicemente strepitoso! Stavolta più che mai non mancheranno nuovi colpi di scena; andrà scemando il consueto tono frivolo per lasciare il posto ad una narrazione più seriosa dagli sviluppi che lasceranno più volte incerti e con il fiato sospeso e il risultato sarà assolutamente entusiasmante! 


THE ONE
di Kiera Cass

editore: Sperling & Kupfer
pagine: 316
prezzo: 17.90 euro
Rilegato
eBook: 9.99 euro
( 3° libro Trilogia "The Selection" )

Trama

La Selezione che ha cambiato per sempre la vita di trentacinque ragazze sta per concludersi. E l'emozione e la confusione del primo giorno, quando America Singer ha percorso la scalinata del Palazzo, sono ormai solo un ricordo. Di certo America non avrebbe mai immaginato di arrivare così vicino alla corona, o al cuore del principe Maxon. Eppure per lei non è stato facile. Divisa tra i suoi sentimenti per Aspen, guardia a Palazzo e suo primo amore, e la crescente attrazione per Maxon, ha dovuto lottare con tutta se stessa per essere dov'è ora. A un passo dalla fine della Selezione, America però non può più permettersi incertezze. Deve scegliere. Prima che qualcuno lo faccia per lei.


Opinione di Sangueblu

"Forse era scontato che si sarebbe arrivati a questo punto.
C'erano quattro ragazze e un principe,
e tre di noi se ne sarebbero andate a breve
con nient'altro che una bella storia 
su come avevano trascorso l'autunno."

Quella di "The Selection" è una trilogia che si ama o si odia. Io appartengo decisamente al primo gruppo. Mi sono innamorata di America, di Maxon e Aspen, della Selezione e di tutto ciò ad essa connesso fin dal primo libro. Ho amato la sua atmosfera sognante e fiabesca. Ho amato il palazzo, i bei vestiti, le buone maniere che queste novelle cenerentole hanno dovuto imparare lungo tutto il periodo della Gara che aveva per premio niente meno che la Corona e la mano del Principe di Illèa: Maxon.
Bello, gentile, generoso, sensibile, premuroso.... Un vero tesoro capace di mostrare pezzetto dopo pezzetto le varie, meravigliose, sfaccettature che lo rendono un Principe nel senso più spirituale del termine, anzichè politico. Scopriremo pian piano, libro dopo libro, insieme ad America e alle altre ragazze della competizione quanto possa essere virtuoso e valoroso e quanta sofferenza, quanti dubbi e quanta insicurezza nasconda dietro la sua impeccabile facciata.
E' sicuramente lui il personaggio più bello e luminoso della storia, ma non è l'unico a brillare. Anche America, nonostante le sue incertezze e la sua apparente volubilità sa affascinare e conquistare il lettore con la sua schiettezza, il suo coraggio, la sua arguzia (involontaria) e la sua determinazione.
The One ci aiuterà ad apprezzarla ancora di più e ad empatizzare con i suoi stati d'animo. A tifare per lei e a sperare, fino all'ultimo, in un lieto fine (prevedibile ma) non poi così scontato.
Tanti sono infatti i bastoni tra le ruote frapposti nel suo cammino dal Re, che non la approva assolutamente. E anche le sue dirette concorrenti, rimaste ormai soltanto in tre a far parte dell'elite, giocheranno il tutto per tutto per arrivare al cuore del Principe o al potere che rappresenta, fino al punto in cui - soprattutto per via di un importante e tragico avvenimento - faranno "squadra" e capiranno che, nonostante tutto, fra loro sono nati dei sentimenti positivi, autentici e sinceri. Una vera sorpresa è stata Celeste... Tanto perfida, antipatica e superficiale nei due precedenti libri, in quest'ultimo volume tira fuori un lato di sé insospettabile e amabile che spiazzerà non solo i lettori ma anche gli stessi personaggi della storia! Anche Kriss sarà protagonista di un notevole colpo di scena che, ahimè, non posso proprio svelarvi!
Conosceremo un po' meglio anche personaggi marginali come le cameriere di America, la sua famiglia un po' più da vicino e alcuni aspetti della regina Amberly, sempre fin troppo silenziosa.
Anche Aspen rivestirà un ruolo importante anche se in maniera del tutto diversa da quello che ha avuto finora. Non è più il vertice di un triangolo. Non è più ciò che America vuole - o pensava di volere. Adesso è solo un punto di riferimento per lei; una sicurezza; un legame con il suo passato; con la sua famiglia, in un certo senso. Quello che America vuole è Maxon. Lo sa, lo sente in fondo al cuore e ne è del tutto consapevole. Anche se a lei non interessa diventare principessa vuole averlo al suo fianco. Vuole stare con lui. Vuole appartenergli. Adesso non resta che convincerlo delle sue intenzioni e dei suoi sentimenti.
Ma quanto è difficile aprirsi e dire ti amo!

"Nonostante tutto quello che ci eravamo detti nella stanza sicura
nonostante tutto quello che ci eravamo confessati a vicenda
nonostante tutto ciò che si era insediato saldamente nel mio cuore
quelle due paroline erano la cosa più spaventosa
che potesse intercorrere fra noi.
Perché una volta pronunciate,
non avremmo più potuto rimangiarcele."

Quanto è difficile dire "ti amo" quando l'orgoglio, la testardaggine e la paura sembrano diventare dei muri insormontabili... Quanta incertezza e quanta sfiducia se ci sono altre tre ragazze in gioco e non si sa fino a che punto si sono spinte le cose... Quanto è dura essere se stessi quando si hanno gli occhi di un intero paese puntati addosso, attraverso le telecamere, e quando fuori dal Palazzo i ribelli mettono a repentaglio la sicurezza delle persone care.

Questo ultimo libro più che all'interno del Palazzo si svolge all'esterno.
L'attenzione non è più tanto rivolta all'etichetta, ai vestiti e alla routine principesca a cui ci eravamo abituati bensì si sposta e si concentra all'esterno. Sia in senso "fisico" che figurato.
Grazie all'apporto - più o meno volontario - di America infatti il popolo, con le sue caste e i suoi problemi, assumerà una grande importanza, così come l'aspetto politico della società di Illèa.
Quella dei ribelli è una realtà sempre più forte e gli episodi di guerriglia sempre meno isolati. Una vera e propria rete di Ribelli infatti, con un piano ben congegnato e molto preciso, farà le sue mosse per ottenere quello che vuole: un cambiamento profondo e radicale della società. Abbattimento delle caste, maggior dialogo, più libertà. Tutto questo pensano di poterlo ottenere una volta che il Principe Maxon sarà sul Trono, avendo lui dimostrato in molte occasioni la sua apertura mentale, la sua disponibilità e la sua ragionevolezza. E tutti loro tifano per America, che cominciano a vedere come paladina dei loro ideali  perché dimostra più volte di agire in base a ciò che è giusto.

"Ci farebbe comodo una ragazza con del fegato.
...
Lei, più delle altre, agisce in base a ciò che è giusto
prima di pensare a ciò che significa per lei.
Maxon ha delle ottime candidate di sopra,
ma non si sporcheranno le mani per migliorare le cose.
Non come lei.
...
Il fatto che lei non voglia la corona significa che probabilmente
lei è la persona più indicata per meritarla."

Vorrei spendere una parola riguardo al padre di America. Lungo l'arco di tutta la storia lui è una delle figure che mi è rimasta, e rimarrà, più impressa. La sua dolcezza, la sua tenerezza, la sua saggezza. Compare poco, ma quando lo fa è in maniera talmente incisiva da risultare fondamentale. Anche per l'equilibrio emotivo di America. 

Cosa altro aggiungere? La storia d'amore che avrete modo di leggere è dolcissima e piena di tenerezza. Per me è stata molto coinvolgente e al di là delle indecisioni, i ripensamenti e i fraintendimenti ho apprezzato ogni singolo momento. Dopo tutto è la storia di una ragazza adolescente alle prese con un ragazzo "importante" che per via del suo ruolo non aveva alcuna esperienza se non la paura di essere soltanto un titolo anzichè una persona; un semplice ragazzo che amava la fotografia, il cielo stellato e il suo Paese. Credo che tutta la trilogia meriti di essere letta anche solo per il Capitolo 29!
Le lettere di Maxon mi hanno fatto sciogliere il cuore!!!
Insomma... che dirvi se non di non lasciarvi assolutamente sfuggire questa bella trilogia se amate le storie dolci e senza tempo... Vi farà sognare ad occhi aperti e, per qualche ora, vi sembrerà di vivere una favola! Ora aspetto con ansia di aggiungere alla mia collezione in libreria i due racconti che usciranno, sempre per Sperling & Kupfer, il 21 ottobre.


La Serie "The Selection"

0,5 - The Prince  ( recensione QUI )
0, 4 - The Queen  la Selezione dal POV della regina Amberly
1 - The Selection  ( recensione QUI )
2 - The elite  ( recensione QUI )
2,5 - The Guard  in uscita il 21 ottobre 2014
3 The One

L'Autrice


Nata e cresciuta nella Carolina del Sud, è un'orgogliosa figlia degli anni '80.Nata da padre portoricano e madre bianca non ha un accento nè ispanico nè meridionale ma non ne capisce il motivo. Al liceo era appassionatissima di danza e teatro e anche dopo il diploma ha cercato di trasformare la sua passione in qualcosa di più laureandosi in Musica e Teatro. Poi ha studiato Comunicazione e Storia. Oggi è moglie e madre. Vive a Blacksburg e ama trascorrere il tempo libero seguendo You Tube e Twitter e mangiando torte.

1 commento:

Lorenza Marabelli ha detto...

Aspettavo trepidante la tua recensione di questo libro. Ricordo che con il primo eravamo sulla stessa lunghezza d'obda e soprattutto d'entusiasmo e, come speravo, anche sta volta hai avuto le mie stesse reazioni... Leggevo la tua recensione e sorridevo trovando un sacco di similitudini con la mia. La Cass ha creato davvero una trilogia indimenticabile e con The One ha superato se stessa... Bellissimo! E come dico sempre Team Maxton 4ever :-D