giovedì 23 gennaio 2014

THE PRINCE di Kiera Cass - novella solo in eBook della Serie "The Selection"

Ad anticipare l'uscita del secondo volume della bella trilogia "principesca" di Kiera Cass (The Selection) previsto per la prossima settimana, la Casa Editrice Sperling&Kupfer vuole coccolare tutte le sue affezionate lettrici con un racconto molto carino ed interessante. Quello sul Principe Maxon.
Lo si può trovare solo in eBook, ma ormai chi non possiede o sta per possedere un praticissimo e comodissimo eReader?!? Basta un clic e in un paio di secondi ecco il nostro libro pronto da leggere. Ed è quello che ho fatto io ieri per gustarmi questa piccola chicca che, nonostante la brevità, mi è piaciuta molto. Un ottimo antipasto che ingolosisce l'attesa di The Elite. Ma anche un utile lettura a rinfrescare la memoria su alcune dinamiche del primo volume e che mi rende sempre più convinta a tifare Maxon!


THE PRINCE
di Kiera Cass

editore: Sperling & Kupfer
pagine: 64
prezzo: 1.99 euro
eBook
( Novella della Serie "The Selection" )

"Mi dissi che era questo che la Selezione
sarebbe stata per me. Speranza"


Trama

È il giorno del suo diciannovesimo compleanno e il principe Maxon non fa che camminare nervosamente avanti e indietro per la stanza. Un reality show per trovare moglie? Quando era ancora un'eventualità remota gli era sembrata persino un'idea divertente, ma ora che la Selezione sta per iniziare la tensione è alle stelle. Mancano solo pochi giorni all'arrivo delle candidate a Palazzo, i preparativi fervono e l'eccitazione cresce. Insieme a mille dubbi. Perché prima che trentacinque ragazze venissero scelte per la Selezione, prima che Aspen, guardia a Palazzo, spezzasse il cuore di America, la favorita tra le aspiranti alla corona, c'era un'altra ragazza nella vita del principe Maxon… Entra nel mondo di THE SELECTION e scopri tutti i retroscena del concorso più spietato e romantico che sia mai esistito attraverso gli occhi dell'affascinante e regale protagonista: Maxon.E in esclusiva un estratto di The Elite, l'attesissimo seguito di The Selection, disponibile in libreria e in ebook dal 28 gennaio 2014


La mia opinione


Per un racconto di poco più di una cinquantina di pagine non c'è molto da dire... se non la considerazione che quella di Kiera Cass rimane una Serie prettamente nelle mie corde.
Avevo adorato il primo romanzo, The Selection.
Ho ritrovato piacevoli conferme in questo.
L'autrice ci ha visto giusto. Ha trovato un'idea carina e accattivante, le ha dato le giuste basi così che la storia nel suo complesso si costruisse in un modo molto piacevole e con una sua logica. In particolare ci ha dato una protagonista ribelle, birichina e intelligente, e soprattutto un principe dall'animo nobile e dalle umane insicurezze che ce lo rendono assai simpatico e ci fanno innegabilmente parteggiare per lui.
In questa novella, più che mai, si apre una finestra sulla personalità, sulle paure e sui desideri del giovane principe, visto che è raccontata dal suo punto di vista.
Il suo compleanno.
La vigilia della Selezione.
L'incontro nei giardini con America.
Sono solo avvenimenti che però, nel loro complesso, anche con brevi tratteggi, ci fanno capire molto chiaramente chi sia il Principe Maxon.
Quale sia il suo difficile rapporto con il padre.
Quale sia il legame con una madre fiera, intelligente, posata e dignitosa; la Regina perfetta se pur proveniente dal quarto distretto. Quale sia il suo approccio con l'"altro sesso". E come un'amicizia talvolta - specialmente quando manca l'esperienza - possa essere travisata in amore. Facciamo infatti la conoscenza di Daphne, la figlia del reggente di Francia, grande (ed unica) amica di infanzia del principe. Siamo agli sgoccioli. Da lì a poco infatti ci sarà la Selezione e lei, che si sente da sempre innamorata di lui ed è convinta di essere ricambiata, gioca il tutto per tutto e gli confessa i suoi sentimenti, pur di non perderlo. Sa che sarà la sua unica chance perchè la Selezione è prevista fra le ragazze dello Stato, di cui lei non fa parte. Ma, ahimè. Maxon non l'ha mai vista come nulla più di quello che è sempre stata: un'amica.
Le sue lacrime, tuttavia, e le sue dure parole lo metteranno in crisi su quelli che sono i suoi desideri, i suoi sentimenti e la sua capacità di amare.

Maxon, nonostante la sua posizione, è un ragazzo "normale".
Forse è proprio questo che ce lo fa apprezzare tanto.
Ha dubbi e paure.
Vorrebbe innamorarsi davvero, ma si domanda se potrebbe mai essere capace di innamorarsi se la scelta è ristretta ad un numero limitato di ragazze che nemmeno lui stesso ha scelto. Come può trovarsi il "suo" amore proprio fra quelle trentaquattro ragazze. E soprattutto è lacerato dal dubbio che non sia mai amato a sua volta come persona, ma solo per quello che rappresenta.

"Dissi a me stesso che dovevo farmi coraggio, pensare agli 'e se...' positivi.
E se conoscere quelle ragazze fosse stata un'esperienza fantastica?
E se fossero state tutte bellissime, divertenti e affascinanti?
E se proprio la ragazza che più mi piaceva avesse soddisfatto mio padre
al di là di ogni aspettativa di entrambi?
E se la mia sposa ideale fosse stata nel suo letto in quel momento,
augurandosi ogni bene per me?
Forse... forse tutto ciò poteva essere come lo avevo sognato
prima che diventasse troppo reale. 
Quella era la mia opportunità di trovarmi una compagna.
Per tanto tempo Daphne era stata l'unica persona 
con cui avevo potuto confidarmi;
nessun altro poteva comprendere la nostra vita.
Ma adesso potevo accogliere nel mio mondo qualcun'altra,
e sarebbe stato meglio di quanto avevo avuto fino a quel momento perchè...
perchè sarebbe stata mia.
E io sarei stato suo.
Ci saremmo sempre stati l'uno per l'altra."


Fragile e sensibile il dolce Principe Maxon, ma anche fiero, caparbio e determinato.
Perchè lui non è uno come tutti gli altri.
A lui hanno insegnato a comportarsi nella maniera migliore per ottenere i suoi scopi. Lui vuole e deve vincere; sempre.
E' per questo che, una volta conosciuta la schietta e ribelle America dai capelli di fuoco e dagli occhi color del cielo che è arrivata lì per sbaglio e suo malgrado, Maxon  è più che mai intenzionato a piacergli.
Proprio lei: l'antitesi a tutto ciò che aveva previsto.
Proprio a lei che apertamente gli dichiara di non essere interessata.
Ma ha anche intenzione di godersi questa situazione - quella di avere a disposizione tante belle ragazze da frequentare - per trarne il meglio.

"Perchè avrei potuto farcela.
Avrei potuto farlo bene.
Dovevo dimostrare, finalmente, di essere in grado di comandare,
di prendere decisioni.
In quale altro modo la gente avrebbe potuto fidarsi di me come loro re?
Come avrebbe potuto il re stesso fidarsi di me?"

Curiosissima su come evolverà il loro "patto di amicizia" e in special modo il loro innegabile sentimento, non vedo l'ora di avere tra le mani The Elite! Anche perchè sono curiosissima sugli sviluppi della ribellione e il difficile ruolo di Aspen, ora che è così vicino ad America.
Non ci resta che aspettare il 28 gennaio...

"Sorrisi a me stesso pensando ad America,
confrontandola con le altre ragazze.
Era carina, anche se forse un po' grossolana.
La sua era una bellezza insolita, ed era evidente che se ne rendeva conto.
Cera una certa... aria regale che non sembrava possedere,
sebbene ci fosse qualcosa di regale nel suo orgoglio.
E, naturalmente, non mi desiderava per niente.
Eppure non riuscivo a liberarmi del bisogno di darle la caccia."


La Serie

0,1 - The Prince
1 - The Selection  ( recensione QUI )
2 - The Elite
3 - The One


L'Autrice


Nata e cresciuta nella Carolina del Sud, è un'orgogliosa figlia degli anni '80.Nata da padre portoricano e madre bianca non ha un accento nè ispanico nè meridionale ma non ne capisce il motivo. Al liceo era appassionatissima di danza e teatro e anche dopo il diploma ha cercato di trasformare la sua passione in qualcosa di più laureandosi in Musica e Teatro. Poi ha studiato Comunicazione e Storia. Oggi è moglie e madre. Vive a Blacksburg e ama trascorrere il tempo libero seguendo You Tube e Twitter e mangiando torte.

2 commenti:

Charlotte Sognandotralerighe ha detto...

Me curiosissima!!! Mi hai davvero stuzzicata con questo post!!!!!

Lorenza Marabelli ha detto...

Ho sempre tifato per Maxon... Se fossi stata America me ne sarei innamorata perdutamente *occhi a cuoricino*
Aspen invece mi irritava parecchio!
Non vedo l'ora di leggere The elite, ma intanto devo procurarmi questo racconto. Baci baci <3