giovedì 17 ottobre 2013

TAKEN di Erin Bowman - recensione

Avvincente, intelligente e convincente questo romanzo d'esordio dell'americana Erin Bowman che non solo mi ha tenuto col fiato sospeso fino all'ultima pagina ma mi ha davvero emozionata.
L'avventura che si sviluppa sotto i nostri occhi è estremamente coinvolgente e cinematografica; assistiamo ai fatti che ci vengono narrati con un forte impatto sia visivo che emotivo. Finalmente con un protagonista maschile! Non mancano una buona dose di romanticismo ma soprattutto un'azione incalzante dai continui cambi di fronte e, quello che più conta per me, un' interessante idea di base che fa da fondamenta all'intera storia... A Claysoot, una piccola comunità isolata dal resto del mondo da mura altissime, non ci sono uomini, perchè tutti i ragazzi scompaiono misteriosamente ma inevitabilmente il giorno in cui compiono diciotto anni. Anche Gray sa che deve prepararsi all'inevitabile... affrontare la fine. Perchè sa che nulla potrà salvarlo dal terribile destino che lo attende; né il coraggio, né l'astuzia, né lo straordinario sentimento che lo lega ad Emma, l'amica di sempre. La scoperta di una lettera scritta dalla madre morta, anni prima, gli fa capire che nel suo passato si nasconde un segreto. Un segreto che potrebbe salvargli la vita. E porre fine ai misteriosi sequestri di Claysoot . Per sempre.
Deciso a scoprire la verità, Gray trova il coraggio di scavalcare le mura e fuggire insieme ad Emma. E all'improvviso gli compare davanti un mondo che non avrebbe ma osato immaginare. Un mondo dove tutto è possibile. Vivere, morire e persino innamorarsi.
Un'altra volta.
Adoro i romanzi di questo "genere" ma era dai tempi di Hungher Games, Delirium e Divergent che non mi capitava di leggere un distopico così entusiasmante!


TAKEN
di Erin Bowman


editore: Sperling & Kupfer
pagine: 310
prezzo: 16.90 euro
Rilegato
( 1° volume Serie "Taken")


Trama

A Claysoot, una piccola comunità isolata dal resto del mondo da mura altissime, non ci sono uomini. Perché tutti i ragazzi scompaiono il giorno in cui compiono diciotto anni. Appena scocca l'ora fatidica, la terra trema, il vento infuria e una luce accecante cala dal cielo. Così, come per magia, del giovane non rimane più traccia. A pochi mesi dal suo diciottesimo compleanno, Gray si prepara ad affrontare la fine. Sa che nulla potrà sottrarlo al terribile destino che lo attende. Né il coraggio, né l'astuzia, né lo straordinario sentimento che lo lega a Emma, l'amica di sempre. Un giorno, però, Gray scopre per caso una lettera della madre, morta ormai da molti anni, e tutto cambia. Bastano poche righe perché il ragazzo capisca che nel suo passato si nasconde un segreto. Un segreto sconvolgente che potrebbe salvargli la vita. E porre fine alle misteriose sparizioni di Claysoot. Per sempre. Deciso a scoprire la verità, Gray trova il coraggio di scavalcare le mura e fugge dalla città insieme con Emma. E all'improvviso gli compare davanti un mondo che non avrebbe mai osato immaginare. Un mondo dove tutto è possibile. Vivere, morire e persino innamorarsi. Un'altra volta.


La mia opinione

Che bella sorpresa questo Taken.
Mi è sembrato di essere al cinema; totalmente immersa tra le immagini che mi scorrevano veloci davanti agli occhi... assolutamente coinvolta dal susseguirsi degli eventi, intrigata dai misteri che ci vengono svelati poco a poco e che ribaltano continuamente i punti di vista ed ogni possibile previsione.
Mi ha catturata fin dalle primissime pagine ed è stato un continuo crescendo di azione, eventi, sorprese e idee interessanti. E a fare da sfondo alla grande "avventura" di Gray anche tanto sentimento. Ma non lasciatevi ingannare dalla quarta di copertina perchè il romanticismo che permea il romanzo non è quello sdolcinato e smielato che potrebbe, forse, far pensare. E' un sentimento potente e a tutto tondo di un ragazzo che cresce e che vede aprirsi di fronte a sè, tutto d'un tratto, infinite possibilità... Amore per la libertà. Amore per la verità. Amore per la famiglia. Amore verso la ragazza desiderata da sempre, ma non solo; perchè la vita riserva tante sorprese, tanti cambi di rotta e tanti imprevisti.

In un continuo alternarsi di momenti struggenti e momenti di forte tensione, Gray verrà a capo di numerosi e sconvolgenti segreti. (alcuni forse un po' prevedibili per il lettore, ma è l'unico appunto che potrei fare, perchè in realtà tutto funziona in maniera molto coerente se considerato dal punto di vista di chi ha vissuto per diciotto anni in una "bolla" e in una realtà prestabilita).

Tanti i punti di forza di questo romanzo che ve lo faranno apprezzare: bei personaggi (nel bene e nel male, e con i loro pregi e difetti); bell'ambientazione; bella idea di partenza su cui basare la trama... Ma personalmente più di tutto ho apprezzato Gray, il suo racconto in prima persona, la approfondita analisi psicologica dei suoi pensieri e dei suoi sentimenti, ma anche di tutto ciò che lo circonda, e la semplicità e l'immediatezza con cui arriva al lettore che non solo si sente partecipe, ma è anch'egli spinto a riflettere, a porsi delle domande, ad avere determinate aspettative. Che è poi quello che voglio ( e che mi piace ) in un distopico. Gray è un bellissimo personaggio. E non solo perchè è bello e affascinante. Adoro la sua impulsività, la sua sete di verità e di giustizia. La sua integrità morale ben custodita in una facciata da "ribelle" scapestrato.
Coraggioso ma anche avventato. Dice sempre quello che ha in mente, spesso senza pensare all'effetto che quello che esce dalla sua bocca possa avere sugli altri e soprattutto estremamente testardo. Ma è proprio questo mix di caratteristiche che gli permetterà di scavalcare il Muro e andare alla ricerca della Verità e poi di una soluzione. Ma soprattutto adoro la sua voglia di vivere "davvero", di innamorarsi e di amare la stessa donna per tutta la vita.

Mi è piaciuta anche la piega un po' fantascientifica che ha preso la trama una volta che Gray ed Emma, sua compagna di viaggio in questa avventura verso l'ignoto, escono dalla loro semplice ed arcaica realtà per finire poi, invece, in una realtà altamente tecnologizzata e in cui le scoperte scientifiche hanno raggiunto dei livelli per loro inimmaginabili. Inimmaginabili come la presenza di altri uomini e ragazzi sopra i diciotto anni, sparpagliati ovunque. Perchè Claysoot è un villaggio - esperimento - in cui la vita proseguiva esclusivamente per le donne. Questa è soltanto una delle tante scoperte con cui Emma e soprattutto Gray dovranno fare i conti per arrivare a scoprire come funziona la reale Società. E si ritroveranno nel bel mezzo di una guerra.
Decidere da che parte stare sarà parte del gioco, e non del tutto una scelta.

Ma questo lo scoprirete solo leggendo...
Se vi piacciono i distopici adrenalinici e non sapete rinunciare anche una buona e sana dose di "romanticismo", non me lo lascerei sfuggire!
Speriamo che arrivi presto anche in Italia il secondo, perchè il finale si chiude proprio sul nascere di una nuova straordinaria missione e un promettente ( e da me auspicato ) triangolo!


e mezzo




La Serie "Taken"

0,5 - Stolen prequel inedito in Italia
1 - Taken
2 - Frozen - uscita prevista in USA Aprile 2014
3 - uscita prevista in USA per il 2015


L'Autrice



E' cresciuta nel rurale Connecticut, dove ha passato la maggior parte della sua infanzia a raccontare storie. Si dice in giro che le sue prime parole non siano stat “mamma” o “papà” ma “C’era una volta”. Alle medie, quando i ragazzini dormivano fuori casa in campeggio d’estate, Erin frequentava le scuole di scrittura e scriveva le sue prime brevi storie.
Al Rochester Institute of Technology di New York, Erin ha studiato web design (e un corso di scrittura creativa perchè non poteva stare lontana dalle storie). dopo diversi anni di lavoro in pubblicità e realizzando siti web per diverse aziende, ha iniziato a scrivere a tempo pieno. Quando non scrive, la si può trovare mentre fa trekking, commenta a proposito di buona tipografia, e ossessionarsi su tutto quello che riguarda Harry Potter.
Taken è il suo primo romanzo ed è stato pubblicato nell'Aprile del 2013. Abita nel New Hampshire con il marito. Questo il suo sito web: http://www.embowman.com.

3 commenti:

Annarita Calaudi ha detto...

Wow sembra bello! Anche se leggo da poco questo genere a causa del mio sacro terrore per le "saghe", è difficile trovare qualcosa che ti prenda proprio come tu hai descritto nella recensione. Questo primo romanzo ha comunque una sorta di conclusione? O resta totalmente "mozzo"? Non sopporterei di dover attendere in maniera spasmodica il secondo... :p

sangueblu ha detto...

Ciao Annarita! Non lo definirei "mozzo" ma sicuramente il finale di questo lascia una bella acquolina in bocca viste le basi che mette per il proseguimento della storia... Non temere però perchè già in questo volume succedono un bel po' di cose, si arriva a capo di molti segreti e tanti nodi vengono al pettine. Una lettura decisamente soddisfacente. Anche nell'attesa del secondo libro. Che, comunque, sarò ben felice (e curiosa) di leggere! Un bacio :-)

Annarita Calaudi ha detto...

Okkkkkk, così va molto meglio. Credo proprio che lo acquisterò e poi ti farò sapere come mi è sembrato ;) grazie mille per la risposta... le tue recensioni sono sempre interessantii ;) baciii