martedì 3 settembre 2013

UN PICCOLO SOGNO Susan Elizabeth Phillips Recensione

Come direbbero in America
OH- MY- GOD !!!!
 
Dopo questa terapeutica lettura, sono sempre più consapevole che Susan Elizabeth Phillips meriti di stare sul podio delle autrici romance più brave al mondo. Mi aspettavo una storia simile alle precedenti, con il giocatore di turno burbero ma sexy, e invece..... mi trovo circondata da equilibri familiari intensi e struggenti che poco hanno a che vedere con il panorama patinato del football, tanto ben descritto in questa serie. Mi sono commossa, e tanto. Non me ne vergogno, il mio lato materno non ha retto alla pressione di magistrali descrizioni psicologiche. In questo nuovo romanzo, la Phillips ci regala la storia di un protagonista diverso dal solito, perchè per me il personaggio-chiave di tutta la narrazione, è un bambino di soli cinque anni, che ruba la scena con naturalezza e intensità, al sexy fratello Gabriel Bonner. Ci penserò ancora per giorni, ho tremato, ho stretto i denti e ho anche sorriso. Un libroterapia, capace di tenerti sveglia fino a notte fonda, e farti affrontare la giornata con il sorriso.
 
 
 
 
UN PICCOLO SOGNO
di Susan Elizabeth Phillips
 
Traduzione di Arianna Gasbarro 
Genere: Romance contemporaneo
Collana: Narrativa
Pagine: 456
Prezzo:  12.00
Rilegato con sovracopertina
 
Trama
 
Rachel Stone è appena arrivata a Salvation, una città che non ama e da cui è ricambiata con altrettanta cordiale ostilità. Ha la macchina in panne, il portafoglio vuoto e suo figlio di cinque anni che dorme sul sedile tra gli scatoloni del trasloco. Ma Rachel è una giovane vedova molto determinata, pronta a fare qualsiasi cosa pur di lasciarsi alle spalle un passato scandaloso. Qualsiasi cosa, tranne innamorarsi di nuovo. Eppure quando la sua vitalità invade i confini dello schivo Gabe Bonner, un uomo ostaggio dei suoi ricordi, la passione tra i due si accende contro ogni previsione, attirando le critiche dei soliti benpensanti. Benvenuti a Salvation, in Carolina del Nord, dove un uomo che ha smarrito la propria tenerezza incontra una donna con niente da perdere. Un luogo in cui i sogni potrebbero anche avverarsi.
 
 
 
Opinione
 
Aspetto l'uscita dei romanzi della Phillips come gli abitanti del deserto aspettano le piogge stagionali. Insomma una autentica terapia per lo spirito, una boccata di intenso romanticismo.... che per molte romance dipendenti come me, è meglio delle vitamine. Ma ho iniziato il libro convinta di leggere scaramucce tra il sexy sportivo di turno, e la donna attira-guai che l'autrice è maestra nel tratteggiare. Niente di tutto questo.... se vogliamo qui i ruoli si invertono, non assistiamo più alla storia d'amore tra il "bullo" bello del football e la donna scialba e insicura che accidentalmente rimane vittima del fascino fin troppo virile del bad-boy palestrato e un pò sbocacciato. Qui assistiamo al riscatto di una stoica donna, una fiera guerriera della vita che, è pronta a tutto pur di dare una stabilità economica e psicologica al figlio. Una fiera che con coraggio e caparbietà, difende il suo cucciolo dalle delusioni della vita e delle persone. Compito assai difficile e impegnativo se sul tuo cammino già piuttosto accidentato ti imbatti in un uomo che non ha più nulla da perdere perchè ha già perso tutto quello che aveva di più caro. Eppure, dalle proprie sconfitte e dai propri intensi dolori, ci si può risollevare, con umiltà e altruismo. E magari riaprendo il proprio cuore alle emozioni e all'amore come uomo e come padre. Come negli altri romanzi della serie, la Phillips si fa in due, regalandoci una doppia storia d'amore, che vede protagonisti i due fratelli del giocatore Cal Bonner, letto e apprezzato nel precedente romanzo, E se fosse lui quello giusto? Gabriel e Ethan, due uomini molto diversi tra loro, caratterialmente agli antipodi ma uniti nei principi saldi della famiglia, pronti a tutto pur di proteggere i loro fratelli. Una casa, una famiglia un nuovo inizio, è quello che Rachel sta cercando per lei e suo figlio, tornando a Salvation la città da cui è fuggita anni prima. Ma si rende presto conto che non è stata una buona idea, perchè l'intera cittadinanza le è subito ostile. E qui la Phillips si è davvero superata nel descrivere le situazioni e gli stati d'animo dei personaggi, catapultando il lettore nelle sensazioni dei personaggi stessi, che si percepiscono con un'intensità quasi fisica (... e qui le lacrime sono scese copiose). Può un bambino di cinque anni monopolizzare l'intera storia? Può insegnare agli adulti, con la sua ingenuità e bontà, cosa vuol dire amare senza dover mai dire mi dispiace? Percepire il tormento e l'impotenza di un uomo davanti ai sentimenti di un bambino che chiede solo di essere preso in braccio o di essere abbracciato, è stato davvero fisicamente faticoso, impegnativo a livello muscolare. Adoro entrare nella storia e vivere le sensazioni dei personaggi, mi sento parte della famiglia, della situazione. Rachel e Gabe, due persone che hanno perso molto, forse troppo per ricominciare ad avere fiducia nel prossimo e nell'amore. Ma la vita ti mette davanti a delle prove, che ti fanno apprezzare quel poco che hai e che diventa tutto ciò che desideri per essere felice, perchè basta davvero poco per esserlo, e il detto due cuori e una capanna in questo caso ci sta a pennello. Nel romanzo ci sarà una storia d'amore parallela, nella quale vedremo il reverendo Ethan Bonner alle prese con la sua vocazione e la sua segretaria che lo farà sudare non poco, facendo vacillare le sue certezze. Le donne tratteggiate dalla Phillips sono coraggiose, hanno le idee chiare e vorrebbero vivere l'amore senza complicazioni.... ma quando si tratta dei fratelli Bonner, il termine complicazione è il pane quotidiano. Una lettura intensa, fisica e indimenticabile. Gli uomini tratteggiati dalla magistrale penna di questa autrice, continuano a farci sospirare.... tra una falcata virile e un bacio appassionato, tra un litigio sensuale e una riappacificazione ancora più sensuale.
Non riuscirete a chiuderlo se non a notte fonda....
 
 
 1/2
 
 
 
 
 
L'autrice
 
 
 
 
 
Susan Elizabeth Phillips è una delle maestre del romanzo femminile internazionale. I suoi 20 romanzi si sono posizionati ai vertici delle classifiche Usa, conquistando anche quelle di paesi come la Germania e il Regno Unito. Il suo successo è legato alla capacità di cogliere con estrema delicatezza e con un tocco di ironia le sfumature dell’animo femminile, dando vita a scene di grande sensualità e intensità. Leggereditore ha già pubblicato Il gioco della seduzione e Heaven Texas, un posto nel tuo cuore.
 
La serie Chicago stars:
 
  1. IT HAD TO BE YOU (Il gioco della seduzione - Leggereditore) (recensione qui )
  2. HEAVEN, TEXAS ( Un posto nel tuo cuore - Leggereditore) (recensione qui )
  3. NOBODY'S BABY BUT MINE (E se fosse lui quello giusto? - Leggereditore) (rec. qui )
  4. DREAM A LITTLE DREAM (Un piccolo sogno . Leggereditore)
  5. THIS HEART OF MINE
  6. MATCH ME IF YOU CAN
  7. NATURAL BORN CHARME



 

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Notte fonda , ebbene si' , le 3,30 di notte il giorno dopo sembravo una zombie! Ne valeva la pena!Grande Phillips in questo romanzo che ti scuote , ti coinvolge e commuove. Ciao Carolina.

mielelucegrace miele ha detto...

è da un po' che ho il gioco della seduzione e fra una cosa e un'altra passano sempre prima altri libri..... devo decidermi a prenderlo in mano poi a quanto pare .. uno tira l'altro!!!