venerdì 27 settembre 2013

NON LASCIARMI MAI di Emily Hainsworth

Un romanzo per giovani adolescenti, ma non solo, il piacevole Non lasciarmi andare che in trecento pagine scorrevoli e avvincenti si pone un interessante interrogativo di fondo: Saremmo le stesse persone in un universo parallelo se facessimo delle scelte diverse? E il nostro futuro e il nostro destino, sebbene attraverso percorsi diversi, coinciderebbero comunque? Se questi interrogativi stuzzicano la vostra curiosità questo è il romanzo che fa per voi e che vi lascerà anche qualche spunto su cui meditare...
Un po' a cavallo tra il film Sliding doors e i mondi paralleli di Multiversum, il romanzo della Hainsworth pur nella sua semplicità è in grado di regalare sia al lettore che al protagonista più di una sorpresa...


NON LASCIARMI ANDARE
di Emily Hainsworth


editore: Rizzoli
pagine: 302
prezzo: 16.00 euro
Rilegato

Trama

Cam non sa darsi pace, da quando Viv è morta in un incidente. Era il grande amore della sua vita, la sua ancora di salvezza da una famiglia complicata, il suo unico sostegno dopo la brutta frattura che gli aveva stroncato una carriera nel football. Un giorno, nel punto in cui Viv è morta, Cam ha una strana apparizione. Sembra un fantasma, ma è una ragazza che viene da un mondo parallelo, e si chiama Nina. In questo mondo, al tempo stesso simile e diverso da quello reale, Viv non è mai morta. Cam è al settimo cielo quando scopre che finalmente potrà riaverla. Ma questa Viv si rivela piuttosto diversa dalla sua, e poi c'è Nina che si mette di mezzo. Allora Cam si trova a dover scegliere dove e con chi stare, e deve farlo in fretta, perché il varco tra i due mondi si fa sempre più stretto...

La mia Opinione

Può il dolore per la perdita della persona che amiamo con tutti noi stessi aprire un varco temporale che ci permette di raggiungerla in un mondo parallelo e consentirci di vivere "una seconda possibilità"? E se in quel mondo parallelo - in cui non potremmo e non dovremmo stare - ci scoprissimo diversi sarebbe per via della nostra "natura" o delle nostre "scelte"?
Questa a grandi linee è l'impervia strada su cui si costruisce la trama di Non lasciarmi mai, ma bisogna ammettere che nonostante la complessità ideologica di fondo sia per costruire la trama, sia per farla arrivare verosimile e comprensibile al lettore, l'autrice se la cava davvero egregiamente. Non solo perchè è stata in grado di raccontare il tutto con chiarezza e una certa semplicità, ma perchè riesce a conferire al racconto un alone di mistero ed imprevisto che tiene incollati alle pagine e regala dei bei colpi di scena.

Non è facile riassumere questo libro per cercare di spiegare cosa ci aspetta dalla sua lettura, soprattutto senza incorrere in piccoli o grandi spoiler che priverebbero il romanzo di quell'intreccio e di quel mistero che ne costituiscono proprio il punto di forza. Forse il modo migliore per catturare la vostra attenzione è ampliare un pochino quello che già si anticipa nella sinossi - per una volta davvero fedele al contenuto e intrigante al punto giusto - per spiegare meglio quello che vi preparerete (spero) a leggere.
Camden, il protagonista, ex stella del football della sua scuola dopo il suo brutto incidente al ginocchio ha ormai un solo "scopo" nella vita ed un unica cosa che lo appaga e lo rende felice: stare con Viv. Lei è tutto: il suo Sole, la sua gioia, la sua amica, il suo amore. Fino al giorno in cui all'improvviso - in uno stupido incidente di cui si sente in parte responsabile - muore. E per Cam, da quel momento, è la fine di tutto. Non riesce a darsi pace, e nessuna risposta alla domanda perchè è proprio lui ad essere ancora . L'unica cosa che riesce a dargli un po' di sollievo è la sua ossessiva cura al suo patetico altare eretto nel luogo dell'incidente. Proprio in questo posto un giorno appare una misteriosa ragazza - che inizialmente sembra un fantasma - e un passaggio di luce verde che ben presto Cam scoprirà condurre in un altro mondo parallelo, simile ma del tutto differente dove ad essere morta non è la sua Viv ma una versione di sè stesso.
E' talmente grande la gioia che una Viv esista ancora, la voglia di abbracciarla, il bisogno di baciarla ancora che quasi non pensa alle implicazioni di una sua presenza in un mondo in cui non dovrebbe affatto esistere. E cosa ancor più interessante (e sorprendente) è che il Cam di "quella parte" è una persona molto diversa da quella che lui sa e sente di essere.

Ecco, il nocciolo della questione praticamente è tutto qui.
...Perchè...
La diversità dei due mondi e delle due vite è una questione di scelte? Dipende da noi o dalle conseguenze delle azioni e delle scelte di coloro che ci circondano? I due "futuri" e i due mondi paralleli sono "collegati" o sono indipendenti?
Mi rendo conto che sono quesiti davvero complicati e a cui sembra impossibile dare una risposta...Ma vi assicuro che l'autrice ci riuscirà in un modo molto stimolante ed originale.

Questo romanzo mi è piaciuto molto.
E' un libro sugli addi..
Sul dolore delle separazioni...
Ma anche un libro che parla di possibilità e di speranza. Anche se in una dimensione totalmente fantastica. Forse non sarebbe tanto male avere la possibilità di sbirciare su un nostro percorso alternativo e scoprire se davvero il destino - per le cose realmente significative - anche se in modi diversi ci porterebbe comunque nella stessa direzione.

Consigliato!





L'Autrice


E' cresciuta nello stato di New York e vive a Denver con il marito, un gatto e un cane. Non lasciarmi mai è il suo primo romanzo. Potete trovarla sul suo sito http://www.emilyhainsworth.com/

1 commento:

mielelucegrace miele ha detto...

questo libro lo avevo già adocchiato! e messo in lista di lettura! vedendo poi un 4 stelle resto dell'idea che lo leggerò! bella recensione!
Silvia