sabato 13 luglio 2013

IL CONFINE DI UN ATTIMO di Jessica Ann Redmerski

Un viaggio, un'amicizia a tempo determinato, due ragazzi troppo simili per restare indifferenti ad un amore che all'apparenza sembra facile ma che in realtà nasconde crude verità per le quali è difficile viverlo normalmente.
Asfalto e buon vecchio rock fanno da sottofondo ad un viaggio che porterà questi splendidi ragazzi verso la conoscenza dell'amore, quello bello da togliere il fiato ma velenoso se si nascondono grandi segreti.
Un libro che straconsiglio, magari senza farsi ingannare dalle prime pagine che tatticamente portano fuori strada lasciandoci poi sopraffatti da un finale che proprio non si può immaginare...

READY FOR LOVE?


IL CONFINE DI UN ATTIMO
di
Jessica Ann Redmerski



editore: Fabbri Editore
prezzo: 14,90 euro
pagine: 454
traduzione a cura di Eleonora Cadelli, Ilaria Katerinov, Anita Taroni

Trama

Camryn Bennet, vent'anni, non è certo il tipo da restare ingabbiata in una vita ripetitiva sempre uguale a se stessa. Ma quando il suo ragazzo è morto in un terribili incidente, niente sembra più importante davvero.. Dopo che anche la sua migliore amica le volta le spalle, Camryn salta su un autobus, con solo un telefono cellulare e una piccola borsa, decisa a fuggire da tutti coloro che la vogliono incasellare in una vita che non le appartiene. Nel viaggio incontra un ragazzo di nome Andrew Parrish, un tipo non molto diverso da lei, da cui si sente irresistibilmente attratta. Andrew vive la vita come se non ci fosse domani: la provoca, la diverte, la protegge, la seduce, le insegna ad assaporare ogni singolo momento e ad ascoltare le sue emozioni più profonde, i suoi desideri più veri e inconfessati. Ben presto diventa il centro della sua vita. Ma Camryn ha giurato di non lasciarsi andare mai più, di non innamorarsi mai più.. E il segreto che Andrew nasconde li spingerà irrimediabilmente insieme o li distruggerà per sempre?


La mia opinione

Non sempre si da il giusto peso e il giusto valore alle parole che si usano. 
Spesso ho definito un libro spiazzante, ma è quando poi leggi una storia così che ti accorgi che hai esagerato con l'altro o il termine è troppo riduttivo per questo.
Ammetto che la prima parte del romanzo non ne voleva sapere di decollare, leggevo ma non riuscivo ad entrare nella storia, che per molti versi mi è parsa scontata, vista e rivista, priva di quell'entusiasmo conduttore che ti lega ai protagonisti e alle loro vite.

Camryn è una ragazza con un passato già abbastanza complicato per la sua giovane età; ha perso in maniera tragica il suo grande amore, è stata delusa dall'amore incondizionato della famiglia e dell'amicizia. 
Per lei è arrivato il momento di cambiare, di trovare la sua strada affrontandone una della quale non conosce la destinazione ma spera fortemente che la sua determinazione, attraverso quel viaggio, porti al sicuro il suo cuore.
Sale sul di un autobus con i sedili occupati da facce estranee, ma poco dopo il volto di Andrew,  posseduto da due splendidi occhi verdi, diventerà il suo compagno di viaggio, la sua ancora di salvezza, il suo faro in mezzo all'oceano dove rifugiarsi e ritrovare se stessa.

Per quanto abbia amato Camryn, devo dire che Andrew ha invaso il mio cuore e questo già prima di conoscere i tanti perché... Lui, oltre a essere bello, è un contenitore esplosivo di una pericolosa miscela di mascolina sensualità e struggente amore; ma ciò che veramente colpisce conoscendolo, è la profondità della sua mente, la completezza della sua personalità capace di trascinarti in un mare sconfinato di tante belle cose, dalla più spensierata alla più profonda.
Fin dall'inizio ho pensato a lui come il ragazzaccio di turno che si redime grazie all'amore, ho cercato di capire i suoi segreti, mi sono persa in riflessioni sul perché si tratteneva davanti ai suoi sentimenti ma spronava lei a liberare il cuore.. Il perchè arriva all'improvviso, inimmaginabile.. e allora capisci che per tante pagine hai trattenuto il fiato, e con il cuore che batte all'impazzata ricominci a incamerare ossigeno e liberi le lacrime che ancora si affacciano ai miei occhi nonostante siano passati già diversi giorni da quando ho chiuso il libro.

Lo stile dell'autrice è davvero coinvolgente, fresco e attuale, e sa esattamente partarci dove vuole lei: offre uno spaccato impeccabile sulla vita di due ragazzi non più adolescenti che sono appena entrati nell'emisfero adulto, imparando forse un pò troppo presto che la vita non è facile da vivere.
Insieme scopriranno cos'è l'amore, ce lo ranconteranno attraverso gesti romantici, parole sussurrate come poesie e, come madre natura vuole, attraverso il sesso; ecco, di scene sessuali ce ne sono e anche molto dirette ed esplicite, eppure sono raccontate con naturalezza e protette da una bolla fatta d'amore che attutisce l'impatto. E' talmente ben rappresentato, anche se forse vengono usate qualche volta di più parole "accese", che ti fa vivere la loro storia come la cosa più bella del mondo.. come avere l'esclusiva su di una porta che da accesso ad un panorama  bello e sconfinato, dove soffermarsi a guardare lo scorrere di due vite che si sono incontrate nell'esatto momento in cui avevano deciso di cambiare strada. Il loro è un viaggio alla ricerca di se stessi e insieme troveranno una variante meravigliosamente splendente alle ombre che li ingrigivano.
Chilometri e musica rock non convenzionale avvicinano i due e le giornate si fanno piacevoli sulle note e sulle parole cantate a squarciagola; i segreti non sembrano più così grandi se condivisi con una persona speciale e i problemi non sono più insormontabili come prima di partire perché adesso c'è una ragione in più per gioire e una voglia di vivere dirompente. Però, vi assicuro, nessuno può immaginare che piega prenderà la loro avventura, perchè i problemi sono montati nel portabagagli clandestinamente insieme a loro e non li hanno mai abbandonati..

Non posso non consigliare questo libro, magari non alle giovanissime, ma direi che questo è un romanzo senza tempo e senza età, dove nello scorrere dei chilometri non si guarda fuori dal finestrino ma si fa un lungo viaggio introspettivo, le note musicali sono motivo di spensieratezza e i silenzi una segreta elaborazione del loro amore.
Il Confine di un Attimo è un libro che a mio parere si comincia ad amare dopo averne letto una bella parte di pagine, si affonda nell'oblio delle ultime con un finale che riscatta clamorosamente tutte le precedenti quattrocentocinquanta...





L'autrice

J.A Redmerski con questo libro, inizialmente autopubblicato, è entrata nelle classifiche dei bestsellers negli stati uniti. Vive in Arkansas con i suoi tre figli e il suo cane maltese.

8 commenti:

Alex ha detto...

Che meraviglia di libro...
Altrettanto meravigliosa recensione :)
BRAVA!

Irene Vanni ha detto...

A quanto pare la mia nuova collanina non sta sbagliando un colpo :)

Nippi Ilaria ha detto...

@Alex, grazie!!! Ma quant'è bello questo libro!!!


@Irene, ho visto sul tuo blog che scrivi per Fabbri!! Davvero una gran bella casa editrice che, come hai detto te, non sbaglia un colpo!! Complimenti e grazie per essere passata di qua!!

Irene Vanni ha detto...

Sì, giusto per Fabbri Life, e sto già scrivendo il secondo per loro ;)

lilia63 ha detto...

E' inutile dirti il mio parere sulla tua recensione, è scontata.
Condivido tutto quello che hai scritto, l'ho finito stanotte, che dire: bellissimo!
Quando ho cominciato a capire qualcosa sul segreto di Andrew, è stato come prendere un pugno nello stomaco!
Bravissima l'autrice, l'idea poi del doppio punto di vista mi piace molto, ed in questo romanzo, più che azzeccato.
Alle cinque stelline io aggiungo ++

Nippi Ilaria ha detto...

Lilia, non ho dato la mezza stellina in più perchè all'inizio ho faticato un po' però... in effetti ci stava bene perché più ripenso al libro e più me ne innamoro. Bellissima lettura..
Mi fa tanto piacere che sia piaciuto anche a te!

Laila71 ha detto...

Che bello questo romanzo e che belli e meravigliosi i personaggi...una lettura fresca..simpatica..pepata al punto giusto..con un finale toccante e emozionante.
Ho amato ancora di più questo libro ascoltando le canzoni contenute nella playlist..la mia preferita è Laugh I Nearly Died - Rolling Stones...e immagino Andrew sul palco.

Anonimo ha detto...

Ho sognato con questo libro! Lo sto rileggendo per la terza volta.. E non mi stanca mai. Ho vissuto la storia insieme ai personaggi, ridendo, piangendo e amando. Giuro di non aver mai pianto così tanto per un libro, eppure gli ultimi capitoli mi hanno davvero sconvolta. Lo consiglio vivamente