martedì 2 aprile 2013

DANZA COL DIAVOLO di Sherrilyn Kenyon

Quarto appuntamento con i Cacciatori Oscuri. 
Oggi è la volta di Zarek. Forse il più cupo e tormentato fra i Dark Hunters... Spesso frainteso, antipatico alla maggior parte dei suoi simili, vive da anni isolato e solo con i propri tormenti. Solo Acheron conosce la verità su di lui e gli dimostra affetto e fiducia. 
Insieme alla ninfa Astrid, che va da lui in qualità di giudice e che pian piano impara a conoscerlo e a comprenderlo. Ovviamente fra i due si svilupperà una bella ed intensa storia d'amore che, come ormai ci ha abituato la brava Sherrilyn, ci farà sognare!...
E allora, buona lettura!

DANZA COL DIAVOLO
di Sherrilyn Kenyon


editore: Fanucci
pagine: 317
prezzo: 9.90 euro
Brossura
(4° libro "Dark Hunter Series" )

Trama


Zarek è il più pericoloso di tutti i Cacciatori oscuri: è in grado di eseguire perfettamente gli ordini ed è considerato violento e folle dai suoi compagni. Ha trascorso gli ultimi novecento anni in esilio in Alaska, prigioniero e isolato in mezzo al nulla e incapace di sopportare il sole senza ardere vivo, e anche per un Cacciatore oscuro abituato al peggio questa, come punizione, non è niente male. Liberato dal suo esilio per combattere i demoni che infestano New Orleans, con la sua cattiva condotta Zarek porta all'esasperazione Artemide, la dea che lo ha creato, che decide di averne avuto abbastanza di lui. Archeron, il leader dei Cacciatori oscuri, convince Artemide a concedere un giusto processo a Zarek prima di condannarlo: sarà Astrid, una ninfa nota per la sua crudeltà, a giudicarlo. E mentre Astrid lotta per mantenere la sua imparzialità di fronte alla crescente attrazione per Zarek, sospettoso, scontroso e rude, ma anche profondamente ferito, Artemide ha già inviato un carnefice per giustiziare il ribelle. Il giorno del verdetto si avvicina e Artemide è pronta a tutto pur di portare a termine la sua vendetta, anche se questo può voler dire distruggere il mondo intero.

La mia Opinione

"Sei la mia rosa. Sei l'unica in tutti i milioni di pianeti e stelle esistenti" ...
"Sai... il il mio fiore" sussurrò Zarek. "Ne sono responsabile" ...
"Ha quattro spine da niente per proteggersi dal mondo..."
Lei lo ascoltò citare "Il piccolo principe"
"Perchè quel libro ti piace così tanto?"
"Perchè voglio sentire i sonagli suonare quando guardo il cielo.
Voglio ridere, ma non so come."


BELLISSIMO anche questo terzo libro della serie dei Dark Hunters della Kenyon in primo luogo per la forte presenza di rimandi a citazioni e situazioni del celeberrimo romanzo fiabesco del "Piccolo Principe" di Antoine de Saint Exupèry su cui a mio avviso si impianta e si costruisce tutta la storia di Zarek ed Astrid. Come nel Piccolo principe infatti IN CUI SI AFFRONTANO I TEMI DEL SENSO DELLA VITA, DELL'AMORE E DELL'AMICIZIA, anche qui avviene proprio una vera e propria EDUCAZIONE SENTIMENTALE  attraverso la quale Zarek scopre la sua umanità, o più propriamente riesce a ritrovarla veramente e finalmente ad esprimerla, vivendo sempre più appieno sentimenti e sensazioni che sembravano essergli stati negati per sempre, fin dalla nascita e impara anche a sorridere.

Infatti, anche se LA SOFFERENZA, IN TUTTE LE SUE FORME, E' UN COMUN DENOMINATORE PER TUTTI I CACCIATORI OSCURI  ( diciamo che sia proprio l'unica prerogativa per essere "salvati " ed "arruolati" da Artemide ) sono convinta che POCHI ABBIANO RAGGIUNTO I LIVELLI DI PENA E SOFFERENZA FISICA E MORALE PATITA DA ZAREK! ... Devo ammettere che ci sono stati dei momenti piuttosto "tosti" in cui la nostra amata Sherylyn non ci ha risparmiato descrizioni ed occasioni in cui compatire il povero schiavo di origine greca...che NE HA PASSATE DAVVERO DI TUTTI I COLORI, sia da vivo che da "morto". E per farlo stare male e rendergli l'esistenza impossibile proprio TUTTI CI HANNO MESSO LO ZAMPINO... compreso il mio adorato ACHERON, che però si riscatta da tutte le colpe proprio grazie al meccanismo messo in atto fin dal principio di questo libro;ovvero manda ASTRID, ninfa giudice figlia di Thesis,dea della Giustizia, a giudicarlo e a proclamare il verdetto sulla presunta innocenza di Zarek e quindi salvarlo dalla morte certa che voleva infliggergli ARTEMIDE.

Da queste premesse nasce, non senza difficoltà, una bellissima e (come nel solito stile Kenyon) coinvolgente storia d'amore ... che avrà il merito di farci conoscere pian piano il VERO ZAREK... non il pazzo e l'assassino, bensì LA PERSONA SOLA, FERITA ed IMPAURITA, che NON SAPEVA COME AFFRONTARE IL MONDO PERCHE' IL MONDO PIU' VOLTE GLI AVRVA VOLTATO LE SPALLE; Che aveva paura di dare la sua fiducia agli altri e che non aveva mai conosciuto una carezza... Che non aveva mai ricevuto affetto... che aveva eretto intorno a se una corazza solo per difendersi dall'ostilità e dal disprezzo del mondo...ma che per il mondo continuava,nel silenzio, anche a fare qualcosa di buono... come delle semplici statuette di legno...
Ecco;credo che questa sia stata una delle immagini che più mi abbiano toccata e colpita...

E allora vi chiederete: COME MAI SOLO QUATTRO STELLINE?
Non è un mistero che io adori la Kenyon, ma proprio perchè ho questa grande stima di lei, e ritengo sappia scrivere benissimo, non "accetto" delle "imperfezioni" e quindi non posso dargli punteggio pieno questa volta! In primis ci sono stati dei momenti ( troppi in verità ) in cui mi è venuto da dire : "Va bene, basta...! Abbiamo capito!!!" 
Insomma: troppe ripetizioni!
E poi si è dilungata troppo nelle scene di sesso, ha indugiato in descrizioni anche "troppo meticolose" per i miei gusti rendendole "lente". Intendiamoci... Tutte le volte che ci sono state non sono mai apparse fuori luogo o forzate, ( SPECIALMENTE LA PRIMA VOLTA MI SEMBRA CHE ABBIA AVUTO UN'IDEA "GENIALE" ) ma ESAGERATAMENTE MINUZIOSE nei loro "passaggi" ... 
Io sono una di quelle che preferisce un po' di immaginazione... o delle cose lasciate in sospeso!!
(Non entrerei nello specifico per non essere volgare, soprattutto non contestualizzando un eventuale esempio all'interno di una frase)!!!  Comunque la Kenyon è una che ci sa fare di brutto, quindi non vi allarmate!! ^_^  E' solo che sotto questo aspetto ho preferito decisamente i libri precedenti!

Sempre rispetto ai libri precedenti ho trovato "minore ironia" e di conseguenza una quantità minore di momenti e battute comiche, come eravamo abituati ad avere; anche se difficilmente dimenticherò certe frasi e certi siparietti, come quelli fra Zarek e il lupo Sasha o la diavoletta Simi..
buffissima e simpaticissima che al momento opportuno sa diventare anche una "videocamera" vivente ( come la definisce scherzosamente Zarek ).

In conclusione, ci troviamo di fronte sempre e comunque di fronte ad un libro NOTEVOLE, facente parte di una saga a mio avviso, ancora più notevole, che continua a popolarsi di personaggi altrettanto notevoli...
Nuovi Dark Hunters, come JESS SANDOWN,
nuovi apollinei e vecchie conoscenze dapprima solo accennati fanno la loro attiva comparsa, come gli ONEROI. 
E poi comincia a farsi sempre più luce su Acheron...sul suo passato, sul suo ruolo e sul suo "rapporto" con la capricciosa Artemide.

Bello, anzi bellissimo e superconsigliato!!!
Soprattutto perchè CI RICORDA UNA COSA MOLTO IMPORTANTE, OSSIA DI RICORDARCI SEMPRE DI GUARDARE CON GLI OCCHI DEL CUORE, perchè è l'unico modo giusto che abbiamo se proprio dobbiamo giudicare!!!  ;-)

 1/2

La Serie "Dark Hunters"


1. Fantasy Lover - Fantasy Lover, prequel recensione QUI
2. Notte di piaceri - Night Pleasures  recensione QUI
3. L'abbraccio della notte - Night Embrace recensione QUI
4. Danza col diavolo - Dance with the Devil 
5. Il bacio della notte - Kiss of the Night 
6. Il gioco della notte - Night Play  
- sottoserie Were-Hunter
7. L'eternità della notte - Seize the Night 
8. Le colpe della notte - Sins of the Night 
9. Unleash the Night
 sottoserie Were-Hunter
10. Dark Side of the Moon 
sottoserie Were-Hunter
11. The Dream-Hunter 
sottoserie Dream-Hunter
12. Anche i diavoli piangono - Devil may cry 
13. Upon The Midnight Clear 
sottoserie Dream-Hunter
Dark-Hunter Companion
14. Dream Chaser
sottoserie Dream-Hunter
15. Acheron
16. One silent night
17. Dream Warrior
 sottoserie Dream-Hunter
18. Bad Moon Rising
sottoserie Were-Hunter
19. No Mercy
sottoserie  Were-Hunter
20. Retribution 
21. The Guardian
sottoserie Dream-Hunter
22. Time Untime 
23. Styxx  previsto per agosto 2013

L'Autrice


Nata nel 1965, ha ricevuto numerosissimi riconoscimenti, tra cui il Darrel Award e il PEARL Award per i romanzi firmati a suo nome o sotto lo pseudonimo di Kinley McGregor. Le sue opere hanno venduto più di dieci milioni di copie e sono state stampate in ventisei Paesi. Stabilmente presente ai vertici delle classifiche di New York Times e USA Today, è un’autrice ormai di culto in Germania, Inghilterra e Australia. Il suo sito internet registra 120.000 contatti la settimana.



2 commenti:

valeria filomena ha detto...

cavoli, già kyrian mi commuove, poverino. ma dimentico sempre che non c'è mai limite al peggio. sono immersa nel secondo come si evince. bella questa serie, mi consola dalla mancanza di BDB.

sangueblu ha detto...

È' vero cara Valeria!... Questa bella saga fa sentire un po' meno la mancanza della Confraternita... Anche i Dark Hunters hanno il loro perchè e soprattutto io adoro lo stile e soprattutto la fantasia della Kenyon!!! Sono curiosa di sapere la tua opinione sui vari libri e conoscere il tuo preferito!