lunedì 28 luglio 2014

SE TORNO, TI SPOSO Kristan Higgins Recensione


Oggi sono a parlarvi di una lettura assolutamente imperdibile in quanto  foriera  di buonumore e di relax. Gli ingredienti di questo "piatto estivo" prettamente vacanziero  sono: 
a)  Un’ atmosfera bucolica: siamo a Manningsport,  paese di circa settecento anime circondato da vigneti, ad economia vitivinicola . Un luogo  dove si conoscono tutti,  dove  il massimo del divertimento consiste in una  degustazione enologica, in una cena al pub o in un picnic in mezzo alla natura; dove i crimini vengono commessi dagli amatissimi animali anziché dagli uomini . 
b) Una famiglia numerosa, quella della protagonista  Faith: fratelli, sorelle, nonni, nipoti; tutti  chiassosi, litigiosi, frastornanti, uniti nel bene e nelle difficoltà.
c) Tre ragazzi prima,  tre adulti poi, provenienti da mondi e situazioni diverse: ricchi o poveri, membri di una famiglia protettiva o cresciuti troppo in fretta  combattendo le avversità.  Vissuti insieme, persi e poi ritrovatisi: magari un po’ cambiati , di fondo  sempre gli stessi di un tempo, pronti per essere rosolati  dal fuoco di una passione germogliata da ragazzini e mai sbocciata. 
Che le vite di ciascuno di loro  possano trovare una giusta dimensione? Con Kristan Higgins  sarà  senz' altro così! Ma il bello di questa lettura è che non c'è fretta di saperlo:  perchè la strada per arrivare all' happy end è davvero molto piacevole e costellata   di spunti comici, interludi di passione, dialoghi commoventi,  esilaranti colpi di scena. 


SE TORNO, TI SPOSO 
KRISTAN HIGGINS


Editore: Harlequin Mondadori
Genere: Romance contemporaneo 
Pagine: 376
Prezzo: 12,90 euro
ebook: 6,99 euro



La Trama

Un bel giorno di giugno, davanti a mezza città, in uno sfarzoso abito da principessa, con in mano un profumato bouquet di rose, Faith Elizabeth Holland fu piantata all'altare. Ma questo è successo un po' di tempo fa. Da allora, dopo quell'umiliazione cocente, se ne è andata ed è diventata "un po' cauta", con gli uomini, tanto da aver inventato un metodo sicuro per non farsi più fregare: l'interrogatorio. La cautela, però, non è mai abbastanza, a quanto pare. Clint aveva superato tutti i suoi test, sembrava affidabile, perfetto, tanto perfetto che non gli mancava nulla, nemmeno moglie e figli. Carogna! Così, quando una crisi familiare richiama Faith alla Blue Heron Winery, l'azienda vinicola di famiglia, lei coglie la palla al balzo per allontanarsi il più possibile da quell'ultima delusione. Lì incontra di nuovo Levi, migliore amico del suo ex, mancato testimone di nozze e responsabile del suo abbandono. Lo stesso che l'aveva baciata. Lo stesso che forse lei vorrebbe baciare ancora! 

La mia opinione
L’ incipit del romanzo ne riassume tutte le caratteristiche,  raccontando   un idillio amoroso apparentemente impeccabile facendo leva sul romanticismo trito e ritrito : il tono  è fin  troppo poetico, sconfina nel burlesco, i luoghi comuni esposti sono veramente eccessivi,  qualcosa chiaramente non quadra. Infatti la Higgins senza indugio  sgancia  la bomba: dopo tre pagine  il lettore si trova di fronte a una ragazza abbandonata all’altare  , un quasi- marito  dichiaratosi  omosessuale e un testimone dello sposo  affranto e colpevole, in parte responsabile di questo cambiamento di rotta "al fotofinish". I tre si separano bruscamente nella sofferenza,   per rincontrarsi in quel di Manningsport tre anni e mezzo dopo: Jeremy ( lo sposo mancato)  medico del paese idolatrato dai concittadini  , Faith ( la quasi moglie)  architetto di giardini reduce da disavventure stravaganti e demoralizzanti con gli uomini, Levi ( il testrimone" scomodo" )  congedato dall' Afghanistan e ora capo della polizia locale.
Tutti e tre sono dei " bravi ragazzi" hanno fatto tesoro delle loro esperienze, ne sono rimasti scottati  o disillusi: da questo punto  si riparte, ripercorrendo a capitoli alternati l' intrecciarsi delle vicende dei tre protagonisti  e dei loro amici e parenti fin dalla loro infanzia,  al fine di comprendere le dinamiche successive tra di loro  e di dare una motivazione ai comportamenti e all' evolversi degli eventi.
L' intento è quello di ridere- e molto -   insieme al lettore di fenomeni di costume,  di atteggiamenti;  ma  anche di affrontare tematiche semiserie o drammatiche, sensi di colpa, disillusioni ; di  raccontare in modo spassoso i turbamenti di una donna insicura alle prese con una storia d’ amore  alquanto  singolare, avendo al contempo  riguardo e compassione  per le sofferenze e le incertezze di ciascuno.  Di ironia ce n'è per tutti: crudariani, maliarde attempate, omossessuali, perbenisti, erotomani, studiosi dell Bibbia, e chi più ne ha più ne metta; tutto sempre e comunque all' insegna del politically correct . Ma più di ogni altro tema spiccano  una storia d' amore plateale, che finisce  con infinita dolcezza e struggimento;  e una nuova scintilla accesasi quasi inconsapevolmente,  rimasta  soffocata sotto le braci perchè messa in ombra dall' altro legame ostentato e  ora pronta per divampare in incendio .Due legami lunghi una vita imprescindibili dalle radici dei tre personaggi, dalle esperienze comuni, dall' amore per la  terra e per la famiglia:  destinati ad evolversi "come è giusto che sia".  
Nonostante spesso la Higgins  sia molto irriverente, si dimostra  molto tenera e rispettosa nei confronti di Jeremy e della sua omosessualità che lo ha portato a fare scelte dolorose. Faith viene coccolata dall' autrice con una cura particolare: non è la classica protagonista isterica in attesa di colui che può mostrarle il paradiso in camera da letto, ma una donna motivata, spontanea, affidabile che sa razionalizzare il dolore, che cerca di convivere con i suoi fallimenti e di fare tesoro delle esperienze;  giustamente turbata dalle camicie di flanella del bel Levi ma non assatanata  dopo il primo bacio. I due uomini sono le facce  contrapposte dell' amore: Jeremy  è dedizione e impegno " a parole", Levi è spontaneità. pragmatismo e azione. Le  scelte  dei tre personaggi  viste alla luce della storia delle loro vite appaiono naturali e " scritte nei loro destini": non saranno padri da accasare, amiche pazzoidi, sorelle invadenti a modificare il corso degli eventi. 
Una lettura estremamente coinvolgente,  dal divertimento assicurato: primo libro di una serie che vedrà protagonisti gli altri membri della famiglia di Faith e la sua migliore amica,  alle prese con l' Amore e il suo retrogusto dolceamaro.. destinato tra una battuta, una schermaglia e una lacrimuccia   a diventare un concentrato di glucosio!

La Serie Blue Heron

1- The Best Man Se torno ti sposo Harlequin Mondadori Luglio 2014
2- The Perfect Match
3- Waiting On You
4- In Your Dreams

L' Autrice 




Autrice americana ai vertici delle classifiche di Usa Today e del New York Times, ha venduto oltre 400 mila copie in tutto il mondo.
Il suo stile unico, romantico e divertende rende ogni suo romanzo una commedia brillante dal sapore cinematografico, godibile e scacciapensieri.
Proprio per questo è stata già defintia dal pubblico italiano l'alternativa ideale a Sophie Kinsella e le recensioni dei suoi romanzi spopolano nella rete.


Il suo sito personale: http://www.kristanhiggins.com/

1 commento:

mielelucegrace miele ha detto...

Con questa autrice si va sul sicuro!