venerdì 1 febbraio 2013

INTERVISTA A M.J. HERON, autrice di IMPLOSION

Carissimi frequentatori di Sognando tra le Righe, è con immensa gioia che finalmente oggi vi proponiamo, come promesso qualche tempo fa, l'intervista alla bravissima M.J. Heron. 
Autrice italiana di talento, e oggi diventata anche una cara amica,  ha incantato me e tantissimi lettori che si sono avvicinati al suo Implosion, un romance thriller paranormale che non ha niente da invidiare alle più decantate serie straniere.
Se ancora non vi siete addentrati nella Firenze misteriosa e intrigante descritta da M. J, non avete avuto modo di conoscere i Kuran, e soprattutto avete voglia di leggere la bella storia d'amore fra Katherine ed Armand... vi consiglio caldamente di non perdere Implosion! Quindi, correte subito in libreria, ma non prima di aver letto questa bella intervista. Se invece vi sentite pronti a sfidare la sorte restate con noi... avrete la possibilità di vincere una COPIA AUTOGRAFATA, tutta per voi! Volete sapere come?
...Quanta impazienza!!! Ve lo diremo solo alla fine della chiacchierata con M.J Heron!
E ora bando alle ciance! Vi lascio all'intervista con questa dolce, simpatica e disponibile scrittrice che ci parlerà un po' di sè, del suo lavoro e dei suoi progetti per il futuro....
Ma poi, non andatevene, perchè vi aspetta un'altra meravigliosa sorpresa!



INTERVISTA a M.J. HERON



Ciao M.J. ! Grazie per essere qui! 
Ho amato tantissimo il tuo romanzo... e dai vari commenti che si leggono in giro, c'è grande entusiasmo per il tuo lavoro, che si è dimostrato un paranormal all'altezza dei migliori libri stranieri.
Sono io a esserti davvero grata per l'invito. Partecipare all'attività del vostro blog è per me un vero piacere.

M.J. Heron è uno pseudonimo che potrebbe far pensare ad un autrice straniera. Ma tu sei italianissima...
Anche se sono nata all'estero mi sento italiana a tutti gli effetti. Adoro l'Italia e credo che lo si capisca anche dalle ambientazioni scelte per la trama di Implosion.

Il romanzo è ambientato prevalentemente a Firenze. C'è un motivo particolare per cui ami questa città?
Potrei risponderti con una domanda: come si potrebbe non adorarla? Ho amato Firenze ancora prima di visitarla. È una città in cui si respirano arte, storia, passione e bellezza. Trovo Firenze estremamente romantica... come avrei potuto resistere al suo fascino?

La forza del tuo libro, oltre allo stile dinamico, limpido ed incisivo, credo risieda nella forza e nella varietà dei sentimenti di cui parla. L'amore in tutte le sue forme... 
L'amore sensuale, l'amore familiare, l'amore fraterno. Ma anche quell'amore estremo che sfocia nel suo opposto. E nel tradimento.
Quanto conta l'amore nella tua vita?
Che ruolo ha la famiglia?
Per me l'amore e la famiglia sono e resteranno sempre al primo posto. Le due cose sono strettamente legate e infatti anche in Implosion si intrecciano i vari aspetti nelle caleidoscopiche sfaccettature di quell'amore che tutti conosciamo, in alcuni passi anche quello più meschino e crudele.

Oltre all'idea di "intrattenere" i tuoi lettori, dall'intreccio si evince anche un messaggio più profondo. Ti sei resa conto di lasciare anche un messaggio ai tuoi lettori? Voglio dire... la cosa si è sviluppata "naturalmente" o è stata intenzionale?
Implosion rispecchia semplicemente il mio pensiero e le mie emozioni, anche se i personaggi a cui ho dato più spazio hanno il proprio carattere, un loro vissuto e una diversa visione della vita. Mentre scrivevo mi sentivo molto vicina a Kylaah. È un personaggio che amo perché nonostante il suo grande potere, la sua forza e l'apparente perfezione, commette errori “umani” e lo fa per amore. In parte concordo con una lettrice secondo la quale Robert e Kylaah sarebbero molto simili. In effetti entrambi trasmettono un messaggio ben preciso: basta poco per oltrepassare il confine e far diventare l'amore malato e distruttivo. Tutti e due commettono lo stesso errore e ne pagheranno le conseguenze.

Ci puoi parlare, anche a grandi linee, del processo creativo che ha dato origine ad Implosion?
Non sono partita da una bozza studiata a tavolino, io stessa ho avuto la gioia di scoprire passo dopo passo l'evolversi della trama. È stato per me molto bello lavorare sui particolari, andare a caccia di molte informazioni poi introdotte nel romanzo, fare ricerche di giorni per creare una scena o anche solo un piccolo paragrafo. Sento di essere cresciuta molto con e grazie a Implosion. Ho scoperto cose che altrimenti non avrei mai conosciuto. E poi si sono verificate tante coincidenze, alcune fin troppo strane... Un'emozione dietro l'altra.

Implosion - Implosione: come ti è venuto in mente questo fantastico (e innovativo) potere sovrannaturale?
Un giorno, mentre scrivevo, ho visto Katherine fare una cosa incredibile. Si tratta di una scena del romanzo che non svelo per non anticipare troppo a chi non l'ha ancora letto. Solo in seguito sono arrivata a delineare con precisione il suo potere. La scena semplicemente si è “imposta”. Tra l'altro il titolo Implosion non caratterizza soltanto il potere della protagonista femminile, ma rappresenta anche la travolgente condizione psicologica in cui lei stessa si troverà verso la fine del romanzo.

Hai saputo creare una serie di personaggi "vivi", capaci di entrare nell'immaginario del lettore e lasciargli addosso la voglia di saperne di più. (Su tutti, e questo è un coro generale, Shamnos). Qual è quello a cui ti senti maggiormente legata? Quale ti rispecchia di più? E quale senti abbia più da dire (in futuro?)
Devo ammettere che non mi aspettavo così tante “fan” di Shamnos, ovviamente questo mi rende molto contenta perché la sua figura per adesso è stata solo accennata. Mi sento legata in particolar modo a Kylaah, Katherine, Armand e Thomas però, ora che sto scrivendo il seguito, altri due personaggi mi stanno conquistando. Non credo ce ne sia uno in particolare in cui io possa identificarmi, c'è però qualcosa del mio intimo in diversi di loro.
Credo di sapere dove vuoi arrivare con l'ultima domanda. ;-) Ti confermo che Shamnos sta affilando le sue armi...

So che è difficile sbilanciarti, perchè probabilmente è ancora presto, ma quando pensi che potrebbe uscire il seguito, che in tantissimi stiamo aspettando con ansia?
Grazie infinite, fa tanto piacere sapere di questa attesa. Per ora posso solo dire che io e i “ragazzi” cercheremo di non farvi attendere troppo.

Pur nella tua estrema originalità, perchè il tu romanzo è davvero qualcosa di molto personale, si sente un influsso "Wardiano" o mi sbaglio?
Siamo il prolungamento del nostro vissuto, di quello che i nostri occhi hanno guardato e di tutto ciò che si è provato nell'assaporare la vita. La lettura spesso regala molte di queste sensazioni. Credo che sia naturale quindi, in fase creativa, tirar fuori le emozioni sedimentate nel corso del tempo, dopo averle fatte proprie.

Quali altri autrici e autori "Paranormal" apprezzi?
Di una lista piuttosto lunga faccio solo tre nomi: Jeaniene Frost, Keri Arthur, Sherrilyn Kenyon.

Quali altre letture prediligi?
Leggo un po' di tutto, dai classici ai thriller, ai romanzi d'amore. Voglio citare un autore a cui sono molto legata: Sidney Sheldon. Ho scelto il nome “Katherine” proprio nel ricordo di un suo personaggio che avevo amato tanto.

Visto che anche tu ami molto, come noi Books'Angels , J.R. Ward puoi svelarci qual è il tuo confratello prediletto e il tuo libro preferito fra i nove finora pubblicati?
Domanda difficilissima! Perdonami, ma sono costretta a fare almeno due nomi: Rhage e Zhadist. Il libro preferito fra i nove deve essere ancora scritto perché anche in questo caso sono obbligata a nominare più di un titolo: Lover Eternal, Lover Awakened, Lover Avenged, Lover Mine, quindi il 2°, 3°, 7° e 8° volume della saga.

Chi è M.J. Heron nella vita di tutti giorni? Cosa ti piace fare a parte scrivere? Com'è la tua giornata tipo?
E la tua giornata ideale?
Partiamo con la giornata ideale. L'idea già mi piace: Svegliarmi di buonora e coccolare i miei tre amori, fare una breve passeggiata e respirare l'aria fresca di una giornata di primavera, tornare a casa e iniziare a scrivere fino all'ora di pranzo, cucinare e mangiare qualcosa di leggero, guardare un film o leggere un buon libro, dedicarmi alla famiglia, preparare una cenetta sfiziosa (adoro cucinare!) e poi ritornare a scrivere tutta la sera, prima delle coccole della buona notte.
Nella realtà invece... potrei parlarvi di corse contro il tempo, telefoni che squillano, lavoro da fare in studio, pranzo veloce, altro lavoro in studio, qualche occhiata a Facebook, cena iper-veloce e magari spesa all'ultimo minuto, se va bene un paio d'ore in cui riesco a scrivere e poi crollare inevitabilmente dal sonno.
Scommetto che anche tu preferisci la prima versione. :-)

Film preferito?
La ricerca della felicità.
Musica preferita?
Dipende dai momenti. Rock, pop, classica, ambient.
Cibo preferito?
Tocchi un tasto delicato perché apprezzo tutto il buon cibo e non resisto ai dolci.

Implosion, uscito prima in formato digitale ha riscosso un tale successo in rete da essere pubblicato in cartaceo e messo a disposizione della grande distribuzione. Cosa si prova a vedere sugli scaffali il proprio romanzo?
È stata ed è un'emozione fortissima. Confesso che il giorno dell'uscita sono andata in libreria a comprarlo. L'ho adocchiato da lontano e ho fatto il giro di mezzo reparto prima di decidermi a prenderlo in mano e sfogliarlo. Non riuscivo a crederci!

Tra l'altro ha una copertina ad alto impatto che è impossibile non notare fra le altre. Hai dato un contributo?
Anche il tuo sito è molto curato e di grande effetto. Ci hai lavorato personalmente?
I tuoi apprezzamenti sono una vera iniezione di energia positiva. Potremmo sentirci più spesso? :-)
Sono molto contenta che De Agostini abbia scelto di mantenere come prima di copertina l'immagine che avevo realizzato. Da un paio d'anni mi diverto con la grafica web e ti confermo che anche il sito www.mjheron.it l'ho fatto tutto con le mie manine. Vorrei aggiornarlo più spesso, vorrei fare tante cose, probabilmente un giorno o l'altro mi metterò alla ricerca del mercatino del tempo.

In un momento in cui imperversa il self-publishing, tu hai avuto il merito, la fortuna e la possibilità di uscire subito per una grande casa editrice. Ti va di raccontarci come è andata?
Se devo essere sincera, anch'io avevo pensato al self-publishing. Trovo sia un mezzo efficace per far conoscere il proprio lavoro per non correre il rischio di vederlo chiuso per sempre in un cassetto. Dopo attese che sembravano infinite è arrivata De Agostini, una sorpresa incredibile! Oltre a essere una casa editrice così importante, storica e stimata, ho scoperto essere una sorta di grande famiglia composta da persone gentili e disponibili che ti fanno sentire dei loro, cercando di valorizzare il lavoro fatto. Una bellissima esperienza, anche sotto il profilo umano.

C'è un consiglio che vuoi o puoi dare a chi ha intenzione di intraprendere il tuo mestiere e sogna di veder pubblicato il suo "sogno nel cassetto"?
Vivo la scrittura come una passione. Certo, la passione va coltivata e richiede un impiego notevole di energie, ma la realizzazione di un sogno si sa... necessita tempo e dedizione.
Il “consiglio” è quello di non avere fretta, cercare di dare il massimo, farlo con amore e non perdere la speranza. E poi tentare, osare, far leggere il proprio scritto, proporlo, continuare a migliorarlo.

Progetti per il futuro? (a parte il seguito di Implosion?)
Vincere al Superenalotto per potermi dedicare alla scrittura. Vale come risposta?
Più che un progetto vorrei svelarti un proposito: trovare il tempo per fare quello che mi piace e cercare di organizzare la mia vita in modo che sia meno frenetica.

Il tuo blog preferito? (SCHERZO!!!!) <3
Ma ovviamente..................... Sognando tra le Righe! ;-) ♥ ,


Grazie infinite dolce M.J.! E' stato un vero piacere ed un onore averti qui con noi...
Da oggi in poi sai già che saremo un po' come i tuoi angeli custodi!


Ed ora cari fans di Implosion o semplici avventori di Sognando tra le Righe da oggi fino al 14 Febbraio avete la possibilità di vincere una copia autografata di questo libro lasciando un commento su questo post scrivendo una frase su Firenze ispirata alla copertina...
La migliore, verrà scelta direttamente da M.J. Heron.
 
...Spargete la voce
...spremete le meningi e
...in bocca "aillupo"!!




( Cliccando QUI potete leggere la mia recensione )

7 commenti:

Jessica ha detto...

Complimenti per l'intervista!! :D
la frase che avrei scelto su Firenze è tratta dalla canzone Firenze, piccoli particolari di Laura Landi:
"Firenze splende,
Firenze splende in questo mattino,
come una lacrima agli occhi
di chi si sta innamorando di te,
quanto ti amo,
ti amo solo da pochi minuti,
da poche gocce lucenti sull'Arno,
per noi, per mille gesti che fai per me,
non lo sai,
sono piccoli particolari
che hanno riempito di bello il mio cuore."
(http://www.youtube.com/watch?v=SzL5T9hYpMs)
Spero vi piaccia e incrocio le dita!

Nippi ha detto...

Che bella intervista!!! E complimenti all'autrice di questo splendido libro (che, ahimè, devo sempre leggere ma.. ce la farò, ce la farò...) che, non so se l'avevo già detto, è una gran bella figliola!!!

alice belli ha detto...

Ciao ho scoperto Implosion grazie a questo sito e condivido con la scrittrice le sensazioni che Firenze riesce a dare. La copertina mi ispira queste frasi tratte dalla poesia di Umberto Saba "Firenze":

"[...] sono
nella città che mi fu cara. E’ come
se ogni pietra che il piede batte fosse
il mio cuore, il mio male
di un tempo."

http://www.liceogalvani.it/lavori-multimediali/citta/italiano/firenze.htm
Speriamo bene ;)

Jenny Heart ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Jenny Heart ha detto...

Non ho mai visitato Firenze, ma un giorno ci andrò.
Quando ho visto la copertina del libro mi sono uscite codeste parole:

Il cielo stellato alla luce dell'acqua mi riporta immemori ricordi dimenticati.
In quel limbo di ombre, tutto si sconvolge e ciò che trovo è solo lui.
L’enigma della mia esistenza.


Non so se vada bene, comunque tentare non nuoce.
Incrociamo le dita :D

Cioci X ha detto...

ciaooooo bellissima iniziativa
adoro questo libro e l'autrice è fantastica!!!! la frase che ho scelto è tratta dalla canzone Firenze sogna di Rosanna Fratello:
Firenze stanotte sei bella
In un manto di stelle
Che in cielo risplendono tremule
Come fiammelle,
nell’ombra Nascondi gli amanti
le bocche Tremanti si parlan d’amor
Intorno c’è tanta poesia
Per tè vita mia
Sospira il mio cuor.
Incrocio le dita XD

Simona T. ha detto...

Che bel giveaway, complimenti e grazie per l'opportunità :)Come potrei non partecipare? Non mi lascerei sfuggire questa occasione per niente al mondo. E' da un po' che mi sono premessa di leggere questo libro. La trama mi intriga molto e quindi perché non provare a partecipare? Dunque, un persiero su Firenze. Personalmente non ho mai avuto il piacere di visitarla però la descriverei così.

Firenze è una città ricca di mistero,fascino e poesia. Una città dove l'arte e l'amore per le arti la contraddistinguono e la rendono speciale. Una città ricca di colori, luci e profumi diversi. Tutto ciò che appare agli occhi assume un significato speciale. E' una città ricca di bellezza e non di una bellezza oggettiva, che appare a tutti ugualmente ma di una bellezza soggettiva che lascia un'impronta diversa ad ognuno dei suoi abitanti e visitatori. Una città che difficilmente si può escludere dai ricordi e cancellare dal cuore. Almeno è così che io la vedo :)

email: simy-1988@libero.it