domenica 9 settembre 2012

WICKED LOVELY di Melissa Marr

Wicked Lovely è il primo libro della omonima serie.. Un libro delicato e conturbante dove le cose belle spesso nascondono un lato oscuro e malvagio...
Sì, perche è del mondo fatato che parliamo, e nessuno come le fate ammaliano con la loro bellezza che però, come nella migliore tradizione fairy, dietro a tutto ciò si cela una natura spregevole, dispettosa e spesso cattiva.
Melissa Marr ha reinventato questo mondo unendo proprio la parte tradizionale, atmosfere anglosassoni e i suoi folclori, ambientandolo nel mondo odierno; lo ha diviso in quattro corti, la Corte dell'Estate, la Corte dell'Inverno, la Corte Oscura e l'Alta Corte.
Ognuna ha un ruolo importante per mantenere un equilibrio che mai come adesso si trova in una situazione così precaria.
Qualcosa sta cambiando e in questo libro il mutamento interesserà la Corte dell'Estate, dove il re Keenan ha bisogno di una regina per far tornare allo splendore originale il suo regno.
Sarà Aislinn la prescelta, la quale non potrà rifiutare il suo ruolo.. lei che fin da piccola ha il dono di vedere gli esseri fatati e che ha dovuto fingere di non accorgersi di niente per salvaguardarsi la vita.. lei che ama Seth per il quale lotterà cercando di trovare un compromesso che possa tenerli uniti facendo di tutto per contribuire a ristabilire l'ordine all'interno della Corte.
Se vi piace questo genere troverete in questa saga tanto materiale, a volte gestito non perfettamente, ma se si superano questi scogli e si cerca di dare un senso là dove l'autrice fa un pò di confusione, non potrete staccarvene più.
Comincia da qui questo viaggio incantevole..





editore: Fazi collana Lain
pagine: 344
prezzo: 18,50
rilegato
traduzione di LUCIA OLIVIERI


Trama
Aislinn vive con la nonna in una cittadina della provincia americana. La sua vita assomiglia a quella di milioni di ragazze, se non fosse che ha il potere di vedere le fate. Fate malvagie che infestano la città, creature pagane, maliziose e lascive che si presentano in bande a fare dispetti, divertendosi alle spalle degli umani. Aislinn ha imparato a proteggersi da loro facendo finta di non vedere, seguendo i consigli della nonna: non guardare le fate invisibili, non rivolgere loro la parola e non attirare mai la loro attenzione. Ma quando alcuni esseri fatati cominciano a seguirla da vicino, le regole diventano impossibili da rispettare e lei confessa il segreto alla persona più cara che ha: Seth, diciotto anni, piercing e il vagone di un treno abbandonato come casa, un ragazzo verso cui prova sentimenti che vanno al di là dell'amicizia. Il loro legame sarà messo a dura prova da Keenan, Re dell'Estate e guida del Regno Fatato, che vede in Aislinn la destinata a diventare la compagna della sua vita. Per lei diventa sempre più difficile allontanarlo, resistere alla sua bellezza abbagliante, ignorare quella strana e calda alchimia che la scuote in ogni parte. Il cuore di Aislinn è diviso: dovrà fare la sua scelta, in un conflitto tra amore eterno e amore terreno.

Recensione
Aislinn, fin dalla nascita ha il dono di vedere gli esseri fatati che girano indisturbati compiendo dispetti,  talvolta cattivi, agli umani; queste creature meravigliose sono pericolose e la nonna di Aislinn lo sa bene: per questo ha sempre inculcato nella mente della nipote di non parlare mai con loro, di non guardarle mai e soprattutto di non destare mai la loro attenzione. 
Purtroppo però, alcuni di questi esseri cominciano a seguirla e lei, impaurita, confessa tutto a Seth con il quale ha un rapporto molto più profondo di un'amicizia.
Lui cerca di aiutarla e sostenerla in ogni maniera possibile, anche quando Keenan,  Re della Corte dell'Estate, la reclama come sua e Regina.
Aislinn si trova combattuta tra Seth che ama profondamente e l'attrazione per Keenan e il suo mondo decidendo così di adempiere ai suoi doveri e salvare la Corte dell'Estate che sta precipitando nell'oscurità mettendo a repentaglio il suo futuro... Sono anni che il re cerca nelle mortali la sua compagna ma fino ad adesso non è riuscito a trovarla; coloro che hanno deciso di stare al suo fianco per poi risultare non esserlo, sono finite nel limbo freddo dell'inverno, aspettando di essere liberate o dalla regina o dalla sfortunata sostituta.
Donia, ragazza dell'inverno, lo sa bene.. il suo amore incondizionato per Keenan l'ha costretta a vivere nella solitudine per decenni, consapevole di non essere la predestinata ma unita a lui da sentimento senza tempo.... fino all'arrivo di Aislinn.

Melissa Marr è senza ombra di dubbio una scrittrice con un'impressionante fantasia e questo gioca a suo favore malgrado ci siano lacune e mancanze dislocate qua e là in tutto il libro.
Ma, come ho già detto prima, la sua fervida immaginazione ha reso possibile la costruzione di un mondo, quello fatato, davvero impressionante e ricco di riferimenti ai testi antichi che parlano delle leggende della tradizione anglosassone, mescolando sapientemente tradizione e modernità, con ambientazione ai giorni nostri.
Peccato però che nonostante la sua potenzialità abbia tralasciato descrizioni che potevano essere utili per una conoscenza e un approfondimento maggiore. Questo ha fatto sì che la trama in alcuni momenti zoppicasse verso un punto non definito. Ma se si riesce ad entrare dentro la storia, ecco, a quel punto non è possibile mollare il libro, si va avanti fino alla fine che arriva forse accelerando un pò troppo i tempi ma soddisfacendo le mie aspettative.
Credo che la Marr debba prendere confidenza con la sua creazione, magari aggiustando un pò il tiro, ma le basi ci sono e sono sorprendenti.
Una storia d'amore e di un mondo segreto sospeso tra l'immaginario e la realtà, dove Aislinn verrà chiamata a svolgere il suo ruolo, consapevole che le fate sono creature belle quanto pericolose e subdole.
Da leggere, soprattutto se si ama il mondo fairy.



La serie 

1) Wicked Lovely
2) Ink Exchange
3) Fragile Eternity
4) Radiant Shadows
5) Darkest Mercy

L'autrice
Melissa Marr, nata nel 1972, vive con il marito e i due figli vicino la città di Washington DC. Prima di dedicarsi completamente alla scrittura ha insegnato gender studies e ha tenuto corsi sul folklore e sulla tradizione del Piccolo Popolo. Dopo il suo romanzo d'esordio Wicked Lovely, Fazzi Editore ha pubblicato Ink Exchange (2008), Fragile Eternity (2009), Radiant Shadows (2011) e i Racconti del Deserto (2011).


2 commenti:

Saya ha detto...

concordo con la tua recensione! sono curiosa di sapere cosa ne pensi dei sequel! a presto!

Nippi ha detto...

@Saya, prestissimo posterò anche le altre recensioni, e, per finire quella di Darkest Mercy.

Non è semplice rispolverare libri che ho letto diversi anni fa, perdonatemi se mi sono lasciata sfuggire qualcosa ^_^