lunedì 21 maggio 2018

PERCHÉ LA NOTTE APPARTIENE A NOI Amabile Giusti Recensione in anteprima

Lei, per natura, era più pronta ad amare. Io no. Io ero fatto di odio. Io avevo un'armatura. Io mi sono ammalato. Mi sento come se avessi dentro un batterio che non vuole saperne di crepare. La cosa più assurda del male in sé è che non ho neppure voglia di guarire. Questa malattia è una delle poche cose buone che mi sono capitate nella vita: sono emozioni che mi uccidono e hanno dato un senso alla parola esistere, e non ho voglia di cancellarle per tornare a sguazzare in mezzo a parole che non significano nulla. 

Ho letteralmente "sbranato" questo romanzo in poco più di una sera. Uno "stupefancente" concentrato di emozioni deflagranti che non lasciano tregua se non dopo la parola Fine. Amabile Giusti è capace di legarti con l'intreccio delle sue parole, lasciarti ostaggio delle vivide scene in technicolor e liberarti dalla sua malia soltanto quando i suoi personaggi ti avranno tolto il sonno e forse anche temporaneamente la ragione. Un romance elegantemente "colorito" e irresistibilmente sexy che vi trascinerà in un turbine di attrazione e tormento. Due personaggi pericolosamente attratti da ciò che non hanno mai posseduto.  Ma c'è sempre una prima volta, l'unica che il cuore sia in grado di riconoscere. 





Amazon Publishing


PERCHÉ LA NOTTE 
APPARTIENE SOLO A NOI
Amabile Giusti

Editore: Amazon Publishing
Genere: Romance contemporaneo
Pagine:  292
Prezzo: 9,99
Ebook: 3,99
In abbonamento con KU


Trama 


La luce dell’aurora e il gelido buio dell’Alaska: sono Mira e Kade
L’inverno in Alaska è spietato: lo sa bene la giovane Mira Kendall che non si è mai allontanata da Noweetna, un villaggio di trecento anime. Per affrontare il buio perenne di quelle latitudini, la ragazza si è creata un piccolo mondo interiore ricco di luce: legge tantissimo, colleziona fiocchi di neve e sogna di vivere un grande amore romantico.
L’arrivo di Kade scuote ogni suo equilibrio. Lui è un trentenne tanto bello quanto inquietante: ha i capelli lunghi, un occhio verde e uno nero, strani tatuaggi perfino sul viso e sulle mani, e un pessimo carattere. Non socializza con nessuno, vive da solo su una vecchia barca arenata e nasconde di sicuro un terribile segreto.
Impossibile per loro non incontrarsi, così com’è impossibile per Mira non trovarsi combattuta fra due emozioni opposte. Una parte di sé disapprova Kade per i suoi modi sgarbati, e l’altra è irresistibilmente attratta dal suo fascino feroce e dal mistero che lo avvolge.
Lentamente, l’iniziale reciproca antipatia si trasforma in un sentimento inatteso, tanto profondo da travolgerli entrambi. Ma Kade ha troppe cose da nascondere. Quando il suo passato torna a minacciarlo, diventa necessario fare una scelta dolorosa che potrebbe separarli per sempre.
Una storia passionale e sensuale sullo sfondo di una terra selvaggia, fra due anime più affini del previsto, dapprima ostili, dubbiose, rabbiose, e poi follemente bisognose, gelose e affamate d’amore.




opinione di foschia75

Ho letto diversi romanzi di Amabile Giusti, ma questo è decisamente intriso di una potenza emotiva e sensuale da farti perdere la cognizione del tempo e dello spazio. 
Inizio dalle descrizioni che per me giocano un ruolo fondamentale anche nel romance. Siamo nella fredda quanto inospitale Alaska, una terra selvaggia e affascinante, ma allo stesso tempo poco ospitale per chi non c'è nato e cresciuto e non ha avuto il tempo di abituarsi al buio. In questa location "da lupi", in un paesino di trecento anime, vive la protagonsita di questo romanzo: Mira, ventiduenne con la testa quasi perennemente dentro i romanzi d'amore dell'ottocento. E qui primo plauso all'autrice per la caratterizzazione della protagonista, lontana dai prodotti degli stampini romance di ultima generazione. Una ragazza senza grilli per la testa, poco appariscente e gran sognatrice. Gestisce l'emporio di proprietà della sua famiglia, tiene i capelli raccolti in due trecce un po' infantili e calza sempre i suoi inseparabili scarponi. Le sue giornate trascorrono tutte uguali, tra il negozio e un po' di chiacchiere con l'amica di sempre, fino a quando al villaggio arriva un forestiero che non ama parlare, odia le domande e i ficcanaso e sa di essere terribilmente affascinante. E qui secondo plauso all'autrice per Kade e il suo carattere a dir poco esageramente sfrontato e irriverente. Un uomo che genera due tipi di sensazioni immediate: repulsione o pericolosa attrazione. 
In un affascinante e ipnotizzante gioco del lupo e Cappuccetto Rosso,  Amabile Giusti vi invita a conoscere i suoi incisivi personaggi, il loro passato e il loro tormento, i loro chiaro scuri e i sensi di colpa che si muovono come una viscosa ombra dietro di loro. 
Mira percepisce che Kade non è pericoloso come vuol far credere, il suo atteggiamento scostante e indisponente è uno scudo per tenere lontane le persone che ficcano il naso nella sua vita, soprattutto nel suo passato che deve rimanere nell'oblio il più possibile. 
Cosa nasconde Kade? Cosa significano i suoi strani tatuaggi? La curiosità di Mira cresce giorno dopo giorno, e ogni scusa è buona per cercare di carpire più indizi possibili su di lui. 
Ma giocare con il lupo può rivelarsi più rischioso di quanto si pensi, soprattutto quando c'è di mezzo qualcosa di diverso dalla curiosità: l'attrazione, forte e irresistibile. 
Kade è un uomo che ama le sfide, non rispetta le regole e si diverte a mettere in difficoltà le donne dalla scarsa esperienza amatoriale. Mira è un ignaro agnello facilmente sacrificabile... 
Ma cosa succede se sotto l'ingenuo vello da vittima sacrificale, si nasconde un animo caparbio e capace di sovvertire tutte le regole finora scritte in amore? Mai sottovalutare una donna, soprattutto quando è decisa a redimere anche l'animo più nero e perduto. 
Entrambi hanno molto da imparare ancora, dalla vita e dalle persone, il viaggio non sarà facile, soprattutto quando si materializzerà il passato di Kade e tutto sembrerà precipitare senza speranza. 
Una storia che vi toglierà il sonno, tenendovi soggiogate al fascino dell'uomo nero e commuovendovi con la forza d'animo di una giovane donna che non ha mai conosciuto il mondo ma sa percepire il dolore e la perdita nel cuore più "inespugnabile". 
Amabile Giusti fa un altro impeccabile centro, dimostrando che si possono rendere con eleganza parole colorite e atteggiamenti scurrili, mettendo sempre a fuoco emozioni profonde e toccanti. 
Alle lettrici un unico consiglio: iniziate a leggere questo romanzo in orari scevri da lavoro dentro e fuori casa, perchè non sarà facile separarsi dalla lettura. 



L'autrice



Amabile Giusti è calabrese. È un ex avvocato che ormai si dedica completamente alla scrittura. La sua vita è scrivere romanzi e il suo sogno nel cassetto è vivere in un casale, dove inventare le sue storie circondata dal verde e da tanti animali.
Per farla felice, regalatele un saggio su Jane Austen, un ninnolo di ceramica blu, un manga giapponese o una pianta grassa piena di spine. Amabile spera di invecchiare lentamente (sembra sia l’unico modo per vivere a lungo), ma mai invecchiare dentro. Ascolta molto e parla poco ma, quando scrive, non si ferma più...
Dal 2009 ha pubblicato numerosi romanzi molto amati dal pubblico: Non c’è niente che fa male così, Cuore nero, la serie di Odyssea (Oltre il varco incantato, Oltre le catene dell’orgoglio, Oltre i confini del tempo, Oltre il coraggio del sacrificio), L’orgoglio dei Richmond, Solo non si vedono i due liocorni, e con Mondadori Trent’anni e li dimostro e La donna perfetta. Per Amazon Publishing ha scritto Tentare di non amarti (2015), il sequel C’è qualcosa nei tuoi occhi (2016) ed È un giorno bellissimo (2017).


Le nostre recensioni ai suoi romanzi


2 commenti:

Juliette ha detto...

Ho letto un paio di libri di quest'autrice e mi sono piaciuti tanto, leggerò sicuramente questo suo nuovo titolo *__*

foschia settantacinque ha detto...

Ciao Juliette, questo non lo puoi perdere! Fammi sapere cosa ne pensi dopo che lo avrai letto!