giovedì 19 aprile 2018

UN ALTRO GIORNO ANCORA Bianca Marconero Recensione

«Fammi tutto il male che vuoi».
Fammelo in ogni modo che conosci, voglio le tue ferite su di me, voglio portare i tuoi segni.
Mi trasforma in fuoco liquido, mi scioglie, mi fa rinascere cento volte, sono una naufraga e non raggiungerò più la terraferma. È questa la tempesta in cui voglio morire. Andrea è immenso e mi travolge, ma è così che doveva finire, dovevamo precipitare uno sull'altra, uno dentro l'altra.

Fu colpo di fulmine per Albion e da quel giorno non mi perdo un romanzo di questa autrice "purosangue". Mi sembra quasi superfluo parlare dei suoi romanzi, perché non hanno bisogno di presentazioni. Bianca Marconero, al suo terzo magistrale New adult, dimostra come si plasmano personaggi che bucano le pagine, come si costruisce una sceneggiatura italiana impeccabile e come si tiene il lettore fisicamente in ostaggio fino all'epilogo. Era davvero da tanto, tanto tempo che non mi veniva mal di stomaco da lettura.  




Newton Compton



UN ALTRO GIORNO ANCORA
Bianca Marconero

Collana: First
Genere: New adult
Pagine: 320
Prezzo: 6,90 
Ebook: 1,99



Trama

I sentimenti sono come i fiori selvatici. Crescono dove meno te l’aspetti.
Elisa Hoffman ha imparato presto a cavarsela da sola. Ultima di cinque fratelli, vive per la famiglia e per l’equitazione. L’esclusivo maneggio in cui lavora, alle porte di Milano, è il posto che ama di più al mondo, e mette da parte tutti i risparmi per riuscire a comprarsi Sparkle, un cavallo che ha addestrato per mesi. Tutti i suoi sogni, però, si infrangono alla notizia che Andrea, un ragazzo terribilmente bello e ricco, ha offerto più soldi e ha acquistato il cavallo che le era stato promesso. Elisa non si dà pace e riversa su di lui tutto il suo risentimento. Ma Andrea è davvero così freddo come sembra, o sotto il ghiaccio si nasconde qualcosa di diverso? Un imprevisto, un accordo e un’inattesa amicizia con il nemico permettono a Elisa di scoprire che il ragazzo, in realtà, possiede delle qualità inaspettate… Una storia sull’amore in tutte le sue declinazioni, e sui sentimenti che, come fiori selvatici, crescono in silenzio, senza che nessuno li annaffi. 



opinione di foschia75

Dare un'opinione su Bianca Marconero è difficile, 
perché non sarà mai abbastanza per rendere l'idea di quello che riesce a creare.


I romanzi di Bianca Marconero sono molecole emotive che entrano immediatamente in circolo arrivando dritte al cuore. L'intensità delle sue storie aumenta di libro in libro, restituendoci trame sempre più preziose e sapientemente intrecciate, risucchiandoci in una lettura in totale apnea, con immancabili farfalle nello stomaco. Era da tanto che non facevo le ore piccole di notte per leggere, che non sentivo una sensazione fisica crescere pagina dopo pagina fino all'epilogo che ha messo ko il mio lato romantico. 
Bianca è stato un colpo di fulmine con la sua saga fantasy Albion, già allora avevo capito quanto fosse una magistrale creatrice di personaggi difficili da dimenticare, quanto fosse pignola nella costruzione della trama e della scenografia. 
Un altro giorno ancora è un new adult che conquista anche chi come me non ama tanto il genere, un romanzo ambientato in Italia, nell'affascinante mondo dell'equitazione e della borghesia milanese, un concentrato di emozioni deflagranti che non permettono di sbattere le palpebre fino ai ringraziamenti.
Quando un romanzo è scritto così bene da farti perdere la cognizione del tempo, farti abbandonare qualsiasi impegno e tenerti avvinta alle pagine come un'assetata nel deserto, allora ha raggiunto lo scopo per cui è stato scritto: EMOZIONARE senza riserve. 
Sono spudoratamente di parte, perché sono consapevole che dopo aver letto cinque suoi romanzi, non ne avrò mai abbastanza, che aspetterò il successivo con tanta aspettativa sempre ben riposta. Visto che siamo nel panorama dell'equitazione, ho sempre detto che questa autrice è una vera "purosangue", che qualsiasi cosa scriva lo fa con passione e maniacale dedizione che poi si traduce in un romanzo sempre impeccabile. In questi anni ha fatto tanta strada, senza mai perdere di vista la qualità dei suoi lavori, non risparmiandosi per non deludere i suoi lettori. Ecco perchè è tra le mie autrici italiane preferite. 
In questo nuovo romanzo ci consegna due personaggi diversi dai soliti cliché. 
Elisa, promessa dell'equitazione regionale, in grande empatia con i cavalli. Cresciuta in una famiglia di cavalieri e addestratori, ha un carattere molto forte e all'apparenza esuberante. Anche la sua personale idea di look e bon ton sono assolutamente fuori dagli schemi dell'ambiente a cui appartiene. E qui sta la forza di questo romanzo! Nella potenza espressiva dei suoi personaggi, che graffiano le pagine e comprimono il cuore del lettore. 
Andrea, e qui un sospiro doveroso, è un ragazzo che la natura ha dotato di una bellezza esteriore ma soprattutto interiore che farà sicuramente stuoli di vittime tra le lettrici. Devo ammetterlo, quello che mi ha investita come uno tsunami è stato il suo carattere e la sua signorilità in ogni gesto e in ogni parola, misurato maniaco del controllo, è un tizzone ardente sotto la cenere dell'imperturbabilità. Provate a immaginare cosa può diventare se messo davanti a una ragazza che lo accende in ogni cellula, mettendo a nudo il suo lato più segreto e forzatamente imbrigliato. 
Quello che scatenerà una vera e propria guerra tra i due, sarà un evento che innescherà varie reazioni a catena, creando legami e spezzandone altri, costringendo sia Elisa che Andrea a rivedere il proprio granitico punto di vista e imparare a perdonare, ma soprattutto a non fermarsi alle apparenze. 
Entrambi hanno un carattere molto forte, orgogliosi e testardi, si attrarranno e respingeranno, risucchiando l'ignaro lettore in una magistrale corsa a ostacoli. 
Altro pregio di questa autrice è la maniacale cura nella costruzione della trama che brilla di impeccabile equilibrio, in un saliscendi emotivo come pochi che si riverbera con intensità spiazzante e incalzante sul lettore. Insomma da questa storia si uscirà emotivamente carichi.
Consigliatissimo a chi è alla ricerca di un pregevole new adult e in generale di una storia d'amore impetuosa.
N.B.: Per chi segue l'autrice dagli albori...OCCHIO AGLI EASTER EGG 😉nel romanzo!




L'autrice




Bianca Marconero è lo pseudonimo di una scrittrice di Reggio Emilia. Ha lavorato come redattrice per periodici per ragazzi e poi è approdata alla scrittura creativa. Con la Newton Compton ha pubblicato La prima cosa bella, L’ultima notte al mondo, Ed ero contentissimo e Un altro giorno ancora.



Le recensioni dei suoi romanzi

Saga Albion

#1 Albion (QUI)
#2 Albion Ombre (QUI)

New Adult

La prima cosa bella (QUI)
L'ultima notte al mondo (QUI)




2 commenti:

Bianca Marconero ha detto...

Sono io ad essere in subbuglio. Grazi di cuore, Anna, per essere ancora qui con me <3

foschia settantacinque ha detto...

SEMPER!!!