sabato 6 maggio 2017

TUTTE LE STELLE DEL CIELO Angela Contini Recensione

Scrivere un'umile opinione sui romanzi di questa Autrice è pensare facile. Brilla di luce propria, non se ne fa niente del mio punto di vista, non ha bisogno di pubblicità, le parole che lascia sulla carta sono il suo biglietto da visita, le emozioni che trasmette passano direttamente dal suo cuore. Lei è quello che scrive. Senza artifici, senza effetti speciali, solo la bellezza interiore che trasmette ai suoi personaggi.





Newton Compton



TUTTE LE STELLE DEL CIELO
Angela Contini

Collana:  First
Genere: Narrativa
Pagine: 288
Prezzo: 5,90
Ebook: 3,99



Trama

La vita di Kyle Hawkins è alla deriva. Quando viene arrestato per guida in stato d’ebbrezza, possesso di stupefacenti e molestie, il padre lo spedisce a Pretty Creek, nel Vermont, ad aiutare il nonno che ha un negozio di fiori. La provincia è l’inferno per Kyle che, senza amici, va nell’unico pub della cittadina a ubriacarsi; proprio lì lavora Katherine Hutchinson, la vicina di casa del nonno con mille problemi, innamorata di Kyle da sempre. Sarebbe meglio per entrambi stare lontani, ma Kathy è ancora attratta dal ragazzino di quattordici anni a cui ha dato il primo bacio, mentre l’attaccamento di Kyle alla ragazza diventa un modo per scacciare i suoi demoni... 
Hanno scritto di Tutta la pioggia del cielo: 
«Una scrittrice di grande talento che è riuscita a fare quel che ogni buon scrittore spera: restare nel cuore di qualcuno con la propria opera.»
«Simpatico, dolce, commovente, ami i personaggi, vivi con loro ogni passo. Un romanzo che, una volta finito, ti mancherà.»



opinione di foschia75


Quando le lacrime scendono inattese 
chi scrive ha raggiunto il suo scopo:
creare emozioni.



Potrei risparmiarvi questa recensione e dirvi leggetelo a scatola chiusa, ma voglio che il mio entusiasmo per il nuovo romanzo di Angela vi contagi. 
Innanzitutto quando andrete in libreria o lo acquisterete nello store online non soffermatevi sulla cover. Non perchè non sia carina, ma perché secondo me non rispecchia fino in fondo il contenuto del libro. Si è un romanzo d'amore, ma l'amore declinato in tutte le sue più belle forme, Angela in questo senso sa di cosa parla. Se non la conoscessi darei forse poca importanza a quello che ha lasciato in questa narrazione, ma leggendo mi sono accorta sin da subito che in queste righe c'è moltissimo della sua essenza, del suo modo sempre intenso di amare. Sarà per questo che ogni volta che arrivo all'epilogo di una sua storia mi rendo conto che ha superato di gran lunga le mie aspettative. Lo ammetto mordevo il freno per l'uscita di Tutte le stelle del cielo, ma quello che ho letto va oltre ogni mia idea. Se Tutta la pioggia del cielo mi era piaciuto moltissimo sin dal suo esordio come autopubblicato, questo dimostra senza alcun dubbio la crescita stilistico narrativa dell'autrice.
Leggo per sentire le emozioni scorrere impetuose e questa volta è successo in modo del tutto inaspettato, improvviso, dirompente, come solo i sentimenti più intensi e veri possono essere.
Parto dalla prima pagina del romanzo che mi ha risucchiato immediatamente nella narrazione come fa la scena chiave di un film, quando dal nero dei titoli introduttivi si passa alla prima inquadratura che regge tutta la pellicola. Anche il vetro di una finestra può fare la differenza quando a descriverlo è Angela Contini.
Quello che ho sempre apprezzato nello stile di questa autrice è il pathos che ci mette, anche la più piccola azione, il più insignificante gesto, sono di un'intensità tale da arrivare all'immaginazione del lettore come un film, riesce a dare profondo realismo alle emozioni. Questa volta nella caratterizzazione dei personaggi e in particolare del protagonista maschile ha superato se stessa. Se Nath vi aveva ammaliato, Kyle vi stenderà senza scampo... Fino alle lacrime.
Un uomo schiacciato dal suo passato, dal senso di colpa e dal desiderio di pagare con l'infelicità un errore imperdonabile. Per espiare la sua colpa ha deciso di non meritare l'amore di nessuno, neanche quello controverso del padre (uno dei punti forti del romanzo), ma sarà costretto a rivedere le sue decisioni quando nella sua triste vita rientrerà una donna che non vede da quando era un ragazzino. Quella donna lo spingerà a guardarsi allo specchio e rendersi conto di essere un perdente, un relitto che per poter stare nuovamente al mondo deve ritrovare se stesso, ma soprattutto sapersi perdonare.
Altro grandissimo pregio di questa magistrale autrice è la cura della scenografia nella quale si muovono i personaggi. In questo romanzo è "limitata" a una piccolissima cittadina del Vermont, dove si conoscono tutti e i segreti volano più veloci del vento. In uno spazio così ristretto, Angela è riuscita a creare la sua  bolla romantica ma al contempo struggente con una spazialità facile da immaginare, come i personaggi che ci vivono sempre credibili e intensi.
Anche la protagonista femminile non è un personaggio stereotipato, è una giovane madre single alle prese con la brutta depressione della madre, sola e troppo saggia per i suoi ventotto anni ai quali ha dovuto rinunciare in nome dell'amore per la sua famiglia. Una donna nella quale vedo molto di Angela e di tutte le madri reali che conosco, sempre pronte a mettere davanti a tutto i figli e gli affetti. Ciò che Angela plasma è il risultato dei sentimenti e delle emozioni che animano le sue giornate e percepisco quanto sia stata ispirata da suo figlio per questa bellissima storia.
Se amate le commedie "impetuose" questo è il libro che fa per voi. Brava Angela sempre più intensa è un onore entrare nei tuoi romanzi... E viverli.




L'autore 




Angela Contini è nata in Germania ma è italianissima. Vive in un piccolo paesino con il marito e il figlio. Ama guardare serie TV, ascoltare musica e preparare dolci. La Newton Compton ha pubblicato Tutta la pioggia del cielo e Tutte le stelle del cielo.





3 commenti:

Angela C. Ryan ha detto...

Ogni parola, virgola e punto di questa recensione, si fanno spazio nel mio cuore e di diritto ci piantano radici! Il tuo punto di vista a me serve. Ne ho assoluto bisogno. Perché come vivi tu i libri, pochi altri lo fanno. Hai un dono e di quel dono sento necessità per capire dove sono arrivata. Grazie di cuore per ogni singola parola.

foschia settantacinque ha detto...

Dopo un pensiero così bello e profondo, sono a corto di parole ma vorrei tanto compensare con un forte e sincero abbraccio.

Blogger ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.