venerdì 25 marzo 2016

L'INVENZIONE DEI DESIDERI Sharon Cameron Recensione

Tornano il tenerissimo Zio Tully e la sua coraggiosa nipotina Katharine. Questa volta cambia l'ambientazione e l'atmosfera, ma non viene meno la magia "dentro la bolla" creata da Sharon Cameron, che ci catapulta in una scenografia più "aperta" e affollata tinta di giallo parigino
Anche nel secondo episodio, Zio Tully sarà al centro dell'attenzione, conteso da ben due avversari  molto potenti e pericolosi, e ancora una volta, Katherine si troverà costretta a trovare una via di fuga improvvisata. L'avevamo lasciata in lacrime e addolorata, alla chiusura del primo romanzo, la ritroviamo triste ma determinata a difendere chi ama e a ritrovare chi ha perso.


Mondadori Ragazzi


L'INVENZIONE DEI DESIDERI
Sharon Cameron

 Traduzione di Egle Costantino
Genere: Narrativa per ragazzi
Pagine:  349
Prezzo: 17,00 
Ebook:  7,99



Trama


Sono passati più di diciotto mesi da quando Lane è partito da Stranwyne Keep, e nonostante il governo inglese abbia dato notizia della sua morte, Katharine non smette di aspettarlo, convinta che il giovane di cui è innamorata sia ancora vivo. Una notte, mentre la casa è sprofondata nel sonno, due uomini mascherati si introducono nella tenuta del Borgo per catturare zio Tulman, lo scienziato inventore di creazioni meccaniche così geniali e rivoluzionarie da fare invidia anche agli insospettabili. La Corona inglese, infatti, vorrebbe lo zio sotto la sua custodia, ma Katharine non può arrendersi: è arrivato il momento di partire. Gli eventi la condurranno a Parigi, città dai mille volti e dalle mille orecchie, dove vengono intessuti piani oscuri. Katharine dovrà ricorrere a tutta la sua forza per difendersi, in una disperata ricerca dell'amore e della verità che dai sotterranei di Parigi la porterà fin nelle stanze dell'imperatore. Età di lettura: da 12 anni.




opinione di foschia75

Chiusi gli occhi. Soltanto a me, Katharine Tulman, poteva accadere di scappare per terra e per mare per nascondere non a uno, ma addirittura a due governi, mio zio creduto morto, per poi finire ad abitare di fianco a una delle pettegole più sfacciate di tutto il continente. Davvero non sapevo di cosa stupirmi.


In questo secondo capitolo, cambia l'ambientazione, ma l'atmosfera del complotto tinto di giallo e mistery, viene ampiamente rispettata.  Come nel primo, c'è sempre un nemico nascosto nell'ombra, che attenterà all'incolumità del povero e indifeso zio Tully, ignaro di avere un dono speciale. Anche questa volta, Katharine sarà costretta a difendere la famiglia, costretta a fuggire da Stranwyne Keep mettendo in pericolo se stessa ma soprattutto lo zio. 
Si troverà costretta ad attuare un piano di emergenza che la porterà, insieme allo zio e alla fidata Mary, a Parigi, nella casa della nonna Marianna. 
Qui dovrà ricorrere a tutto il suo acume e coraggio, per nascondere lo zio Tully, che a quanto pare è conteso da due governi in guerra tra loro, e ritrovare Lane. 
Il secondo romanzo della serie, è diverso come atmosfera dal primo, ma la Cameron ha saputo tenere desta l'attenzione del lettore, come sempre tessendo una trama affascinante e fluida, circondata da quel velo "giallo" ambientato in una suadente, quanto pericolosa Parigi, dove non puoi fidarti proprio di nessuno, e anche la tua cameriera potrebbe avere legami col nemico.
Vecchie conoscenze e nuovi personaggi si alterneranno in questo pregevole giallo storico, dove la vendetta può avere diversi risvolti e tornare a bussare più pericolosa che mai. Il nemico può essere spinto da motivazioni che vanno oltre la bandiera di appartenenza, possono essere radicate nel sangue e nella carne. 
Adoro questa serie, perchè l'autrice ha il dono di tenerti avvinta alla narrazione, trascinandoti scena dopo scena, in un'atmosfera ammaliante, che avvolge il lettore in una bolla temporale, e la Parigi di Napoleone III, ben si presta a complotti e misteri.
Alla chiusura del primo avevamo lasciato Katharine in lacrime per la partenza di Lane, ora la ritroviamo un anno e mezzo dopo, determinata a difendere ciò che rimane della sua famiglia, a costo di lasciare la casa che tanto ama e costruire un castello di bugie. 
In una Parigi festaiola e pettegola, dovrà difendere zio Tully e capire se veramente Lane è morto come vorrebbe far pensare il governo inglese. E' sicura che sia vivo, e si mette sulle sue tracce, pensando di essere discreta. Ancora non sa che è tenuta d'occhio sia dai francesi che dagli inglesi... e dalle sue vicine di casa.
L'imprevedibilità degli eventi è uno dei punti forti di questa serie, il lettore viene trascinato, pagina dopo pagina, senza sapere chi sono i buoni e chi i cattivi, al punto da non sapere di chi Katharine può fidarsi. Poi gli eventi prendono una piega tale da spiegare molte cose lasciate insolute nel primo romanzo, compresa la scomparsa di Lane.
Katharine alla fine della rocambolesca avventura parigina, si scoprirà più matura e coraggiosa, pronta a ricominciare da capo, e ad ammettere che l'amore a volte è qualcosa difficile da gestire, ma per cui vale la pena rischiare. 
Ancora una volta, Sharon Cameron, intreccia finzione e Storia in una trama affascinante, avvolta nel giallo e nel complotto e impreziosita dagli affetti e dalle emozioni che rendono ancora più vivida la narrazione. Le intense emozioni di Katharine si riversano sul lettore, rendendolo partecipe non solo degli eventi ma anche degli stati d'animo, ora angoscianti, ora commoventi di questa caparbia protagonista.
La passione dell'autrice per la Storia, si percepisce attraverso la descrizione dei luoghi, degli eventi e di alcuni personaggi, che vengono citati durante la narrazione, e come per il primo romanzo, anche in questo, alcuni luoghi sono reali e visitabili (QUI tutte le info sull'ambientazione storica che ha ispirato il romanzo).
I romanzi della Cameron sono adatti a qualsiasi età, perchè nonostante i protagonisti siano ragazzi, l'ambientazione e l'atmosfera sono affascinanti anche per chi è appassionato di  gialli storici. 
Il primo rimane il mio preferito, per via di quel tocco vittoriano steampunk che lo rende particolare. 




L'autrice



http://sharoncameronbooks.com/


Sharon Cameron è nata e cresciuta a Nashville in Tennessee. E' stata insegnante di pianoforte,mamma a tempo pieno, una genealogista part-time a titolo gratuito. Presidentessa di un gruppo teatrale no profit della sua città, e coordinatrice della Società del libro e illustrazione per bambini Midsouth Conference. Oggi vive con la sua famiglia a Nashville e coordina ancora la Midsouth Conference Society. E' scrittrice, l'unico lavoro retribuito, tra i tanti che fa.Le sue passioni sono, l'Irlanda, il tiro con l'arco, gli alberi secolari e le commedie in costume. Il suo sogno è quello di trovare un passaggio segreto...


La serie  The Dark Unwinding

La fabbrica delle meraviglie (rec. QUI )
L'invenzione dei desideri

2 commenti:

Franci ha detto...

Oddio, questo libro oltre ad avere una bellissima copertina, sembra promettere bene come il primo, che mi era piaciuto tantissimo! Devo riuscire a comprarlo, lo desidero da tempo *_*

foschia settantacinque ha detto...

Questa serie entra nel cuore... a Londra vince lo steampunk... a Parigi il giallo storico. L'autrice è bravissima a creare l'atmosfera!