martedì 2 giugno 2015

REGINA ROSSA Victoria Aveyard Recensione

Chiunque può tradire chiunque.

Questa è la frase che caratterizza il primo capitolo di una nuova serie distopica appena sbarcata in Italia e che, con la serie Hunger games ha poco, pochissimo in comune. Certamente il riferimento alle classi sociali, alla povertà e alla schiavitù è simile, ma oltre questo, ho trovato Regina rossa, una storia diversa per intensità e messaggio. Non sono una grande divoratrice di distopici, ma questo primo libro mi ha fatto una buona impressione, soprattutto nella seconda metà quando prende grip e catapulta il lettore in una battaglia, dove non si capisce di chi ci si possa fidare. Anche il sorriso più sincero, nasconde un complotto, una stretta di mano può far nascere fiducia nella persona sbagliata. Il tutto imbruttito dalla situazione sociale che vede due popolazioni divise dal colore del sangue e  dalla differenza di potere e privilegi. 


MONDADORI CHRYSALIDE


DALL' 1 GIUGNO IN LIBRERIA
E SUGLI STORE ONLINE


REGINA ROSSA
Victoria Aveyard

Traduzione di Elisa Caligiana
Collana: Chrysalide
Genere: Distopico
Pagine: 430
Prezzo: 19.00
Ebook:  6.99


Trama

Il mondo di Mare Barrow è diviso dal colore del sangue: rosso o argento. Mare e la sua famiglia sono Rossi, povera gente, destinata a vivere di stenti e costretta ai lavori più umili al servizio degli Argentei, valorosi guerrieri dai poteri sovrannaturali che li rendono simili a divinità. Mare ha diciassette anni e ha già perso qualsiasi fiducia nel futuro. Finché un giorno si ritrova a Palazzo e, proprio davanti alla famiglia reale al completo, scopre di avere un potere straordinario che nessun Argenteo ha mai posseduto. Eppure il suo sangue è rosso... Mare rappresenta un'eccezione destinata a mettere in discussione l'intero sistema sociale. Il Re per evitare che trapeli la notizia la costringe a fingersi una principessa Argentea promettendola in sposa a uno dei suoi figli. Mentre Mare è sempre più risucchiata nelle dinamiche di Palazzo, decide di giocarsi tutto per aiutare la Guardia Scarlatta, il capo dei ribelli Rossi. Questo dà inizio a una danza mortale che mette un nobile contro l'altro e Mare contro il suo cuore. "Regina Rossa" apre una nuova serie fantasy vivida e seducente dove la lealtà e il desiderio rischiano di esseri fatali e l'unica mossa certa è il tradimento.



Opinione di foschia75

Premesso che non sono un'intenditrice di distopici, come primo romanzo di una serie, ha tutti gli ingredienti per tenere desta l'attenzione del lettore e introdurlo in un mondo ambientato in un incerto futuro, dove la società si divide tra gli Argentei (privilegiati) e i Rossi (lavoratori e schiavi, soldati da mandare al fronte). La gerarchia si misura in base al colore del sangue, appunto argenteo e rosso. I rossi sono la classe meno abbiente e priva di poteri, quella sottomessa e affamata. Gli argentei conducono una vita agiata, sulle spalle dei lavoratori. 
In questo scenario distopico, si svolge la triste e insignificante vita di Mare Barrow, ladruncola rossa che passa le giornate a rubare al mercato in compagnia del suo migliore amico Kilorn, in attesa di partire come soldato, per il Campo di Cenere, da dove di solito, o si torna con qualche pezzo in meno, o dentro una scatola...
La sua esistenza cambierà all'improvviso quando le verrà offerto un lavoro come cameriera alla corte del Re degli Argentei. Mare non esita un istante, e per poter dare una speranza alla famiglia, accetta l'offerta, senza sapere che il ragazzo che ha incontrato e le ha offerto questa opportunità, altri non è che il principe Cal. Ormai il danno è fatto e Mare si trova catapultata nella vita degli Argentei che lei odia con tutto il cuore.
Durante un combattimento "ludico" nell'arena del regno, accade qualcosa che cambia e stravolge la vita di Mare. Qualcosa che gli argentei devono tenere assolutamente nascosto al resto del mondo. Inizia così un periodo fatto di menzogne e bugie che costringono Mare a sottostare alle minacce e i ricatti del Re e della Regina, per salvare la sua famiglia. 
Mare ha dei poteri che non dovrebbero manifestarsi... ma lei è diversa, è in grado di creare fulmini e energia elettrica. Questo sconvolge gli equilibri del preciso e impeccabile mondo degli argentei. Mare è un pericolo per la società e l'egida che vige sul popolo dei rossi; Potrebbe segnare la svolta, il cambiamento. Ma per sovvertire l'ordine delle cose, ha bisogno di sostegno e di un piano.
In questo verrà aiutata dalla Guardia Scarlatta, un gruppo di sovversivi che combattono contro la supremazia e la violenza perpetrata dagli argentei. Ma questo non basta, è necessario l'appoggio di qualcuno di più potente, che non tarderà a offrirsi per la causa.
Mare è così fiduciosa verso la speranza di un mondo basato sulla libertà, da non accorgersi che fidarsi della persona sbagliata potrebbe costare la sua vita e quella dei soldati rossi della resistenza scarlatta...
In questa rocambolesca corsa contro il tempo e l'inizio di una battaglia epocale contro il regno e gli argentei, Mare dovrà imparare a sue spese che la fiducia mal riposta è un prezzo troppo alto da pagare, costando la vita delle persone che si amano.
Durante la sua personale battaglia per migliorare la vita del popolo a cui appartiene, dovrà scegliere di chi fidarsi, e non sarà per niente facile, considerato che avrà a che fare con due principi, Cal e Maven, diversi come il giorno e la notte, come il lupo e l'agnello e disposti ad aiutarla.
Chiunque può tradire chiunque, e Mare imparerà quanto di vero ci sia in questo motto. Proprio quando già immagina la vittoria, tutto verrà ribaltato, e ad un passo dalla fine, imparerà che la fiducia è qualcosa che non si può trovare con il cuore, ma con una intelligente strategia militare.
Mare ha ancora tanta strada da fare, tanto da imparare e molto per cui combattere. Il suo viaggio iniziatico è appena cominciato, e la vita l'ha già messa alla prova, soprattutto con l'anima e il cuore. I suoi sentimenti la disorientano, la rendono vulnerabile, in una guerra all'ultimo sangue.  Chi tra Cal e Maven è quello che dice di essere? Chi sarà capace di sacrificarsi e tradire il proprio sangue, per aiutarla nella liberazione del popolo?
Un romanzo che racconta di riscatto sociale, fiducia nel prossimo e ci ricorda quanto si possa essere vulnerabili se si ragiona solo con il cuore. La libertà di un popolo è qualcosa che esige un tributo, quanto si è disposti a perdere pur di cambiare l'ordine delle cose?  Speranza, coraggio e fiducia in se stessi, sono le armi a disposizione di Mare Barrow e dello sparuto gruppo di combattenti pronti a seguirla in questa impresa suicida.



L'autrice




Victoria Aveyard è nata e cresciuta a East Longmeadow, una cittadina del Massachusetts famosa solo per ospitare la peggiore rotatoria di tutti gli Stati Uniti. Si è trasferita a Los Angeles dove si è diplomata in sceneggiatura. Ora fa la scrittrice e la sceneggiatrice, entrambi i mestieri sono una scusa perfetta per vedere troppi film e leggere troppi libri.

8 commenti:

Perla Arcobaleno ha detto...

LO VOGLIO UFFICIALMENTE!

M. ha detto...

Sembra proprio bello. Mi preoccupano un po’ i due principi e il possibile triangolo amoroso…

foschia settantacinque ha detto...

Perla, fammi sapere quando lo leggerai!!

M. è un distopico YA, per cui il triangolo c'è ma per motivi "militari" e strategici.. il cuore di Mare è confuso... anche se batte per un tiepido sentimento

Angela C. Ryan ha detto...

Questo libro sarà mio!

foschia settantacinque ha detto...

Angela!!!! se ti dicessi che durante la lettura ho pensato a te, mi crederesti? Questo credo che ti piacerà molto, anche se personalmente mi è piaciuto di più il tuo!!!

Franci ha detto...

Grandioso! Devo assolutamente leggerlo.. ci sbavo sopra da un secolo! :P

foschia settantacinque ha detto...

Franci, non vedo l'ora di sapere cosa ne pensi, da magistrale intenditrice di distopici!!! Come esordio di serie è senz'altro meritevole!

Vero Ale ha detto...

Wow, bellissima recensione *-*
C’è poco da dire, ho amato questo libro in tutti i suoi aspetti. Dalla protagonista, al world-building, a Col, a Maven, alla corte Argentea, a tutti i personaggi che circondano la protagonista… Geniale, geniale.
La copertina poi è un’opera d’arte. Si può proprio dire che mi è entrato nel cuore.
Sorgeremo, rossi come l’alba.
Rainy
PS: Se vuoi dare un’occhiata alla mia recensione di questo libro la trovi quiiii :3