giovedì 21 maggio 2015

UN' ORA CON LE EMME: Il rosa che non ti aspetti, Salone del Libro di Torino 2015

Maria Paola Romeo
Mara Roberti
Viviana Giorgi
Monica Lombardi
Paola Gianinetto
Elena Taroni Dardi



Cos'hanno in comune queste donne strepitose?
IL ROSA CHE NON TI ASPETTI!
La voglia di dialogare con le lettrici, di parlare del complesso e splendido  universo femminile a 360 gradi, di sviscerarne ogni possibile sfaccettatura con orgoglio.  Ognuna con la sua personalità  spiccata, la sua  grinta che nelle  collane di Emma Books trova modo di esprimersi in modo variegato e autonomo.
Al Salone del Libro l' ora con le Emme di venerdì 15 maggio è volata: il tema centrale di quella che più che una lezione si è dimostrata  una sorta di chiacchierata informale tra amiche,  è stato l' ormai consolidato  sdoganamento  del genere rosa che sta assumendo caratteri imprevedibili ed eterogenei. 
Mara Roberti ha sottolineato come il fenomeno Sfumature abbia permesso di svincolare  dal rosa l' erotismo e i temi legati alla sottomissione, che hanno trovato la loro collocazione in altri ambiti ;  coadiuvata da Viviana Giorgi, ha evidenziato come l' anima di Emma Books sia squisitamente italiana e come la cifra di scrittura faccia la differenza, costituendo quell' elemento che permette la   valorizzazione delle  scrittrici nostrane; che parlano il linguaggio del " rosa femminista", di  donne grintose e autonome che si salvano da sole, per le quali l' amore è un premio dopo un percorso personale di autostima e affermazione.
Viviana Giorgi è intervenuta in virtù dell' umorismo marcato dei suoi lavori,  la cui originalità non è nella trama che rispetta un certo copione, ma nel linguaggio che esce dalla piattezza.
Il carattere rosa  inaspettato del romantic suspense di Monica Lombardi  invece risiede nella coralità delle sue storie, in cui la vicenda amorosa è inscritta in una  trama articolata  con forte componente d' azione.
Connotazione ben diversa dal rosa al cardiopalma  di Elena Taroni Dardi, che rispetto alla collega di collana è molto meno rassicurante e risolutiva nelle sue storie, e che prende ispirazione da serie tv come 24, forti dello split screen e di una narrazione in tempo reale.
Il rosa di Paola Gianinetto si fa imprevedibilmente " dark" con l' inserimento dell' elemento horror ripreso dalla letteratura sui vampiri. Un rosa alla massima potenza, poiché la  creatura paranormale ha l' alibi per essere più che perfetta, e consente allo scrittore  di concludere la sua storia con   un " vero  per sempre" che implica l' immortalità: rappresentando così il coronamento ideale del sogno d' amore.
Tra i rosa inaspettati, non poteva mancare  l' ultimo nato in casa Emma, presentato da Maria Paola Romeo :  la collana Cocktail che coniuga cibo e scrittrici in una sorta di   " tavolata di autrici", a sviscerare le relazioni umane mediante  "ricette" . Si tratta  di racconti brevi a prezzo piccolo e l' esordio  è spettato a Frittata alle ortiche di Mara Roberti ,   ricetta per il perdono:  sembra che il menu di questa collana sia decisamente   molto ricco e che stiano per uscire parecchi altri volumi!  


LAVORI IN CORSO 

Piccole anticipazioni da Emma Books sulle uscite a breve termine 
- Uscirà  Spiral di Monica Lombardi  per la serie GD Team
- Uscirà il terzo volume della serie Sisters di Elena Taroni Dardi
- Uscirà un nuovo capitolo per la serie Principi Azzurro Sangue di Paola Gianinetto
- Uscirà per Emma Cocktail  Tortelli di zucca di Bianca Garavelli, ricetta per il tempo ritrovato

In conclusione:
Noi lettrici ,nel romanzo  rosa troviamo il ritorno al passato, l' evasione ,la suggestione emotiva:  comunque lo si declini, il romanzo d' amore è veicolo di speranza.  
Ascoltando le  parole delle autrici  e leggendo i loro libri, ci si rende conto del grande   fermento e della  voglia di trasmettere  emozioni e contenuti: quando ci immergiamo nelle loro storie romantiche,  in fondo anche noi lettrici  ci sentiamo un po' Emme, fiere della nostra  femminilità declinata in infinite maniere, e della nostra vocazione al rosa !

4 commenti:

Mara Roberti ha detto...

Grazie! Sull'ultima riga mi sono emozionata, dico davvero. Grazie di cuore! (E che piacere, rivedere Charlotte anche a Torino!)

Charlotte Sognandotralerighe ha detto...

Grazie a voi Mara, che con storie accattivanti e parole intrise di passione riuscite a parlare con semplicità alle vostre lettrici, creando una sintonia speciale e un dialogo dinamico.. fra le righe ;-) Spero tanto ci si riveda presto: è sempre una grandissima emozione!

Viviana Giorgi (Georgette Grig) ha detto...

Charlotte, mi sono emozionata anch'io alle tue parole. Grazie di cuore.
Viviana.

Monica Lombardi ha detto...

Ma... ma... com'è che questo bell'articolo mi era sfuggito? Lo so io come, ero immersa, ma davvero immersa, nella scrittura. Ora che sono riemersa eccomi qui, a ringraziare Charlotte per questa bella cronaca e per la gentilezza che ha sempre, quando la incontro.
Credo che tu abbia colto alla perfezione lo spirito di Emma e lo spirito dell'incontro, e concordo con Mara e Viviana sopra: la tua ultima considerazione è davvero bellissima, sono commenti come il tuo che danno un senso a ciò che facciamo. Un abbraccio!