sabato 30 maggio 2015

LA RISPOSTA È NELLE STELLE Nicholas Sparks Recensione

Per gli amanti delle trasposizioni cinematografiche dei libri di Nicholas Sparks è giunto il momento di gioire. Infatti in tutte le sale il 4 giugno arriverà “La risposta è nelle stelle” tratto dall'omonimo romanzo, uscito in Italia circa due anni fa. Ed è proprio in occasione dell’uscita che voglio cogliere l’occasione di andare a rispolverare il ricordo di questo libro letto durante le vacanze del 2013, quando sotto il caldo cocente di agosto, con il rumore del mare e le grida gioiose dei bambini in  sottofondo, mi sono ritrovata a piangere e a ridere tra le sue pagine colme di grandi emozioni, nascondendo gli occhi sotto un paio di enormi occhiali da sole, con il timore di essere vista da qualche passante curioso. Insomma, per gli amanti del genere ecco un altro romanzo da non lasciarsi scappare.



LA RISPOSTA È NELLE STELLE
Nicholas Sparks



Traduzione a cura di Alessandra Petrelli
Casa editrice: Sperling&Kupfer
Genere: Narrativa
Pagine: 424
Prezzo: 13.00€
Ebook: 7.99€



Trama


L'asfalto coperto di neve, un'auto che esce di strada. Alla guida il vecchio Ira, che adesso è incastrato, ferito, solo e sta per perdere conoscenza, quando davanti ai suoi occhi prende forma una figura: l'amatissima moglie Ruth. Che lo incalza, gli impone di resistere. Lui sa che Ruth non può essere lì, ma si aggrappa alle parole dell'evanescente amata. Poco distante, la vita di Sophia sta per cambiare per sempre. L'università, l'ex fidanzato traditore e violento, le feste e le amiche scompaiono nella notte di stelle in cui incontra Luke, e innamorarsi di lui è inevitabile. Può finalmente ricominciare a vivere… Purché il segreto che Luke nasconde non distrugga il suo sogno. Due coppie divise dagli anni e dalle esperienze, che il destino farà incontrare nel più inaspettato ed emozionante dei modi.


Opinione di Sybil



Prima di cominciare è importante sottolineare un punto fondamentale sul quale, sono sicura, ci troveremo tutti d’accordo: Nicholas Sparks o lo ami o lo odi, non ci sono vie di mezzo. Ha un modo tutto suo di descrivere la realtà, osservandola con un occhio drammatico e avvolgente, annientando le difese del lettore e risvegliando emozioni potenti senza il timore di sollevare un gran polverone. Spesso i suoi libri sono molto tristi, a volte pure devastanti e nonostante il suo intento sia quello di far vedere i due lati della stessa medaglia e cioè che anche se la vita va male c’è sempre il domani dietro l’angolo, la scia che inevitabilmente lascia dentro non sempre è facile da digerire. Io ho letto alcuni dei suoi romanzi e personalmente mi schiero dalla parte di chi ama il suo lavoro, perché nel mio caso, riesce sempre a far vibrare le corde giuste. Il suo modo di disegnare i sentimenti, le relazioni che legano i personaggi, le descrizioni dei luoghi nei quali li fa incontrare, i suoni, i profumi, tutto contribuisce a creare l’atmosfera tipica dei suoi scritti, unica nel suo genere. Se me lo permettete, definirei i suoi libri “romanzi ampiamente romanzati” nel senso che nel raccontare le storie dei personaggi, e soprattutto i loro sentimenti, abbonda sempre in eccesso e mai in difetto, marcando pesantemente l’emotività delle vicende e trasmettendo poi al lettore la stessa carica pulsante di sensazioni. Tanto che poi ti ritrovi a piagnucolare in spiaggia mentre tutti intorno a te giocano a racchettoni e a beach volley.  
La risposta è nelle stelle mi ha colpita particolarmente perché al suo interno vi ho trovato qualcosa di diverso dal solito romanzo strappa lacrime di Sparks.
È la storia di quattro persone intrecciate dal destino in un modo tanto tragico quanto incredibile. Sophia e Luke sono due giovani che si incontrano ad una festa dell’università. Luke è un bull rider che vive in città, è un ragazzo affascinate, selvaggio, aitante, puro istinto. Sophia è una studentessa d’arte in fuga da una relazione difficile. Dal loro primo incontro capiscono subito di essere intrecciati dal bisogno viscerale di appartenersi, diventando a poco a poco una cosa sola.
Nello stesso momento in cui Luke e Sophia iniziano a muovere i loro primi passi, in una strada lontana, isolata, un uomo anziano perde il controllo della sua auto e finisce giù per una scarpata. Il suo nome è Ira. Una svista, i riflessi rallentati dagli anni e la sua macchina sbanda schiantandosi contro degli alberi. Ira è bloccato al suo interno, nessuno sa che è lì e per giunta la strada è pure poco trafficata. In preda alla disperazione, con un corpo stanco e ammaccato, il pover'uomo si volta dall'altra parte e vede sul sedile del passeggero suo moglie Ruth, la donna che ha amato per tutta la vita, la compagna di ogni suo giorno. Ruth è lì, lo conforta, gli parla, cerca di tenerlo vivo. Ma Ira sa che Ruth non può essere davvero dentro quella macchina, perché lei non c’è più, se ne è andata anni fa, portata via dalla morte e dal tempo che scorre fluido e indisturbato, incurante dell’effetto che crea sulla vita delle persone.
Chiusi dentro l’abitacolo, con la neve che fiocca copiosamente all'esterno, Ira e Ruth inizieranno a ripercorrere con la mente e con il cuore gli anni passati insieme, i giorni buoni e quelli cattivi, i primi sguardi, il primo battito di cuore, il giorno in cui le loro anime si sono unite diventando eterne. A poco a poco li vedremo sbocciare, tornare giovani insieme, accesi dal fuoco della felicità, della passione più profonda, quella che  spinge le persone a cercare nel mondo la propria anima gemella, ad ogni costo.
Questo è tutto ciò che posso dirvi riguardo a Luke, Sophia, Ira e Ruth, quattro vite lontane, quattro pianeti ignari della loro futura collisione. Come ciò accadrà lo dovrete scoprire da soli, entrando in punta di piedi nella vita di questi personaggi straordinari che tanto hanno da raccontare e che difficilmente dimenticherete. Vi troverete di fronte ad un connubio di grandi sentimenti che faranno di questo libro un viaggio indimenticabile e intimo all'interno della coppia invasa dalla quotidianità e sopraffatta dell’incertezza più grande: l'addio. Tutti sappiamo riconoscere l’inizio dell’amore, quel magico momento in cui capisci di aver incontrato la tua metà, il tuo posto nel mondo, ciò che invece non ci è permesso di sapere è quando questo legame verrà interrotto dal tempo. Si decide quando iniziare un viaggio, ma il capolinea resta un punto indefinito e in fondo è questo che Sparks ci vuole trasmettere nel suo romanzo, l’importanza delle piccole cose, di tutti i gesti, le parole, i pensieri che un giorno andranno a comporre il quadro dei nostri ricordi, l’unico e ultimo libro che ci resterà da sfogliare..
Dentro quell'auto bloccata sotto la neve avverrà qualcosa di potente e straordinario, che investirà tutti i personaggi della storia, regalando a noi lettori un epilogo inaspettato e sensazionale.

Personalmente la storia di Ira e Ruth è stata quella che più mi ha fatta emozionare, tanto che sin dal primo capitolo sono diventata cosciente della quantità di emozioni chiamate in causa. Diciamo che anche in questa occasione Sparks è riuscito a toccare più punti dell’anima con un solo colpo, regalandoci un romanzo che parla di vita e come sempre, lo ha fatto senza far mancare un pizzico di tristezza. In realtà in questo caso sarebbe più corretto parlare non tanto di tristezza, quanto di nostalgia, che oltre tutto è pure il mio punto debole. Adoro i libri che vanno a scavare in mezzo ai vecchi ricordi, anche se poi alla fine sono quelli che mi fanno soffrire di più. Ma questi sono punti di vista e magari per voi sarà diverso.
Ho adorato questo libro, anche se mi ha spremuta come un limone fino all'ultima pagina e mi sento di consigliarlo anche a tutte le lettrici che non amano particolarmente Sparks e il suo modo di toccare i sentimenti, perché la storia di cui ci parla non si limita a sottolineare la durezza del passare del tempo, ma pone l’accento sullo splendore degli anni trascorsi vicino alla persona amata, trasformando l'intero cammino in un'incessante danza verso l’infinito.



L'autore





NICHOLAS SPARKS è nato in Nebraska nel 1965 e ha studiato alla University of Notre Dame. Vive con la moglie e i cinque figli in North Carolina. Insuperabile narratore dei sentimenti, ha scritto numerosi bestseller, tradotti in più di quaranta lingue e sempre presenti ai vertici delle classifiche internazionali.


IL FILM TRATTO DAL LIBRO USCIRÀ IN TUTTE LE SALE IL 4 GIUGNO 2015.
ECCO IL TRAILER UFFICIALE:





2 commenti:

Jess_ ha detto...

Non so quanto ringraziarti per aver pubblicato questo post e avermi fatto conoscere sia il libro (che mi procurerò al più presto) sia questo fantastico film. Non avrei mai avuto il piacere di vederlo se non fosse stato per te. Grazie mille.
Ow e grazie per questo blog, mi ha aiutato molto in questi anni :)

Charlotte Sognandotralerighe ha detto...

Mi unisco a Jess nel ringraziarti per averci presentato questo libro, cara Sybil! Il tuo post mi ha invogliata ad andare al cinema a vedere il film, ed è stata una bellissima esperienza! Non ho mai amato molto Sparks come scrittore, ma se c'è una persona in grado di farmi ricredere sui miei pregiudizi, e di convincermi a leggere con piacere libri e autori che non avrei preso in considerazione, quella sei sicuramente tu! :-) un bacio