giovedì 15 gennaio 2015

BUONANOTTE AMORE MIO di Daniela Volontè recensione

Sei entrata nella mia vita in punta di piedi, 
quasi scusandoti della tua presenza.
Avevo tutte le donne che volevo. Ero forte, potente e ricco.
Ero solo un povero stupido. Arrogante e presuntuoso.
Ho ignorato i tuoi buongiorno, le tue parole gentili
e mi sono preso beffa di te.
Ma quando ho avuto bisogno che qualcuno
mi tenesse la mano per non farmi  commettere altri errori, tu eri lì.
È bastato così poco, amore mio.
È bastato solo un tuo semplice tocco per sanare il mio animo adirato.
Ho vacillato, perché la mente si stava scontrando con il cuore. 
Il mio cuore.
Non gli ho mai dato retta. 
Non sapevo nemmeno di averne uno, fino a quando non ha iniziato a farsi sentire in tua presenza.
I miei occhi hanno incominciato ad aprirsi
e i tuoi buonanotte hanno preso a scorrermi sulla pelle.
Ogni tuo piccolo gesto di attenzione penetrava uno alla volta gli strati della mia pelle
fino ad arrivare all’interno del corpo.
Ogni volta che mi sfioravi, il calore della tua mano circolava come sangue nelle mie vene.
Il tuo profumo portava ossigeno ai miei polmoni
e ogni tuo bacio faceva vibrare il mio cuore.
In tutto il mio corpo veicolavano i tuoi gesti d’amore
e alla fine la ragione ha dovuto arrendersi all’evidenza:
mi ero innamorato di te.
Mi hai donato tutto di te. Tutto.

Non brillerà certo per "originalità" ma questo romanzo, che mi ha catturato inesorabilmente in una notte insonne fino al momento di arrivare all'ultima pagina, è stata una vera e propria carezza sul cuore. Una storia bellissima; naturale, coinvolgente e verosimile.... Nonostante il lui sia il "solito" riccone di successo e strafighissimo e lei la "solita" donna scialba e apparentemente insignificante che si trasformerà pian piano in farfalla perchè mostrerà tutto il suo valore; sia sul lavoro che nella vita. Riuscirà infatti - ovviamente - a domare lo "scapolo incallito" e mettere il suo cuore sottochiave per sempre, e gli farà conoscere l'amore, come nella migliore delle tradizioni romance, ma il romanzo della brava Daniela Volontè ha qualcosa in più! Un libro straordinariamente coinvolgente, nella sua semplicità, che pone l'accento - come recitava il suo originario titolo quando tempo fa uscì autopubblicato dall' autrice - proprio sull'amore nei piccoli gesti. Saranno infatti queste piccole attenzioni, questi piccoli gesti che alla protagonista Valentina vengono così naturali, a colpire l'attenzione del fascinoso James, a sciogliere il suo cuore salvandolo da sè stesso, e a mostrargli quella via che non avrebbe mai pensato di percorrere ma che gli spalancherà le porte della felicità. Inaspettatamente per entrambi crescerà un sentimento che li fortificherà e li renderà una coppia a prova di bomba; perfino sul lavoro! Se vi piacciono le storie d'amore dolci, romantiche, che fanno scaldare il cuore questo è proprio il romanzo perfetto! Solo vi avverto: una volta iniziato vi sarà impossibile metterlo giù!



BUONANOTTE AMORE MIO
di Daniela Volontè

editore: Newton Compton
genere: New Adult
pagine: 288
prezzo: 9.90 euro
Rilegato
eBook: 4,99

Trama

Valentina Harrison lavora come assistente in un'agenzia pubblicitaria a Milano, con sedi in tutto il mondo. È molto intelligente ma per il suo aspetto poco appariscente passa spesso inosservata: non ha una particolare passione per i vestiti, i tacchi, le borse. Lo shopping in generale e, pur amando Milano, preferisce vivere in un paesino di provincia, nella cui tranquillità si abbandona al piacere della lettura. James Spencer, affascinante e snob, vive invece negli Stati Uniti. Quando un problema mette in crisi l'agenzia, e James viene convocato a Milano per risolverlo, i due si conoscono e si trovano a lavorare a stretto contatto. Il loro primo incontro è pessimo: lui è il tipico uomo colpito soprattutto dall'aspetto fisico di una donna, e quello di Valentina lo lascia semplicemente allibito. Lei se ne accorge e ne è al tempo stesso ferita e irritata. Lui è burbero, spesso le si rivolge con poco garbo. Lei è posata, gentile, calma, attenta ai piccoli gesti. Eppure sin da subito cade vittima del suo fascino. Ma l'obiettivo di James è quello di salvare l'agenzia dai guai in cui versa: una volta capito che Valentina è brava, decide di coinvolgerla nel suo lavoro. E la collaborazione forzata farà assumere al loro rapporto sfumature davvero inaspettate.


Opinione di Sangueblu

Ecco lì, James Spencer, circondato da quel paesaggio mozzafiato.
I declivi si inabissano nelle acque verdi del lago di Lugano.
Per mia sfortuna la visione più bella rimane lui.
Un velo di barba, piccole onde dorate spettinate, camicia bianca.
Intrigante come al solito.
In me si riaffacciano quei brividi ormai familiari.
Non ho la forza di contrastarli e nemmeno la volontà perché,
anche se so che non mi porteranno a nulla di positivo,
almeno mi fanno sentire viva.


Che bello quando un libro, inaspettatamente, ti colpisce così dritto al cuore...
Evidentemente era destino che incontrassi la brava Daniela Volontè, il suo stile scorrevole, pulito ed elegante e i suoi meravigliosi personaggi, tanto straordinari quanto veri.
Buonanotte amore mio non era neanche lontanamente nella mia lista di prossime letture - esclusivamente per il fatto che tra arretrati improrogabili ed anteprime tassative non avrei avuto proprio il tempo materiale - poi il caso ha voluto che sia deceduto il cavetto per ricaricare il mio Kindle e non avevo più niente a disposizione. Così, sono entrata in una libreria assolutamente fuori zona per me, ma che mi era capitata sott'occhio mentre ero a fare altre commissioni, per cercare un cartaceo di cui poi ho scoperto che avevano posticipato l'uscita. La mia momentanea delusione è stata immediatamente cancellata dall'entusiasmo contagioso della commessa che, molto accoratamente, mi ha consigliato di prendere proprio questo libro "appena sfornato".  Lo aveva già finito nonostante fosse uscito soltanto il giorno prima.
Ora capisco perchè!
...e la ringrazio!...
Vi ho raccontato questo, divagando non poco, perchè una volta tanto è un autentico piacere trovare delle librerie che sono ancora un luogo di incontro e scambio di idee e opinioni sui libri... Ancora più raro trovare commessi che non siano semplici "magazzinieri" - come sembra essere sempre di più -  ma che sanno di cosa parlano, e che non rimangono imbambolati, con lo sguardo perso nel vuoto, persino se gli chiedi di bestseller appena usciti o che non hanno neanche la minima cognizione  del genere a cui possa appartenere un determinato titolo e perchè...! Sono persone come questa gentile ragazza della libreria in cui mi sono provvidenzialmente trovata che danno ancora un senso all'acquisto vis a vì anzichè le comode consegne del corriere direttamente a casa! (Un'altra cosa straordinariamente carina di questa libreria sono le "fascette" scritte a mano - direttamente dal personale del negozio - con delle brevi recensioni di molti dei libri esposti sugli scaffali... Credetemi, si sono conquistati una nuova cliente, nonostante per me sia un posto decisamente fuori mano! Non sembra anche a voi che questa sia un' idea davvero geniale che dovrebbe replicarsi a macchia d'olio? - Se siete curiosi di che libreria si tratta ve lo farò sapere... )

Dopo questo lungo preambolo è arrivato il momento di parlarvi di Buonanotte amore mio...
Un libro bellissimo che ha il potere di rapire ed emozionare grazie alla genuinità dei sentimenti che racconta con eleganza ed incisività e che conquista non solo grazie ad una buona dose di intelligenza e ironia ma perchè, sottolineando a più riprese l'importanza e il valore dei piccoli gesti, riesce in maniera verosimile e naturale ad elevare, pagina dopo pagina, l'ordinario a straordinario.
Lo capirà l'avvenente e spavaldo James, arrivato da New York per "punizione" a salvare la compagnia del migliore amico di suo padre (con cui vedremo, ha un rapporto a dir poco conflittuale) non appena conoscerà la sua assistente: Valentina Harrison. O meglio, non proprio subito, visto che il primo approccio tra i due sarà a dir poco "imbarazzante"e non privo di scaramucce e risposte al vetriolo.
Valentina infatti è agli antipodi dell'ideale di donna del "playboy da strapazzo" che finora ha sempre combinato casini sul luogo di lavoro... Tant'è che, inizialmente, James è quasi convinto che la presenza della sciatta e poco attraente assistente sia stata architettata a bella posta dal padre per tenerlo lontano da ogni possibile tentazione. Ma la personalità e l'acume di Valentina metteranno ben presto tutto su un'altro piano e gliela faranno vedere sotto tutt'altra luce. Perchè anche se non ha gusto nel vestire (una cosa che ad un certo punto, specie se con un valido aiuto, si può semptre imparare!) Vale ha tante frecce al suo arco: è sensibile, attenta, caparbia, forte, intensa e non si farà mettere i piedi in testa da nessuno; dimostrerà anzi, sempre più, il suo valore, rivelandosi determinante anche per smascherare il complotto teso ai danni della compagnia. E sotto quei maglioni larghi e quei colori "tristi" si nasconde un corpo mozzafiato e un viso armonioso ed espressivo.

Non potrà rimanere immune al suo fascino l'ignaro James che si ritroverà quasi inconsapevolmente, sempre più legato a lei e sempre più bisognoso della sua vicinanza e di quello speciale calore, mai provato prima, che gli dona serenità e benessere nel profondo del cuore.
Valentina si insinuerà sempre più a fondo nei suoi pensieri e nel suo cuore finchè entrambi non potranno far altro che lasciarsi andare a questo amore tanto spontaneo quanto profondo e inevitabile.
Il loro avvicinamento, lento e costante, è una delle "armi vincenti" di questo libro, che ce lo fa apparire così reale e verosimile, da permetterci un'immedesimazione pressochè totale.

Difficile enumerare i momenti esilaranti, le situazioni divertenti e i frangenti di assoluto spasso in cui ci si imbatte durante la lettura. L'autrice si rivela davvero abile nell'usare quell'ironia frizzante e stimolante che tiene sempre alta l'attenzione e il piacere nella lettura, e che stempera anche quei momenti più seri e drammatici, anche a livello intimo, che vivono i personaggi. Inoltre, secondo me, è una vera maestra di eleganza e delicatezza nel raccontare e descrivere i momenti di passione che se pur appena accennati hanno una potenza ed un'intensità di rara efficacia.

Adoro quando le storie sono raccontate da più punti di vista. In particolar modo quando una delle voci è quella del protagonista maschile, che ci permette di osservare da vicino il suo mondo e tutte quelle che possono essere le dinamiche psicologiche del suo innamoramento. Se poi, il maschietto in questione è anche simpatico e sagace, e come il nostro James "non riesce a tenersi un cecio in bocca" e parla prima di pensare, allora il piacere è senz'altro doppio. L'ho semplicemente adorato!

L'epilogo è commovente... Marchia a fuoco l'anima e fa stringere la gola, specialmente se si ha la fortuna nella vita, di provare le stesse cose; di conoscerle, di viverle quotidianamente e di dare la stessa identica importanza proprio a quelle stesse piccole, ma grandissime, cose.

E adesso, prima di lasciarvi ad intraprendere questo intenso e bellissimo viaggio tra Milano e NewYork insieme a Vale e James, vi lascio con una piccola chicca: l'esilarante - e anche piuttosto imbarazzante - primo incontro fra i due, nella speranza di convincervi, se ancora non ci fossi riuscita, a precipitarvi in libreria!!!

"Piacere dottor Spencer, sono Valentina Harrison."
mi dice tendendomi una mano.
Rimango immobile per qualche secondo,
poi guardo Vic sorridendo. Sarà uno scherzo.
Dal suo sguardo truce direi che non lo è.
La ragazza ha ancora la mano tesa verso di me.
Si è fatta rossa in volto.
Perfetto, prima sembrava solo vestita in modo sciatto
e ora pare un peperone con addosso un abito sciatto.
Abbassa veloce la mano e inizia a fissarsi la punta dei piedi.
Dio, cosa sono quelle? Scarpe?
Ma nemmeno una nonna oserebbe tanto!
Qui c'è lo zampino di mio padre. 
L'ho fatto talmente adirare con la storia di Linda,
che ora mi ripaga mettendomi accanto un'assistente
con la quale non ci proverò mai.


L'autrice


E' nata a Como. Sposata, con due figli. Ha una laurea in Economia e Commercio e una in Scienze della Comunicazione, e tra una e l'altra ha lavorato come impiegata. Il suo sogno era diventare una correttrice di bozze, per poter conciliare lavoro e famiglia. Scrive per passione, ma lo fa a tempo pieno... perchè vi dedica ogni minuto libero della sua giornata. Tra i suoi romanzi self - puplished ci sono: Ricordami che sono felice e Insegnami a vivere.

3 commenti:

Daniela Volonte ha detto...

Grazie per questa lunghissima e dettagliata recensione... Ringrazio moltissimo per ogni singola parola scritta! Molto molto bella, a costo di ripetermi... GRAZIE di cuore.

Daniela V.

sangueblu ha detto...

Grazie a te cara Daniela! È stato un immenso piacere conoscere la tua splendida penna e trascorrere del tempo insieme ai tuoi favolosi personaggi! Mi sono letteralmente persa nella tua storia, che difficilmente dimenticherò! Grazie per essere intervenuta nel nostro piccolo spazio e per il tuo apprezzamento alle mie parole, ma credimi, è stato fin troppo semplice parlare di un libro così bello! Leggerò senz'altro, con grande entusiasmo, i tuoi prossimi lavori!! :-)

Daniela Volonte ha detto...

A costo di ripetermi, grazie di nuovo e di cuore! :-D