lunedì 8 dicembre 2014

ALL' IMPROVVISO A NEW YORK Melissa Hill Recensione

Cosa c'è di meglio di una magnifica caccia al tesoro, in perfetto stile Scherlock Holmes, nel cuore di una città come New York, ricoperta da un candido manto di neve e in attesa delle feste di Natale?Bene cari lettori, mettetevi pure comodi perché stavolta, mentre Manhattan si risveglia, pronta come sempre ad accogliere un nuovo giorno, la vita di una giovane libraia e di un misterioso uomo d'affari sta per essere stravolta irrimediabilmente, complici la strada ghiacciata, un cane un tantino impaziente di attraversare il passaggio pedonale, un semaforo giallo che sta per diventare rosso e la frenesia tipica delle grandi metropoli. Il risultato? Un incidente, un uomo investito, un husky incredulo, una donna catapultata a terra insieme alla sua inseparabile bicicletta e un'amnesia che presto diventerà il mistero più grande da risolvere prima dell'arrivo del Natale....Sono stata troppo vaga? Beh, almeno spero di aver seminato un po' di sana curiosità!!!!


ALL'IMPROVVISO A NEW YORK
Melissa Hill


 Traduzione a cura di Roberta Zuppet
Casa editrice: Rizzoli
Genere: Romanzo contemporaneo
Pagine: 410
Prezzo:  16.00 €



Trama

Darcy Archer lavora in una piccola libreria indipendente di Manhattan. È una sognatrice: non è disposta ad accontentarsi e a trentatré anni aspetta l'arrivo del Vero Amore, quello che abita nei suoi adorati romanzi. Un giorno di dicembre, sfrecciando in bicicletta per le strade innevate della città, travolge un uomo che le sbuca davanti all'improvviso. Quando Aidan Harris viene portato via dai paramedici, sul marciapiede rimangono il suo cane e un pacco misterioso. In preda ai sensi di colpa, Darcy fa di tutto per ricongiungere il cane, un adorabile husky di nome Bailey, al suo padrone e quando scopre che nell'incidente Aidan ha perso la memoria, le cose si complicano. Inizia così l'indagine di Darcy che, decisa ad aiutarlo a ritrovare la sua identità, si lascia trascinare da Bailey attraverso una New York natalizia, vibrante di luci e colori, fino a un lussuoso appartamento nell' Upper West Side. Qui raccoglie indizi preziosi sulla vita dello sconosciuto, che sembra fatta di viaggi esotici, sport estremi e bellissime donne, e trova la stanza dei suoi sogni: una biblioteca privata colma di preziosissime prime edizioni. Mettendo insieme le tessere del puzzle, la sua vivida immaginazione costruisce un ritratto di Aidan incredibilmente somigliante al suo uomo ideale. Ma le sue fantasie corrispondono alla realtà? E cosa succede quando la realtà è ben diversa da quanto sembra?


Opinione di Sybil


Oggi voglio parlarvi di un altro bellissimo libro da leggere sotto l'albero, tanto per non perdere l'abitudine di emozionarsi di fronte ad una dolce sentimento, nato nel modo più bizzarro e nel periodo più sfavillante dell'anno.
La storia in questione ci trasporta in uno scenario tipico, ma non scontato, della commedia romantica, ovvero in quel preciso lasso di tempo in cui una donna alla ricerca dell'amore ideale si imbatte, in circostanze piuttosto sfavorevoli, con un uomo che sembra soddisfare i requisiti prescelti, ma che per ovvi motivi è fuori mercato... Insomma una gran brutta situazione, considerando il fatto che tutto ciò che la protagonista pensa e vede è terribilmente influenzato dalle idealizzazioni che nel corso degli anni si è creata in risposta ai tanti romanzi letti nella sua vita. Sto parlando di Darcy (nome piuttosto indicato per una donna che sogna un amore travolgente alla Jane Austen), una simpatica libraia di New York che in un giorno come tanti si sveglia in ritardo per andare al lavoro e accidentalmente, investe con la sua bicicletta un uomo che sta attraversando la strada con il semaforo rosso. Lei esce illesa dallo scontro, ma lo sventurato rimane steso sull'asfalto, senza dare segni di ripresa. Accanto a lui, un cane piuttosto disorientato che aspetta pazientemente il risveglio del padrone... In men che non si dica arrivano i soccorsi che subito ripartono portandosi via l'uomo ferito. Darcy, in preda al panico, risponde alle domande dei poliziotti, che cercano di fare luce sull'accaduto e dopo qualche minuto tutti se ne vanno, lasciandola lì da sola con il cane e con un pacchetto, tenuto in mano dall'uomo prima dell'incidente. L'unica cosa che le resta da fare è prendere l'animale, l'oggetto misterioso e andare subito all'ospedale dove poco prima si è diretta l'ambulanza. La vittima dello scontro si chiama Aidan Harris, molto affascinate, dalla bellezza semplice ma perfetta, un dettaglio che non passa inosservato agli occhi di Darcy, da sempre in cerca dell'uomo ideale. Purtroppo il suo amore per i grandi classici della letteratura l'ha resa incontentabile in fatto di uomini, portandola immancabilmente a continui confronti tra i ragazzi con i quali usciva e quelli che invece adorava tra le pagine dei suoi romanzi preferiti, partendo dal signor Darcy e arrivando sino ad Heathcliff... E sarà proprio questa sua visione romanzata del mondo che andrà a condizionare anche le circostanze che prenderanno vita dal giorno del suo incontro-scontro con Aidan.
L'uomo purtroppo è rimasto vittima di un'amnesia temporanea e al momento non riesce a ricordare più nulla: il suo nome, le sue origini, la famiglia, il lavoro. Niente di niente, a parte un'immagine sfocata del suo fidato amico Bailey, l'husky presente il giorno dell'incidente. Il resto è buio completo, solo un'enorme confusione che nessuno riesce a colmare. Darcy si sente molto in colpa, a tal punto  da volerlo aiutare in ogni modo possibile. Inizia così a fargli visita in ospedale, cercando di risvegliare la sua memoria e mettendo in piedi una vera e propria caccia al tesoro nel cuore di Manhattan, con tanto di indizi e trabocchetti sparsi in giro tra le tante strade percorse da Aidan nella sua vita. Una pista difficile da seguire, in quanto nessuno sembra aver denunciato la sua scomparsa e soprattutto niente sembra ricondurla a qualcosa di concreto. A parte il cane, una casa super lussuosa nella zona più chic della città e un pacchetto misterioso, Darcy non riesce a trarre nessuna conclusione utile alla risoluzione del mistero... Chi è dunque Aidan? Che cosa fa per essere così ricco? E perché mai alla soglia del Natale nessun familiare si è accorto della sua mancanza? Armata di buona volontà e forse anche di qualcos'altro, Darcy si butta alla ricerca sfrenata di qualsiasi dettaglio, più brava del miglior detective in circolazione, facendo ricerche incrociate e incontrando persone di spicco della società newyorkese... Ed è proprio a questo punto che la sua mente abituata a sognare, come solo quella di chi ama perdersi tra le pagine dei libri sa fare, inizia a percorrere un viaggio rocambolesco fatto di intrecci, colpi di scena e cambi di identità. Insomma, comincia a vivere la sua vita come se fosse  dentro ad un romanzo, in cui tutto diventa più interessante e nel quale ogni cosa è finalizzata a scoprire il modo per aiutare Aidan. Ma perché tanto interesse? Lei ripete a se stessa che lo fa spinta dal senso di colpa per averlo spedito in ospedale, solo e senza memoria pochi giorni prima di Natale. In realtà la vera motivazione è ben diversa.... Chissà se se ne accorgerà e soprattutto quando.....

All'improvviso a New York è una di quelle storie che ti stupisce, non tanto per la complessità dei contenuti, ma proprio per la sua semplicità. È questo il suo tratto distintivo, ovvero la naturalezza e la sobrietà con la quale l'autrice ci presenta due personaggi tanto brillanti, distanti anni luce per abitudini e stili di vita, ma uniti da un fine comune: la ricerca di se stessi.
Un romanzo dolcissimo, delicato, che non mancherà di accendere in continuazione la vostra più forte curiosità, accompagnandovi tra le vie trafficate di New York, con i grattacieli da un lato e il fascino residenziale dell'Upper West Side e dei grandi parchi dall'altro, il tutto mentre ve ne starete comodamente avvolte nella vostra migliore coperta patchwork e magari anche con una tazza di cioccolata calda in mano... E quando finalmente crederete di aver portato a termine le vostre indagini, sotto la precisa supervisione di Darcy, vi accorgerete che il romanzo non ha ancora finito di stupirvi! Provare per credere!!!



L'autrice



MELISSA HILL, irlandese, vive a Dublino con il marito e la figlia. È lautrice di numerosi bestseller internazionali, tra cui Un regalo da Tiffany (Newton Compton). Per Rizzoli ha scritto Il braccialetto della felicità e Un regalo per sempre.

Twitter@melissahillbks

www.rizzoli.eu







7 commenti:

Rosie M. Stuart ha detto...

Io voglio questo libro! *_*

Sybil Sognandotralerighe ha detto...

Vedrai, non ti deluderà!!!

Anonimo ha detto...

Quando esce? Grazie, Ava L.

Sybil Sognandotralerighe ha detto...

Il libro è già uscito! Lo trovi in tutte le librerie e negli store on line!!! Quindi puoi già immergerti nella lettura!!! Non è magnifico?

foschia75 ha detto...

Cara Sybil, questo lo metto davvero sotto l'albero!!! Mi hai convinta dopo le prime 8 righe!!!
Grazie come sempre per le tue romantiche e dettagliate recensioni!

Sybil Sognandotralerighe ha detto...

Carissima Foschia, sarà una nuova deliziosa storia da leggere sotto le coperte...magari "mentre fuori nevica" ;-)

lilia63 ha detto...

Bellissimo Mentre fuori nevica ....mi hai convinta prendo anche questo !