giovedì 11 settembre 2014

SCOMMESSA D'AMORE di Katie McGarry - recensione in anteprima

Può una conquista fatta per scommessa - con la candidata più improbabile ed ostica che si possa immaginare - trasformarsi invece un amore sincero, totale e indissolubile? La risposta è assolutamente sì, soprattutto se a farla è un personaggio come Ryan Stone, un ragazzo che ama le sfide e che non accetta niente di meno che la vittoria e se a raccontarlo è Katie McGarry, una delle più brillanti e coinvolgenti autrici di questo genere New Adult (un po' più Young in verità...) che tanto amo. Conosciuta già qualche mese fa grazie al bellissimo Oltre i Limiti, con Scommessa d'amore l'autrice fa di nuovo goal, o meglio, un clamoroso fuoricampo  visto l'importante ruolo che riveste il baseball in questo romanzo, e ci dà una nuova conferma al fatto che sia una delle migliori in circolazione. Ma non aspettatevi rose e fiori. Non sarà infatti un'impresa facile per Ryan convincere la problematica e diffidente Beth della autenticità dei suoi sentimenti... E non sarà una lettura semplice e indolore quella delle 464 pagine della McGarry. Chi ha già conosciuto la sua scrittura sa bene infatti quanto sappia essere incisiva e commovente andando a toccare temi scottanti e situazioni familiari decisamente borderline. Intensa e struggente come poche, ha l'abilità di dosare sapientemente anche ironia e leggerezza per regalare ai suoi lettori una storia avvincente, dolce, romantica e dal forte carattere. 


"Tutto può succedere.
Dipende da quanto lo vuoi."


SCOMMESSA D'AMORE
di Katie McGarry

editore: De Agostini
pagine: 464
prezzo: 14.90 euro
Rilegato
( 2° libro Serie "Pushing the limits" )


Trama

Se la verità su ciò che accade a casa di Beth Risk saltasse fuori, sua madre finirebbe in cella e lei chissà dove. Perciò, quando lo zio Scott ricompare dopo anni di silenzio e la costringe a scegliere tra la libertà di sua madre e la propria felicità, lei accetta di tornare nella sua città natale e abbandonare i suoi due migliori amici, Noah e Isaiah. Ryan Stone è una promessa del baseball e un brillante scrittore. La sua "perfetta" famiglia nasconde un segreto, qualcosa che non ha mai rivelato a nessuno, nemmeno al gruppo di amici con cui è solito divertirsi giocando a sfidarsi alle imprese più pazze. L'ultima scommessa riguarda la bellissima e scostante studentessa che si aggira come un pesce fuor d'acqua nei corridoi della scuola. A Ryan non piace perdere e ce la mette tutta per riuscire nell'impresa di portarla fuori... ma ciò che nasce per gioco si trasforma ben presto in un'attrazione a cui né lui né Beth sapranno resistere.


L'opinione di Sangueblu, in anteprima

"Con i capelli neri sparsi a ventaglio sul fieno dorato,
sembrava una versione moderna di Biancaneve...
labbra rosse come petali di rosa, pelle bianca come la neve.
Un bacio avrebbe riportato in vita Beth?
Quella sera mi aveva mostrato qualche breve flash della ragazza 
nascosta dietro la facciata. Forse potevo farla uscire
ancora un po'. Magari baciandola... no, niente baci.
Non ero un principe e quella non era una favola"

C'è una scommessa in ballo tra Ryan e Beth, non certo una favola.
Schietta, disincantata, anche un po' cruda e quotidiana realtà.
Ma chi conosce Katie McGarry sa bene che lei le "favole", in un modo o nell'altro, ce le regala comunque. Sia per la magia delle storie che racconta che per i bei lieto fine.

Il libro parte e siamo immediatamente catapultati nel tipico scenario americano di campagna-periferia. Un fast food piuttosto tranquillo con più o meno i soliti avventori, una comitiva di ragazzi con la loro birra chiara in mano... voglia di rilassarsi, scherzare e soprattutto ingannare il tempo con le solite stupidaggini: banali scommesse... che poi ti cambiano la vita.
Non avrebbe infatti certamente mai immaginato Ryan Scott, promessa del basebal locale e futuro giocatore della Premier League, che una specie di skater gli avrebbe rubato il cuore e che si sarebbe presto trasformata nella vittoria più ambita e significativa della sua vita.
Ma all'inizio è questo: nient'altro che un gioco. L'ennesimo che Ryan è convinto di vincere, come suo solito, perchè non è abituato a considerare per sé stesso niente di meno che il primo posto; la vittoria; il successo. Ma non sarà così. Almeno non subito perché per un bel po' di tempo Beth - conosciuta già in Oltre i limiti come amica nonchè coinquilina di Noah e del migliore amico Isaiah - gli darà un bel po' di filo da torcere. E' una dura infatti la nostra Beth.
Dura, forte e implacabile perchè nella vita ha dovuto imparare a difendersi: da mani troppo pesanti; da parole troppo crudeli; dall'odio e dalla indifferenza di chi invece avrebbe dovuto amarla; dalle brutture e dalle bassezze del mondo; dalle miserie di certi esseri umani che sulla terra non dovrebbero neanche avere il diritto di respirare. Forte, fin troppo, per dare forza a chi non ne ha neanche un briciolo e che mai ne avrà nonostante gli spergiuri. Implacabile, nel trovare il coraggio di affrontare la situazione e volerla risolvere  a modo suo, ma anche nel capire che certe volte fare del proprio meglio non basta se, nonostante innumerevoli sforzi, chi vogliamo aiutare non afferra il nostro salvagente perché preferisce annegare e non si può finire a fondo con lui/lei.
Anche questa volta, come nel primo libro,  è la figura materna l'elemento disturbato e disturbante della storia (mi viene da riflettere - e un po' da sorridere - sulla possibilità che esista un perchè la McGarry scriva sempre di queste madri così fortemente problematiche). E' la mamma la principale responsabile dei problemi della protagonista e l'elemento scatenante di qualsiasi conseguenza della sua vita. Almeno finchè non arriva Ryan, appunto, e anche suo zio Scott Risk.
Dopo tanti anni di assenza infatti lo zio, a cui da bambina era molto affezionata - famoso giocatore di baseball dei New York Yankees e fratello del suo padre degenere - fa ritorno per salvarla dall'ennesimo casino in cui si ritrova per colpa della madre che, nonostante tutto, continua a voler proteggere anche a suo discapito, visto che finisce in prigione al suo posto. Lui compare e la tira fuori pagando la cauzione, obbligandola a rinunciare a vederla e proclamandosi suo tutore legale fino ai diciotto anni.
Beth è furibonda... non solo perchè è arrabbiata con lo zio per non aver mantenuto la promessa fatta da bambina di venirla a prendere e per la sua penosa assenza di tutti quegli anni ma anche perchè a queste condizioni non potrà facilmente realizzare il suo progetto di fuga con la madre. E' intenzionata infatti ad allontanarla dal suo compagno: un poco di buono (un vero eufemismo) che spaccia droga e che massacra entrambe di botte.

"Dio doveva aver deciso che non poteva smettere di incasinarmi la vita.
Non aveva smesso quando Scott mi aveva ricattato per farmi restare a vivere lì. Nè quando sua moglie mi aveva comprato quei terribili vestiti da borghese. Nè quando Scott aveva annunciato di avermi iscritta al liceo frequentato dai campagnoli del posto.
No, nemmeno allora aveva finito di incasinarmi la vita.
La dannata ciliegina sulla torta era lo stronzo strafottente in piedi di fronte a me. Gesù se c'era da ridere! Fregata in tutti i modi."

Come potete capire il quadro non è dei più idilliaci e la vita di Beth è davvero un inferno... Fino a che, ad un certo punto, qualcosa sembra cambiare e prendere la giusta direzione.
E tutto grazie a Ryan. Un ragazzo che è come un raggio di sole; che sembra riconoscerla per quello che è veramente; che guardando oltre la superficie riesce a capirla come forse non riesce neanche sè stessa... A vedere quella Beth, nascosta dietro una chioma corvina e ad un trucco pesante: quella che un tempo era felice e amava i nastri e la vita...
Riesce a tirarla fuori, piano piano, cercando al contempo di conquistare la sua fiducia nonostante, sia il destino, sia terzi incomodi, mettano più volte i bastoni tra le ruote e la convincano di non essere altro che l'oggetto di una scommessa.
Ovviamente non è così. Anche se tutto inizia quasi per gioco si trasforma ben presto in qualcosa di intenso e inarrestabile regalandoci un altalena di situazioni emozionanti ad alto tasso di romanticismo e tenerezza. Soprattutto la renderà capace di credere in sè stessa e nel suo valore, dal momento che non si riteneva degna dell'amore di nessuno, ma solo un passatempo; e a farle perdere la convinzione di essere un uragano in grado di lasciarsi dietro nient'altro che devastazione.

"Continuavo a pensare a Beth.
Sembrava così maledettamente piccola e sperduta che avrei voluto
stringerla tra le braccia e proteggerla dal mondo intero.
Non era certo la reazione che mi aspettavo di avere nei confronti di Miss Skater."

In questo romanzo non leggeremo solo della rinascita di Beth, ma anche il percorso di crescita di Ryan dall'esistenza, almeno in apparenza, più che dorata. Scopriremo via via infatti che non è tutto oro quello che luccica e anche lui dovrà risolvere non poche cose intorno e dentro di sè.
I continui litigi fra i suoi genitori che in pubblico si fingono una coppia perfetta; l'accettazione e la comprensione della dolorosa scelta di suo fratello gay di vivere lontano da casa dopo esserne stato cacciato; il peso delle apparenze per la sua famiglia;  la presa di coscienza e la ricerca della propria identità nonchè il perseguimento dei propri reali desideri; l'aspirazione alla realizzazione dei suoi sogni e non (solo) quelli di qualcun altro. Ryan infatti non è solo un asso del baseball ma anche un talentuoso e appassionato scrittore e deciderà di non rinunciare a nessuno di questi due aspetti che fanno così tanta parte di lui. E scoprirà, più di tutto, cosa significa amare.

Un personaggio che ho amato dal profondo del cuore è stato Lacy. L'amica ritrovata... L'amica con a A maiuscola. Quella che se ne frega se hai due soli vestiti nell'armadio e vivi in una roulotte. Quella pronta a difenderti a spada tratta, che ha a cuore la tua felicità.  Si rivela tanto importante e preziosa per Beth da scaldarmi più volte il cuore, quasi regalandomi momenti di commozione.
Naturalmente spazio troveranno Noah ma soprattutto Isaiah che farà da ponte col passato di Beth e contribuirà a sconvolgerla con una rivelazione che avrà delle conseguenze. (Scopriremo nel terzo libro che Beth aveva ragione con lui...) 

Un romanzo tutto in crescendo questo di Katie McGarry, che ho apprezzato per certi aspetti anche più del primo. Non vi deluderà sia per la qualità della storia che della scrittura: brillante, briosa e romantica. Vi catturerà con la crudezza di certi temi trattati e con la tenerezza delle scene che dipinge in cui sa infondere con maestria tenerezza e intensità. Vi appassionerà fino alla fine e vi regalerà dolci emozioni.
Se ormai non siete più nella pelle all'idea di leggerlo, dovrete aspettare solo fino al 16 settembre, quando sarà in tutte le librerie.
Non fatevelo sfuggire!

Vi ricordo che è uscita ieri anche la novella "Complice la notte" che racconta la storia tra Lila - la migliore amica di Echo - e Lincoln. Tra pochi giorni la recensione sul blog!


La Serie "Pushing the limits"


1 - Oltre i limiti  ( recensione QUI )
1,5 - Complice la notte
2 - Scommessa d'amore
3 - Crash into you ( protagonista Rachel )
4 - Take me on   ( protagonista Haley )



L'Autrice


Katie Mc Garry è appassionata di musica, degli "…e vissero tutti felici e contenti", e dei reality. Adora scrivere con l'inchiostro colorato, soprattutto rosa e viola, ed è una tifosa della squadra di basket dell'Università del Kentucky… anche se non lo ammetterà mai. Le piace conoscere i pareri dei suoi lettori. Seguila sul suo sito web www.katiemcgarry.com o diventa fan della sua pagina Facebook

2 commenti:

Sybil Sognandotralerighe ha detto...

Cara Sangueblu! Oggi ci hai parlato di una storia davvero tanto bella... che tra l'altro non vedo l'ora di leggere!!! Grazie del tuo consiglio!!!!!

Vero Ale ha detto...

Okay, io l'ho adorato *-*
A me è piaciuto veramente un sacco e sono stata profondamente segnata da Beth, così affascinante e complicata...
E' vero che gli amori descritti dalla McGarry sono quasi sempre utopie, ma sognare non guasta mai, no?
Ryan mi era abbastanza indifferente all'inizio, ma poi mi sono scoperta ad adorare anche lui e i suoi pazzi amici, anche se iniziamente mi dispiaceva non vedere Isaiah insieme a Beth, ma ho molta fiducia nel libro che la McGarry ha scritto su di lui eheheh...Speriamo arrivi presto in Italia!
Se vuoi leggere la mia recensione la trovi qui :3 .
Ciao!
Rainy