martedì 15 luglio 2014

DUE VARIANTI DI ME Dany Atkins Recensione

Toccante e delicato, come solo il primo vero amore riesce ad essere.
Struggente e straziante come il dolore che riesce a spezzare un legame tanto forte, lasciandolo in frantumi, sullo sfondo di un sentimento che non potrà mai finire.


DUE VARIANTI DI ME
Dany Atkins



Traduzione di Ilaria Katerinov
Editore: Fabbri editori
Collana: Fabbri Editori life
Genere: Romanzo rosa
Pagine:285
Prezzo:14.90
Ebook:6.99

La Trama

Cosa faresti se il destino ti offrisse una seconda possibilità?
Rachel ha vent’anni, amici meravigliosi e tutto il futuro davanti. In tasca, la lettera di ammissione alla più prestigiosa scuola di giornalismo inglese. Poi, una terribile disgrazia.
E due vite diverse che l’aspettano.
Cinque anni più tardi…
Per la prima volta da quella notte fatale, Rachel sta tornando nel paesino in cui è cresciuta. Sul volto ha una cicatrice, a ricordarle in ogni istante il segno indelebile dell’incidente che ha infranto i suoi sogni e le ha portato via il suo migliore amico.
Ma quando per una caduta banale batte la testa e si risveglia in ospedale, tutto intorno a lei è cambiato. È come se il suo mondo, dal momento dell’incidente, avesse preso un binario diverso. Ora ha il lavoro che ha sempre desiderato, un elegante appartamento a Londra, e il suo migliore amico è lì, accanto a lei. Sarebbe bellissimo se l’orologio fosse tornato indietro. Ma la vita non funziona in questo modo… o sì?
Sorprendente, romantico, straziante, Due varianti di me ha conquistato le lettrici inglesi: autopubblicato in rete, è diventato immediatamente un bestseller, attirando l’attenzione degli editori di tutto il mondo.
Non riuscirete a smettere di leggere e, arrivati alla fine, non potrete trattenere le lacrime.

Opinione di Sybil

In questi ultimi periodi mi sono scontrata più e più volte con libri che mettevano al centro della storia il destino... Neanche a farlo apposta, persino qui ci ritroviamo di fronte alla sorte che divide a metà il cammino di una giovane donna, Rachel.
Infatti, durante una cena assieme ai suoi amici, fatta per dirsi arrivederci dopo la fine della scuola, un terribile incidente sconvolge la sua vita. È come se le lancette dell'orologio si fossero fermate in quel preciso istante, cambiando, nel male,ogni cosa.
In quella fatidica notte, Rachel perde il suo migliore amico Jimmy, e con lui anche la voglia di vivere. Un futuro senza la sua presenza è insostenibile. Decide così di abbandonare il suo progetto di diventare giornalista, si trasferisce a Londra, lascia il fidanzato Matt e si chiude in un'esistenza fatta di dolore e rimpianto... Jimmy, per quanto lei si ostinasse a considerarlo un amico, era tutto ciò che le riempiva anima e cuore... Era amore, puro e semplice, potente.
Un giorno, dopo cinque anni, Rachel torna nel suo paese d'origine per festeggiare il matrimonio della sua cara amica.
Durante una cena, il ricordo di quelle terribile notte ritorna a galla. Purtroppo ne porta i segni non solo dentro il suo spirito, ma anche nel fisico: una cicatrice le squarcia il viso e dei terribili mal di testa non preannunciano nulla di buono.. Così, decide di ritornare nella sua camera d'albergo e aspettare l'indomani per uscire. Ma, non appena entra nella stanza, sente come una voce dentro di se che la chiama, portandola nel cimitero del paese, dove giace Jimmy.
Lì, tra quel silenzio, si sente in pace. Si avvicina alla lapide e cerca di sentirsi più vicina a lui, come se il suo corpo fosse lì, accanto a lei e non sotto centimetri di terra fredda e inospitale.
Poco dopo, viene colta da un improvviso malore e perde i sensi.
Si risveglia in ospedale e, come per magia, tutto é cambiato... Lì, accanto a lei, c'è Jimmy, c'é suo padre e, strada facendo, scoprirà di essere diventata giornalista e di aver realizzato gran parte dei suoi sogni..
È come se il destino le avesse regalato una nuova occasione e  con essa, la possibilità di poter cambiare la sua vita.. Inizialmente molto confusa, cerca di rimettere in ordine tutti i pezzi mancanti e prova a dare un senso a ciò che le sta accadendo.
Non riesce a capire cosa abbia fatto per meritarsi tutto questo, per riavere di nuovo l'occasione di rivedere quel viso tanto familiare,quegli occhi così profondi in cui perdersi e ritrovarsi. Gli occhi di Jimmy, gli occhi del suo primo grande amore.

Inizia così la "seconda variante" della vita di Rachel, dove tutto ciò che non è stato possibile nella prima parte della sua esistenza, lo diventa adesso. Dove tutto ciò che le era stato strappato con tanta violenza, riacquista vitalità ed essenza, lasciando spazio finalmente ad un futuro.
Per Rachel è tutto così irreale che teme di chiudere gli occhi per paura poi di svegliarsi e accorgersi che ogni cosa è frutto della sua immaginazione.

Tra le note dolci di questa storia riprende vita il grande amore dei due giovani. Un amore così tenero e struggente da lasciare senza fiato, come dopo una lunga corsa in salita.
Ho letto questo libro in due giorni. Ogni volta che lo chiudevo e lo riponevo sulla scrivania, una vocina insistente mi chiamava e mi supplicava di continuare. Non si poteva lasciare in sospeso una  storia del genere. Punto e basta. Ed è così che mi sono ritrovata, riga dopo riga, a leggere le ultime pagine. In un primo momento lo stupore di essere già arrivati alla fine ha avuto la meglio, ma poi, piano piano, lasciò spazio al dolore, che si é allargato come una macchia d'olio.
È una delle rare volte in cui mi sono trovata a desiderare di voltare l'ultima pagina e trovare scritto:"Ci siete cascati! Ecco il finale della vostra storia,nuovo, rivisitato e corretto!". Purtroppo per me, ho voltato pagina e ho trovato soltanto un altro foglio bianco. La parola fine era già stata scritta poche righe prima..
Il mio incurabile ottimismo mi ha portata a credere che in fondo era davvero possibile che Rachel avesse avuto un'altra occasione nella sua vita. La possibilità di poter riscrivere  il suo presente e poterlo finalmente vivere, di poter amare incondizionatamente l'unica persona che da sempre avrebbe voluto al suo fianco. C'erano troppe incongruenze tra passato e presente da colmare, troppe cose alle quali non si poteva dare spiegazione: per prima la morte di Jimmy che, come per miracolo viene sostituita dalla sua salvezza, la guarigione repentina del padre dal cancro e molto altro. Ma io c'ho voluto credere lo stesso. Ho voluto avvalorare la tesi che forse, per qualche strano movimento di equilibri nell'universo, questi due giovani ragazzi abbiano ricevuto un nuovo foglio bianco su cui scrivere un altro finale della loro storia. L'ho sperato fino all'ultima riga dell'ultima pagina del libro. Persino fino all'ultima parola.
Ho sempre troppa fiducia nel lieto fine, purtroppo lo devo ammettere. Il finale, infatti,è stato davvero un colpo basso, un pugno sullo stomaco. Bello, anzi stupendo, ma troppo triste.
Per alcuni potrà sembrare come il completamento di un qualcosa iniziato tanto tempo prima, per altri, come per me, non sarà altro che il lento ritrovarsi di due anime,che finalmente hanno raggiunto il loro posto nel mondo, l'uno accanto all'altro.
Leggendo questo ultimo capitolo ho avuto come l'impressione di gettarmi in bicicletta giù per una discesa e accorgermi di non avere più i freni. Lo schianto era inevitabile.
Due varianti di me. Un libro che mi ha fatto sorridere, ma mi ha fatto anche piangere. Mi ha fatto vedere quanto, in un attimo, la vita possa cambiare, in tutti sensi, lasciandoci soli ed impauriti. Ho sentito il sapore della perdita e dell'abbandono, del dolore e della difficoltà di accettare una vita che non è più come la vogliamo. Ma mi ha anche fatto sentire il profumo dell'amore, quello vero, quello che capita di vivere una sola volta nella vita.
Quello che prima o poi, ovunque ci troviamo, ci riporterà sempre a casa.....

“Due metà complementari che si riunivano: sembrava che niente al mondo fosse mai andato per il verso giusto fino a quel momento. Sentii il suo cuore battere all’unisono con il mio. Lo guardai negli occhi e vi trovai tutto ciò che avevo sempre cercato, e un amore tanto sincero e puro da togliermi il poco fiato che mi restava. Poi la sua bocca si posò sulla mia, le sue mani mi strinsero più forte e io mi innamorai perdutamente, di nuovo, dell’uomo che amavo da sempre.”

L' Autrice


DANI ATKINS vive in un piccolo villaggio dell’Hertfordshire con il marito, due figli, due gatti anziani e un border collie. Questo è il suo primo romanzo.
La sua pagina Facebook ufficiale: https://www.facebook.com/DaniAtkinsAuthor

2 commenti:

CHIARA ROPOLO ha detto...

belle parole, questo libro dev'essere toccante

Sybil Sognandotralerighe ha detto...

È proprio così Chiara, un libro davvero molto toccante.. Diciamo che tratta il tema delicato del dolore e della perdita in maniera molto brillante, senza far cadere la storia ed il lettore nel buco nero della tristezza. Bello davvero!