martedì 17 giugno 2014

QUELLO CHE C'E' TRA NOI Huntley Fitzpatrick - recensione in anteprima

Delizioso e appassionante, Quello che c'è tra noi di Huntley Fitzpatrick è decisamente la lettura perfetta per tutti coloro che adorano le storie romantiche capaci di toccare il cuore nelle sue corde più profonde, perchè oltre al sentimento - dolce, pulito e totalizzante - che pervade le pagine si riscontrano anche tanti altri aspetti importanti, che elevano la storia e le danno spessore. Un romanzo da cui è impossibile staccarsi, capace di coinvolgere dalla prima all'ultima riga e che fa sognare... a prescindere da quale sia la nostra data di nascita. Perchè anche se il romanzo della Fitzpatrick è decisamente uno Young Adult è uno di quei libri che non hanno età... Chi non vorrebbe essere infatti nei panni di Samantha e avere un vicino di casa - e soprattutto un fidanzato - come Jase Garrett??!! Una storia indimenticabile, che vi toglierà il respiro e che vi farà sognare! Da domani (17 giugno) in tutte le librerie.


QUELLO CHE C'E' TRA NOI
di Huntley Fitzpatrick

editore: De Agostini
pagine: 414
prezzo: 14.90 euro
Rilegato
eBook: 5.99 euro
Dall' 17 GIUGNO in libreria

Trama

I Garrett sono l'esatto contrario dei Reed. Chiassosi, incasinati, espansivi. E non c'è giorno che, a insaputa di sua madre, Samantha Reed non passi a spiarli dal tetto di casa sua, desiderando essere come loro... finché, in una calda sera d'estate, Jason Garrett scavalca la recinzione che separa le due proprietà e si arrampica sul pergolato per raggiungerla. Da quel momento tutto cambia e, prima ancora di rendersene conto, Sam inizia a trascorrere ogni momento libero con il paziente e dolce Jase, a cui piace fare tutto quello "che richiede tempo e attenzione", come dedicarsi agli animali, riparare oggetti rotti e soprattutto... provare a far breccia nel cuore della sua diffidente vicina. Perché non c'è nulla di più appagante che riuscire a strappare un sorriso alla ragazza della porta accanto.


La mia opinione

Dopo circa cinque minuti esplodo: "Rimettiti questa", e gli lancio la maglietta. 
"Okay. Perchè?"
"Vestiti e basta".
"Il mio corpo ti distrae, Samanta?"
"Sì". 
Scoppia a ridere. "Bene. Siamo pari, allora." Tace per un momento, poi continua: "Mi è uscito male. Detta così sembra che mi interessi solo per il tuo aspetto fisico, e invece non è così. E' solo che sei molto diversa da quello che mi aspettavo."
"Che ti aspettavi... quando?"
"Quando ti osservavo seduta sul tetto. Per anni."
"Mi hai osservato per anni?" Mi sento arrossire di nuovo. "Non me l'hai detto."
"Anni e anni. Certo che non te l'ho detto. Sapevo che ci spiavi. Non capivo perchè non venivi direttamente da noi. Pensavo... che magari fossi timida... o snob... non lo sapevo. Non ti conoscevo, Sam. Però non riuscivo a non guardarti anch'io".
....
"Ti vedevo dalla finestra della cucina, a cena o quando nuotavi in piscina di notte, e mi chiedevo cosa ti passasse per la testa Sembravi sempre calma, tranquilla, perfetta. Ma..." Non finisce la frase, si scompiglia di nuovo i capelli. "Sei meno... più... ti preferisco adesso." "In che senso?"
"Mi piace averti qui, in carne ed ossa, a sopportare tutto questo delirio... George, Andy, Harry, e anch'io, temo... con la calma che hai. Mi piace la persona che sei davvero."


Questa è la storia di Samantha Reed: ragazza irreprensibile, sorella "perfetta" e figlia modello di una senatrice repubblicana in lizza per le elezioni e di Jase Garret, terzo di otto fratelli (più uno in arrivo), appassionato di animali, riparazioni e football. Sotto molti punti di vista questi due ragazzi sono agli antipodi... lontani anni luce. Ma invece c'è solo una siepe a separarli.
Una siepe che divide l'ordinato e asettico giardino dei Reed da quello chiassoso e caotico dei Garret: i vicini "molesti"; quelli troppo facili da giudicare e da criticare; quelli da cui Sam è stata messa in guardia da una madre "talmente impegnata a difendere i valori della famiglia" a parole, nella sua campagna elettorale da essere così brava a proibirle qualunque contatto perchè considerati invece, nei fatti, come qualcosa di "pericoloso" e degradante.
Ma Sam è attratta da questa ingombrante e colorata famiglia; è attratta dalla loro gioia, dal loro frastuono, dai loro volti, dalle loro espressioni. Tanto che il suo passatempo preferito è rifugiarsi ad una finestra in una soffitta a spiarli... a "rubare" dei pezzettini del loro mondo, della loro vita, di quelle risate per essere un po' più felice anche lei e per riempire quel vuoto che sente ingrandirsi sempre di più, giorno dopo giorno, nella sua casa. Nella sua vita.
Perchè sua sorella Tracy è via col fidanzato per tutta l'estate e sua mamma è sempre più impegnata e sempre più fuori casa, specialmente ora che nella sua vita è entrato Clay Tucker (più che un "fidanzato" un arrivista senza scrupoli).
Ma un bel giorno, come fosse una "raperonzolo" prigioniera nella torre, arriva Jace che si arrampica sul pergolato e... si presenta. E la salva, trascinandola nella sua vita. Nel suo mondo. 
La catapulta in quella che in un soffio diventa, in un certo senso, anche la "sua" famiglia. 
Perchè sarà impossibile non adorare George, Harry, e Patsy. E poi anche Duff, Joel, Alicia e la tenera Andy.
Sam li adorerà tutti. indiscriminatamente. Vestirà i panni di una provetta Sailor Moon e si impegnerà a dare una mano. E nessuno potrà fare a meno di amare lei. Con intensità, semplicità e spontaneità.



Credo che proprio la "spontaneità" sia una delle parole più belle che possano sintetizzare una delle chiavi di lettura di questo libro meraviglioso, dove anche la "prima volta" è vissuta e descritta in un modo davvero bellissimo.
Ma come poteva essere altrimenti quando il ragazzo che abbiamo accanto, il ragazzo che ci ama è uno come Jase?! La quintessenza della tenerezza, della dolcezza... Idealista e romantico senza mai essere eccessivo o banale. Un ragazzo semplice; bravo in tutto ma mai arrogante o presuntuoso. Sempre pronto ad aiutare gli altri e i fratelli; capace di mettersi da parte senza rinunciare ai suoi sogni. Un ragazzo a cui piacciono le "cose che richiedono cura e attenzione, perchè valgono di più"...


Mi sdraio sopra di lui, pelle contro pelle.
Lui è alto e io no, ma quando stiamo sdraiati così ci incastriamo alla perfezione. Tutte le curve del mio corpo si rilassano sui contorni sodi del suo. Quando la gente parla di sesso sembra una faccenda così meccanica... o spaventosamente incontrollabile. Non pensavo che potesse essere un incastro così perfetto. Ma non facciamo nient'altro che restare sdraiati insieme.
Sento il cuore di Jase battere sotto di me, e lo sento ritrarsi, forse imbarazzato perchè il desiderio che prova per me è più evidente di quello che provo per lui. Quindi gli accarezzo la guancia e dico - sì, proprio io, la ragazza che non ha mai aperto il suo cuore a nessuno - dico, per la prima volta "Ti Amo. E' giusto che sia così."
Jase mi guarda negli occhi.
"Sì" bisbiglia "E' giusto vero? Ti amo anch'io, mia Sam."

Dopo aver letto e adorato Oltre i limiti di Terry McGuire, un vero capolavoro per le emozioni che è riuscito a trasmettermi e per il modo in cui mi ha tenuta incollata alle sue pagine e ai suoi protagonisti, pur imbattendomi in piacevoli ed entusiasmanti letture ultimamente pensavo che difficilmente avrei trovato qualcosa che potesse competere.... Eppure ecco qui, a distanza di sei mesi, proprio un altro romanzo della "scuderia" De Agostini è riuscito nell'ardua (almeno così credevo..) impresa.
Quello che c'è tra noi è uno di quei romanzi che difficilmente dimenticherò e il cui eco continuerà a sentirsi, nel mio cuore e nel mio immaginario, per molti giorni a venire.
Quello che c'è tra noi è un romanzo che vince grazie al suo realismo. Alla sua semplicità. Alla sua verosimiglianza. Conquista con la sua schiettezza e le sue mille sfaccettature. Appassiona grazie ai suoi personaggi, tutti tanto incisivi e così ben tratteggiati da sembrare vivi.. Sono sempre ad un passo dai nostri occhi, dalle nostre mani... Sembra quasi di toccarli infatti... di partecipare insieme a loro nei loro bagni in piscina, nelle loro merende in salotto, di assistere alle loro conversazioni... gioire dei loro piccoli grandi successi e condividere la sofferenza di alcuni drammatici momenti.
Quello che è certo è che in queste pagine, questi personaggi, hanno molto da dare e molto da insegnare. Il romanzo di Huntley Fitzpatrick è uno di quelli che, una volta chiusi, ti lasciano lì a pensare... a rivivere certe scene, a riflettere su certi concetti, a sorridere per certe frasi che rimangono impresse quasi sulla pelle, come fossero tatuaggi... che fanno vivere - e rivivere - il percorso dei protagonisti un po' come fosse proprio.

Il fulcro della storia infatti non è solo la meravigliosa e così realistica storia d'amore che vivono Samantha e Jace ma anche la presa di coscienza su quelle che sono le ipocrisie, i pregiudizi; su quelli che sono i veri valori. Una storia in cui l'amicizia e perfino la famiglia - intesa come "vita insieme" e non solo come "nucleo istituzionale" - hanno vari volti. Lo imparerà Sam, che in questa lunga ed interminabile estate ridefinirà tutte le sue credenze; scoprirà l'amore ma anche una donna dentro di sè, consapevole e forte, altruista e "giusta". Imparerà che anche quando - all'improvviso e quando meno ce lo aspettiamo - ci ritroviamo  ad un bivio, smarriti su un sentiero orribile che non avremmo mai potuto immaginare, possiamo trovare la forza e il coraggio di fare la cosa giusta e ritrovare la via, e la luce.

Anche l'amicizia ha un ruolo molto importante nella storia e soprattutto un'analisi molto particolare riguardo alle pieghe che prende. Gli Amici per Sam sono Tim e Nan, due fratelli gemelli molto particolari e molto diversi tra loro. Mi ha colpito molto il modo in cui l'autrice ha affrontato lo sviluppo delle cose durante la narrazione. Con Nan (che inizialmente era l'"alter ego" di Sam, la migliore amica per eccellenza) c'è un involuzione. Al contrario con Tim c'è una vera e propria evoluzione - anche dal punto di vista personale per Tim che diventa migliore come persona oltre che come personaggio - e ritorna ad essere il grande amico e punto di riferimento che era stato per Sam ai tempi dell'infanzia. Se anche voi, come me, amerete il personaggio di Tim sarete contenti di sapere che il prossimo libro verterà proprio su di lui e sulla storia d'amore che vivrà con Alicia, anche lei "una dei Garret"! :-)
Speriamo che la De Agostini ce la faccia leggere presto!

Tante, tante cose sarebbero da aggiungere, da dire, da condividere...
Ma questo, forse ancora più di altri, è un libro che va letto, assaporato, gustato...
Non potete proprio farvelo scappare.
Spero di essere stata abbastanza convincente, ma nel caso non vi bastasse, vi lascio con un breve video della editor De Agostini - Francesca Guido - che ha così tanto contribuito a farlo arrivare in Italia. Con l'occasione ringrazio lei, Dalila e Valentina per avermi dato la possibilità di leggerlo in anteprima!










ATTENZIONE: In settimana lanceremo un giveaway per vincere una copia cartacea di "Quello che c'è tra noi"! ..stay tuned per sapere tutte le modalità di partecipazione al concorso!

La Serie "My life next door"

1 - Quello che c'è tra noi  -  My life next door
2 - The boy most likely to


L'Autrice


Sin da piccola, quando viveva in un piccolo paesino sulla costa del Connecticut, Huntley Fitzpatrick ha sempre voluto fare la scrittrice. Una volta laureata, ha lavorato in diversi settori, facendo i lavori più disparati, incluso l’editor per Harlequin. Ora ha esaudito il suo desiderio e scrive a tempo pieno… quando non deve occuparsi dei suoi sei figli! Vive insieme alla sua numerosa famiglia a South Dartmouth, nel Massachusetts.



5 commenti:

Anna loveangel ha detto...

aggiunto pochi minuti fa al carrello, deve essere mio specie dopo la tua recensione.

Charlotte Sognandotralerighe ha detto...

Cara Sangue Blu, sai che non sono tendenzialmente orientata verso letture con protagonisti così giovani: ma questo mi sembra IL libro perfetto per sfatare il mio pregiudizio!! :-) Complimenti per la recensione!

CHIARA ROPOLO ha detto...

wow che recensione! L'ho messo in lista subito

Manu ha detto...

Voglio leggerlo, sono sicura che il libro sia bello come lo è la tua recensione!

lilia63 ha detto...

Sangue Blu cosa devo dirti se non che sei stata fantastica come sempre??
Lo sai che amo il genere ......lo prendo sicuro!