mercoledì 11 giugno 2014

CERCAMI ANCORA Emma Chase Recensione

Finalmente è arrivato il seguito dello strepitoso Non cercarmi mai più, a  raccontarci  gli sviluppi della relazione  tra  le due " schegge impazzite"  Drew e Kate. Avevamo lasciato i due bizzarri piccioncini al termine della loro  favola sui generis, quando dopo mille intralci l' Amore aveva trionfato sull' orgoglio,  la testardaggine e le cattive abitudini;  ma non avevamo fatto i conti con i loro caratteri impulsivi e con le inclinazioni  delle loro  anime, che in questo secondo capitolo creeranno  grossi problemi  in grado di compromettere irreversibilmente la loro relazione. Sarà abbastanza solido il  legame  tra i nostri beniamini da sopravvivere ai potenti scossoni in arrivo?

CERCAMI ANCORA
EMMA CHASE 


Editore:Newton Compton Editori
Collana: eNewton narrativa
Genere: Romance contemporaneo
Pagine: 279
Prezzo: 9.90
Ebook: 4.99
Copertina rigida


La Trama

Al mondo ci sono due tipi di persone: quelle che osservano e quelle che partono all’attacco. Kate è sempre stata un’osservatrice, una che pianifica, che agisce con prudenza. Ma da quando ha conosciuto l’affascinante Drew Evans le cose sono cambiate. Lui è così deciso, così innamorato, così sicuro di aver trovato finalmente la donna giusta. E il sesso tra loro è fantastico. Pensavate che lei e Drew avrebbero vissuto insieme per sempre felici e contenti? Be’, lo pensava anche Kate. Invece adesso, inspiegabilmente, Drew gliel’ha fatta davvero grossa, e ha dimostrato che le cattive abitudini sono dure a morire. Così Kate ha deciso che è finita per sempre e che, per quanto potrà essere dura, è tempo di iniziare una nuova vita senza di lui. Ma scoprirà presto che il destino ha deciso di riservarle qualche piacevole sorpresa…

La mia opinione

Ci troviamo davanti al seguito di un libro travolgente  che ha letteralmente  conquistato  il pubblico  per l' originale punto di vista al maschile, l' irresistibile irriverenza , i dialoghi al vetriolo e la competizione tra l' affascinante Drew e la spumeggiante  Kate.  In Non cercarmi mai più tutto  era iperbolico:  il sesso acrobatico e fantasioso, i comportamenti   estremizzati, gli atteggiamenti vanagloriosi ridicolizzati;  in un continuo cambio di registro fra scurrilità e sottigliezze. Inevitabile confrontare Cercami ancora con  il suo predecessore:  tanto più che i due intrecci sono strettamente collegati, nonostante i due romanzi a mio avviso siano assai differenti.
In Cercami ancora non  si assiste solamente  ad un cambio di punto di vista, ma anche ad una diversità di  impostazione, di contenuti, di " taglio"  del romanzo. La protagonista è indubbiamente Kate alla quale spetta l' onere delle scelte importanti, dei cambiamenti, della maturazione interiore;  in misura maggiore   rispetto a Drew che pur essendo l' altro soggetto principale della storia,   nella parte centrale del libro è sostanzialmente assente. Le schermaglie sensuali sul lavoro lasciano il posto a questioni più delicate e apparentemente impossibili da risolvere,  Kate e Drew attraversano  momenti dolorosi fatti di  sensi di colpa e recriminazioni;    il rapporto di coppia che il lettore dava  per  consolidato crolla di punto in bianco proprio quando dovrebbe essere più coinvolgente.  Kate delusa e oltraggiata d' impulso abbandona New York e si rifugia nel suo paese natale, dal quale cerca di fronteggiare la  difficile situazione e nel quale trova l' appoggio della madre, dell' amica di sempre Delores e sopratutto dell' ex fidanzato Billy;  che vilipeso e deriso nel primo libro  viene inaspettatamente riabilitato rivelandosi una presenza positiva e importante per una Kate affranta e in difficoltà.
Trovo che il romanzo raccontato da Kate non abbia la verve e l' originalità del precedente:  pur mantenendo toni scherzosi - in alcuni punti si ride davvero a crepapelle - la narrazione si fa più sobria, e se da un lato   acquista in intimità e in profondità dedicando molto spazio ai sentimenti, dall' altro è più banale e basata  su un " fattaccio" dagli esiti  abbastanza  prevedibili . 
Nonostante ciò,  nel complesso la lettura è piacevole e molto scorrevole: del resto in un romance  quando si affrontano temi quali amore, fiducia, matrimonio e maternità, è abbastanza facile andare incontro al cliché ed è altrettanto probabile  che alla lettrice non dispiacciano questi luoghi comuni confortanti e "scaldacuore" . Cercami ancora è un inno alla fiducia, alla sincerità dei sentimenti, ai buoni propositi, alla realizzazione personale,  all' Amore e alla Felicità  che vanno conquistati e nutriti giorno per giorno; e affronta questi argomenti con grande simpatia  e sensibilità, rivelando aspetti del carattere di Kate e di Drew che non conoscevamo e che ce li fanno apprezzare ancora di più.
 
LA SERIE TANGLED

1. Tangled ( Non cercarmi mai più, Newton Compton 2013 - Recensione QUI )
1.1 Tangled extra scenes
1.5. Holy Frigging Matrimony
2. Twisted
3. Tamed
4. Tied

L' Autrice



Nonostante sia l’autrice della Tangled Trilogy, Emma Chase è una moglie fedele e una madre premurosa. Passa le notti in compagnia dei suoi personaggi, e ha una relazione di amore-odio con la caffeina. È un’avida lettrice e prima del suo debutto letterario divorava un libro al giorno.

4 commenti:

lilia63 ha detto...

Concordo in linea generale con te ma credo che fosse difficile mantenere lo stesso ritmo del primo. Tra l'altro non mi è dispiaciuta la vena sentimentale della storia e la giusta irriverenza.
Comunque brava Charlotte le tue recensioni sono sempre profonde e rispettose del lavoro di queste autrici e di chi legge, cosa che spesso qualcuno non fa .....grazie

Charlotte Sognandotralerighe ha detto...

Cara Lilia, ti ringrazio di cuore! Credo il tuo sia il complimento più bello che si possa fare ad un blogger: secondo me il compito più difficile quando si scrive una recensione è proprio quello di dare informazioni precise e quanto più obiettive possibili su un romanzo; sottolineandone i punti di forza e l' impostazione, affinché un lettore in base ai suoi gusti e al suo stato d' animo possa decidere autonomamente se fa al caso suo o meno. E affinchè in seconda battuta egli si senta a suo agio nel dare la sua opinione anche totalmente diversa dalla mia. Se almeno ogni tanto riesco in questo compito , ciò mi rende immensamente felice :-)

Anna loveangel ha detto...

Avevo immaginato che ci fosse un cambio di pov e sinceramente mi dispiace non leggere il punto di vista di Drew. Chissà se è strategia o semplicemente se la Chase aveva ragionato da subito così. Resto comunque curiosa nonostante vedo pareri diversi. Bella recensione Charlotte.

CHIARA ROPOLO ha detto...

io l'ho letto e l'ho apprezzato, anche se il primo mi è piaciuto di più anche perchè il POV di Drew è stato divertente