martedì 21 gennaio 2014

L' ORA DELLA VERITA' Maya Banks Recensione

Chi come me nutriva delle grandi aspettative sui libri di Maya Banks, con ogni probabilità si è intiepidito dopo la lettura della trilogia erotica Breathless e della  novella hard Estasi infinita sbarcati in Italia lo scorso anno, nei quali è opinione comune sia stato travalicato spesso il limite del cattivo gusto e che sicuramente  non costituiscono prova di “bello scrivere” dell’ autrice . Mi sono spesso chiesta la ragione dello strepitoso successo ottenuto dai libri della Banks in madrepatria:  perchè se da un lato la scrittrice si esprime in maniera fluida invogliando il lettore a “ macinare pagine”,  dall’ altro nei lavori sopracitati vengono   esposti temi discutibili, banali e alquanto volgari con risultato mediocre; ebbene,  dopo aver letto L’ ora della verità posso dare una risposta alla mia domanda: forse in Italia finora abbiamo letto i libri sbagliati e nella Banks c’è ben di più.

L'ORA DELLA VERITA'
Maya Banks

Editore: Leggereditore
Collana: Narrativa
Genere: Romantic suspense
Pagine: 327
Prezzo: ( Dal 23 Gennaio): 10,20
Ebook: 3,99



Trama

Da quando l’ex marine Ethan Kelly ha appreso la notizia della morte di sua moglie Rachel in un incidente aereo, la sua vita è precipitata nella disperazione. Sopraffatto dal senso di colpa per non averle dimostrato quanto l’amava, Ethan si è chiuso in sé stesso. Ma un giorno riceve un pacchetto con una mappa e delle foto che gli dimostrano che Rachel è viva; è in ostaggio in uno sperduto villaggio al confine tra la Colombia e il Venezuela. Rabbia e speranza insieme lo travolgono e gli unici a cui può chiedere aiuto per un’operazione militare così temeraria sono i suoi fratelli. Né i proiettili, né la giungla, né le minacce di morte di uno dei più potenti cartelli della droga potranno fermarli. Dopo la liberazione rimarrà la parte più dolorosa della missione: convincere Rachel a ritrovare i suoi ricordi, quelli dell’ora più buia della sua cattura, che dovrà avere il coraggio di rivivere se vuole salvare le loro vite e il loro amore.

Opinione

In questo romanzo l’ indubbia capacità di sintesi e la maestria della Banks  nel tratteggiare situazioni e personaggi con efficacia e intensità,  senza appesantire la narrazione con descrizioni superflue e dilungamenti, le permettono di mettere molta carne al fuoco. L’ ora della verità è un romantic suspense, ed è il primo di una serie che ad oggi consta  di nove libri più una novella ( tra l’ altro correlata proprio a questo volume). Come in ogni libro di inizio serie,    la scrittrice si trova di fronte a diversi compiti: introdurre i personaggi e il contesto in cui si muovono, imbastendo  il canovaccio che concatenerà i seguiti; approfondire  e portare a compimento un intreccio “giallo” e  d’ azione ; sviluppare con efficacia una storia d’ amore.   Riuscire a equilibrare  i tre elementi è un’ impresa tutt’ altro che facile, ma con l’ uso di un linguaggio semplice e immediato e di uno stile essenziale privo di artifici,  la Banks a  mio avviso ci riesce. 
Le vicende narrate in questa serie hanno  quartier generale  nella Stewart County in Tennessee,  vicino al lago Kentucky, e ruotano  intorno al KGI ( Kelly Group International),organismo  paramilitare che pianifica e conduce operazioni segrete e pericolose  e del quale sono a capo tre dei  sei fratelli Kelly. All’ inizio  della storia conosciamo Ethan Kelly,  uomo distrutto dalla morte della moglie Rachel e dal rimorso  nei suoi confronti: trasandato, rozzo e disordinato, il suo apparente distacco cela la disperazione  più nera. Quando un fattorino gli recapita gli indizi che lo inducono a credere che  la moglie in realtà non sia morta bensì  prigioniera in un campo di internamento  nella giungla colombiana, Ethan non ha dubbi: senza por tempo in mezzo si precipita dai suoi fratelli che dopo le prime comprensibili reticenze – potrebbe essere una trappola ordita da un cartello della droga- organizzano   una  spedizione del KGI  per liberare Rachel. Con un’ operazione di salvataggio da cardiopalmo contraddistinta  da caldo, insetti,  appostamenti e spari - durante la quale  viene introdotto anche qualche membro del KGI  che giocherà ruoli chiave nei prossimi libri e che è esterno alla famiglia Kelly - Rachel viene finalmente  liberata. Provata,  denutrita,  drogata  fino a perdere  parzialmente la memoria, la donna  dovrà lottare strenuamente  per ricominciare a vivere,  recuperando   i ricordi e riconquistando il  posto  che le spetta  nel mondo in cui viveva e  nel cuore di chi la amava prima della sua presunta morte. Ethan dal canto suo  si rende conto dell’ incredibile opportunità che gli è stata offerta: determinato a non commettere più gli errori del passato, avendo sofferto indicibilmente e compreso quanto preziosa sia la quotidianità con la persona amata, intraprende un difficile percorso di ricostruzione della coppia, ben determinato ad anteporre le  esigenze della moglie alle proprie e a dimostrarle la sua totale dedizione,   nella segreta speranza  che Rachel riacquistando la memoria  possa perdonargli i  gravi errori commessi in passato.
Nel loro faticoso cammino di redenzione  e di riabilitazione, Ethan e Rachel vengono sostenuti dalla Famiglia. E’ il rifugio ideale,  il clan protettivo perfettamente inserito nel contesto sociale in cui vive, e fa perno sulle figure dei genitori: una madre chioccia, accogliente ma ligia al rispetto delle Regole e dei Valori e un padre autorevole  ma saggio e premuroso. I  sei (con)fratelli pur con le loro diversità e i loro difetti  si amano incondizionatamente, darebbero la vita l’ uno per l’ altro, e  questo aspetto rimanda ad alcuni temi che sono una costante nei libri della Banks:  lo spirito cameratesco; l’ amicizia virile, inossidabile e quasi “ sacra”;  il maschio protettivo e responsabile  nei confronti della propria donna e di quella dell' amico. Nei libri erotici della Banks  questi temi assumono una connotazione esplicitamente sessuale: in questo caso invece è sorprendente quanto siano marcati il sentimento fraterno e la dolcezza  dell’ amore coniugale fatto di contatti dolci, sguardi intensi e toni  carezzevoli . Accanto a questa vicenda  intima si sviluppa un intreccio fatto di mistero e di azione: nel corso della narrazione infarcita di scene drammatiche e concitate, il KGI indaga per scoprire  chi ha imprigionato  Rachel  e perché,  e per quale motivo dopo un anno di prigionia siano stati recapitati a Ethan gli indizi per trovarla
In sostanza, L’ ora della verità è il libro delle seconde opportunità, la celebrazione di valori universali e sentimenti positivi, di atteggiamenti vincenti che danno certezze all’ uomo  e che difficilmente trovano detrattori: continuare a sperare,  affidarsi all’ aiuto degli altri, non dare nulla per scontato, lottare per quello in cui si crede, assumersi la responsabilità delle proprie azioni. Ed è per questo probabilmente che la serie KGI  ha ricevuto  largo consenso.  Personalmente   ho trovato questo libro un “blockbuster “ scritto per piacere al grande pubblico:  ricco di contenuti, ben costruito, giocato sapientemente sull' equilibrio tra dramma, romanticismo e azione. Nel complesso, una lettura  molto gradevole e avvincente, che sicuramente mi fa apprezzare maggiormente Maya Banks come scrittrice di romantic suspense piuttosto che di libri erotici.
Chissà se approderanno in Italia anche i prossimi titoli  della serie KGI , che vedono protagonisti  i fratelli Kelly e i principali capisquadra  alle prese con azioni militari e guai d’ amore...


L'autrice

Maya Banks è una delle più versatili autrici di romance americane. Spazia dal genere erotico, allo storico, al romantic suspense ed è sempre presente nelle classifiche dei bestseller del New York Times e di USA Today. Vive nel sud degli Stati Uniti col marito, tre figli e tanti animali domestici.

Il suo sito
La serie "KGI":


      1 - The Darkest Hour (Leggereditore 9 Gennaio 2014) L’ ora della verità
      2 - No Place to Run
      3 -  Hidden Away
      4 - Whispers in the Dark
      5 - Echoes at Dawn
   5.5 - Softly at Sunrise (novella)
     6 - Shades of Gray
     7 - Forged in Steele
     8 - After the Storm
     9 - When Day Breaks
 

6 commenti:

lilia63 ha detto...

Complimenti Charlotte, bella recensione e benvenuta!!
Ho finito da poco di leggerlo, mi è piaciuto.
Leggerò sicuramente la novella, sempre che venga pubblicata, o che qualche anima buona ce la traduce! Il mio inglese scolastico di 30 anni fa...fa un pò schifo!
Sugli altri della serie ho delle riserve...troppo simile ad una serie che ho letto, ma vedremo
un abbraccio

Charlotte Sognandotralerighe ha detto...

Grazie Lilia per le tue parole affettuose! Su questo libro sono d' accordo con te: sicuramente riabilita la Banks dopo le "performance" erotiche che avevano suscitato parecchie perplessità. Certo,otto seguiti sono tanti... ma chissà, potrebbero riservare altre piacevoli sorprese! Un abbraccio

Lorenza Marabelli ha detto...

Menomale! Mi chiedevo proprio da dove arrivasse tutto il successo della Banks! Sto cercando di leggere il confine del piacere e non so se arrivero' mai alla fine... È vero che i gusti sono gusti ma per quel poco che ho letto avevo già deciso di depennare definitivamente questa autrice. La tua recensione mi fa però ricredere... Questa serie sembra molto carina ^^
Bella recensione!

Dana Loo ha detto...

Complimenti Charlotte, ottima recensione! Beh, la Banks ha un pò scioccato tutte con i suoi erotici, però sapevo che nei suspense riusciva a riscattarsi di molto. Certo avrei preferito che la serie fosse più contenuta, ma ci sono autrici, vedi la Brockmann che hanno fatto pure peggio :p

Charlotte Sognandotralerighe ha detto...

@lorenza: di sicuro la Banks della serie KGI è molto diversa dalla Banks erotica (personalmente sono rimasta allibita da Estasi Infinita), per cui se deciderai di darle una possibilità con il romantic suspense, probabilmente ne rimarrai piacevolmente colpita :-)
@dana: chissà se la serie verrà tradotta tutta: ad ogni modo i libri sono autoconclusivi, quindi non dovremmo incorrere in vicende sospese e finali troncati sul più bello...

sangueblu ha detto...

Io avevo letto Febbre che è stato probabilmente il libro più brutto squallido e degradante che abbia letto in vita mia. Questa tua recensione un po' mi rincuora. Ma non so se leggero mai qualcosa d'altro di suo... Anche se la tua recensione invoglia decisamente! Brava Charlotte!