sabato 16 novembre 2013

LA SFIDA DEL CUORE J.R. Ward Recensione

SUPERCALIFRAGILISTICHEISPIRALIBROSO,
SUPERCALIFRAGILISTICHELIBROSTREPITOSO!!!!
 
Datemi una J.
Datemi una R.
Datemi una W(ard)
E io sarò la lettrice più appagata di questo pianeta.
 
Ah, la grande madre dei prestanti confratelli,
ancora una volta dimostra di essere la migliore,
dallo stile inconfondibile e irresistibile,
anche in ambito contemporary romance!
 
Dei quattro romance letti finora, questo è quello che mi è piaciuto di più... sapere che è il primo romanzo che ha pubblicato,
mi ha lasciato senza parole. Ma si sa, la maga Ward è "aliena".
 
 
(Dall'introduzione de La sfida del cuore)
 
Caro lettore,

La sfida del cuore è il mio primo romanzo ad essere stato pubblicato, e quindi non c’è da meravigliarsi se mi è molto caro; e lo sarà sempre. Tutto è cominciato quando ho ricevuto la ‘chiamata’ che mi annunciava che una casa editrice era interessata al mio manoscritto. Per la prima volta nella mia vita ho collaborato con un vero editor, ho tenuto tra le mani pagine rilegate con il mio nome scritto sopra, ho preso la macchina per andare in una libreria a Quincy, nel Massachussetts, per vedere il mio libro in vendita sugli scaffali.
 
 
 
DAL 14 NOVEMBRE IN EBOOK
DAL 21 NOVEMBRE IN CARTACEO

 
 
LA SFIDA DEL CUORE
J.R.Ward
 
Traduzione di Silvia Romano
Collana: Narrativa
Genere: Romance contemporaneo
Pagine: 352
Prezzo: 12.00
Ebook: 6.99
 
 
 
Trama
 
A.J. Sutherland ama le sfide: contro il parere di tutti ha speso una piccola fortuna per comprare Sabbath, uno stallone eccezionale ma indomabile. Eppure se c’è qualcuno che può cavare qualcosa da quel tizzone d’inferno è proprio lei. Anche se non può farcela da sola. Dovrà rivolgersi a un estraneo, o meglio, a una leggenda: Devlin McCloud. Da quando la sua carriera è stata stroncata da un tragico incidente, Devlin non è più lo stesso. Sa riconoscere, però, chi ha la stoffa per vincere, e Sabbath e la sua affascinante padrona appartengono a quella categoria. Tra i due nasce subito una fortissima attrazione, ma sia Devlin che A.J. decidono di resistere alla passione in nome delle prossime qualificazioni. Non è affatto semplice, ma quando i sogni sono a portata di mano, bisogna saper tener duro, perché ne va del loro precario equilibrio…
 
 
Opinione
 
Per una volta ho deciso di uscire dalla tabella di marcia del blog e dedicarmi una serata.
 
E quale compagnia migliore di quella della grande, impareggiabile, inimitabile, inarrestabile, madre generatrice dei prestanti sexy ragazzacci di Caldwell? Quarto suo libro romance che mi tiene piacevolmente e terapeuticamente compagnia sino a notte inoltrata. Puro magnetismo che ti tiene incollata alle pagine attraverso la sensuale danza  e la prepotente attrazione tra i due protagonisti.... fin dal primo sguardo. Già l'ambientazione mi ha irretita all'istante, il mondo dell'equitazione, con le gare di dressage (che da ragazzina guardavo in tv), i maneggi, le fattorie della Virginia. La Ward ha il grande pregio (tra gli inumerevoli!), di invitarti nelle sue descrizioni con una grazia e una naturalezza disarmanti. Cominci a leggere e sei già in gara o nella stalla a strigliare cavalli, a fissare tenute da equitazione, camicie di flanella a quadri, che coprono fisici mozzafiato, descritti come se stessi guardando una cartolina; chi conosce lo stile di questa autrice lo sa molto bene. Nulla è lasciato al caso, tutto è descritto nei minimi particolari, anche le ciglia e le froge del cavallo. Immaginate con quale dovizia di particolari descrive i personaggi e, in particolar modo, i due protagonisti, A.J. Sutherland e Devlin Mc.Cloud.
Lei figlia del proprietario di uno dei maneggi più famosi del circondario. Lui, ex cavallerizzo di fama mondiale, reduce da un incidente che lo ha allontanato definitivamente dal mondo dell'ippica. Fino a quando non irrompe nella sua vita, come un cavallo selvaggio, la giovane e bellissima A.J., ragazza caparbia e ambiziosa, decisa a diventare una amazzone professionista e partecipare di lì a due mesi, ad una delle massime competizioni del settore. Devlin è subito attratto da quella forza della natura, e dallo stallone che lei ha appena acquistato per una cifra da capogiro. Per lui quella è una sfida impegnativa, sia per quanto riguarda l'addestramento del cavallo dal carattere imprevedibile, sia per ciò che riguarda la sua padrona. Presto si renderà conto che il brutto carattere del cavallo, è niente in confronto all'attrazione che prova nei confronti della sua allieva, e che lo fa sentire vivo dopo mesi passati a compiangersi. Come avrete capito, le scintille crepiteranno dalla prima fino all'ultima pagina, in un crescendo inarrestabile. La loro storia d'amore sembra incompatibile con il loro rapporto professionale, ma A.J. è decisa a dimostrare a Devlin che si sbaglia, che amore e lavoro possono coesistere, anzi sostenersi a vicenda.  Perchè il loro rapporto funzioni devono imparare a fidarsi l'uno dell'altra, ma durante le settimane che precedeno le qualificazioni, A.J. sembra accecata dall'ambizione rischiando di perdere di vista la razionalità e il senso del pericolo. Devlin conosce bene la luce che vede nello sguardo di A.J., perchè un anno prima anche lui ha vissuto la stessa frenesia.... ma le cose non sono andate come sperava e un incidente ha messo fine ai suoi sogni. Una storia intensa e di una sensualità che non permette di chiudere il libro senza essere arrivate alla fine. Lo stile della Ward è qualcosa che lascia il segno, mette a dura prova i muscoli e risolleva l'umore, insomma una piacevole pillola della felicità. Chi legge questa autrice, sia in chiave paranormal (Confraternita del Pugnale nero), che in chiave romance, avrà notato che tratteggia le donne in maniera magistrale, donando loro coraggio, inconsapevole sensualità, testardaggine e senso del dovere. Inutile cercare di descrivere in poche parole, i suoi personaggi maschili. Sono assolutamente sexy, testosteronici e irresistibili, come descrive falcate e mascelle contratte lei, riescono a farlo davvero in poche (conosco solo un'altra autrice, in grado di "scrivere" un'istantanea indelebile dei suoi personaggi, e abbiamo la gran fortuna di averla in Italia).
Una lettura da non perdere, da conservare nella libreria e rileggere almeno una volta l'anno.
Punteggio pieno per questa bellissima parentesi romance.
Magari in copertina ci avrei visto meglio un cowboy con camicia a quadri.... ma circa le coprtine della Leggereditore ho smesso di commentare 
Meno male che tra poco più di quindici giorni avremo modo di leggere ancora questa autrice davvero unica e irripetibile... anche quando narra di vampiri (e che vampiri!!!)
 
 
L'autrice
 


 
 
 
 
Jessica Rowley Pell Bird (Massachusetts, 1969) è una scrittrice statunitense. Con il nome Jessica Bird ha scritto romanzi d'amore, mentre, sotto lo pseudonimo di J.R. Ward ha scritto la serie della Confraternita del pugnale nero, serie che le ha fatto vincere un RITA Award per il miglior paranormal romance. Inoltre, la serie, è stata al primo posto della lista dei best seller di riviste come il New York Times e il USA Today.
Romance contemporanei di J.R.WARD
(pubblicati da Leggereditore)
Una donna indimenticabile (Recensione qui )
Colpevole d' amare (Recensione qui )
Un cuore d'oro (Recensione qui )

3 commenti:

PAOLA ha detto...

scusa se scrivo nel posto sbagliato e non riferendomi al libro.ti chiedo un favore se puoi .ho scritto una domanda su contatti e se hai tempo di rispondermi ne sarei felice. ancora grazie e scua.

Anonimo ha detto...

Ciao Foschia sono Adele - bella recensione e con la ward vai sul liscio e facile tanto lei non sbaglia un colpo !!! L'hai paragonata a una scrittrice italiana di cui sto leggendo il libro da te recensito vero??? Infatti hai ragione!!! In attesa del prossimo della confraternita leggero' anche questo ufffa uno più bello dell'altro - ciao con affetto e stima

crisididentita ha detto...

Uaaah! non vedo l'ora :D