domenica 15 settembre 2013

SEI BELLISSIMA STASERA Samantha Young Recensione

Care lettrici,
avevo riposto non poche aspettative su questo titolo della Mondadori che, dopo un'estate all'insegna dell'erotico più o meno discutibile, finalmente ha deciso di puntare su qualcosa di più elegante e contenente una trama. Perciò mi rivolgo a tutte quelle lettrici che ci seguono assiduamente tranquillizzandole sul fatto che, questo non è l'ennesimo erotico di dubbio gusto, ma l'esordio (a mio parere ben riuscito) di una scrittrice di Young adult, nel panorama del romance per adulti. Una storia d'amore e tormento che vi terrà incollate fino alla fine, in un crescendo di stati d'animo e situazioni. NON E' UN CAPOLAVORO, ma una lettura piacevole e intensa dove troverete una protagonista femminile schiacciata tra presente e  passato e, un protagonista maschile..... davvero irresistibile sotto tutti i punti di vista.
 
 
 
SEI BELLISSIMA STASERA
Un amore a Dublin Street
Samantha Young
 
Traduzione di  Federica Garlaschelli
Collana: Omnibus
Genere: Romance contemporaneo
Pagine: 324
Prezzo: 14.90
ebook: 6.99
 
 
Trama
 
Sono trascorsi quattro anni da quando Jocelyn Butler, giovane americana, si è lasciata alle spalle un tragico passato per cominciare una nuova vita a Edimburgo, seppellendo il suo dolore, ignorando i suoi demoni, cercando insomma di dimenticare la sua vita precedente e di guardare avanti senza lasciarsi coinvolgere da alcuna relazione sentimentale. La sua esistenza solitaria procede bene fino a quando trasloca in un nuovo appartamento in Dublin Street, dove incontra Braden Carmichael. Bello, brillante e molto ricco, Braden è un uomo abituato a ottenere tutto ciò che desidera e determinato a incrinare le difese solidissime di Jocelyn. Sapendo quanto lei sia restia a qualsiasi tipo di relazione, lui le propone un accordo che soddisferà la loro fortissima attrazione senza creare alcun legame tra loro. Jocelyn, intrigata, accetta, ma si rende subito conto che per Braden non è abbastanza e che lui la desidera veramente, fin nel profondo dell'anima. E lei è davvero sicura di non volere qualcosa di più? Sarà capace di chiudere la porta in faccia all'amore?
 
 
Opinione
 
Complice la voglia di leggere qualcosa di estremamente romantico, ma che mi tenesse sulla brace ardente a rosolare un pò, quando ho letto la trama di questo romanzo e poi ho fatto una ricerca, sia sull'autrice che sul gradimento del titolo in madrepatria, ho capito che poteva fare al caso mio. Si,  come molte di voi, sono diventata molto diffidente nei confronti dei messaggi subliminali riportati sulla copertina o sulla fascetta (mezzo comunicativo a mio avviso particolarmente fallace), per cui sono diventata molto selettiva e purtroppo diffidente. Non me ne vogliano le case editrici, ma dovrebbero avere una considerazione maggiore delle materie grigie alle quali si rivolgono, perchè siamo stufe di essere bombardate, e disorientate da trame non veritiere e bollini che fanno confronti col la serie "cult" delle sfumature.
Noi lettrici siamo andate avanti, abbiamo voltato pagina, e ora vorremmo leggere storie d'amore dove il sesso venga dopo o contemporaneamente al sentimento, magari "sudato" e "costruito" dopo varie e sensuali peripezie, condite (voglio essere ancora più pignola!!!) magari da una sana dose di sarcasmo. Ci siamo stancate di pose circensi, location inverosimili da mille e una notte, personaggi appiattiti modello zerbino pluri calpestato.... VOGLIAMO LA TRAMA!!! Come nelle migliori tessiture che il romance possa confezionare.
Detto questo, Sei bellissima stasera, è un romance per adulti, come spiega la sua autrice, che lo etichetta così perchè scrittrice di Young adult. Si è vero che non mancano le scene erotiche, ma sono scene che molto si accostano a serie come quelle della Probst o della Phillips, quindi caratterizzate da un certo livello di dignità, non stiamo parlando di erotismo scadente e scurrile, senza un minimo di sentimento. Siamo davanti ad una storia d'amore in divenire (si, proprio del tipo che ci fa sospirare d'attesa), condita da un passato tormentato della protagonista femminile, che molte che lo hanno già letto tacciano di volersi crogiolare troppo a lungo nel dolore. Ma che io capisco perfettamente, perchè passataci alla stessa età. Secondo me la Young le ha messo sulle spalle il giusto dolore e il giusto fardello che si può e si vuole trasportare quando rimani tragicamente orfana a 14 anni, e quando ancora a 22 non te ne sei fatta una ragione perchè prima o poi tutti quelli che gravitano vicino alla tua orbita muoiono (chiamatela pure sfiga, o alla maniera mitologica fato). La Young ha saputo caratterizzare i suoi personaggi, li ha curati uno a uno, mettendo in evidenza i difetti più che i pregi, forse per esaltare infine quell'amore nato dalle ceneri del dolore e della delusione. Una lettura intensa e piacevole, dove il carattere del protagonista maschile tende a compensare le innumerevoli insicurezze di quello femminile, la compensazione dell'intero, il positivo e il negativo che si attraggono per formare una particella più evoluta. Questo ho visto in Jocelyn (chiamatela Joss, per carità!!!) e Braden, due tessere che si incastrano alla perfezione, ma non dopo aver fatto diversi tentativi nella combinazione. Un tira e molla arrichito dai personaggi di contorno che ritroveremo nel terzo libro della serie. Lui, Braden Carmichael, è il tipico personaggio maschile al quale noi afflitte da romanticismo acuto, non riusciamo proprio a resistere, la Young ce lo offre su un piatto d'argento, tra descrizioni fisiche, guizzi di mascella e occhiate incendiarie, ma ci offre anche il profilo di un uomo decisamente deluso dalle donne e dall'idealizzazione dell'amore che ha dovuto cancellare dal suo immaginario per via di una grossa e cocente delusione. Scordatevi il tipico borioso e sexy riccone che ostenta ogni suo singolo zero in banca!!!
Ma si sa, nella vita (nella maggior parte dei casi) c'è un'anima affine alla nostra che ha sofferto quanto e più di noi e che ha bisogno di essere trovata e gratificata. Jocelyn deve elaborare il lutto, e per farlo deve andare avanti, convivere col dolore e la perdita, vivendo e assaporando tutte le sensazioni e i sentimenti che le persone che gli stanno attorno vogliono condividere. E Braden non si arrenderà facilmente, è convinto che Joss possa far scoppiare quella bolla di ricordi che la tiene prigioniera. L'amore non si arrende, prima o poi trova la crepa attraverso la quale passare per ricolonizzare il cuore.
Una lettura che consiglio a tutte quelle che sono in trepidante attesa della Probst....
 
 
 
 
 
 
 
 
L'autrice
 

 
Samantha Young è una giovane scrittrice scozzese di ventisette anni, laureata in storia antica e medievale all’università di Edimburgo. Prima di scrivere Dublin Street ha pubblicato romanzi young adult. Ha pubblicato il suo primo romanzo, young adult in self publishing. I suoi autori preferiti sono: Chloe Neill, Veronica Roth, Karen Marie Moning, Rachel Vincent, Suzanne Collins, Cassandra Clare, e tante altre autrici acclamate anche da noi in Italia.
 
Il suo sito Young adult dove troverete tante interessanti serie:
 
ON DUBLIN STREET SERIES:
1. ON DUBLIN STREET
2. DOWN LONDON ROAD
3. BEFORE JAMAICA LANE
1.5 (NOVELLA) UNTIL FOUNTAIN BRIDGE
 
 
 
 
 
 

9 commenti:

Anonima ha detto...

Lo leggerò sicuramente, sono in vena di romanticherei :) un bacio e grazie per il consiglio della lettura!
Baci

CASSA ha detto...

io l'ho letto...carino,aspetto anche la novella con la storia tra Adam e la sorella di Braden...

lilia63 ha detto...

Foschia, cosa dire della tua recensione...fantastica!
Io sono tra quelle che lo hanno letto e condivido il tuo pensiero. Joss (altrimenti si arrabbia), deve effettivamente elaborare un lutto che a quell'età è difficile da fare, se poi si pensa al fatto che è stata data in affido, la cosa diventa ancora più difficile, quindi comprendo tutte le sue spigolosità. Due personaggi corposi e credibili e finalmente una storia!
Ho particolarmente gradito le critiche che hai mosso alle case editrici, ci siamo proprio stancate di leggere immondizia. Brava!!
Scrivi una petizione alle CE e te la sottoscrivo volentieri e con me sicuramente molte altre!!

foschia75 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
foschia75 ha detto...

@Cassa: cara anche io, sinceramente, sono molto curiosa di leggere di Ellie e Adam, ma la domanda è: li leggeremo mai in italiano? Speriamo!!!
@Anonima: anche se anonima, ho capito chi sei, e sono contenta che sia passata da qui, come fai spesso. Seguo il tuo blog, il cui link trovi in basso a sx dove ci sono i blog che seguiamo. Non so se questo romanzo è proprio nelle tue corde, perchè c'è un alone di tristezza, che per fortuna viene superata nel finale, per il resto c'è tanto romanticismo e una bella e piacevole dose di sarcasmo.

foschia75 ha detto...

Cara Liliana, è sempre un piacere sapere che una delle MIE lettrici, alla quale sono mooolto affezionata, la pensi come me!!! Nonostante abbiamo letto di molto meglio, non si può non voler bene a questi due ragazzi!!! Più che ad una petizione, avrei pensato ad un conso-blog pro romance di qualità, quindi sto pensando di preparare un logo conso-blog RdQ, e vedere chi fra le altre blogger vorrà far parte di questo consorzio pro quality delle letture, tutto a favore non solo delle lettrici ma anche (se lo vorranno recepire), delle case editrici, perchè sono le blogger a conoscere i gusti delle proprie lettrici fisse e a rispettare il loro intelletto, dicendo la verità sui romanzi, sfatando i bollini e le fascette!!!! Grazie di cuore per esserci!!!

Anonimo ha detto...

Ciao foschia il l'ho letto ed è davvero bellissimo!M è piaciuto tutto dalla descrizione dei personaggi alle loro personalità!poi penso ke braden sia moooooolto intrigante...passa dalla dolcezza all'autorità senza cadere nell'eccesso...e condivido appieno ciò ke hai scritto!!un abbraccio rosa

Anonimo ha detto...

Davvero un bel libro, personaggi ben caratterizzati ed è' vero come scrivi tu nella recensione, un amore nato dalle ceneri che non nasconde i difetti e le paure dell'altro,insomma hai proprio ragione c'è una trama!Carolina

foschia75 ha detto...

Ciao Rosa!!! Non immagini quanto mi faccia piacere sapere che non ho le traveggole... e che quello che leggo riesco a trasmettere.... quindi grazie di cuore per esserci!!!
Ciao carolina, piacere di "conoscerti" e di condividere con te la passione per il romance di qualità!!!