giovedì 19 settembre 2013

LA CAREZZA DEL DESTINO Blog Tour Elisa Amore Intervista e Sorpresa

 SECONDA TAPPA




Care lettrici, molte di voi che ci seguono assiduamente conoscono già Elisa S. Amore, perchè prima di questa sua nuova avventura con la Nord, avevamo avuto già il piacere di conoscere e, apprezzare la sua penna, attraverso le sensazioni e l'entusiasmo di Sangue Blu, alla quale dobbiamo l'originaria "scoperta" della bellissima storia d' amore tra Evan e Gemma. La carezza del destino, ci ha permesso di ritrovare un'autrice apprezzata, che con la sua caparbietà è riuscita a realizzare il suo sogno. E noi siamo molto, molto contente per lei. Perchè chi segue questo blog sa, che ormai da mesi, sosteniamo il made in Italy e gli autori emergenti. Elisa è tra quelle che abbiamo sostenuto fin dalla prima lettura.





E oggi, eccoci qui per parlarvi di lei, del suo romanzo che sarà il libreria dal 3 Ottobre e delle iniziative che il nostro blog ospiterà, tra cui una bella sorpresa.


Editore: Nord
Collana: Narrativa
Genere: Paranormal romance
Pagine: 490
Prezzo: 14.90
ebook: 7.90
Cartonato con sovracopertina


Trama 

Uno sguardo, e Gemma Bloom capisce di essere perduta. Non ha idea di chi sia quel ragazzo, ma da quando l’ha incontrato non fa che pensare a lui, al suo sorriso enigmatico e ai suoi occhi impetuosi come il mare in tempesta. E anche Evan è rimasto stregato da lei e dalla forza del legame che in un istante è riuscito a toccargli l’anima. Potrebbe essere l’inizio di una storia d’amore perfetta, eppure Gemma è divorata dai dubbi. C’è qualcosa di oscuro in Evan, qualcosa che la spaventa. Forse perché, a volte, Gemma è l’unica a notare la presenza di Evan, mentre per tutti gli altri sembra invisibile? O perché alcune persone sono state trovate morte poco dopo essere state viste con lui? Una sola cosa è certa: in fondo al cuore, Gemma sa che la sua vita dipende da Evan. E in effetti è così… anche se non nel modo in cui lei s’immagina. Il destino di Gemma, infatti, è segnato: il suo tempo sta per scadere. E la missione di Evan è accompagnarla nel regno dei morti. Questa volta però è diverso. Questa volta Evan si trova di fronte a una scelta dolorosa: obbedire agli ordini e uccidere la donna di cui è perdutamente innamorato, o sfidare le leggi del cielo e degli inferi per salvarla?

Diventato un fenomeno editoriale prima ancora della sua pubblicazione, La carezza del destino unisce passioni dirompenti e segreti inconfessabili, decisioni impossibili ed emozioni profonde, dando vita a una storia d’amore intensa come i sentimenti che legano Evan e Gemma e ineluttabile come il destino che incombe su di loro…


Prima di passare all' intervista di Elisa, per chi ancora non lo avesse letto, vi ricordo i links ai quali troverete il racconto gratuito

 IL RIFLESSO DEL DESTINO
(di cui vi avevamo già parlato)



Trama 

Peter e Gemma sono amici fin da quand’erano bambini. Da sempre, Peter è il punto di riferimento di Gemma. È la spalla su cui piangere, la persona che la conosce meglio di chiunque altro. E, da sempre, Gemma è molto più di una semplice amica per Peter. È l’unica ragazza che abbia mai amato, l’unica per cui sarebbe disposto a sacrificare tutto. Ma come confessarle i suoi sentimenti senza rovinare il loro rapporto? Forse l’occasione giusta è una gita alle Spring Rock Falls, le meravigliose cascate poco lontane dalla città. Lassù, tra boschi incontaminati e acque cristalline, Peter potrà finalmente aprire il suo cuore, e Gemma capirà che loro due sono fatti per stare insieme. Ma Peter non può immaginare che il destino di Gemma è già stato scritto…


Ed ora..... finalmente conosceremo un pò di più Elisa S. Amore.




Ciao carissime! È un onore per me essere ospitata nel vostro salottino, oggi. Tornare qui, come autrice Nord, mi fa ricordare il percorso che mi ha portato a questo importante traguardo, per cui vi ringrazio per questa opportunità. Chiedetemi tutto, forza con le domande!

 

Un libro della tua infanzia che lascerai nella libreria di tuo figlio.

 

Da brava madre che soffre della sindrome di Peter Pan potrei citare molte fiabe e leggende. Ma se devo sceglierne uno, il libro che ho più a cuore della mia infanzia è sicuramente La storia infinita, di Michael Ende. Mi ha insegnato il coraggio, a perseguire ciò in cui si crede e a rincorrerlo, anche in territori sconosciuti. È il libro che ha segnato per me il passaggio dall’infanzia all’adolescenza, un po’ come Bastiano, che passa da lettore a protagonista della storia. E poi, chi non sognerebbe di essere risucchiato a Fantàsia per vivere incredibili avventure in groppa a un cane volante? Mi viene in mente una sola parola per descrivere questo libro: magico. Avrà sempre un posto speciale nel mio cuore. E vorrei proprio che mio figlio lo leggesse.


Hai mai pensato, dopo essere diventata madre, di scrivere una fiaba da leggere ai tuoi figli, e così lasciare il tuo mesaggio indelebile?

 

 

Continuamente. Alla fine del romanzo ho anche dedicato un piccolo pensiero a mio figlio.
Scrivere mi dà l’opportunità di comunicare agli altri ciò che ho dentro, i miei principi e le mie motivazioni nella vita, sarebbe per me una grande soddisfazione se mio figlio, un giorno, le cogliesse attraverso le mie parole.



Qual è stata la scintilla che ha "dato vita" a La carezza del destino?

 

La prima scintilla si è accesa nella mia testa in modo totalmente inaspettato: ho avuto la visione di un ragazzo dagli occhi grigi che mi fissava dal ciglio della strada, mentre stavo guidando, e la mia mente ha iniziato a vagare inseguendo quella scintilla, anziché la strada! L’ho accolta e protetta, ho alimentato la fiamma, finché tutto non è diventato luce e io avevo dato vita a una storia.

Perchè una leggenda norvegese.

 

 

Le fiabe e le leggende norvegesi hanno sempre avuto un fascino particolare, per me. La leggenda dei Geni Sotterranei racconta che discendono da bambini che Eva nascose a Dio, il quale, dopo aver scoperto l’inganno, proclamò che ciò che era stato nascosto a lui, sarebbe rimasto nascosto al mondo. Da lì, sono nati i ‘miei’ Sotterranei, Angeli della Morte condannati a trasportare le anime nell’Eden per poi non rivederle mai più. Mi sembrava un’ottimo spunto per creare qualcosa di completamente nuovo, mescolando il confine tra la vita e la morte, dove c’è molto spazio per la fantasia.


Quante energie comporta la stesura di una saga. Rapporto energie/soddisfazione

Guarda, in certi giorni mi chiedo io stessa da dove traggo tanta energia e la risposta è la passione, mia e dei lettori con cui ho il piacere di confrontarmi. Per me, è sempre un’emozione infinita leggere i messaggi dei lettori, vedere la storia attraverso i loro occhi, conoscere l’effetto che l’amore di Evan e Gemma ha avuto su di loro e soprattutto sapere che un perfetto sconosciuto si è preso del tempo per scriverti che le tue parole lo hanno emozionato… questo ti ripaga di tutto. Sono le soddisfazioni dietro le energie spese a darmi una carica inarrestabile.
In realtà, la fase di stesura del romanzo è la più divertente, è quella in cui sento costantemente un formicolio di eccitazione in tutto il corpo e non vedo l’ora di tornare a immergermi in quel nuovo mondo e interagire con i personaggi, scoprire dove, insieme, ci porterà il destino.
La parte più ‘impegnativa’ è il tempo che passi a organizzare promozione e aspetti ‘tecnici’. Impegnativa solo nel senso che ti porta via tanto tempo e, purtroppo, le giornate sono sempre troppo corte (e ve lo dice una che è attiva 20 ore al giorno. TUTTI I GIORNI!!)

 Elisa Amore. Conciliare scrittura e affetti familiari. Quando non scrivi…


Ehe! Una bella sfida, che raccolgo ogni giorno. Prima di tutto sono mamma e moglie. Mio figlio e la mia famiglia sono il mio nucleo, il centro attorno cui ruota il mio essere. La scrittura, tuttavia, è una parte molto importante della mia vita, a cui non saprei rinunciare. Le mie storie fanno parte di me. I miei personaggi sono sempre nella mia testa, a volte sono silenziosi, altre fanno rumore e sei costretta ad afferrare la prima cosa che ti capita a tiro per scrivere ciò che ti stanno sussurrando dritto al cuore. Nella vita, in generale, la mia parola d’ordine è: organizzazione. Mi piace pianificare, stilare punto per punto gli impegni e quando ne viene fuori uno imprevisto la mia mente si organizza subito per trovare una soluzione e sistemarlo al punto giusto (Divergente, lo ammettoma non andate in giro a raccontarlo!). Famiglia e scrittura sono due mondi che esigono entrambi le mie attenzioni. Così cerco di sfruttare al massimo le giornate, questa è la soluzione che ho trovato. Ho un bambino piccolo e non voglio sottrargli nemmeno un briciolo della mia attenzione, quindi di giorno sono tutta per lui e per il suo papà. Quando tutti vanno a letto, però, posso dedicarmi alla mia passione per ore. Un piccolo sacrificio che dà molte soddisfazioni.

Il lato "insondabile" di Elisa

 

Meglio lasciarlo insondato… ;-)


In attesa dell’uscita del romanzo, la Nord ha pubblicato online due racconti scaricabili gratuitamente: IL RIFLESSO DEL DESTINO e L’IMPRONTA DEL DESTINO, che annunciamo ufficialmente oggi.  Si tratta di storie che avevi già progettato o sono nate solo dopo?

 

 

Non le avevo progettate, anzi. In realtà, fino a pochi giorni fa non esistevano nemmeno nella mia testa! Non avevo mai pensato di fare un salto nella vita di Evan prima che diventasse un Sotterraneo o in quella di Peter e Gemma, prima che arrivasse Evan a segnare il suo destino.
Ognuno dei due racconti – in due momenti diversi - l’ho ideato, scritto e passato al pc in una settimana. Nel giro di dieci giorni era già online, editato, impaginato e con tanto di cover! Alla Nord sono fantastici per dare il massimo in tempi brevi. Sono felice che mi sia stato proposto di scriverli perché ho avuto la possibilità di fare nuove e incredibili esperienze con i miei personaggi. Nel primo racconto mi sono divertita tantissimo insieme a Peter e Gemma alle cascate Split Rock Falls, rivivendo le emozioni, il batticuore e i mille dubbi del primo amore, tra baci rubati e giochi d’estate. Nel secondo racconto, invece, ho amato – come mi succede sempre – tornare nella mente di Evan… un Evan diverso, in questo caso: libero dal peso della sua condanna, ma forte dei suoi principi e del senso di giustizia che fa parte di lui. Purtroppo, però, dovrà fare i conti con la sua natura e sognare due dolci fanciulle sarà il primo passo verso il suo ineluttabile destino.


La casa Editrice Nord ha acquistato i diritti del tuo romanzo dopo il successo che ha avuto con il passaparola in rete. Sono stati apportati dei cambiamenti al testo?

 

 

Diciamo che l’edizione Nord sarà più completa, rispetto alla precedente. Ho colto questa seconda opportunità di pubblicazione per aggiungere nuovi particolari e arricchirlo di dettagli che erano già da un po’ di tempo nella mia testa. Inoltre ho dato maggiore rilievo ai punti forza del romanzo, inserendo nuovi capitoli su Evan. Infine, molto importante, insieme a Nord abbiamo fatto un editing molto accurato, nell’assoluto rispetto del mio stile.



Lo scrittore, fabbricatore di emozioni. Tu quali hai voluto lasciare tra queste righe?

 

 

“Fabbricatore di emozioni”…definizioni come questa mi ricordano perché scrivere è il mestiere più bello del mondo. Evan e Gemma, i protagonisti della mia storia, vivono molto intensamente il loro legame, c’è una forza che li unisce al primo sguardo e nessuno di loro sa spiegarsi cosa sia. Ho riversato in loro la passione di un amore puro, che supera le difficoltà, non quello che si arrende al primo ostacolo. Un amore che non vacilla, che non lascia spazio a terzi, che nessuna sentenza può spezzare… nemmeno se proviene dalla morte.
Mi piace scrivere di ciò in cui credo e questo è il genere di amore in cui io voglio credere, perché se non ci crediamo noi stessi, perdiamo ogni speranza di viverlo. L’amore vero esiste, il primo passo per trovarlo è crederci.


Potresti  descrivere le dinamiche familiari  tra Evan e i suoi "fratelli"?

 

 

Be’, Evan ama le emozioni forti, soprattutto quelle che prevedono scorribande in piena notte con i suoi fratelli, con il vento tra i capelli e il rombo della sua moto a cancellare ogni pensiero cupo. E ogni tanto Ginevra ne approfitta per soddisfare il suo insaziabile ego da Strega e sfidarlo in una corsa. Quando non è ‘impegnato’ con la sua fidanzata - barra dea della seduzione - Simon trascorre il tempo ad azzuffarsi teneramente con Drake, distruggendo sacchi pieni di cemento e abbattendo accidentalmente muri… ma che possono farci, è più forte di loro! Tutto questo, quando non se ne vanno in giro a uccidere la gente, per scontare la propria condanna al servizio del fato. Sono Sotterranei, dopotutto, Angeli designati dalla Morte.  Hanno una vita molto attiva, come avrete capito… ma tutto verrà sconvolto dall’arrivo di Gemma. Da quell’incontro, il loro mondo cambierà per sempre.

Vi ringrazio per questa bellissima intervista che ha svelato un lato inesplorato di me. Mi sono divertita un mondo!
Elisa S. Amore.


E adesso, dopo aver conosciuto un pò di più l'autrice, passiamo a tutte le sorprese che ha voluto, insieme alla NORD, dedicare ai lettori di Sognandotralerighe.

IL GIVEWAY !!!!
Per partecipare è necessario:

- Lasciare un commento di senso compiuto in questo post, rispondendo alla domanda:

Quale elemento ti affascina di più nel romanzo LA CAREZZA DEL DESTINO? La mitologia di Streghe e Sotterranei, la storia d'amore ostacolata dal destino, la figura degli angeli della morte o altro? Spiegaci perché!
- Compilare il form con il nick name che appare nel vostro commento (altrimenti se vincerete non sapremo che siete voi) e l’email in cui contattarvi in caso di vincita.
- Mettere il like alla pagina di Elisa S.Amore su Facebook:  https://www.facebook.com/eli.amore
Per accumulare punti extra ed avere più possibilità di vincere potete:
- Condividere l’iniziativa quanto più volete sui vostri siti/blog/facebook/twitter per guadagnare più possibilità di vittoria. Potete farlo anche ogni giorno.
- Fare un post nel vostro sito/blog e inserire il link nel form
- Seguire Elisa S.Amore su Twitter
- Mettere il like alla pagina della casa Editrice Nord


a Rafflecopter giveaway




Altra iniziativa simpatica della NORD:

Un test online



clicca qui e scoprilo:

https://apps.odylfarm.com/elisasamore/quizzes/4895 




 
E dulcis in fundo
la ciliegina sulla torta!!!
LA SORPRESA DI QUESTA TAPPA


IL SECONDO RACCONTO GRATUITO
DI ELISA S. AMORE
TUTTO DEDICATO A EVAN!!!
(Che io ho letto e posso dirvi..... vi rapirà.....)
 
 
L'IMPRONTA DEL DESTINO
 
 
 

 
 
 
Trama
 
 
Un ragazzino che scappa tra la folla, una fanciulla in lacrime che grida disperata. A Evan James basta un attimo per capire cosa sia successo e per lanciarsi all’inseguimento del ladruncolo. Quando lui torna per restituirle la refurtiva – un antico medaglione d’inestimabile valore – Lady Venetia rimane folgorata dalla bellezza di quel giovane, dai suoi modi gentili e dalla sua nobiltà d’animo. E perciò lo invita al ricevimento che si terrà quella sera nel palazzo del padre. Per Evan, sarebbe un’occasione unica per entrare in contatto con la nobiltà londinese e, un giorno, ottenere perfino la mano di Lady Venetia, la cui dote salverebbe la sua famiglia dalla bancarotta. Eppure qualcosa dentro di lui lo induce a rifiutare. Come se, in fondo al cuore, Evan sentisse già di appartenere a un’altra donna. A una donna che non ha ancora incontrato. A una donna che, quando sarà giunto il momento, segnerà per sempre il suo destino…
Col suo stile diretto eppure ricco di sfaccettature, Elisa S. Amore mescola sapientemente amore, mistero e azione, dando vita a un racconto appassionante e intenso, romantico e audace.
 

SCARICABILE QUI
 
 
 
Buona tappa a tutti!!!!!
Leggete, scaricate, rispondete,
provate a vincere una delle quattro copie in palio
in questo "variegato" blog tour!!!
 
 
Ringrazio Elisa S.Amore per la pazienza e l'amicizia verso il blog,
Laura e Barbara per l'estrema disponibilità, gentilezza e fiducia,
la casa editrice NORD per la fattiva e sempre piacevole collaborazione.
 
 



 



12 commenti:

Simona T. ha detto...

Quale elemento mi affascina di più nel romanzo "La carezza del destino"? Domanda più difficile non poteva esserci perché non c'è un solo elemento in particolare che mi colpisce. Amo la storia d'amore tra Evan e Gemma, perché mi fa songnare il vero amore, quello che resiste al tempo e che nemmeno la morte può distruggere; amo i personaggi, che anche se di natura diversa(angeli e streghe) possono provare affetto reciproco e combattere insieme per un obiettivo comune... insomma, amo tutto di questo splendido romanzo =)
email: simy-1988@libero.it

Francycullen ha detto...

Che cosa mi affascina di più nel romanzo " La carezza del destino"? In primis direi la figura degli angeli della morte, queste creature così oscure, misteriose e tormentate condannate a trasportare le anime nell’Eden per poi non rivederle mai più. Sono un elemento assolutamente nuovo, mai visto in altri romanzo fantasy! E poi che dire della storia d'amore quasi impossibile tra Gemma e Evan? Quell'amore per il quale si è disposti a fare cose pazze, assurde e a sacrificare il tutto per tutto!!! Insomma nel caso non si fosse capito voglio assolutamente leggere questo libro che adoro in ogni sua parte! *.*
La mia e-mail è bomparola@alice.it

Federica Cia ha detto...

Qual'è l'elemento che mi affascina di più nel romanzo?
Al primo posto c'è sicuramente la storia d'amore tra Gemma e Evan. E'una storia piena di difficoltà eppure loro non si arrendono e lottano per rimanere uniti. Ma questo amore viene anche a cambiarli...Evan diventa più dolce, Gemma più forte.
E ciò rispecchia il mio modo di vedere l'amore "vero". Credo che quando due persone si incontrino e si innamorino veramente, tutto in loro cambia: il loro modo di pensare, di comportarsi ma soprattutto cambiano le priorità poiché la persona amata diventa più importante di qualsiasi altra cosa. Si viene a condividere le proprie esperienze e i propri sentimenti, anche quelli più intimi, perchè entrambi si fidano dell'altro e nel profondo del cuore sanno che non saranno mai giudicati ma verranno compresi e aiutati.Una condivisione che permetterà a entrambi di crescere e maturare.
L'altro elemento che trovo degno di considerazione è l'esistenza degli Angeli della morte perchè mi fanno pensare al delicato passaggio vita-morte.Un passaggio che per molti è doloroso e triste perchè devono lasciare i loro cari e tutto ciò che ritengono importante. Ma anche carico di solitudine poichè nessuno insegna mai ad affrontare tali situazioni. E anche se si trova conforto negli altri, nessuno può veramente capire cosa si stia passando. So che il ruolo di Angelo della morte non è bello però leggerne mi fa sentire comunque più tranquilla perchè mi fa credere che ne momento della morte non si è soli ad affrontare tale situazione, ma si può contare sull'aiuto di qualcuno più esperto.

Consuelo Cedioli ha detto...

Quello che mi affascina di più di questa saga è l'elemento romantico e la figura dell'Angelo della morte. Totalmente innovativo, totalmente trascinante. E scritto come Elisa sa fare...rende tutto un sogno ad occhi aperti.La storia d'amore tra Gemma ed Evan è qualcosa di unico, qualcosa che non avevo mai letto. E qualcosa che non vorrei mai smettere di leggere.Non sto più nella pelle per l'uscita.. il mio indirizzo mail è : consuelocedioli@alice.it

ramona ha detto...

Be e una domanda abbastanza difficile a cui rispondere x che questo libro mi ha colpito in tutto il suo contenuto ,ma se devo scegliere direi la storia d amore sono un inguaribile romantica e apprezzo questi amore difficili che alla fine spiccano il volo bellissimo libro appena esce glielo compro anche a mia figlia che è amante fortunatamente dei fantasy come me..grazie x questa opportunità e complimenti ad elisa...

Anonimo ha detto...

Sento la carezza del destino quando apro questo blog. Come un sussurrato eco di parole e sentimenti. Quando la pagina si apre il susseguirsi delle frasi tra Evan e Gemma sfumano in piccoli rintocchi. La sensazione del proibito forse è la cosa che più mi affascina. Vedere un libro con delle premesse così forti, accendono la mia adrenalina da lettrice. Gemma che chiude gli occhi e si butta da un baratro senza fine, sarà quella la sua morte? Sarà forse sotto quel precepizio Evan? la salvarà? Eppure Evan non è un angelo custode, è un angelo giustiziere, quello della morte. Cosa succederà nell'ultima ora? Cosa dovranno passare quando i sentimenti superano le leggi? Tra vita e morte. Tra bene e male. Forse è questo che mi preme più sapere. Si sa che di solito vince sempre il bene, ma ciò che m'incuriosisce è la linea di congiunzione creata dalla scrittrice. Che già dalle prime anteprime riesce a entusiasmarmi. Il sogno di Elisa si è realizzato, e non vedo l'ora di condividerlo da lettrice insieme a lei. Tra lettore e scrittore dice Stephen King s'instaura un rapporto di telepatia. Non vedo l'ora di affacciarmi dalla stessa tua finestra Elisa, per vedere e sentire tutto ciò che hanno fatto i tuoi personaggi nella tua testa.

http://www.touchedsaga.com/#!blog-tour---la-carezza-del-destino-/ck4a

MsLeuconoe ha detto...

Quello che mi affascina di più è la figura degli angeli della morte: ad immaginarli viene fuori una presenza oscura, senza sentimenti, priva di emozioni, fredda e sadica. Poi, ovviamente, anche la figura delle streghe non può non attrarmi. Insomma, questo libro devo (sì, devo proprio) leggerlo *-* Stiamo parlando anche di un talento tutto italiano! Che bellezza!!!
email:piera993@gmail.com

Alice ha detto...

La Carezza del Destino è più di un semplice romanzo. Leggendolo mi ha fatto venire i brividi, mi ha fatto piangere, ridere, mi ha fatto credere per un momento che il mondo come lo conosciamo noi non esiste. Elisa ci ha regalato un pezzo della sua anima, e il libro lo senti "respirare", lo senti VIVO tra le tue mani perchè tra quelle parole ci sono il cuore, le emozioni, le esperienze, l'ANIMA di una persona. È questo che rende La Carezza del Destino un libro così meraviglioso: l'umanità racchiusa nella fantasia.

Emily Hunter ha detto...

quel momento in cui....siiiii finalmente esceeeeeeeee XD
e soprattutto, finalmente scrittrici italiane che si fanno valere! ultimamente ce ne sono molte e ne sono felicissima^^
in bocca al lupo a tutte e congratulazioni alla scrittrice per il sogno realizzato e il gran traguardo raggiunto!

Bliss Silverleaf ha detto...

Bellissima intervista, insomma, leggo qualcuno cosa riguardi quest'autrice perciò è un piacere sapere sempre di più. E ho letto anche questa nuova short story, che ho amato tanto quanto e anche più della prima! Oh Evan *-*

Susi Marcone ha detto...

Vorrei leggerla sperando che questi libri possano portare una nuova ventata nel genere urban fantasy italiano, in più vorrei scoprire cosa ha portato questa giovane autrice autopubblicata ad essere scoperta da una casa editrice famosa.

Lara ha detto...

sono arrivata proprio all'ultimo per partecipare a questo blogtuor! bella la storia infinita Elisa però un pò impegnativa io di certo per mio figlio sceglierei harry potter e nel caso di una bimba piccole donne! ti questo libro mi incuriosisce molta la mitologia sugli angeli e le streghe che elisa ha saputo creare e sopratutto capire come Gemma si inserirà in questo quadro! Bella intervista!