domenica 26 maggio 2013

LA MAGIA DEL CIOCCOLATO Laura Florand Recensione

Care lettrici, eccoci a parlare ancora della "magica" penna di Laura Florand che, dopo LADRA DI CIOCCOLATO, torna a farci "ingrassare" con la sensualità, il romanticismo e la golosità nella sempre magica cornice parigina. Come per Sylvain e Cade, così la città dell'amore, e la magia dello zucchero (in tutte le sue sfumature), avvolgeranno altre due ignare vittime della voluttà della teobromina e dell'attrazione fisica: la "strega" cioccolataia e il creatore dei più irresistibili macarons.



LA MAGIA DEL CIOCCOLATO
di Laura Florand
 
Traduzione di Roberta Funaro
Collana: Narrativa
Pagine: 400
Prezzo: 10.00
Rilegato con sovracopertina lucida
 
 
 
Trama
 
Nella vetrina della Maison des Sorcières fanno mostra di sé una foresta incantata di dolci e una collezione di cappelli a punta per streghe golose di cioccolato che deliziano gli occhi. Nella loro piccola cucina blu, Magalie Chaudron e le sue due zie mescolano desideri in spumeggianti pentole di cioccolata calda. Ma la tranquilla vita della Maison viene scossa dalla notizia che Philippe Lyonnais ha deciso di aprire una delle sue pasticcerie celebri in tutto il mondo proprio in fondo alla strada. Le creazioni di Philippe sembrano vivere di magia propria e attirano folle di donne: sono sensuali quanto il loro creatore. Ma riusciranno a convincere Magalie ad avventurarsi fuori dalla sua torre d’avorio correndo il rischio di assaggiare un diverso cioccolato e un bacio inatteso?
 
 
 
Opinione
 
Storia del leone e della gazzella (dopo aver letto Laura Florand)
 
Ogni mattina a Parigi, un pasticcere si sveglia.
  Sa che dovrà creare un macarons speciale, per attirare la sua preda
Ogni mattina a Parigi, una cioccolataia si sveglia.
  Sa che dovrà girare la sua cioccolata esprimendo un desiderio contro il pasticcere.
Quando leggerai questa romantica storia,
non importa cosa ti piacerà di più tra la cioccolata o la pasticceria....
conta solo che ti abbandoni alla sensualità delle righe e all'attrazione tra la preda e il predatore
 
 
 
Mi complimento con la Leggereditore per il titolo (azzeccatissimo per più motivi), ma non per la copertina che secondo me non ha nulla a che vedere con i dolci utilizzati in questo nuovo romanzo della Florand...cupcake al posto dei macarons?
Lo so, molte di voi sono diffidenti verso tutti quei romanzi che ormai "popolano" gli scaffali e che associano la sensualità al cibo..... ma credetemi se vi dico che la Florand riesce ad attirare noi lettrici verso le sue storie con una naturalezza e un'intensità alle quali dopo il primo non si riesce a dire di no... proprio come un buon piattino di cioccolatini artigianali o macarons impeccabili e colorati.
 

Philippe e Magalie, due caratteri che più diversi non si potrebbero fronteggiare, orgoglio e testardaggine che tengono il lettore sulla "teglia" pronto per essere infornato. Diversamente da Ladra di cioccolato, qui l'autrice, spolvera la narrazione con un sottile velo di magia, ben amalgamata a riferimenti "fiabeschi" che rendono la cornice davvero irresistibile e "vintage" come solo a Parigi si può percepire.... L'atmosfera sembra "ritagliata"da una cartolina in stile liberty, una cioccolateria dal fascino stregato, piccola e nascosta in uno dei quartieri più suggestivi affacciati sulla Senna, tre inservienti davvero originali, e la magia della cioccolata, il suo aroma e l'incantesimo che sembra sprigionare in base alle vicissitudini di chi l'assaggia.... fino a quando l'incantesimo creato tanti anni prima in quella via, rischia di essere rovinato dall'arrivo di un famoso pasticcere che con le sue specialità minaccia l'equilibrio del quartiere, e forse non solo quello. Cosa succede se l'orgoglio e la supponenza animano le giornate di due giovani che si dichiarano guerra dal primo istante??? Scintille, dispetti e un'attrazione a primo sguardo che li cuocerà lentamente a fiamma piuttosto alta.
Il leone, la bestia che brama di sopraffare la gazzella.... la gazzella ammaliata dalla ferinità del predatore ma conscia del pericolo che corre il suo cuore, farà sudare non poco il suo inseguitore. Ma dovrà stare attenta a non tirare troppo la corda per non perdere tutto. E' difficile aprire il proprio cuore quando la fiducia è stata messa a dura prova per tanto, troppo tempo. E' difficile riconoscere i propri difetti e ammettere di non poter fare a meno di quell' abbraccio, quel bacio, quel calore che ti è stato donato apertamente, senza trucchi, senza magia... solo con sincerità, amore e dedizione.

Addentare un macaron sembra così semplice e irresistibile... ma non se quell'assaggio significa donare il proprio cuore nelle mani del suo creatore, di quel pasticcere che non si accontenta di un assaggio, vuole tutto il dolce per sè. Ma la cioccolataia dovrà guardare realmente dentro se stessa per poter finalmente donare il suo cuore e assaporare l'essenza di quel sentimento che l'avvolge totalmente. Un romanzo attraente e intenso che vi terrà incollate alle pagine!!! Le descrizioni di Laura Florand sono talmente vivide che sarà difficile non desiderare intingere un macaron dentro una fumante tazza di cioccolata calda....
 
      -

Magalie Chaudron... seta, stivali e pelle, mento angolato e ardenti occhi marroni, tutto racchiuso in un pacchetto che lui avrebbe potuto sollevare senza alcuno sforzo, il che era un bene, perchè per baciarla avrebbe dovuto prenderla in braccio e a quel punto non si sarebbe più fermato.

Philippe immerse il pollice, che lei aveva appena ripulito succhiandolo, nella tazza della cioccolata ancora calda e lentamente lo succhiò di proposito, guardandola fissa negli occhi.
 
L'autrice
 
 
 
 
 Laura Florand ha vissuto in Francia, Spagna e Polinesia francese, dove ha studiato cultura e danza polinesiana alla Fulbright University di Tahiti. Attualmente insegna francese alla Duke University in North Caroline. È sposata e ha una figlia.
 
Per chi ancora non lo avesse letto, vi consiglio vivamente
LADRA DI CIOCCOLATO!!!
 
 
 
I protagonisti di questa storia, sono il cioccolato e i macarons.....
Vi lascio due link interessanti dove troverete la storia dei macarons (con ricetta) e, un sito all'insegna del cioccolato per le vie di Parigi..... per chi avesse la fortuna di andarci prossimamente....
 
( Lo sapevate che i macarons furono importati in Francia.... dall' Italia???)
 

11 commenti:

sangueblu ha detto...

Io ti adoro!!! Le tue recensioni sono più appaganti e deliziose perfino del cioccolato!!! Grande...

mielelucegrace miele ha detto...

dopo i vostri consigli della scorsa settimana ho approfittatto dello sconto del 20% feltrinelli e ho preso "ladra di cioccolato" che inizierò presto e poi mi sò che leggerò anche questo! bella recensione baci
silvia

foschia75 ha detto...

Brava Mieleluce!!! Hai fatto bene a cominciare da Ladra di cioccolato... perchè tra i due è sicuramente il più bello e sensualmente irresistibile!!! I due personaggi femminili sono molto diversi tra loro, a me è piaciuta più la ladra di ciocclato... alias Cade Corey... Buona lettura, torna a lasciare la tua impressione!!!

foschia75 ha detto...

@Mylightblue: Sei sempre troppo magnanima... smack

lilia63 ha detto...

E' vero che mi vuoi bene lo stesso se ti dico che non mi ha entusiasmato?
La trama di per se è carina ma non mi ha preso.
Philippe mi è piaciuto, con tutte le sue sfumature, ma Magalie proprio no, in alcuni momenti mi ha proprio irritato.
Non so cosa non ha funzionato ma ad un certo punto non vedevo l'ora di finirlo, peccato.
Comunque ti considero sempre la migliore, continua così...............

foschia75 ha detto...

Cara Lilia... il mio meno accanto alle 5 stelle si nota??? Touché... sicuramente non raggiunge i livelli del primo (molto più esilarante e sensuale). Il mio voto positivo è tutto per Philippe... perchè ad un certo punto lei ha tirato davvero troppo la corda.... ma il bacio sul muretto sopra la Senna???

Lorenza Marabelli ha detto...

Ultimamente ammetto di avere la tendenza ad ignorare i titoli commestibili... Ma la tua recensione mi fa ricredere! Io non ho letto nemmeno il precedente libro dell'autrice ma lì segno entrambi perché mi hai fatto venire proprio voglia di leggerli - oltre ad un' irrefrenabile voglia di cioccolato! Dai link che hai aggiunto mi sono segnata la ricetta dei macarons... In genere sono un po' una capra coi dolci, ma tentare non nuoce XD

foschia75 ha detto...

Cara Lorenza, se ti posso dare un consiglio da amica, prendi LADRA DI CIOCCOLATO, che è molto ma molto più bello di questo... son convinta che la protagonista di questo ti farebbe un pò perdere la pazienza.... mentre il primo è anche esilarante, perchè lei è un guaio vivente!!!
Anche io ho salvato la ricetta dei macarons... anche se sono tra i dolci più difficili da fare, ho comprato anche la teglia apposita!!! Un abbraccio!!!

Francesca ha detto...

Bellissima recensione! Aspettavo questo libro da un po', dopo essermi innamorata di "Ladra di Cioccolato" e questo mi è piaciuto ancora di più del primo... Non vedo l'ora di leggere il terzo capitolo della serie... E grazie per le vostre utilissime recensioni!!!! Ciao Francesca

Adele30 ha detto...

Vorrei sapere come hai fatto a trovare la foto del macarons che ha conquistato Megalie

foschia75 ha detto...

Adeleeeee, sei l'unica che si è accorta della chicca!!!! Brava e attentissima!!! Già sembra proprio quello... sì credo provenga dal sito del pasticcere a cui si è ispirata la Florand...