lunedì 11 marzo 2013

OPHELIA E LE OFFICINE DEL TEMPO Emanuela Valentini Recensione in anteprima Rubrica Segna(la)libro tricolore

Sogni e ricordi.
Passato, presente, futuro..... tempo.
Il tempo di ognuno porta una personale impronta,
è nostro e, nostro soltanto...
porta con sé momenti, sentimenti e incanti.
Possiamo condividerlo ma non cederlo...
perchè ci priveremo di un pezzo della nostra anima,
quella parte nella quale è scritta la nostra vita,
passata e presente.... e forse futura.
                                                                                       (foschia75)


Queste poche righe per cominciare a parlarvi di un romanzo che ha lasciato qualcosa di indelebile nel mio cuore. Un racconto che nasconde tante verità, e probabilmente molto della mano che l'ha vergato.
Quando un autore scrive, lo fa per il lettore e non per se stesso, dona i suoi personaggi e i loro stati d'animo, e spesso dietro quei "burattini" c'è molto di chi li ha "plasmati", un soffio del proprio io interiore. Leggendo questo italianissimo steampunk, ho adorato lo scenario, i suoi caratteristici quanto tormentati personaggi, e ho scorto qualcosa della loro creatrice. Dentro questo "scrigno metallico" potrete trovare pensieri che vi faranno riflettere sul valore del tempo, della famiglia, dei rapporti col prossimo e sull'egoismo umano. Ma potrete anche raccogliere un soffio di speranza nel futuro, nell'amore... verso un padre, verso un ragazzo, verso il senso di libertà che può infondere guardare un cielo al tramonto, o dopo un temporale... un pò come quando dopo un momento di incertezza o smarrimento torna il sereno... cambiando i colori del nostro stato d'animo.
E' con vero orgoglio tricolore che vi presento

OPHELIA E LE OFFICINE DEL TEMPO

di Emanuela Valentini
Disponibile dal 14 Marzo
in EBOOK
a soli 1.99 euro
in promozione- lancio il primo mese

Sarà disponibile su tutte
le librerie online:
Amazon, IBS, inmondadori
sul sito IOscrittore
e su Illibraio

Trama

In una Londra distopica e notturna, dove i vicoli stretti e maleodoranti  confinano con la maestosa luminosità dei quartieri ricchi e monumentali, qualcuno ha in mano il destino del mondo. All’ultimo piano di un elegante palazzo, il professor Eleazar Borislav Budimir custodisce il bene più prezioso: il tempo. Nell’indifferenza di una società accecata, il professore compra il tempo dei bambini del ghetto per rivenderlo ai riccastri della città. Ma è inutile comprare quello che si può rubare. E poco importa se la sua folle ricerca condurrà  i donatori alla morte e gli acquirenti alla pazzia, gli ingranaggi della scienza sono implacabili e non possono essere fermati. Sullo sfondo di inseguimenti mozzafiato, misteriose macchine volanti e fumosi locali bohémiens, la giovane Ophelia troverà il coraggio per indagare su questo mistero. E mettersi faccia a faccia con  il proprio passato.



Opinione

Lo so, sono di parte per più motivi!!!

Il primo perchè parliamo di un romanzo emergente Made in Italy, (finalista al torneo IOscrittore del GruppoeditorialeMauri Spagnol).
Il secondo perché è ambientato nell'irresistibile quanto visionario mondo steampunk di cui sono una appassionata oltre misura.
Il terzo perchè in un libro cerco un viaggio. Nel tempo, nella fantasia, negli stati d'animo dei personaggi... e qui credetemi, l'immersione è stata assolutamente FULL.
Per cui se per poca obiettività voleste togliere mezzo punto, per me va bene.... ma tolto il briciolo di coinvolgimento emotivo, le stelle sono cinque, e piene!
Ho insistito per leggere questo romanzo, chiamatelo richiamo dei libri, oppure curiosità del lettore, ma quando ho scoperto che il genere steampunk faceva da sfondo a questa storia la mia curiosità è triplicata, considerata la rarità di questo genere in Italia....
Cominciamo dalla collocazione del romanzo. Posso dire che rientra PIENAMENTE nei canoni del NEW ADULT (anche se un anno fa Emanuela non sapeva neanche cosa fosse questo genere...). La protagonista Ophelia e i suoi più cari amici hanno tra i 21 e i 25 anni. La stessa Ophelia, si è allontanata dalla casa nella quale è cresciuta per incompatibilità caratteriale con la madre. C'è una tiepida storia d'amore in divenire e, nella narrazione si affrontano temi quali il senso di appartenenza ad una famiglia, il senso di giustizia e riscatto dalla propria condizione sociale e l'affrontare la battaglia interiore che alberga in ognuno di noi per motivi diversi.
In questo romanzo, dai contorni steampunk, magistralmente descritti, potrete trovare personaggi che hanno tutti una storia da raccontare. Ophelia e il suo tormento interiore (nel quale inevitabilmente mi sono rispecchiata... per motivi paterni simili...), i genitori che ricoprono un ruolo principale nella storia, Duncan l'amico e forse più, che cerca di farla sorridere e vorrebbe farla felice, Brownie piccolo animale inseparabile, al quale è impossibile non affezionarsi per la tenerezza e l'affetto dimostrati verso Ophelia, gli abitanti del ghetto, gli avventori del pittoresco locale che avrà un ruolo primario durante gli eventi, il capitano Soon.... personaggio enigmatico, che mi ha fatto sorridere per la somiglianza con un capitano d'altri tempi,  per il quale io e l'autrice, abbiamo un debole... e poi i cattivi... quelli non mancano mai in una storia che si rispetti. Emanuela li ha tratteggiati con cura e poi li ha resi complici di un disegno diabolico davvero ben congegnato, dai risvolti etici che fanno riflettere. Il tempo, il suo valore, il prezzo che si è disposti a pagare per averne oltre quello che ci è concesso dalla natura. Il divario tra una vita innocente e povera e, una ricca e senza rispetto verso il prossimo. L'uomo accecato dalla brama di sapere e di potere, che lo rende schiavo delle proprie follie.
Ma se la natura e la scienza impongono dei limiti, chi è l'uomo per oltrepassarli? Stia attento chi sfida le leggi dell'universo, perchè potrebbe essere la vittima desidegnata dei propri errori di valutazione.
Emanuela ha toccato con amore e dedizione, argomenti di natura etica e sociale che fanno davvero riflettere, ha saputo utilizzare riferimenti storici non trascurabili amalgamati con uno scenario fantastico davvero ben costruito.... non c'è una vite o una valvola fuori posto. Mi ha invitato in un viaggio psicologicamente e immaginariamente indimenticabile, dove tenerezza e nostalgia si intrecciano alla speranza nei sogni e nel futuro. Grazie Emanuela, per avermi affidato queste righe che dicono molto di te, ti sei affidata al lettore senza riserve, come "un libro aperto". Hai suscitato emozioni. Questo è uno scrittore... un "fabbricante di emozioni".
Spero tanto che Ophelia possa "volare" presto nelle pagine cartacee del suo libro....

   1/2


L'autrice




Emanuela Valentini, lettrice instancabile, collabora con la rivista Speechless magazine. Crede nel potere educativo e curativo dei libri; i suoi preferiti sono i capostipiti del genere fantastico, uno su tutti Charles Dickens.


Per conoscere un pò di più Emanuela, ho trovato questa interessante intervista!!



Per tutti gli appassionati di Steampunk, il 30 - 31 Marzo a Roma ci sarà un raduno per tutti gli appassionati del genere al quale parteciperà  anche Emanuela. 
A questo link trovate tutte le informazioni sull'iniziativa:
http://www.steampact.com/index.html


Vi lascio al booktrailer "vintage"- steampunk interamente realizzato dall'autrice...
penso che dopo averlo visto, la vostra curiosità non avrà "argini".




 Un GRAZIE di cuore va a Emanuela, per l'affetto nei miei confronti e per la sua speciale penna.
Grazie ad Alessandra e Lucia, per aver accettato le mie richieste.
E al gruppo GeMS per avermi fatto leggere il romanzo in anteprima. 



4 commenti:

Valy P. ha detto...

Bella recensione! Ho letto pochissimi libri di genere steampunk. Non perché non mi piaccia il genere ma semplicemente ho incontrato solo pochi titoli che hanno attirato la mia attenzione. Questo però mi incuriosisce proprio! Inoltre mi piace molto il fatto che i personaggi abbiano tra i 21 e i 25 anni (come me, ne ho 22) perché dopo un po' leggere libri con protagonisti di 16/17 anni mi viene un po' a noia..
Aggiunto alla mia WL =)

foschia75 ha detto...

Ciao Valy, Ophelia ha quasi 22 anni... in questo romanzo c'è la tiepida storia d'amore, ma quello che si riverbera sul lettore, sono gli intensi stati d'animo dei personaggi... e gli argomenti trattati. Hai mai letto Philip Pullman? Ecco qui c'è molto dell'essenza narrata nelle oscure materie....argomenti etici e filosofici che fanno riflettere sulla natura umana e sulle nostre pretese...
Se lo leggerai, spero ti piaccia e torni a raccontarmelo!!!

Valy P. ha detto...

Ho visto il film "La bussola d'oro" e mi è piaciuto moltissimo. Ho questa trilogia in WL già da un po' ma non ho ancora avuto occasione di leggerla. Vedrò di rimediare il prima possibile ;)
Grazie per il consiglio! :)

foschia75 ha detto...

@Valy, il film è bellissimo (il computer fa magie) ma i libri sono davvero un'altra cosa... Pullman è molto meglio della Rowling....
Le oscure materie sono state inserite nella narrativa per ragazzi... ma credimi... sono portali per adulti...se hai tempo leggili... ti si aprirà un mondo!!!