martedì 18 dicembre 2012

IL BACIO DELL'HIGHLANDER di Karen Marie Moning

Sapete quei libri che vi chiamano...anche quando non avreste mai immaginato di leggerli? E' proprio quello che è successo a me con Il Bacio dell'Highlander; e devo dire che è stato come avere un meraviglioso regalo di Natale anticipato!!! Era lì sul mio comodino, arrivato "per sbaglio", visto che non avevo ancora letto i precedenti tre libri della serie ma, per una serie di inaspettate e fortunate coincidenze, ho sbirciato le prime pagine e... non sono più riuscita a chiuderlo!!!!!
Un libro deliziosamente "perfetto" per il suo mix di ironia, romanticismo, avventura e sensualità. Proprio quel genere di letture in grado di regalare una piacevolissima evasione e quel delizioso e inestimabile tepore al cuore che solo un buon libro sà regalare. Fortunatamente è un romanzo che si può tranquillamente leggere anche senza aver conosciuto i precedenti. Anzi... è assolutamente un ottimo inizio per invogliare ad andare avanti con i prossimi, perchè vi innamorerete dello stile frizzante e coinvolgente di questa scrittrice (che già conoscevo e apprezzavo per la sua serie "Fever" - qui sul blog potete trovare le recensioni a tutti i volumi finora usciti!). Sicuramente io non me ne lascerò sfuggire più neanche uno, ma anzi, prima o poi recupererò anche gli arretrati!!!



editore: Leggereditore
pagine: 400
prezzo: 10.00 euro
Brossura
( 4° libro Serie "Highlander" )
traduzione di MARILISA POLLASTRO


Trama


Stregato da un potente incantesimo, Drustan MacKeltar ha dormito per quasi cinque secoli nascosto nelle profondità di una grotta, fin quando un improbabile salvatore lo ha svegliato: una ragazza seducente come nessun'altra. Gwen Cassidy è venuta in Scozia per scuotere la sua vita monotona e forse incontrare un uomo. Come poteva sapere che cadere in un burrone l'avrebbe spedita tra le braccia dell'uomo più affascinante che avesse mai visto? Nel futuro del mondo di Drustan restano solo rovine, e lui sa che deve tornare al passato se vuole salvare il suo popolo; ma per farlo ha bisogno di avere al suo fianco una donna unica. Legato a Drustan da una passione più forte del tempo, Gwen si ritrova nella Scozia del XVI secolo, dove un nemico infido complotta contro di loro, al fianco di un guerriero in grado di cambiare la storia e sfidare ogni istante del tempo per la donna che ama. Può un amore essere immortale, oltre ogni luogo e ogni èra?


Recensione

Che belle le storie di salti nel tempo... specialmente quando le ricostruzioni storiche sono coerenti e dettagliatamente descritte ma con l'aggiunta di quell'ironia e quella "freschezza" che alleggeriscono il tutto e rendono l'avventura davvero appassionante. Se poi aggiungiamo un tocco di paranormale e una storia d'amore sul filo del rasoio con un uomo "bello bello in modo assurdo", fedele, generoso e passionale allora... vado in visibilio!!!

Tutto questo ( e anche di più) è Il Bacio dell'Highlander"... un libro romantico e divertente che vi terrà rapiti per tutte le sue 390 pagine e vi condurrà nella meravigliosa Scozia del XVI° secolo... Ma anche nel mondo moderno di una donna - Gwen - combattuta fra "ragione e sentimento", fra "intelletto e anima", fra "scienza e incantesimi" che partirà per un viaggio alla ricerca di sè stessa, della propria femminilità, e anche del calore e della famiglia che non aveva mai avuto.
Desiderava una semplice avventura... invece trova l'Amore; quello vero.
Quello che rimane impresso nelle cellule.
Al di là della memoria... al di là del tempo... al di là dello spazio.
Quello senza il quale non si può vivere... ma che quando viene a mancare - per qualunque motivo - ti fa comunque essere grato di aver conosciuto... Perchè è meglio soffrire avendo sperimentato l'Amore piuttosto che vivere tutta una vita senza mai conoscerlo.
"Tutta l'intelligenza del mondo non può compensare la mancanza d'amore"!

Riassumendo brevemente la dinamica della storia - naturalmente senza fare spoiler - si passa dal presente, in cui i nostri protagonisti si incontrano per via di un incantesimo che aveva fatto dormire Drustan per cinquecento anni, al passato in cui entrambi ritornano indietro grazie ai poteri Druidici di lui. L'amore, che scoppia infuocato fin dal loro primo incontro, naturalmente vivrà non poche difficoltà perchè una volta tornati indietro nel tempo, il Drustan medievale - in antitesi con il Drustan del futuro, lo "sopprime" insieme a tutti i suoi ricordi. Gwen quindi si dovrà dare da fare per riconquistarlo - grazie anche all'aiuto del padre di lui Silvan e la fedele governante Nell, e avrà anche il compito di salvare tutto il clan McKeltar cambiando gli eventi; evitando cioè prima di tutto la morte del gemello di Drustan e poi cercando di non farlo cadere in trappola al fatidico appuntamento in cui avrebbe subito l'incantesimo di "ibernazione".

Ma evitare l'incidente che ha fatto succedere tutto muterà anche il futuro?
Cambiando l'ordine dei fattori il risultato non cambia o in Amore queste regole non valgono?
...Lo scoprirete solo leggendo questo straordinario romanzo, che vi consiglio vivamente!

Ringrazio di cuore Giulia, della Leggereditore, per questo graditissimo "incidente"!
(Ora aspetto anche tutti i prossimi!!! ^_^)

  e mezzo



La Serie Highlander

1) Highlander - Amori nel tempo
2) Highlander - Torna da me
3) Highlander - L'ultimo dei templari
4) Il Bacio dell'Highlander
5) The dark Highlander
6) The Immortal Highlander
7) Spell of the Highlander

La Serie "Fever"

1) Il Segreto del Libro Proibito  (recensione QUI)
2) Il Mistero del Talismano perduto  (recensione QUI)
3) La Maledizione della Luna Nera  (recensione QUI)
4) Dreamfever
5) Shadowfever


L'Autrice


Karen Marie Moning è una scrittrice americana, vincitrice del premio RITA per la serie Highlander e autrice di una delle serie americane più vendute, la serie Fever. I suoi libri sono stati pubblicati in 24 lingue, e le sue manifestazioni attirano appassionati da tutto il mondo.
Karen Marie Moning ha iniziato la sua carriera scrivendo paranormal romance ambientati in Scozia ma, sempre più affascinata dalla a mitologia celtica, ha iniziato a scrivere Urban Fantasy ambientati a Dublino, in Irlanda, in modo da potersi concentrare sui Tuatha de Danann, o Fae - una razza antica di esseri immortali che hanno vissuto segretamente tra gli esseri umani per millenni.
E' laureata presso la Purdue University in legge. Prima di diventare scrittrice a tempo pieno, ha lavorato come barista, consulente informatico, e in una agenzia di assicurazioni.
Divide il suo tempo tra le montagne della Georgia e le spiagge della Florida.

2 commenti:

francy ha detto...

Carissima Sangue Blu, anche io ho letteralmente divorato questo romanzo e, avendo letto i precedenti della serie, secondo me è anche il migliore fra tutti quelli finora pubblicati. Una bellissima lettura e bravissima per l' ottima recensione. Un caro abbraccio.

Beira ha detto...

Ciao Sangue Blu!
Ho amato questo libro alla follia! Lo considero il più bello in assoluto di tutta questa saga (a parte quello di Adam ovvio. Lui è qualcosa di davvero speciale!). E alla fine, nella parte più emozionante, ammetto di aver versato anche una lacrimuccia per la commozione.
Bella recensione, hai reso benissimo ciò che si legge in tutte quelle pagine!
Ciao! ^_^