domenica 9 settembre 2012

LA CORSA DELLE ONDE di Maggie Stiefvater - Anteprima

Succede all'inizio di ogni Novembre:
la Corsa dello Scorpione.
I corridori tentano di conservare la presa sui loro cavalli fino ad arrivare al traguardo.
Alcuni partecipanti vivono. Altri muoiono.

Carissime e carissimi fans della bravissima Maggie Stiefvater, che ci ha stregati con il suo meraviglioso Shiver, sarete felici di sapere che fra pochi giorni - precisamente il 18 settembre - uscirà per la Rizzoli la sua ultima fatica che si preannuncia davvero interessante. Se avete voglia di vivere una fantastica avventura, partecipando in prima persona alla storia, questo è il libro che fa per voi. Pochi autori, come la Stiefvater, riescono a far sperimentare sulla pelle i libri che si leggono grazie a descrizioni vivide e suggestive, sia dei luoghi che dei personaggi. Come per magia, ad un certo punto vi ritroverete sull'isola di Thisby, a respirare l'aria salmastra delle onde che si infrangono sugli scogli, e a sgranare gli occhi alla comparsa di cavalli pericolosi e possenti che emergeranno dalle acque del mare. Cercherete di domarli e vorrete partecipare alla corsa più pericolosa, pazza e suicida che possiate immaginare: la Corsa dello Scorpione. Tutti quelli che vi partecipano, pur rischiando la vita (e questo mi ricorda molto Hunger Games) provano a migliorare le loro prospettive di vita, ma cercano anche qualcos'altro... Per Kate e Sean forse sarà l'amore.


editore: Rizzoli
pagine: 450
prezzo: 17.00 euro
Rilegato
IN USCITA IL 18 SETTEMBRE


La Stiefvater anche in questo libro ci dimostra la sua attenzione alla natura e la sua passione per le leggende, in particolar modo irlandesi (Ricorderete forse la sua serie fatata Whisper e Destiny). Infatti anche questa nuova storia si basa sulle leggende irlandesi dell' Each Uisge, ovvero un cavallo marino, una figura mitologica simile al Kelpie; uno spirito marino molto pericoloso e sanguinario che aggredisce in acqua le sue vittime e le divora. L'Each Uisge è una creatura mutaforma che si trasforma in un cavallo dalla lunga criniera. C'è soltanto un modo per domare questa creatura è afferrargli la cavezza e salirgli sulla groppa. Ogni Novembre i cavalli d'acqua emergono dall'oceano nero e galoppano sulla spiaggia sotto le scogliere di Tisbe. Ed ogni Novembre gli uomini cercano di catturare questi cavalli per una gara emozionante e mortale.
Sean Kendrick - quattro volte vincitore della gara - e Kate "Puck" Connolly - che invece partecipa per la prima volta - correranno entrambi; ma quest'anno più che mai per oro ci sarà molto da guadagnare. E da perdere...


Trama

“Oggi è il primo giorno di novembre, e quindi oggi qualcuno morirà.” All’inizio di novembre, la spuma del mare regala alla spiaggia dell’isola di Thisby i cavalli d’acqua, creature leggendarie e selvagge che gli abitanti montano nelle Corse dello Scorpione, le gare senza esclusione di colpi capaci di regalare ai vincitori fama e denaro, ma anche la morte. Così è successo al padre di Sean, che a diciannove anni è ora il più abile domatore di cavalli dell’isola, ma anche a Kate, a cui i cavalli d’acqua hanno strappato entrambi i genitori, e che nella Corsa dello Scorpione vede l’occasione per garantire ai fratellini un futuro migliore. Tutti e due nella Corsa cercano qualcosa, e qualcosa troveranno: l’amore, la vera forza che spingerà Kate alla vittoria.




Un’isola ai confini del sogno, 
una ragazza decisa a sfidare antiche regole, 
un orfano solitario e tormentato che per amore rinuncia a tutto:
l’autrice di Shiver ritorna con una storia che
oltreoceano ha già conquistato pubblico e critica.

2 commenti:

Gilly ha detto...

Questo libro mi attira proprio!!!! Messo subito in lista!!! :-D

crisididentita ha detto...

Io amo questa donna! Non ci posso fare niente, ogni volta che leggo uno dei suoi libri rimango incantata.
La verità unica e inconfutabile è che le storie che racconta SONO i suoi personaggi (anche perché tutti i libri sono sempre dal punto di vista in prima persona dei personaggi). Non puoi leggere la trilogia di Shiver senza ritrovarti ad adorare almeno uno dei narratori, o tutti, così come non puoi leggere questo libro senza sentire letteralmente la passione che scorre nelle vene di Puck e di Sean. Non è una storia d'amore tradizionale (più una storia d'amore tra l'uomo e il mare, la donna e l'isola, per i cavalli e i capaill uisce), i momenti romantici sono rari e fugaci come suo solito, te li fa desiderare da matti, ma non per questo il 99% del restante libro è noioso o altro. C'è tutta la durezza della vita in queste pagine, e l'ardore delle persone che hanno un sogno e che danno tutto quello che possiedono, anche se è poco più di niente, e quello che sono, per realizzarlo.
Insomma, amo questa donna e i suoi personaggi.
"Non sarò il tuo Punto debole, Sean Kendrick."
"Ormai è troppo tardi per questo, Puck."
♥♥♥♥♥