sabato 19 maggio 2012

LA CHIMERA DI PRAGA di Laini Taylor - Recensione

"Tanto tempo fa un angelo e un diavolo si innamorarono. Non finì bene.
Molto tempo fa una bambina venne cresciuta dai mostri. Ma gli angeli bruciarono le porte d'accesso al loro mondo e lei rimase tutta sola.
Tanto tempo fa un angelo giaceva morente nella nebbia. E un diavolo si inginocchiò su di lui e sorrise.
Tanto tempo fa c'erano due lune che erano sorelle.
Nitid era la dea delle lacrime e della vita e il cielo apparteneva a lei. Nessuno venerava Ellai tranne gli amanti clandestini"


Traduzione a cura di Donatella Rizzati

Questi gli incipit di ciascuna delle quattro parti che compongono questo particolarissimo e meraviglioso libro che mi ha lasciato quasi senza respiro. Ed è solo il biglietto da visita della genialità che permea la struttura stessa del romanzo e soprattutto della storia che la brava Laini Taylor ci vuole raccontare.
In una scrittura fortemente vivida e visionaria l'autrice ci prende per mano e ci conduce attraverso le sue misteriose Porte Magiche ed insieme alla sua mirabile protagonista - Karou - ci fa sentire il calore del Sole di Marrakesh e udire i rumori dei vicoli e dei mercati, poi ci catapulta fra le strade innevate di Praga e ci fa annusare il profumo del gulash dei locali più rinomati fra gli avventori "alternativi". Ma ci conduce anche nei cieli e nel regno di Astrea, terra degli angeli e poi a Loramendi, la Fortezza Nera, tana delle Chimere.
Ci trasporta indietro e avanti in una storia incredibile che ci si svela mano a mano sorprendendoci di continuo in un crescendo che ci si gusta lentamente, "metabolizzando" ciascun capitolo, ciascuna frase, ciascuna battuta.

La Storia della Chimera di Praga infatti, libro che necessita del "suo tempo" per essere letto, ha ben poco di scontato o prevedibile.
Non è neanche un romanzo "semplice", bensì piuttosto complesso e pregno di mitologia e significati. Il tutto su due piani. Uno più meramente "diretto" e finalizzato alla creazione dell'impianto narrativo stesso che trae origine da una tradizione mitologica nota e consolidata - quella delle Chimere appunto, ovvero creature mostruose con il corpo costituito da più parti di animali diversi derivate dalla mitologia Greca; l'altro piano invece a mio avviso è più indiretto e si fonda su riflessioni che il lettore è portato a fare sia grazie alla trama stessa sia a frasi profonde ed incisive che hanno il chiaro intento di "scuoterlo" e lasciargli qualcosa in più di una semplice lettura di "intrattenimento" YA... Mi riferisco specialmente alle riflessioni sulle guerre e su chi le combatte... E' la guerra a creare i mostri o sono i mostri a fare la guerra?

Il messaggio più importante di tutto il romanzo, gridato a gran voce da ciascun personaggio anche se in modi differenti, è il valore della SPERANZA.
"La speranza può essere una forza potentissima. Forse non c'è vera magia in essa, ma quando sai quello che speri più in assoluto, e lo custodisci come una luce dentro di te, puoi far accadere le cose, quasi come una magia".
Che è ben diverso da un desiderio; i desideri sono "per le sciocchezze" . Infatti ci sono cose più grandi di qualsiai desiderio, come la maggior parte delle cose che contano.
I desideri sono una finzione.
La speranza è vera.
Perchè la speranza viene da dentro di noi... I desideri sono solo "magia".
La speranza compie la sua magia.
Il nome Karou stesso significa speranza nella lingua delle Chimere.

Il romanzo come dicevo è molto complesso. Ci sono tanti personaggi - di cui molti sovrannaturali a popolare un mondo "parallelo" già abbastanza complicato di per sè - ma con pazienza e una "naturale" passione che si svilupperà di pari passo con il proseguire della lettura, tutto andrà al suo posto. Scopriremo insieme a Karou, la protagonista con i capelli blu e con i palmi delle mani dagli "strani" tatuaggi, i suoi poteri, il suo passato e i misteri connessi al suo lavoro di "acchiappadenti".
La "Chimera di Praga" infatti lavora per il Mercante di Desideri, una chimera di nome Sulfurus, che baratta i desideri in cambio di denti. Quello a cui i denti servono per ora non vi è dato sapere... (a meno che non decidiate di leggere il libro, cosa che peraltro vi consiglio caldamente...) sappiate solo che è una cosa davvero portentosa e che ha una finalità molto importante.
E qui si collega un altro dei punti di forza e soprattutto caratteristici di questa storia.
Le Chimere del "world building" della Taylor non si contrappongono alle Divinità bensì ai Serafini, Angeli soldato, in una guerra centenaria e spietata....
Non vi dico di più sempre per non rovinarvi la sorpresa e il piacere della lettura, perchè come ho detto più sopra una delle cose più belle del libro è proprio il dispiegarsi progressivo della storia man mano che si va avanti...

Però, non posso esimermi dal dire che, a dispetto della violenza, delle difficoltà, e della nebulosità di alcuni punti, avrete il piacere di leggere una delle storie d'amore più belle e intense che abbiate sperimentato su carta. Ma non aspettatevi romanticherie o scene sensuali ad effetto.
Soltanto il SENTIMENTO; nella sua potenza più pura e genuina.
Un amore in cui sangue, nervi e "farfalle (nello stomaco) corrono e strimpellano all'unisono una scatenata e perfetta melodia, intonata nota su nota".

Bello. Davvero. Una piacevolissima esperienza di lettura assolutamente meritevole di attenzione e da considerare non propriamente uno YA, poichè talmente pregno di concetti e di situazioni assolutamente fruibili ed apprezzabil anche da un pubblico adulto.
Cosa dire ancora... potrei non fermarmi più, quindi solo un'ultima cosa: leggetelo!
Non ve ne pentirete!



Vi lascio con una "chicca" del Mercante dei Desideri che può essere un utile consiglio per tutti e non mancherò di riproporre (fino allo sfinimento) a mia figlia fra qualche anno... ^__^
"Io non conosco molte regole utili per vivere. Ma eccone una. E' semplice.
Non introdurre dentro di sè niente che non sia necessario.
Niente veleni o sostanze chimiche, nessun vapore o fumo o alcol, nessun oggetto tagliente, nessun ago che non sia essenziale - droga o tatuaggio - e... nemmeno peni che non siano essenziali."


Trama:

 C'era una volta un angelo che si innamorò di un diavolo…ma il loro era un amore impossibile. Karou è una persona speciale. Ha i capelli blu splendenti come seta e una filigrana di tatuaggi su tutto il corpo. E' di casa nei vicoli più stretti di Praga come neo caotici mercati di Marrakesch, e parla quasi tutte le lingue del mondo, e non solo quelle umane. Ma Karou ha un segreto. A volte scompare per giorni, nessuno sa dove. E nemmeno lei sa quale sia la sua origine. Fino a quando, un giorno, non appaiono su molte porte in giro per il mondo misteriose impronte nere. Delle sconosciute figure alate, arrivate da una fessura nel cielo, le imprimono nel legno e nel ferro. Una di loro incontra Karou nell'affollata città vecchia di Marrakesch: è allora che inizia un amore le cui radici affondano in un violento passato. Alla fine Karou scoprirà su di sè più di quanto avrebbe mai potuto immaginare.

9 commenti:

Lenah ha detto...

Sono contenta che ti sia piaciuto! E' piaciuto molto anche a me! :D

francy ha detto...

Ciao ragazze! So che non centra niente ma ho qui un premio per voi:
http://leggerefantastico.blogspot.it/2012/05/pioggia-di-premi.html

Blake16 ha detto...

Sangueblu!!! Buon giorno e buona domenica a te e anche a voi restanti Angels.
Ho scorso la pagina e la recensione con la mano sugli occhi...
... ormai mi mancano poche pagine e già qualche giorno fa ho iniziato a scrivere nel mio quaderno delle recensioni un principio di recensione (oddio non avevo mai scritto la parola recensione così tante volte).
Non so se ti sia piaciuto - non ho letto sopra per paura di spolier - a me è piaciuto tanto... bé fino a dove sono arrivata a leggere.
Prometto che appena a vrò finito di leggere il libro e aver finito di scrivere la recensione, torno qua e leggerò la tua e ri-commenterò.
A questo punto qualcuna di voi si chiederà perché, allora, sono venuta qui a commentare ora e non lo facevo direttamente dopo?
Bene, perfavore chiedetevelo fra di voi e non ponete a me 'sta domanda, perché sinceramente neanche io lo so!!!

Una buona domenica ragazze!!!

sangueblu ha detto...

Cara @Blake è sempre e soltanto un piacere averti fra noi...quindi tranquilla... Aspetto curiosa il tuo prossimo intervento dove potremo "sbottonarci" di più!... ^_^
@lenah carissima, ebbene sì! Come non farsi stregare da un libro tanto affascinante e potente? Ci ho meso un po' a finirlo (secondo i miei normali standard) ma perchè questo romanzo è "tanta roba". Adoro gli YA come questi!!!... E adesso che l'ho finito corro a leggere la tua recensione! Bacioni

foschia75 ha detto...

E' sempre un onore leggere un pezzetto di te in ogni recensione....in questa c'è molto....tvtb

Nippi ha detto...

Brava Sara, non vedo l'ora di leggerlo anch'io, e la tua recensione non fa che aumentare la curiosità!!

Nippi ha detto...

@Blake, sei troppo forte!! mi hai fatto morir dal ridere!! Aspetto la tua recensione!!!

Blake16 ha detto...

@Nippi... grazie cara!!!

Allora eccomi qua come promesso...
Il libro l'ho finito e l'ho recensito.
Inutile dire che anche questa volta i nostri gusti coincidono alla pefezione - anche le stelle di giudizio coincidino.
Sangueblu, con la tua recensione mi hai fatto innamorare nuovamente di questo strepitoso romanzo.
Concordo con tutto e su tutto: trama per niente scontata e avvincente... personaggi azzeccati e tutti ben caratterizzati.

Bella recensione...
Ben fatto...

Buona serata ragazze!!!

Saya ha detto...

nonostante non abbia un buon rapporto con le storie angeliche questa mi sembra una di quelle da non perdere!!! ^__^ ciao a tutte e tre! mi sono unita ai vostri follower, e colgo l'occasione per farvi i complimenti per il blog!!! se vi va di fare un salto da me mi trovate qui. in ogni caso inizieremo a sentirci un pò più spesso! buona giornata!
www.vivereinunlibro.blogspot.com