lunedì 2 aprile 2012

DIVERGENT di Veronica Roth

ECCEZIONALE!


Divergent è l'ennesimo esempio di come un libro nato e concepito per Giovani Adulti (YA) possa essere incredibilmente INTELLIGENTE, PROFONDO e assolutamente consigliabile anche ad un pubblico adulto che leggendolo avrebbe un'occasione di fare un salto di qualità rispetto alle solite letture di intrattenimento... e avrebbe il piacere di trovare della vera FILOSOFIA riadattata in chiave "fantastica", o per la precisione distopica.

Se fossi una professoressa di liceo, lo farei leggere a tutti i miei studenti, tanti sono gli spunti di riflessione e di dibattito che offre. ( Altro che Italo Svevo e la sua Coscienza di Zeno... o tutte quelle "palle" che fanno disamorare i ragazzi alla lettura! Non dico che non siano importanti, ma sarebbe bello "svecchiare" un po' i programmi e proporre romanzi moderni, intelligenti e ben scritti, che meglio facciano rapportare i giovani con una società "contemporanea", con problemi e riflessioni attuali! - Scusate la digressione... ma è una delle cose che ho pensato leggendo questo meraviglioso libro! ... ^_^ )

Divergent è un Romanzo POTENTE.
Ambientato in una futura società ideale (tipica proprio del genere distopico) è talmente pieno di concetti, di sentimenti, di messaggi da non poter lasciare indifferente neanche il lettore più "distratto" o più "superficiale".
Grazie ad una storia incalzante ed avvincente imprigiona il lettore catapultandolo al centro della narrazione, in un vortice irrefrenabile di PENSIERO E AZIONE che crea dipendenza!
Divergent è un libro impossibile da chiudere... ogni capitolo ti fa bramare il successivo con un'avidità e una frenesia sempre più intensa e inarrestabile.
E quando avviene che si debba chiudere per ritornare alla vita "reale" ( si parla di un libro di 480 pagine...) ti tiene comunque inchiodato.
Il pensiero è sempre lì... Fisso.
A domandarti cosa succederà il momento successivo.
A chiederti come sia possibile creare una storia tanto perfetta, tanto intensa.
A scoprirti realmente coinvolto in quella che altro non è che una grande metafora del nostro mondo; della nostra vita; della nostra crescita.

Ognuno di noi imposta la propria vita in un certo modo.
Ognuno di noi ha le proprie inclinazioni...
che non derivano necessariamente dalla famiglia o dal diretto "ambiente" di provenienza.
Specialmente oggi, nella società globale e informatizzata, sappiamo tante cose, possiamo scegliere tante cose; possiamo ESSERE tante cose...
Intrepidi; Abneganti; Eruditi; Pacifici; Candidi.
Chi di noi non è almeno una di queste cose?
Chi non riconosce almeno uno dei valori intrinseci a ciascuna condizione:
Coraggio; Altruismo; Intelligenza; Gentilezza; Onestà ?
C'è una sola qualità fra queste, più importante, su cui deve fondarsi la nostra vita?
Ma possiamo realmente essere una cosa soltanto?
Dobbiamo proprio scegliere qualcosa per essere veramente e totalmente noi stessi?
E può essere una condizione, una credenza in uno di questi valori, migliore dell'altra?

Queste e tante altre sono le domande che Divergent ci pone, non dandoci esattamente le risposte perchè vuole che siamo noi a trovarle, dentro di noi, stimolati dal racconto delle vicende e dei pensier di Beatrice, Tris, una protagonista che sarà difficile da dimenticare... così come Quattro, il suo istruttore, e tutta la serie di personaggi che gli ruotano intorno.
Ognuno con la specifica funzione di far emergere e sviluppare qualcosa di importante all'interno della storia, ognuno a rappresentare un'aspetto della vita, essenziali a far sviluppare la personalità della protagonista, che partirà credendosi debole e impaurita, ma che invece si scoprirà forte e coraggiosa.
Ma anche molto altro!...

Divergent è ADRENALINA ALLO STATO PURO...
Divergent è forse un po' l'essenza di ognuno di noi...
Sicuramente IO sono una Divergente.

Questo libro è come se fosse stato scritto apposta per me!
...Ma vedrete che scoprirete che è stato scritto anche apposta per voi!

Ha ben descritto l'essenza del libro la definizione del Wall Street Journal in quarta di copertina ( una volta tanto veritiera...) che dice: "Una moderna metafora dell'adolescenza, in cui dobbiamo continuamente superare esami, affrontare la separazione dai nostri cari, chiederci angosciati se siamo adatti, e decidere se e quando dire a tutti come si "diverge" dal gruppo."

IMPERDIBILE! ...Sul serio!
Uno dei libri piu' belli mai letti, di sempre!

  +

Non vedo l'ora che esca in Italia il seguito INSURGENT, previsto in America per il 1° Maggio 2012... speriamo non ci facciano aspettare troppo!!!




editore: De Agostini
pagine: 480
prezzo: 16,90 euro
Rilegato 
( 1° libro Trilogia )


TRAMA: La società distopica in cui vive Beatrice Prior è suddivisa in 5 fazioni, ognuna delle quali è consacrata a una virtù: sincerità, altruismo, coraggio, concordia e sapienza. Il momento cruciale nella vita dei cittadini è il Giorno della Scelta, che cade allo scoccare del 16° compleanno: ogni giovane sceglie a quale fazione votare il proprio futuro. Ora tocca a Beatrice, e la sua scelta non solo sorprenderà tutti, ma segnerà per sempre il suo destino. Nella fase iniziale altamente competitiva, la protagonista rinominando se stessa (Tris), lotta per determinare chi sono realmente i suoi amici, interrogandosi se la sua  storia d'amore possa adattarsi alla vita che ha scelto.
Catapultata in un mondo duro e violento Beatrice scoprirà le crepe di una società che è tutto tranne che perfetta. Una società che la vorrebbe morta se scoprisse il suo segreto... Perché 
Beatrice non è una ragazza qualunque, lei è una divergent. Una diversa.

5 commenti:

simog55 ha detto...

STRABELLISSIMA recensione!!!!!!!!

Mi hai proprio intrigata!

sangueblu ha detto...

Simo grazie tantissime! Di certo è una recensione sentita... Volevo cercare di trasmettere almeno qualcuna delle tante sensazioni e delle innumerevoli riflessioni che mi ha lasciato questo fantastico libro. Se ci sono riuscita almeno in parte, ne sono felicissima! Spero che quanta più gente possibile si accorga di questo romanzo e lo legga. Fa bene al cuore e alla mente...
Uno di quei libri CAPACI DI CREARE PIU' CONSAPEVOLEZZA e contribuire forse a farci creare un mondo migliore!
Un abbraccio forte.

sangueblu ha detto...

Ops.. volevo scrivere COSTRUIRE un mondo migliore... ^_^
Va beh.. ci siamo capite lo stesso?!?!

manu ha detto...

Hai pienamente ragione, nelle scuole dovrebbero modernizzare le letture, per invogliare i ragazzi a leggere.

Bella recensione, mi piace il genere distopico, io di questo genere ho letto solo Matched che mi era piaciuto tanto. Ma ora che ho letto di questo libro bhè penso che appena ho la possibilità lo prenderò di sicuro

sangueblu ha detto...

Anche io ho letto Matched e mi era piaciuto. Ma questo è di livello superiore, sotto tutti i punti di vista; almeno, finora! Sono curiosa di leggere il secondo della Condy per farmi un'idea più precisa! DIVERGENT non è assolutamente un libro da perdere!