domenica 4 marzo 2012

LA STIRPE di Meljean Brook


Benvenuti nel mondo delle nanotecnologie, tra zombi spaventosi, terrificanti pericoli e brucianti passioni. Primo capitolo della serie "The Iron Seas".


Trama
Londra, diciottesimo secolo. Rhys Trahaearn è diventato un eroe nazionale dopo aver liberato l’Inghilterra dalle orde dell’esercito asiatico. Ma il potere lo ha reso un uomo freddo e calcolatore tanto da fargli guadagnare il titolo di Duca di Ferro. La detective Mina Wentworth non avrebbe mai pensato di avvicinarsi a lui, ma durante le celebrazioni per il trionfo inglese viene ritrovato un cadavere proprio all’interno della casa di Rhys, e tocca a lei condurre l’indagine. Quando Mina scopre che quel corpo appartiene a Roger Haynes, comandante di una nave della Marina Reale, capisce che forze molto più potenti delle truppe asiatiche stanno tramandocontro il suo popolo. Inizierà così, per la giovane detective, un viaggio infernale attraverso terre infestate da strane creature e oceani insidiati da terrificanti mostri. Ad accompagnarla sarà proprio l’affascinante Duca di Ferro, che si innamorerà perdutamente di lei, travolgendola in un vortice di passione e desiderio.


Qui un estratto del libro:

Recensione

i piercing di Capitan Harlock.......

E' il primo steampunk che leggo, e devo dire che non mi ha affatto delusa. Principalmente perché il contorno del genere non è opprimente o prepotentemente onnipresente, insomma a me ha dato l'idea più di un modern-romance trasvestito da steampunk!

La storia è ambientata in una Londra assediata dallo smog, dove l'invasore proveniente dall'estremo oriente, dieci anni prima ha infettato buona parte della popolazione con i nanoagenti condannandoli ad essere emarginati dagli incontaminati. Il tutto condito da aeronavi, armature a vapore, automi e organi artificiali.
Dopo un primo capitolo un pò selva oscura, in cui vengono stipate a pressione nozioni sull'invasore (l'Orda), la storia ha inizio con un cadavere, una telefonata alla polizia e l'arrivo dell'investigatore Mina Wensworth nella casa del famigerato "Duca di ferro" dove malauguratamente si trova il cadavere.
E già nei primi dieci minuti in cui i due parlano dell'accaduto, rimangono turbati da un guanto.....che innescherà la scintilla.
In seguito al riconoscimento del cadavere, entrambi per motivi diversi, si ritroveranno a mettere insieme le loro forze e il loro intuito (e molto altro), per trovare il colpevole e scagionare il duca. Ma ancora non sanno, che hanno messo in moto una rocambolesca avventura per i cieli d'Europa e che la vera minaccia non è il nemico ma......
Intorno a loro ruoteranno svariati personaggi che avranno un ruolo nella storia.
Ma si sa, che un ex pirata (con titolo nobiliare acquisito per servizio alla patria) bugiardo e spietatamente sexy, miete di solito delle vittime sul suo cammino (e non parlo solo di morti). E nella sua rete presto cadrà anche Mina. Ma per il "Duca di ferro" conquistarla non sarà per niente facile, dovrà sudare e rischiare la vita più di una volta prima di convincere se stesso e la sua preda che l'amore può essere un sentimento difficile da ammettere quanto da proteggere.
A parte le indagini avventurose per i cieli e i mari d'Europa, qui c'è molta passione, seduzione, orgoglio e anche pregiudizio! Ma l'amore si sa non conosce ostacoli e se la passione ci mette lo zampino allora il gioco è fatto.


Per qualche giorno penserò ai piercing di "capitan Harlock"......ma avrete modo di apprezzarli anche voi!!!
Nel libro ci sono i nanoagenti, nel mio sangue dopo averlo chiuso ci sono gli ormoni impazziti!!! Io col capitano partirei in dirigibile senza cellulare, nè GPS!!!




4 commenti:

manu ha detto...

bella recensione,mi hai davvero convinta a leggerlo!!!!!! sarà sicuramente tra le prossime letture :D
Manu (jana)

Nippi ha detto...

Carissima, bellissima recensione!

Glo83 ha detto...

Bella davvero!

sangueblu ha detto...

Fantastica!...
Dopo questa recensione, l'ho messo subito nel "carrello"!!